Consigli di marketing per i ristoranti

Abbiamo compilato una lista dei nostri migliori consigli sul marketing e sulla gestione della reputazione dei ristoranti e su come sfruttare al massimo il profilo di TripAdvisor.

Consigli

Come creare un piano di marketing per il ristorante

Come creare un piano di marketing per il ristorante Scoprite come creare un piano di marketing per il ristorante in pochissimo tempo con i nostri consigli.

Perché serve un piano di marketing per il ristorante

Il 71% dei proprietari di ristoranti intervistati ha dichiarato di voler fare di più per promuovere la propria attività, di questi oltre la metà dedica meno del 10% del proprio tempo al marketing.

Tempo dedicato al marketing per paese

Ma c'è una buona notizia! Potete fare molto per promuovere la vostra struttura senza investire troppo tempo. Nessuno apre un ristorante perché è appassionato di marketing. Ma con un piano di marketing, potrete concentrare le iniziative sulle opportunità che permettono di attirare più clienti al ristorante, di consolidare il brand e di aumentare il passa parola, senza togliere tempo alla gestione dell'attività.

Prima fase: conoscere i clienti

La prima fase di qualsiasi piano di marketing che si rispetti è conoscere i clienti.Probabilmente ne avete già una buona percezione sulla base del concept originale della vostra attività. Verificate la vostra conoscenza controllando pochi dati essenziali:

  • Esaminate i libri delle prenotazioni per individuare la media dei coperti per tavolo. Questo vi aiuterà a capire se il vostro locale è più frequentato da gruppi, coppie o clienti solitari.
  • Parlate con lo chef e con il barista per capire quali sono i piatti e le bevande più consumati e per individuare tendenze nei gusti dei clienti. I vostri clienti apprezzano gli accostamenti audaci di ingredienti o preferiscono i classici intramontabili?
  • Infine, fate un po' di osservazione vecchio stile. Come sono i vostri clienti? Come vestono? Come si comportano? Di cosa parlano? Se non avete una lista di clienti affezionati, fate un giro in sala e cercate di carpirne l'atmosfera. Parlate con le persone che siedono al bar. Conoscere i clienti vi aiuterà a capire come conquistarne altri e cosa li attira di più.

...

Trasformate le recensioni eccellenti in un'efficace strategia di marketing per il ristorante

Trasformate le recensioni eccellenti in un'efficace strategia di marketing per il ristorante Trasformate le vostre recensioni in strategie di marketing per la struttura con queste idee creative pensate dai ristoratori in tutto il mondo.

Sfruttate le recensioni al massimo

Avete meritatamente ricevuto recensioni positive, grazie a impegno e buona cucina. È il momento di sfruttare l'apprezzamento degli ospiti nel materiale di marketing del ristorante.

Mostrare le recensioni di TripAdvisor aumenta la credibilità ai vostri messaggi promozionali. Gli psicologi definiscono questo concetto come "riprova sociale", secondo il quale gli esseri umani osservano il comportamento delle altre persone prima di prendere una decisione.

Il fatto che le recensioni positive di TripAdvisor attirino più clienti verso il ristorante non è altro che la dimostrazione del potere della "riprova sociale".Tuttavia, l'impatto delle recensioni non deve essere limitato ai visitatori di TripAdvisor. Abbiamo messo insieme alcuni modi creativi per integrare le recensioni nelle strategie di marketing del vostro ristorante, online e offline, per persuadere in modo ancora più convincente i clienti potenziali a prenotare.

Idee di marketing di veri ristoranti

Sfruttate al meglio il vostro concept. Potete dare libero sfogo alla vostra creatività, anche con un pizzico di stravaganza, siate voi stessi perché questo è il vostro spazio. Utilizzate la vostra insegna, il marciapiede o gli spazi su porte e finestre per attirare i passanti. In più, potete richiedere in modo semplice e gratuito il materiale a marchio TripAdvisor per il vostro ristorante qui.

Mostrate le recensioni ovunque nel ristorante

Attirate l'attenzione con una selezione di recensioni su volantini da posizionare sulla vetrina, insieme al menù; lasciate che siano loro a raccontare la vostra storia. In alternativa, scegliete le frasi che preferite tra le recensioni recenti e trasformatele in decorazioni da parete sulla veranda o nella sala d'attesa, come ha fatto questo pub di Londra.

Scherzate sulle recensioni

Avete ricevuto una recensione negativa? Sfruttate il vostro senso dell'umorismo e provate a far sorridere: questo approccio potrebbe addirittura diventare virale come è successo a questo caffè irlandese che pubblicizza la "peggiore insalata mai mangiata da una donna su TripAdvisor".

Incoraggiate il coinvolgimento online con materiale creativo

...

Iniziate da qui per consolidare il brand del vostro ristorante

Iniziate da qui per consolidare il brand del vostro ristorante Cos'è un brand? È l'insieme delle sensazioni evocate dalla vostra struttura. Seguite i nostri consigli per allineare le attuali strategie del ristorante e promuovere il vostro brand in modo coerente.

Iniziate chiedendovi perché

Promuovere il ristorante richiede un'attenta analisi del "perché". Con una varietà senza precedenti di ristoranti tra cui scegliere, perché i clienti dovrebbero venire proprio da voi? Questo è il punto di partenza per definire il vostro brand.

Nel concetto di brand devono convergere tutte le caratteristiche dell'esperienza offerta dal ristorante. Questo include la cucina ma anche l'ospitalità, il servizio, gli eventi speciali, gli arredi della sala e altro ancora. Il brand deve comunicare quello che già fate per rendere speciale il vostro ristorante.

Per spiegarlo con parole semplici, iniziamo analizzando il percorso tipico di un cliente e come i vostri attuali clienti giungono al ristorante.

Il percorso tipico del cliente

Come scelgono i clienti

Un cliente sceglie un determinato ristorante soprattutto in base all'occasione, se è da solo o con un gruppo di amici o parenti. La stessa persona potrebbe uscire a prendere una birra con gli amici in un bar della zona un venerdì sera e scegliere un ristorante raffinato per un appuntamento galante la domenica. I clienti cercano caratteristiche diverse in un ristorante in base alle circostanze. Mangiare da soli quando si è in viaggio d'affari è un'esperienza completamente diversa rispetto a un compleanno festeggiato fuori con tutta la famiglia. Non sorprende, dunque, che situazioni diverse comportino considerazioni diverse per la scelta del locale adatto.

