Cose da fare: L'Aquila

L'Aquila: Le migliori cose da vedere - Attrazioni e attività a L'Aquila

Cosa fare e vedere a L'Aquila

Le principali attrazioni a L'Aquila

1

Scopri di più su questi contenuti
Tour, attività ed esperienze prenotabili su Tripadvisor, ordinati in base ai dati esclusivi di Tripadvisor, tra cui recensioni, punteggi, foto, popolarità, preferenze degli utenti, prezzo e prenotazioni effettuate tramite Tripadvisor.

Cosa dicono i viaggiatori

  • roberto p
    Gallarate, Italia1.341 contributi
    L'avevamo vista quando ...eravamo giovani ed eravamo rimasti ammaliati dalla sua bellezza, poi ammutoliti dai danni del terremoto del 2009.

    Ora siamo tornati e siamo di nuovo ammutoliti, ma dallo splendore della ricostruzione.

    Meraviglioso l'esterno, immerso nell'oasi di pace che circonda la basilica, altrettanto affascinanti gli interni con la tomba di Celestino V, colui che fortemente volle questa basilica.

    Ogni anno, il 29 agosto, si apre la Porta Santa per il giubileo della perdonanza.
    Scritta in data 17 maggio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • al 2022
    4.344 contributi
    Spostare le opere del Museo Nazionale d'Abruzzo,collocate fino al terremoto del 2009 al Forte Spagnolo, è stata un' impresa difficile e delicata.Il recupero dei locali dell'ex Mattatoio ha consentito che gran parte del patrimonio artistico non venisse frammentato nei vari musei sparsi nella regione se non in piccola parte.
    Gli spazi espositivi, non dimenticando l'emergenza, sono stati allestiti in modo gradevole e intelligente.
    I visitatori percorrono le sale con agio e sostano davanti a un gran numero di capolavori non percependo il carattere provvisorio o parziale della sistemazione. Il complesso possiede il pregio,una volta terminata la visita, di poter ammirare la Fontana delle 99 cannelle che si trova proprio di fronte all' uscita. Non ultimo c'è a disposizione un comodo ed ampio parcheggio gratuito,cosa non sempre scontata nel centro di città antiche.
    Prezzo del biglietto 4 euro,un regalo, considerato l' alto livello delle opere esposte .
    Scritta in data 21 febbraio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • roberto p
    Gallarate, Italia1.341 contributi
    Assieme alla Basilica di Collemaggio è certamente l'immagine piu' famosa dell'Aquila.

    Dal centro sI raggiunge velocemente in auto con una strada tortuosa e stretta, è situata in una zona tranquilla e silenziosa, le sue 99 cannelle (che nel trecento rappresentavano i 99 castelli della zona circostante) vanno viste e "degustate".

    Da notare il contrasto con l'immobile a lato della fontana, che mantiene ancora tutti i segni del tragico terremoto del 2009.
    Scritta in data 17 maggio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • roberto p
    Gallarate, Italia1.341 contributi
    Ci sono ancora diverse gru (ma molte di meno rispetto a qualche anno fa), segno che la ricostruzione non è ancora completata.

    Ma si puo' dire che almeno l'80% degli edifici devastati dal terremoto è stato ricostruito degnamente e con criteri antisismici.

    Molti edifici sono proprio "belli" a vedersi, addiritttura c'è una zona (adiacente al parco del Consiglio Regionale d'Abruzzo) che definirei "asburgica", con villette che richiamano l'architettura dell'impero austro ungarico. Molto belle.
    Scritta in data 17 maggio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • roberto p
    Gallarate, Italia1.341 contributi
    Bella la scalinata monumentale, splendida la facciata rinascimentale, barocco l'interno con - fra le altre - da ammirare la Resurrezione, Incoronazione di Maria e quattro santi di Andrea della Robbia e il soffitto in legno, intagliato e ornato in oro zecchino.
    Scritta in data 17 maggio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Angelo S
    Pescara, Italia370 contributi
    Il Castello Cinquecentesco 🏰 è uno dei luoghi simbolo 📍 della città abruzzese ed è sicuramente un'opera monumentale 🛡.
    Fu realizzato in occasione del rafforzamento militare ⚔️ del territorio durante la dominazione spagnola nell'Italia meridionale nella prima metà del Cinquecento; non fu mai utilizzato per scopi bellici ma piuttosto come residenza o alloggio per le varie forze dominanti di turno.

    Dopo un primo restauro nel 1951 👷‍♂️ è divenuto sede del Museo Nazionale d'Abruzzo 🪧 e ha ospitato mostre e convegni. È tutt'ora sotto ricostruzione a seguito del terremoto del 2009 🏗.

