Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Ma un sito per giudicare i clienti no?

Marina di Ragusa
Contributore livello
73 post
65 recensioni
Salva argomento
Ma un sito per giudicare i clienti no?

Salve, gestisco un affittacamere in centro a Firenze (in attesa di approvazione da parte di Tripadvisor). Avendo iniziato da poco, si capisce come siano importanti i primi giudizi dei clienti che compariranno sui maggiori siti di prenotazioni online, purtroppo quelli che di solito lasciano i commenti sono sempre quelli più pignoli e pedanti, come una signora che polemizzava per ogni cosa rimanendo sempre nel torto della sua ignoranza, fumava pure in camera ed era piuttosto antipatica. Ora, con le sue valutazioni anche di 2.5 su una scala di 10, ci ha in pratica rovinato la media che si sta formando dai primi giudizi (gli altri tutti positivi), mi chiedo se non ci sia un modo per tutelare anche gli albergatori e non solo i clienti che vanno ad allogiare e pretendono il mondo, grazie.

Waldshut-Tiengen
Esperto locale
di Nuova Zelanda, Trasferirsi all'estero
Contributore livello
4.712 post
Salva risposta
1. Re: Ma un sito per giudicare i clienti no?

Buonasera Lallonzo,

abbi pazienza ma trovo un tantino offensivo che tu scriva "purtroppo quelli che di solito lasciano i commenti sono sempre quelli più pignoli e pedanti", perchè chi scrive su TripAdvisor sono viaggiatori di tutti i tipi, che lo fanno con l'idea di trasmettere ad altri viaggiatori l'impressione di come si sono trovati in questo o quel posto. Non scrivono recensioni solo persone che, stando al tuo commento, lo farebbero in quanto sono pedanti e non perchè possano invece semplicemente scrivere la loro verità su una struttura. No, mi spiace, o ti sei espresso male sulla scia del momento, o non hai capito che 50 milioni di recensioni non sono scritte unicamente da pignoli e pedanti ma da normalissime persone a cui può anche non essere piaciuta una struttura che ad altri 10 è parsa eccellente.

Immagino che tu ti riferisca a chi scrive recensioni negative, perchè se qualcuno esprime entusiasmo con pignoleria dubito possa infastidirti!

Come gestore, una volta attivato il tuo profilo, potrai rispondere alle recensioni nello spazio dedicato, e a quella cliente potrai decidere di rispondere pubblicamente come hai fatto qui definendola, sotto la sua recensione (e non sul forum, che non è lo spazio adatto a lamentarsi delle recensioni, come scritto in più di un post dallo staff) "come una signora che polemizzava per ogni cosa rimanendo sempre nel torto della sua ignoranza, fumava pure in camera ed era piuttosto antipatica". In modo che tutti gli utenti che leggeranno la sua recensione leggeranno anche la tua risposta a lei e si faranno un'idea di come sono andate le cose sommando alla sua recensione la tua risposta e le altre recensioni e risposte.

Come utente di TripAdvisor ti dico che i clienti (potenzialmente tutti noi utenti) guardano molto a come un gestore risponde e a come quindi un gestore considera i suoi clienti. Essere definiti come pedanti e pignoli solo perchè scriviamo recensioni mi sembra non sia rispettoso, perchè parti prevenuto nel non accettare critiche che possono essere costruttive per te.

Le critiche fanno parte del gioco, e noi utenti siamo anche in grado di discernere se chi scrive una recensione è in malafede. Ci sta anche che ci siano clienti rompiscatole, ma io che ho scritto 77 recensioni non mi sento inclusa nella tua classificazione "quelli che di solito lasciano i commenti sono sempre quelli più pignoli e pedanti".

Buona giornata.

Napoli, Italia
Contributore livello
3.330 post
119 recensioni
Salva risposta
2. Re: Ma un sito per giudicare i clienti no?

Ciao Lallonzo, premesso che entrambi le parti (gestori e clienti) dovrebbero agire all'insegna della lealtà, onestà e civiltà, reputo la tua domanda alquanto interessante se non fosse per un piccolo, ma importantissimo punto: i gestori hanno il proprio tornaconto con o senza recensioni, i clienti?

bologna
Contributore livello
7.992 post
3 recensioni
Salva risposta
3. Re: Ma un sito per giudicare i clienti no?