Mangiare fuori sta diventando sempre di più un evento spontaneo. Spesso, un cliente decide di mangiare fuori nel corso della stessa giornata o al volo. In particolare, nell'ambito dei viaggi, i clienti potrebbero pianificare voli, hotel e attività, ma scegliere i ristoranti sul posto in maniera estemporanea.

Da soli o in gruppo

Confrontiamo ora le caratteristiche di chi mangia da solo e chi mangia in compagnia e vediamo cosa attira queste due tipologie di clienti.

I 3 principali fattori decisionali durante i viaggi

Viaggiatori solitari | Viaggiatori in gruppo

La mia opinione | Siti di recensioni come TripAdvisor | Amici

Quando escono da soli, la scelta del ristorante è meno influenzata dalle opinioni di amici o altre persone. Infatti, il 56% delle persone che mangiano da sole negli Stati Uniti afferma di basarsi su siti come TripAdvisor.

In un gruppo di persone, invece, è chiaro che le dinamiche interne abbiano un peso nella scelta del ristorante. Il 77% degli intervistati, tra le persone che escono in gruppo negli Stati Uniti, ha dichiarato che la scelta del ristorante viene influenzata soprattutto dagli amici, aggiungendo la necessità di raggiungere un consenso oltre all'abituale ricerca online.

Chi viene al vostro ristorante?

Ora che sapete di più su come diverse tipologie di persone scelgono dove mangiare, pensate ai vostri clienti specifici. Iniziate a stilare il profilo del cliente tipico del vostro ristorante. Potreste averne più di uno, ma cercate di non superare le quattro o cinque tipologie di persone.

Il vostro obiettivo è ottenere un quadro generale demografico (fascia d'età, sesso, figli, occupazione e così via) e partire da qui per analizzare le motivazioni. Perché vengono al vostro ristorante e cosa li attira in particolare?

Chiedetevi:

  • Che tipo di persona viene nel vostro ristorante?
  • Il vostro locale è un punto di ritrovo per giovani e studenti o si riempie di famiglie?
  • Le persone prenotano principalmente tavoli singoli o avete molti tavoli per gruppi più grandi di cinque, sei o sette persone?
  • Il ristorante si presta soprattutto a occasioni speciali pianificate o è frequentato da molti clienti casuali che arrivano senza prenotare?

...

Seguite anche voi la moda del Km 0 con i nostri consigli

Seguite anche voi la moda del Km 0 con i nostri consigli I clienti cercano strutture che supportano i produttori locali. Ecco come seguire il movimento Km 0 con il vostro ristorante.

Che significa Km 0?

Con Km 0, nella ristorazione, si indica l'utilizzo di ingredienti stagionali e sostenibili, prodotti localmente. La locuzione implica quindi l'assenza di intermediari tra produttore e consumatore, evocando immagini come quella di un contadino con la pelle bruciata dal sole che raccoglie i mirtilli nel suo orto per servirli direttamente in tavola. Sebbene questa immagine generi una sensazione molto positiva tra i clienti, nel settore ristorativo la pratica è un po' diversa. Cosa significa per il ristorante

Essere un ristorante "a Km 0" significa acquistare i prodotti da fornitori locali e modificare il menù in modo che rifletta l'uso di ingredienti freschi e di stagione. Se il vostro ristorante non è adatto a questa filosofia, potreste comunque valutare la possibilità di acquistare prodotti in zona, dati i vantaggi di questa pratica per l'ambiente e per la vostra cucina.

Perché la filosofia Km 0 è vantaggiosa per il vostro ristorante

L'approvvigionamento locale e sostenibile riduce l'impatto ambientale e aiuta a supportare gli agricoltori locali offrendo loro un mercato in cui vendere i prodotti. Tuttavia, i vantaggi riguardano anche il vostro fatturato.

Con il propagarsi di questa tendenza, molti consumatori ritengono che il cibo che dalla terra arriva direttamente sulla tavola sia più fresco, più nutriente e di qualità migliore. Sebbene il Km 0 sia un modello a cui si ispira da sempre la maggior parte dei ristoranti più raffinati, almeno negli Stati Uniti questo concept è stato esteso anche alla ristorazione di massa, a partire ad esempio con Chez Panisse nel 1971 e coinvolgendo anche tavole calde, come Chipotle e Sweetgreen, che hanno costruito un successo ampiamente riconosciuto proprio sulla base della filosofia Km 0, vendendo piatti realizzati con ingredienti freschi a prezzi maggiorati e scrivendo i nomi dei fornitori sulle lavagnette sopra al menù.

Investire nel Km 0 e promuovere il ristorante in questo senso, vi aiuterà ad ampliare la base di clienti, soprattutto tra i più giovani e più appassionati di ambientalismo.

La notizia migliore? Più corta è la filiera dalla produzione alla vostra cucina, più saporiti saranno i vostri piatti. L'uso di ingredienti di qualità più elevata nel vostro menù può solo rendere il vostro cibo più appetibile, al resto ci penserà il passa parola.

Come iniziare con il Km 0

Stabilite cosa significa "locale", poi mostratelo

Prima di pensare al menù, fate qualche ricerca nella vostra zona. Probabilmente, conoscete già i piatti tipici e gli ingredienti di produzione locale, ad esempio il carciofo romano, il peperoncino piri piri di Città del Capo o i lime di Oaxaca. Usate quindi gli ingredienti locali come piatto forte del vostro menù.

Sperimentate l'uso di ingredienti locali nei vostri piatti classici. Se il ristorante si trova in una metropoli, vi sorprenderà il livello di qualità che può raggiungere la vostra cucina passando dagli ingredienti importati a quelli di produzione locale, senza parlare della riduzione dei costi.

...

Perché tutte le fasi dell'esperienza gastronomica sono social

Perché tutte le fasi dell'esperienza gastronomica sono social Sui social media non mancano certo bellissime immagini di piatti e facciate di ristoranti. Abbiamo deciso di approfondire i motivi per cui ogni fase dell'esperienza gastronomica è diventata social, online e offline.

Scoprire nuovi ristoranti

Quando decidono dove andare a mangiare, i clienti potenziali consultano diverse risorse, spesso durante la stessa ricerca, tra cui amici, siti di recensioni come TripAdvisor e media dedicati al cibo. Cosa hanno tutte in comune?