    Un peccato non poter visitare gli interni, sperando che la ricostruzione sia l'occasione per migliorare un'opera storica straordinaria. 🔝
    Scritta in data 14 aprile 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • zagor211@yahoo.it
    Castel Madama, Italia433 contributi
    Una piazza bella e grande, peccato che la fontana non era in funzione comunque merita sicuramente una visita
    Scritta in data 5 maggio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Aquila_182014
    Roma, Italia118 contributi
    Non ci ero mai stato e ho approfittato delle aperture di settembre per visitarlo. Personalmente poco sfruttato e bisognerebbe investire di più su questo posto che ha un potenziale altissimo.
    Scritta in data 15 settembre 2020
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • 88monique
    Milano, Italia4.574 contributi
    Esternamente la chiesa, con la sua facciata a capanna ed un piccolo portale sorretto da pilastri, non attrae l' attenzione del visitatore. Ma alla semplicità della struttura architettonica esterna si contrappone un affascinante ed articolato progetto decorativo che riveste le pareti, raffigurante episodi del vecchio e del nuovo Testamento, uniti a scene indipendenti, in un arco temporale che va dal XIII secolo al Rinascimento. In controfacciata, in cinque registri, è raffigurato il giudizio universale, con il Cristo giudice affiancato da angeli con la tromba, le anime elette e quelle dannate separate in due gruppi da angeli recanti il cartiglio con la sentenza divina, la Resurrezione dei morti e San Michele Arcangelo che effettua la pesatura delle anime. La chiesa di Fossa ha da sempre interessato gli storici dell' arte e non solo . Il professor Vittorio Sgarbi , che ha visitato l' edificio dopo il devastante terremoto , le ha dedicato un interessante filmato reperibile su Facebook, il giornalista televisivo Roberto Giacobbo un servizio volto a narrare la " particolarità " della sua origine e del suo nome. Noi consigliamo semplicemente di varcare la soglia e lasciarsi affascinare dal susseguirsi delle scene. Ecco , a nostro avviso, quelle più coinvolgenti: la creazione degli animali, la creazione del sole , della luna e degli astri, la separazione della luce dalle tenebre e delle acque dalla terra, la creazione di Adamo ed Eva, l' ammonimento dei Progenitori. E poi il suggestivo ciclo dei mesi, con episodi legati al lavoro nei campi, da leggersi in stretta correlazione con il più noto Calendario affrescato del vicino oratorio di San Pellegrino a Bominaco, i tre Patriarchi, le due imponenti figure dei santi Cavalieri, Giorgio e Mercurio. Nel presbiterio sono rappresentati i principali episodi della Passione di Cristo , la Flagellazione, il bacio di Giuda, la Crocifissione, l' Ultima Cena, la Deposizione nel sepolcro. In un riquadro è raffigurato il committente Morel de Saours, vestito con abiti da crociato, e alcuni membri della sua famiglia oranti. Una dolcissima rappresentazione della Madonna che allatta il suo Bambino affascina il visitatore per la tenerezza del volto della Madre. E poi ulteriori scene tutte da scoprire. Se di desidera visitare questo edificio occorre verificare gli orari di apertura. Noi abbiamo inviato una mail al comune di Fossa , al seguente indirizzo comunefossa@tin.it e siamo stati prontamente messi in contatto con l' assessore al turismo per concordare la visita. Cogliamo l' occasione per ringraziare il papà della dottoressa che ci ha aperto le porte di questo meraviglioso edificio consentendoci di visitare uno dei più significativi cicli pittorici medioevali d' Abruzzo.
    Scritta in data 5 dicembre 2021
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • tony b
    3.821 contributi
    Un piccolo Santuario completamente immerso in una natura incontaminata.
    Dedicato a San Giovanni Paolo II ha una aspetto semplice ma ammaliante e suggestiva che ti cattura lo sguardo a lungo.
    Da vedere !
    Scritta in data 2 aprile 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Paolo V
    Milano, Italia11 contributi
    Una torre da visitare arrampicandosi per la parte alta della località, molto semplice ma con esibizione di documenti d'epoca, paramenti ed arredi provenienti dalla chiesa distrutta dal terremoto dell'inizio dell'altro secolo. E poi dall'alto c'è una visione del lago stupenda!
    Scritta in data 6 agosto 2017
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Roberto C
    5 contributi
    Una bella esperienza in una cornice incantevole semplice per chi viene dalla campagna geniale per chi abita in città ma comunque fatta da persone speciali
    Scritta in data 7 settembre 2021
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • roberto p
    Gallarate, Italia1.341 contributi
    Fu edificata a suffragio (da qui il nome) delle vittime del terremoto del 1709 e purtroppo ora ne ha subito un altro di sisma.

    Situata in Piazza del Duomo e ben ricostruita, è molto toccante l'elenco di tutte le vittime situato a fianco della navata destra.

    Nomi che vengono ripetuti uno ad uno ogni anno in concomitanza con la data della tragedia
    Scritta in data 17 maggio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • tony b
    3.821 contributi
    È l'anima pulsante del centro storico.
    E man mano si va sempre di più riprendendo dopo il periodo di crisi pandemica.
    Bar ,ristoranti e tanti negozi per tutti i gusti lo rendono ancora più speciale.
    Scritta in data 3 aprile 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • al 2022
    4.344 contributi
    Quando nel 1967 il sovrintendente M.Moretti e altri collaboratori decisero di ripristinare gli interni medievali di San Silvestro, eliminando tutti gli elementi tardo barocchi,si levarono diverse voci di dissenso. Il tempo ha dato ragione di quella svolta apparsa all' epoca troppo radicale.
    Chi visita oggi la chiesa ne ammira la luminosità, l' eleganza snella e sobria , i volumi equilibrati liberati da tutte le ridondanze soffocanti. I terremoti,i mutamenti di gusto, le interferenze della famiglia Branconio,desiderosa di mostrare la propria ascesa economica e sociale,ebbero la strada spianata per aggiunte,occultamenti,eliminazioni non sempre felici.. ma molti capolavori sono usciti dall' oblio.
    Scritta in data 22 aprile 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
Domande frequenti su L'Aquila