Lallonzo, credimi: chi scrive si rivela per quello che è. Spessissimo voi gestori prestate attenzione al voto e basta, senza tener conto che nella recensione il cliente/utente si rivela per quello che è: magari pignolo, incontentabile, quello che deve per forza trovare un dettaglio negativo, quello ch'era d'umore storto. Il mondo è vario. Non abbiate il sacro timore degli utenti che leggeranno. Non pensate solo al voto ed alla vs posizione in classifica. Chi legge.... capisce!

Di recente un albergo dove sono stata in Alto Adige mi ha mandato una mai pregando di lasciare la mia opinione su Trip Advisor ed un altro portale (ignorando che l'ho già fatto, un paio d'anni fa!!!!!). Non dovete temere i nostri pareri se lavorate bene, anzi ....

Roma
Contributore livello
3.024 post
74 recensioni
Salva risposta
4. Re: Ma un sito per giudicare i clienti no?

Beh perché no? Se il cliente lo fai mangiare e dormire gratis...

Schio, Italia
Contributore livello
4.485 post
641 recensioni
Salva risposta
5. Re: Ma un sito per giudicare i clienti no?

Secondo me tutti gli utenti ( gestori e clienti) di TA giudicano o dovrebbero giudicare le recensioni che leggono. Non si può prendere per oro colato tutto quello che viene scritto, come in ogni sito web. Si devono avere dei criteri. Quando leggo una recensione, di solito osservo anche il profilo di chi l'ha scritta. Diverso ne dò peso e importanza a seconda dell'esperienza di chi l'ha scritta.

Vorrei pensare che se uno ha visitato tanti paesi e tanti hotel, dovrebbe avere maggior capacità di giudizio critico rispetto a qualcuno che magari non ha mai visitato nulla. Credo che il giudizio critico dell'utenza di TA superi il semplice valore del punteggio...

Merano, Italia
Esperto locale
di Guatemala
Contributore livello
4.616 post
329 recensioni
Salva risposta
6. Re: Ma un sito per giudicare i clienti no?

"purtroppo quelli che di solito lasciano i commenti sono sempre quelli più pignoli e pedanti" . . . dato che di recensioni ne ho scritte diverse invece di un minimo d'apprezzamento sono considerata pignola e pedante!

Cristina

Vicenza, Italia
Esperto locale
di Sicilia
Contributore livello
2.577 post
204 recensioni
Salva risposta
7. Re: Ma un sito per giudicare i clienti no?

Mi sembri un po' contraddittorio, quando affermi che "purtroppo quelli che di solito lasciano i commenti sono sempre quelli più pignoli e pedanti...", mentre in seguito dici: "Ora, con le sue valutazioni anche di 2.5 su una scala di 10, ci ha in pratica rovinato la media che si sta formando dai primi giudizi (gli altri tutti positivi)".

Allora pignoli e pedanti sono solo quelli che lasciano giudizi negativi?

E poi non ti devi preoccupare la singola recensione negativa in mezzo ad altre positive, non influenza minimamente l'utente di TA, che dopo un minimo di esperienza e conoscenza dei meccanismi, sa perfettamente discernere.

Insomma: ti preoccupi del voto o della sostanza dei contenuti? E' quello che legge chi si affida a TA per scegliere una struttura, e non si limita al solo voto.,

Milano, Italia
Esperto locale
di Milano, Rapallo, Provincia di Milano
Contributore livello
37.518 post
1.747 recensioni
Salva risposta
8. Re: Ma un sito per giudicare i clienti no?

Ho scritto più recensioni di tutti in Italia; sono pignolissimo e pedantissimo????

Napoli, Italia
Contributore livello
1.768 post
19 recensioni
Salva risposta
9. Re: Ma un sito per giudicare i clienti no?

(OT: Stefano guardati bene intorno prima di dire così....eheheh....mi sa che c'è chi è più pignolo di te....)

Modificato: 04 ottobre 2011, 11:19
palermo
Contributore livello
4.475 post
92 recensioni
Salva risposta
10. Re: Ma un sito per giudicare i clienti no?

lallonzo, niente male come presentazione!

chi ha scritto prima di me ha già risposto in modo esauriente, quindi aggiungo solo una cosa. i gestori sono favoriti rispetto agli utenti, perchè possono inserire, in coda a una recensione, il loro commento e quindi hanno l'ultima parola. se fanno bene il loro lavoro e se sanno usare TA come si deve, non hanno bisogno di ulteriori tutele