Poiché il tempo e le risorse economiche da dedicare a una determinata esperienza sono limitati, i clienti vogliono scegliere il meglio.E spesso usano più fonti di informazioni per cercare e convalidare la loro scelta. Sono sempre di più i consumatori che consultano e si fidano dei siti di recensioni e dei social media per trovare consigli su dove mangiare, sia nella loro città sia in viaggio.

La grande maggioranza dei consumatori intervistati dichiara di scegliere i ristoranti in base alle recensioni online;in alcuni mercati, fino al 72% ha ammesso di lasciarsi influenzare anche dalle foto. Questo vale sia per le persone del posto sia per i viaggiatori: una media del 78% dei partecipanti al sondaggio negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia e in Italia dichiara di aver usato TripAdvisor per cercare ristoranti in zona, mentre uno straordinario 85% degli stessi partecipanti ha usato TripAdvisor in viaggio.

Mangiare fuori aiuta le relazioni

Uno dei motivi principali per cui le persone vanno a mangiare fuori è condividere l'esperienza con altre persone. Pensate ai vostri clienti assidui e a cosa è importante per loro. Se non lo sapete, osservate il loro comportamento oppure chiedeteglielo!

Il vostro cliente tipico cerca silenzio e privacy o un'atmosfera frizzante in cui socializzare? Quando progettate l'esperienza da offrire, pensate ai modi in cui lo spazio può riunire o separare i clienti. La disposizione, l'atmosfera, la tecnologia e il livello di rumorosità possono influire su come i clienti vivono l'esperienza con i loro commensali.

"Talvolta, scelgo alcuni ristoranti perché voglio pubblicare su Instagram un piatto particolare"....

How Diners Choose Where To Eat

How Diners Choose Where To Eat We’ve put together everything you’ve ever wanted to know about how diners choose where to go out to eat in this free downloadable eBook.With 51% of consumers dining out at least once a week, demand for restaurants is at an all-time high....

Come migliorare la posizione del ristorante nella classifica di TripAdvisor

Come migliorare la posizione del ristorante nella classifica di TripAdvisor Il direttore dei prodotti per ristoranti di TripAdvisor, Gerard Murphy, spiega esattamente quali sono i fattori che determinano le classificazioni dei ristoranti su TripAdvisor e cosa fare per migliorare la vostra posizione, in questo breve video. Guardatelo o leggete la trascrizione.

TripAdvisor aiuta centinaia di milioni di clienti a cercare ristoranti come il vostro. Il nostro obiettivo è consigliare ottimi ristoranti agli utenti e mettere i proprietari in contatto con potenziali clienti.

Parte del segreto del successo di TripAdvisor è la nostra capacità di classificare i ristoranti. Le classifiche si basano su tre aspetti delle recensioni: il punteggio, l'attualità e la pertinenza. Esaminiamoli più da vicino.

Punteggio

Il punteggio è dato dal numero di recensioni ricevute su TripAdvisor. Desideriamo mostrare ai clienti potenziali i ristoranti che ricevono più recensioni con punteggio di quattro o cinque su cinque. A parità di condizioni, un ristorante con più punteggi di 5 su 5 occuperà una posizione più alta rispetto a quelli con punteggio inferiore.

Attualità

Per attualità si intende il numero di nuove recensioni ricevute dal ristorante. Sebbene le recensioni più datate vengano comunque prese in considerazione nella classifica, quelle più recenti riflettono meglio l'esperienza che attualmente offre il ristorante. Questa è un'ottima notizia per i ristoranti, perché a prescindere dalla posizione ricoperta al momento, è sempre possibile migliorare ricevendo nuove recensioni. A parità di condizioni, un ristorante con più recensioni recenti occuperà una posizione più alta rispetto a quelli con recensioni più datate.

Pertinenza

Gli utenti non cercano semplicemente ristoranti in una determinata città. Ma cercano dove poter mangiare una pizza o un pad thai in una determinata città. Per questo, il ristorante non è incluso in una sola classifica, ma in più classifiche sulla base di criteri diversi, dal tipo di pasto al tipo di cucina e non solo.

Vediamo, ad esempio, il caso del Brick Alley Pub di Newport, Rhode Island. Il ristorante occupa la posizione n. 11 su tutti i ristoranti di Newport, ma è il n. 5 per il pranzo, il n. 2 per gli hamburger e il n. 6 per la cucina americana. Perché risulta più alto nelle classifiche per pasto e tipo cucina rispetto alla classifica generale? Perché ha una percentuale maggiore di recensioni con punteggio di 4 su 5 per il pranzo, per gli hamburger e per la cucina americana.

Quando pensate alla vostra posizione in classifica, tenete conto dei piatti e dei tipi di cucina che riscuotono più successo e verificate la vostra posizione in tali categorie su TripAdvisor. Questo è un indicatore molto più efficace rispetto alla classifica generale.

...

4 consigli per tenere il ristorante occupato tutto l'anno

4 consigli per tenere il ristorante occupato tutto l'anno In un settore soggetto alle fluttuazioni stagionali, tenere il ristorante occupato tutto l'anno non è facile. Ecco per voci alcune strategie di marketing comprovate per contrastare i cali di affluenza della bassa stagione.

Il mondo dei ristoranti ruota intorno alle stagioni. Che si trovi in una destinazione estiva sul mare o in una notoria località sciistica, in alcuni periodi dell'anno avrete la fila davanti alla porta, ma tavoli vuoti in altri.

Perché il ristorante sia occupato tutto l'anno, dovete promuoverlo tutto l'anno.

Questo significa fare marketing durante l'alta e la bassa stagione. Spesso al marketing viene assegnata una bassa priorità, tuttavia se viene trascurato diventa più difficile attirare nuovi clienti. Paragonate le vostre iniziative di marketing a un ciclista che scala una collina; dovrà pedalare con costanza, un piede dopo l'altro per raggiungere la vetta. Potrà rallentare o accelerare ma non fermarsi, perché ripartire sarebbe ancora più duro.

Una strategia di marketing che abbraccia tutto l'anno aiuta anche a superare la concorrenza spingendo i clienti che conoscono meno la vostra zona a tornare da voi. Con un piano promozionale costante per l'anno intero, farete in modo che il vostro ristorante torni sempre in mente ai clienti potenziali.

Ecco alcune strategie di marketing efficaci che potete utilizzare in qualsiasi momento:

Promuovete il ristorante

Il modo migliore per generare la domanda per il ristorante in qualsiasi periodo dell'anno è pubblicizzarlo costantemente. Soprattutto se il ristorante si trova in una località stagionale come in un resort sciistico o sul mare; il vostro obiettivo è fare sapere alle persone che siete aperti in bassa stagione e che vi differenziate dalla concorrenza nell'alta stagione.

La Pubblicità online è un canale particolarmente efficace perché permette di accelerare o rallentare proprio come farebbe un ciclista sul pendio di una collina. Accelerare o rallentare in questo caso significa sperimentare con segmenti di pubblico e canali diversi per capire quale funziona meglio.

Create partnership nella comunità

Il successo del ristorante dipende soprattutto dalla località in cui si trova e dalla comunità che serve. Un altro modo per occupare il ristorante tutto l'anno è cercare di costruire partnership con i membri della community, soprattutto altre strutture vicine.

Ad esempio:

  • Lasciate volantini nei negozi della zona
  • Chiedete alle reception degli hotel o residence vicini di consigliare il vostro ristorante
  • Contattate i manager degli uffici per proporvi come fornitori di servizi di catering o di consegna presso gli uffici
  • Collaborate con le università vicine per proporre sconti per studenti o coinvolgerli in apprendistati
  • Promuovete il ristorante come partner di associazioni umanitarie no-profit locali per aiutare il passa parola
  • Partecipate agli eventi o campagne locali che interessano i ristoranti
  • Offrite il vostro spazio come area di co-working durante il giorno

Ospitate o partecipate a un evento

Un altro modo per aumentare l'affluenza e ospitare un evento o partecipare a una degustazione presso un'altra località. Si tratta di un'ottima opportunità per promuovere il ristorante con creatività sulla base dei gusti del vostro cliente medio: se gestite un ristorante per famiglie provate con un pasto ispirato a un personaggio dei cartoni animati oppure con un evento di arte per bambini, se il vostro locale è più adatto alle serate romantiche, pensate a una degustazione di vini o a un menù fisso a prezzo speciale per le coppie.

Potreste provare:

  • eventi a tema in occasioni specifiche, come Capodanno o la Festa della mamma
  • date ai clienti la possibilità di scoprire qualcosa in più sul vostro ristorante con corsi di cucina o di pasticceria
  • offrite degustazioni di vino o birra
  • sperimentate un pasto non incluso nell'offerta standard, come un brunch speciale
  • ospitate proiezioni di film, musica dal vivo o rappresentazioni teatrali
  • organizzate serate con giochi a quiz o tornei di poker

Se gli eventi danno i risultati sperati, potreste pensare di renderli ricorrenti, ad esempio con pranzi per aziende, feste di compleanno o cerimonie in modo da aumentare il fatturato della struttura.

...

5 Restaurant Trends You Should Know for 2018

5 Restaurant Trends You Should Know for 2018 We spent four jam-packed days at the National Restaurants Association show in Chicago—here’s what everyone is talking about. The restaurant world is constantly changing. Americans now eat out four to five times a week, on...

5 Things We Learned from Toast’s Food for Thought Event in Boston

5 Things We Learned from Toast’s Food for Thought Event in Boston Our friends at Toast hosted an all-day event at Capo in South Boston. Here’s what we learned. Hospitality (n.): the friendly and generous reception and entertainment of guests, visitors, or strangers As...

Consigli esclusivi di branding dalle migliori gelaterie americane

Consigli esclusivi di branding dalle migliori gelaterie americane Ecco cinque consigli di branding offerti dalle migliori gelaterie americane.

Ci sono pochi piaceri gastronomici deliziosi e appaganti quanto il buon vecchio cono gelato. E le gelaterie che lo servono? Su TripAdvisor, potete trovare le migliori gelaterie nella vostra zona.

Quali sono i segreti del loro successo? Dopo aver analizzato le recensioni delle migliori gelaterie americane, ho le idee più chiare.

Usate ingredienti locali e non teneteli segreti

Le vere protagoniste della Woodside Farm Creamery di Hockessin, nel Delaware, sono le mucche che pascolano vicino alla gelateria. Questi simpatici animali non solo forniscono il latte per il gelato, ma rappresentano la prova inconfutabile che la Woodside utilizza ingredienti di produzione locale.

I clienti ne sono entusiasti. "Il gelato non potrebbe essere più buono e fresco di così. Puoi sederti proprio vicino alle mucche che hanno fornito il principale ingrediente", scrive un recensore.

Non è certo indispensabile avere un pascolo nel giardino del ristorante per dimostrare di usare ingredienti freschi, ma basta rendere esplicito nel menù che la struttura collabora con aziende agricole della zona. Se l'idea si sposa bene con gli interni della struttura, appendete foto delle aziende agricole con cui lavorate e utilizzatele anche sui social media.

Anche qualche vaso con le spezie contribuisce a comunicare l'idea che il ristorante ci tiene a usare ingredienti freschi e di produzione locale, quando possibile.

Se il vostro ristorante ha una storia, promuovetela

La storia del Dietsch Brothers Inc. risale al 1937 e tutti a Findlay (Ohio) la conoscono.

" La famiglia Dietsch la gestisce da molte generazioni e la qualità non è mai cambiata", scrive un recensore di TripAdvisor.

Anche i recensori di altre città, che non conoscevano la storia della gelateria, sono rimasti colpiti dall'uso di ingredienti di qualità e fatti in casa da generazioni.

Come lo sapevano? Il brand Dietsch Brothers trasmette perfettamente l'atmosfera intima e familiare che la struttura persegue da generazioni. La storia della struttura occupa un posto in primo piano sul sito web. Gli interni sono piacevolmente arredati in stile retrò e decorati con l'insegna originale della gelateria. Inoltre non è insolito che sia proprio uno dei Dietsch a sparecchiare i tavoli o a servire i sorbetti.

L'arma più forte di una compagnia e la sua storia. Qual è la vostra?

Se non avete una storia particolare, rifatevi al passato della vostra zona

Gettysburg, in Pennsylvania, ospita uno dei più famosi campi di battaglia della storia americana, oltre a una delle migliori cremerie del paese, il Sunset Ice Cream Parlor.

Qui, la famosa Battaglia di Gettysburg del 1863 durante la guerra di secessione americana è raccontata attraverso i gelati, che hanno i nomi delle fazioni che si scontrarono aspramente a quel tempo: Rebel Yell per il sud e Yankee Hurrah per il nord. La struttura è decorata con bandiere americane. Le recensioni dicono che l'ingresso caratteristico e il personale accogliente sono gli altri tocchi vincenti di questa struttura dall'aspetto retrò.

Se la vostra struttura non ha una storia particolare, lasciatevi ispirare dalla storia della vostra città. C'è un sito noto nelle vicinanze il cui nome potreste riprendere nei piatti del menù? O magari una persona famosa della vostra città di cui includere le foto sul menù?

Se integrate la storia della città con quella della struttura sarà più facile per i clienti ricordarsi di voi e distinguervi dalla concorrenza.

Informate i clienti

Il

Martha's Dandee Creme serve pile di coni al pistacchio e gelato al lampone da una bancarella a 15 minuti da Glens Falls, New York. Dato che il menù cambia ogni giorno, molti recensori affermano di controllare il sito della struttura per scoprire quali gusti sono disponibili prima di recarsi fuori città per raggiungere la gelateria.

Cosa c'è da imparare? Ai clienti piace avere informazioni. Vogliono sapere cosa aspettarsi prima di fidarsi di voi e di regalarvi tempo e denaro.

Pubblicate il vostro menù online. È facile e potete farlo direttamente nel vostro profilo TripAdvisor. Scoprite di più su come pubblicare il vostro menù qui.

...

Come presentare ai clienti il concetto "dalla terra alla tavola"

Come presentare ai clienti il concetto "dalla terra alla tavola" I clienti cercano strutture che si impegnano a supportare i produttori locali e non c'è alcun motivo per cui i ristoranti e gli hotel non debbano dedicare almeno una parte del menu a questa tendenza emergente.

È proprio così: l'ecologia è la nuova frontiera del fashion e negli ultimi anni i consumatori hanno dimostrato di apprezzare sempre di più il cibo che arriva direttamente dalla terra alla tavola. Si tratta di alimenti prodotti localmente, freschi e di stagione per comporre un menu che varia in base ai diversi periodi dell'anno.

Con il propagarsi di questa tendenza, molti consumatori ritengono che il cibo che dalla terra arriva direttamente sulla tavola sia più fresco e più nutriente. Diciamo la verità, più brevi sono i tempi di trasporto del cibo, migliore ne è il sapore. Il pubblico ormai vuole sapere tutto sulla provenienza e sulla coltivazione dei cibi. I sostenitori dei viaggi ecologici si interrogano su come viene speso il loro denaro e fare in modo che resti all'interno della comunità locale è ormai un obiettivo di molti. Uno dei modi in cui i viaggiatori supportano questo concetto è la ricerca di ristoranti che propongono cibi freschi e genuini, che arrivano direttamente dalla terra alla tavola. Questo aiuta anche a immergersi nella cultura locale e a scoprire le specialità culinarie della zona, in modo che l'esperienza di viaggio sia più ricca possibile.

Se volete essere in sincronia con l'attitudine del pubblico, considerate la possibilità di includere prodotti locali o artigianali nei vostri menu. Che si tratti di un cocktail realizzato con alcol ed erbe prodotti localmente, di pesce pescato secondo le regole di sostenibilità ambientale o di un'insalata raccolta nell'orto, di solito non bisogna guardare molto lontano per trovare un fornitore che sia ben felice di offrire prodotti da includere nelle vostre ricette. I fornitori di prodotti "dalla terra alla tavola" sono appassionati del proprio lavoro e la maggior parte è lieta di offrire consigli su come utilizzare i prodotti. Anche loro desiderano, come voi, che il prodotto finito sia gradito al palato dei vostri ospiti.

Iniziate con il mercato ortofrutticolo locale. Questo modo di fare la spesa rappresenta uno stile di vita in molte parti del mondo e le escursioni nei mercati locali raccolgono adesioni da record tra i turisti. Conoscere il cibo è ormai una tendenza diffusa. I consumatori vogliono sapere come sono stati coltivati i prodotti, da dove provengono e se i contadini sono stati giustamente retribuiti. Parlate con i fornitori. Possono coltivare prodotti specifici per le vostre tavole? Possono realizzare sciroppi con ingredienti locali per consentirvi di offrire ai vostri appassionati un cocktail esclusivo? Offrite prodotti artigianali nel cestino di benvenuto e continuate sulla stessa scia nei vostri menu per creare il passa parola e stimolare l'interesse a provare il vostro ristorante.

Ad esempio, di recente ho visitato l'isola di Nantucket negli Stati Uniti. A trentasette miglia dalla costa con un suolo composto principalmente da sabbia, sarebbe facile pensare che il cibo, a parte il pesce, giunga sull'isola in traghetto insieme ai turisti. Al contrario, invece, l'isola ha fatto molto per supportare il movimento dedicato al cibo sostenibile e i residenti hanno lavorato duramente per realizzare un sistema alimentare locale e autosufficiente. Mirtilli, ostriche, cape sante e ovviamente aragoste e frutti di mare di Nantucket vengono combinati in molti piatti con prodotti agricoli locali e di stagione. L'istituzione del marchio Nantucket Grown™ ha stimolato la domanda dei consumatori di cibi locali e prodotti artigianali fatti in casa.

Oltre 20 ristoranti dell'isola e fornitori alimentari partecipano al programma. Un sondaggio informale a cui hanno partecipato 10 dei ristoranti più gettonati ha rilevato che gli ingredienti locali sono inclusi in tutti i menu. Provate a trovare un tavolo una sera qualsiasi della settimana senza aver prenotato per avere un'idea del successo della scelta di questi ristoratori. La fattoria Pumpkin Pond Farm produce verdure biologiche appositamente per i ristoranti con cui collabora e ottiene in cambio un riconoscimento sul menu. Uno dei mercati locali più prosperi è il Cisco Brewers, che ha trasformato la sede in un pub, diventando un'attrazione da non perdere per i turisti. La loro birra e Triple 8 Vodka è disponibile in molti bar della città. Quando i clienti lasciano l'isola, ne parlano a casa e generano interesse, espandendo ulteriormente la notorietà del marchio, l'immagine dell'isola stessa e il ricordo dell'esperienza al ristorante.

Gli ingredienti freschi parlano da soli, non occorre creare piatti complicati. Tutte le persone abituate a comprare cibi biologici o a fare la spesa nei mercati locali sono disponibili a pagare un po' di più per il gusto genuino e per supportare l'economia locale. Provare per credere! Un mazzetto di funghi locali o le verdure per i bambini possono diventare i protagonisti dei vostri piatti insieme a tutti gli altri ingredienti. Ovviamente, c'è spazio per sperimentare. I prodotti di stagione variano a seconda dell'area geografica e ovunque le persone più creative stanno cercando di affermarsi in questo mercato di nicchia ma emergente. Per iniziare può bastare una marmellata locale a colazione o formaggio prodotto artigianalmente per accompagnare il pranzo e la cena. Un piccolo gesto può fare molto, soprattutto se si tratta delle papille gustative.

Autore: www.greenwithrenvy.blogspot.com...

Come creare un menù a prova di allergia

Come creare un menù a prova di allergia Oggi i clienti si aspettano che i ristoranti siano in grado di soddisfare le esigenze di chi ha restrizioni alimentari, ad esempio piatti senza glutine, latticini o arachidi. Ecco come modificare il menù affinché tutti i clienti possano vivere un'esperienza positiva nel vostro ristorante.

L'anno scorso, il 63% degli americani ha dichiarato di impegnarsi attivamente per magiare più sano. Parlare di alimentazione sana, ipoallergenica e basata su fonti sostenibili ormai è all'ordine del giorno e i clienti si aspettano la disponibilità di alternative nei menù.

Esiste una vasta gamma di piatti e ingredienti che potete, e dovreste, offrire a questi clienti. La disponibilità di cibi sani e sicuri vi consentirà di espandere la base di clienti e di differenziare la vostra struttura in un mare di crocchette di pollo e patatine fritte.

Rispondete all'esigenza di piatti senza glutine

La celiachia, una malattia autoimmune che porta l'organismo a reagire in modo anomalo all'assunzione di glutine, si sta diffondendo sempre di più. In molte parti del mondo, l'incidenza della celiachia in popolazioni di adulti sani varia da 1 su 100 a 1 su 300. Negli Stati Uniti, si arriva quasi al 3,5% della popolazione. Le persone affette da questa patologia incontrano molte difficoltà quando si tratta di mangiare fuori casa. Il glutine è presente nei cibi che contengono farina o altri derivati di grano, segale, orzo o avena. Le persone celiache consumano e cucinano cibi contenenti amidi alternativi, presenti nel mais, nelle patate e nel riso, possono inoltre mangiare carne, pesce, uova, latticini e prodotti agricoli. Per loro è importantissimo prestare la massima attenzione ai cibi preparati con briciole di pane, impanature, pastella e alcune salse.

Secondo il sito web GrubHub, che offre cibo da asporto, le ordinazioni di piatti senza glutine sono aumentate di quasi il 60% nell'ultimo anno negli Stati Uniti. Tra i cinque piatti senza glutine ordinati con la maggiore frequenza troviamo pizza, panini e hamburger. Sarà una coincidenza, ma questi sono anche i piatti più richiesti tra i bambini.

Le ricette senza glutine sono ormai a portata di clic e molte fonti affidabili, ad esempio la Celiac Disease Foundation negli Stati Uniti e l'organizzazione Coeliac UK nel Regno Unito, includono pagine dedicate a cibi per bambini come pancake, maccheroni al formaggio, quesadilla, polpette e una varietà di dessert.

Opzioni per clienti con allergie agli arachidi

Più di 50 milioni di americani soffrono di allergie e circa 1 bambino su 13 è affetto da almeno un'allergia alimentare. Un'allergia alimentare si verifica quando il sistema immunitario percepisce erroneamente come dannosa una determinata e innocua proteina del cibo, detta allergene, producendo un anticorpo per attaccarla. Gli arachidi, le mandorle, gli anacardi e le noci, sono tra i primi allergeni più comuni. I sintomi dell'allergia agli arachidi vanno da lievi irritazioni a pericolosi shock anafilattici.

Per i clienti con allergie agli arachidi, quello che non include il menù e più importante di quello che include. I cibi sicuri sono quelli senza alcuna traccia di arachidi né olio di arachidi negli ingredienti, sul piano di lavoro e sugli utensili utilizzati per servire. Per trovare qualche idea per nuove ricette sicure, cercate su siti come peanutallergy.com, allergykids.com e allergychefsinc.com (disponibili in inglese). Troverete crocchette di mozzarella, pizza vegetariana, dolci e altro ancora. L'olio di semi di girasole o il burro di soia possono essere delle valide alternative.

Idee per piatti senza lattosio

L'allergia al latte e l'intolleranza al lattosio sono due cose diverse, ma entrambe impongono l'esclusione dalla dieta di prodotti caseifici. Il latte è un altro allergene alimentare molto diffuso, che provoca irritazioni cutanee, orticarie, asma, vomito e shock anafilattico, nei casi più gravi. L'intolleranza al lattosio è principalmente di natura gastrointestinale e causa gonfiore, mal di stomaco e nausea.

Esistono molti sostituti dei latticini, come yogurt a base di soia, latte di cocco e margarina senza lattosio, quindi, è comunque possibile preparare i più comuni piatti per bambini come la pizza con formaggio di soia e gelati al latte di riso. Inoltre, la cucina vegana è senza latticini, quindi via libera agli hot dog vegani e a prodotti simili. I siti web come godairyfree.org, kidswithfoodallergies.org e theveganmom.com (disponibili in inglese) offrono una moltitudine di ricette. 

Alternative salutari a piatti familiari

Anche se la maggior parte degli americani sostiene di voler mangiare più sano, essi gravitano ancora intorno ad alimenti che conoscono e amano. Incontrateli a metà strada con qualche variazione dei piatti vincenti più riconoscibili. Ad esempio, cialde multicereali, hamburger di tacchino e chips di mela o patatine dolci fritte. Potreste rendere ancora più attraenti le vostre proposte di frappè alla frutta preparandole non solo con basi al latte o allo yogurt, ma utilizzando soia, cocco, mandorle o latte di riso.  

Infine... non rinunciate totalmente alle crocchette di pollo

Le crocchette di pollo sono un piatto collaudato a cui molti genitori si affidano per trascorrere una serata tranquilla al ristorante. Talvolta, possono essere una valida fonte di proteine nella giornata dei bambini. Tuttavia, potete offrirle al forno piuttosto che fritte o con impanatura alternativa. Mettete alla prova i vostri chef e lasciate che liberino tutta la loro creatività utilizzando ingredienti diversi come mandorle tritate, farina integrale, fiocchi di grano e miscele di farine senza glutine. 

Fate sapere ai clienti potenziali che il vostro menù tiene conto delle loro esigenze alimentari

Che abbiate modificato il menù di recente o abbiate sempre offerto piatti ipoallergenici e per bambini, assicuratevi che i potenziali clienti possano trovare il vostro ristorante. Una volta richiesto il profilo, operazione semplice e gratuita che potete effettuare qui, aggiornate i vostri dati e dimostrate che il vostro menù è in grado di soddisfare i clienti più esigenti e quelli che soffrono di allergie o intolleranze.

Per apportare le modifiche:

  1. Accedete al Centro Gestione.
  2. Nella scheda "Gestite il profilo" in alto nella pagina, selezionate "Cucine e servizi".
  3. Aggiornate i tipi di cucina, se necessario, facendo clic sulla casella "Modificate tipi di cucina". Potete scegliere categorie come Salutista o Vegetariano, oltre ai tipi di cucina tradizionali come francese, italiana o barbecue. Selezionate le caselle per le categorie che desiderate aggiungere.
  4. Successivamente, fate clic sul pulsante arancione "OK".
  5. Scorrete in basso nella pagina e fate clic su "Inviate" per pubblicare le modifiche sul sito.

Autore: Leggete la biografia....

4 modi per attrarre i clienti solitari nel ristorante

4 modi per attrarre i clienti solitari nel ristorante È raro trovare offerte per clienti solitari e pochi sono i ristoranti in cui la buona cucina non sia sinonimo di luogo di incontro. Malgrado tutto, questi clienti meritano qualche opzione in più rispetto al cibo da strada, da asporto e alle caffetterie. Ecco quattro modi per attrarre i clienti solitari nel ristorante.

I clienti di oggi sono in cerca di ottime esperienze culinarie, che siano da soli o in compagnia. E sebbene il vostro obiettivo sia massimizzare i guadagni per ogni tavolo, un cliente solitario è un'opportunità d'oro per dimostrare la vostra ospitalità. Nel suo libro, Setting the Table, il ristoratore Danny Meyer afferma: "I clienti solitari hanno un desiderio semplice:farsi un regalo di qualità, abbandonarsi ai loro pensieri e farlo nel nostro ristorante. Per me questo è il miglior complimento e spero che ogni cliente solitario di oggi, torni nel mio ristorante domani con altre persone".

Non essendo distratti da altri commensali, i clienti singoli sono molto più attenti al personale, al cibo e all'atmosfera del ristorante. Ma se apprezzano tutto questo da soli, con molta probabilità consiglieranno il vostro ristorante agli altri, diventeranno clienti assidui o scriveranno una recensione su TripAdvisor, TheFork, Yelp o Facebook.

Con pochi semplici accorgimenti, non solo i ristoranti possono risultare più accoglienti per i clienti soli, ma addirittura attirarli, senza alcun rischio di perdere gruppi o coppie.

Perché per i clienti solitari le esperienze culinarie comuni potrebbero non funzionare

Per alcuni viaggiatori, mangiare da soli in pubblico è strano e spesso associato a insicurezze e fobie sociali. Chi mangia da solo difficilmente può guardarsi intorno senza sembrare sgradevole e allo stesso tempo si sente osservato e giudicato dal resto della sala. Per molti, all'estero come nel proprio paese, mangiare da soli è un'idea che quasi spaventa, al punto che la celebre psicologa americana Lillian Glass ha coniato una nuova patologia per definire proprio la fobia di mangiare da soli in pubblico: "solomangarephobia".

Imparate a comunicare con gli ospiti solitari

La tipica domanda: "Aspetta qualcuno?" potrebbe suonare seccante per un cliente venuto al ristorante da solo. Non c'è alcun bisogno di sottolinearlo! Al contrario, un semplice e più innocuo "Prego, si accomodi" sarà sufficiente.

Ogni cliente solitario ha le sue preferenze in fatto di conversazione. C'è chi sceglie di mangiare da solo perché si sente a suo agio e chi ne approfitta per chiacchierare con estranei e fare nuove amicizie. Non dovete sentire il bisogno di intrattenere l'ospite e parlare con lui a ogni costo. Sarà lui a farlo se vuole, ma fate in modo di assecondarlo se avete un attimo per un breve scambio di parole.

Usate i social media per attirare gli avventurieri solitari

In base alla mia esperienza, esistono due tipi di clienti solitari: gli avventurieri e gli amanti del confort.

I primi entrano nel ristorante perché vogliono provare qualcosa di nuovo. I secondi lo fanno perché è un luogo familiare e se proprio devono mangiare da soli, lo fanno in un'atmosfera in cui si sentono a proprio agio.

Per gli avventurieri, il passaparola è oro. Potete attirare la loro attenzione attraverso siti di sconti, che offrono ai clienti un'ottima scusa per provare nuovi ristoranti solo perché c'è un'offerta. Considerate la possibilità di proporre offerte adatte anche ai singoli non solo alle coppie. Ad esempio, una bibita gratuita con l'antipasto o aperitivi a metà prezzo per chi si registra presso il ristorante su Facebook.

Offrite intrattenimento

La musica dal vivo rende una serata da soli al ristorante subito più piacevole. Tutti possono guardare una live band da soli senza sembrare fuori posto e il vostro cliente non dovrà preoccuparsi di trovarsi al centro dell'attenzione perché solo.

Inoltre, la musica dal vivo offre qualcosa su cui focalizzare naturalmente l'attenzione; piuttosto che fissare altri ospiti o tenere la testa bassa durante il pasto, il viaggiatore potrà scoprire un po' della cultura locale insieme alla cucina.

Se la musica dal vivo non è possibile, provate a creare un angolo biblioteca con libri di poesie o qualsiasi altra forma di intrattenimento in grado di concentrare le energie della sala. Essere creativi con gli eventi o altre strategie di marketing non attira solo i clienti solitari, ma aiuta anche ad aumentare il traffico in bassa stagione.

...

La guida essenziale per creare un account Instagram del ristorante

La guida essenziale per creare un account Instagram del ristorante Instagram è una componente fondamentale della strategia social media di qualsiasi ristorante. Abbiamo chiesto agli esperti di svelarci tutti i trucchi per costruire la presenza del ristorante su Instagram.

Dal lancio nel 2010, Instagram è cresciuto fino a diventare una community con più di 1 miliardo di utenti mensili.Questo social network basato sulle fotografie permette alle persone di condividere i momenti più significativi della loro vita, le loro avventure e sempre di più anche quello che mangiano.

Per capire perché questo canale social è diventato così importante nel settore ristorativo, ne abbiamo discusso con vari professionisti di Instagram. Ecco i loro consigli su cosa pubblicare, come trovare follower e come sfruttare i nuovi servizi offerti da Instagram come le Storie e le analisi aziendali.

"Non essere su Instagram significa perdere profitti", afferma Teana McDonald, presidente dell'agenzia di marketing 3E Connections, Inc.

Un vero e proprio stimolante dell'appetito

Abbiamo parlato con molte persone e, nonostante le divergenze di opinioni rispetto alla frequenza dei post giornalieri o alla scelta degli hashtag, tutti concordano nel dire che Instagram ha cambiato il modo in cui le persone mangiano al ristorante.

"Prima, mangiare fuori significava andare a un ristorante, leggere il menu, scegliere un piatto e consumarlo: un'esperienza alquanto passiva", secondo Rafi Cohen, cofondatore del servizio di marketing e ordinazione online per ristoranti, Orders2me. "Instagram ha portato il cliente al centro dell'esperienza".

Il canale social offre ai clienti gli strumenti per comunicare con il ristorante, vedere il menù in anticipo e addirittura contribuire al marketing attraverso la condivisione di foto dei piatti e del personale.

È quest'ultimo fatto che fa di Instagram una miniera d'oro per il settore ricettivo, dichiara Cohen. "Instagram trasforma le attività preferite delle persone in strumenti di marketing per qualsiasi ristorante".

Cosa condividere: piatti, personale e non solo

Quando aprite un account su Instagram dovete già avere in mente una strategia. Probabilmente, di primo acchito penserete che lo scopo di Instagram sia semplicemente trovare clienti, ma attenzione all'effetto boomerang. Secondo i nostri esperti, l'ultima cosa da fare è trasformare il vostro feed in un flusso costante di messaggi promozionali.

"I proprietari di ristoranti devono capire che una campagna di marketing su Instagram non genera vendite immediate", sostiene Cohen. "Piuttosto, lo scopo è creare una community".

Come altri canali di social media, Instagram genera consapevolezza del brand, entusiasma i clienti. Essi vedono le splendide foto pubblicate, possono consultare il profilo del ristorante su TripAdvisor per leggere le opinioni di altri viaggiatori e successivamente, dopo aver letto tutte le recensioni positive, decidono di prenotare.

Instagram non è un punto vendita. Al contrario, è un luogo in cui costruire relazioni.

Conquistate la fiducia dei clienti potenziali portandoli nella vostra cucina con il video dell'esecuzione di una nuova ricetta. Suscitate in loro l'entusiasmo per un nuovo piatto del menù, condividendo foto di un pasto perfettamente impiattato. Presentate il personale ai vostri follower attraverso i profili delle persone che incontreranno nel ristorante, ad esempio l'eccellente barista o il cameriere che riesce a portare tre vassoi insieme.

...

4 modi in cui le tecnologie della ristorazione offrono nuove opportunità di crescita

4 modi in cui le tecnologie della ristorazione offrono nuove opportunità di crescita

Quattro esempi da acquolina in bocca su come la tecnologia facilita il coinvolgimento dei clienti con i ristoranti.

Ricette di famiglia tramandate di generazione in generazione. Variazioni creative di piatti classici. Ingredienti locali. Qualsiasi specialità serva il vostro ristorante, non concentratevi solo sul cibo: sono sempre di più i clienti che cercano ristoranti al passo con le più recenti tecnologie.

Ovviamente, la tecnologia non deve servire a migliorare le cose solo per il ristorante. Ma è importante offrire ai clienti un vero valore aggiunto, ad esempio la comodità o la risoluzione dei problemi più comuni. Ecco quattro modi in cui i ristoranti di successo si muovono in questa direzione:

Ordini online, Red Tomato Pizza

Red Tomato Pizza a Dubai ha introdotto di recente il VIP Fridge Magnet, un sistema che permette di ordinare una pizza premendo un semplice pulsante su un magnete da frigorifero. Il ristorante riceve quindi una notifica tramite lo smartphone del cliente, che riceve a sua volta un SMS di conferma della consegna della pizza poco dopo. È anche possibile personalizzare gli ingredienti delle pizze salvate per poterle riordinare con estrema facilità.

App per dispositivi mobili, Pizza Hut

Pizza Hut, con sedi in quasi 60 Paesi, ha trovato un altro modo per raggiungere i clienti fino a casa. Nel 2013, la catena internazionale ha creato un'app per la popolare console di gioco Xbox 360 che, dopo solo quattro mesi, ha generato vendite per oltre 1 milione di dollari di fatturato. Sfruttando le funzioni della Xbox 360, i giocatori possono personalizzare le dimensioni, gli ingredienti e il bordo della pizza con il telecomando, con i comandi del volume o anche con la telecamera Kinect. Pizza Hut definisce l'app "una fonte di crescita incredibile": potremo quindi aspettarci ulteriori esperimenti tecnologici da parte del marchio.

Sommelier virtuali, Fleming's Prime Steakhouse

Scelto da una folla continua di avventori, il Fleming's Prime Steakhouse & Wine Bar utilizza iPad per le ordinazioni ai tavoli offrendo agli ospiti un'esperienza coinvolgente. L'app WiNEPADTM del Fleming's permette agli ospiti di esplorare la ricca carta dei vini del ristorante e di approfondire i dettagli. Quindi, invece di farsi intimidire dall'ampia scelta a disposizione, i clienti possono esaminare i dettagli in autonomia, scegliere il piatto da ordinare e abbinarlo a uno dei tre vini proposti che meglio si sposano con gli ingredienti. In alternativa, i più temerari possono fare il gioco della bottiglia e scegliere un vino a caso. L'app simula anche l'estetica del marchio con tanto di cofanetto e palette dei colori personalizzati.

...

Ricevete i consigli più recenti sulla gestione del ristorante, direttamente nella vostra casella di posta

Iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere più consigli