Percorsi pedonali storici a Firenze

I migliori Passeggiate in siti storici a Firenze, Italia

Passeggiate in siti storici a Firenze

  • Preferiti dai viaggiatori
    Attività ordinate in base ai dati di Tripadvisor, tra cui recensioni, punteggi, foto e popolarità.
  • Classifica dei viaggiatori
    Attrazioni con il punteggio più alto su Tripadvisor secondo le recensioni dei viaggiatori.
Tipi di attrazioni
Siti d'interesse
Siti d'interesse
Punteggio dei viaggiatori
Quartieri
Ideale per
25 luoghi in ordine di preferenze dei viaggiatori
Attività ordinate in base ai dati di Tripadvisor, tra cui recensioni, punteggi, foto e popolarità.
Scopri di più su questi contenuti
Tour, attività ed esperienze prenotabili su Tripadvisor, ordinati in base ai dati esclusivi di Tripadvisor, tra cui recensioni, punteggi, foto, popolarità, preferenze degli utenti, prezzo e prenotazioni effettuate tramite Tripadvisor.

Cosa dicono i viaggiatori

  • Fabio C
    Milano, Italia403 contributi
    Visitando Firenze non puoi non passare anche per la sua piazza più importante
    Uno dei simboli ldi questa città Fiorentina.
    Veramente una meta piena di turisti sia itiani che stranieri. Bello vedere una delle nostre città cosi importanti, gettonata.
    Scritta in data 21 maggio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • debby
    Borgaro, Italia229 contributi
    Bellezza allo stato puro...
    Riproduzione del David, fontana di Zeus...
    Bellissima!
    Vicino a Palazzo Gucci.
    Andate a Firenze!
    Scritta in data 19 maggio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Matteo
    Lungavilla, Italia284 contributi
    Davvero molto bello sia le grandi vie e le grandi piazze sia i vicoletti che spesso possono regalare scorci davvero belli sulle principali attrazioni, quindi, oltre al visitare i luoghi più importanti consiglio di perdersi tra i vari vicoletti per scoprire a pieno la città.
    Scritta in data 24 maggio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Bosflemo
    Casale Monferrato, Italia296 contributi
    Scultura del sommo poeta in marmo bianco di Carrara, situata davanti alla Basilica di Santa Croce, sulla scalinata.
    Eretta nel 1865 in occasione del seicentenario dantesco dallo scultore Enrico Pazzi raffigura Dante con una corona d'alloro in capo e con un espressione seria, alquanto severa con in mano la Divina Commedia.
    Al suo fianco si può riconoscere un acquila con le ali semichiuse.
    Sulla base della statua in marmo rosso si può riconoscere un iscrizione" A DANTE ALIGHIERI L'ITALIA M·DCCC·LXV " e nei 4 lati lati si trovano 4 leoni o marzocchi.
    La statua inizialmente si trovava nel centro della piazza, ma per poter svolgere il tradizionale calcio in costume fiorentino in piazza Santa Croce è stata spostata alla sinistra della Basilica (con la basilica di fronte)
    Scritta in data 19 marzo 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • barbara v
    Roma, Italia138 contributi
    E' un posto ricco di storia che mi ha emozionata e commossa. Tanti giovani caduti in guerra ed anche tanti bambini. Il cimitero è pulito e stanno facendo dei lavori per sistemare alcune tombe. Alcune statue sono state ripulite ed è un piacere vederle come i due fratelli Mazzone. Consiglio la visita abbinata alla splendida Abbazia di San Miniato al Monte che accoglie i visitatori.
    Scritta in data 24 gennaio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Guido C
    Torino, Italia745 contributi
    La via prende il nome dalla famiglia Nori, banchieri fiorentini, che abitavano in questa via, ai tempi dei Medici. Molto commerciale, purtroppo ora sottotono a causa del virus...
    Scritta in data 15 dicembre 2020
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Joyrayd
    Genova, Italia1.751 contributi
    Una piccola piazzetta in oltrarno, non molto distante da palazzo Pitti. Caratteristica. Anche per una pausa durante le passeggiate.
    Scritta in data 19 novembre 2019
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • MarcoPD55
    Firenze, Italia7.907 contributi
    In quella che ora si chiama Piazza della Repubblica si incrociavano il cardo ed il decumano della Florentia Romana.

    L’attuale configurazione della strada nasce invece nella seconda metà del milleottocento a seguito della demolizione del Mercato Vecchio: si trattava del cosiddetto “Risanamento di Firenze” che ha comportato anche la demolizione dell’antico ghetto, la modifica della piazza dietro il Battistero, l’arretramento del Palazzo dell’Arcivescovado.

    Via Roma, parallela a Via dei Calzaioli, ha oggi una vocazione prevalentemente commerciale: si presenta con i suoi bei Palazzi ottocenteschi, negozi prestigiosi, bar (lo storico Caffè Gilli), Hotel importanti (Savoy), spazi commerciali.

    Impossibile, per chiunque non passeggiarci: una formidabile calamità per chi capita in città.
    Scritta in data 8 gennaio 2021
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • claudio d
    Viterbo, Italia23.554 contributi
    Nella parte centrale e pedonalizzata di piazza della Libertà, verso il limite settentrionale e dalla parte opposta della Porta di San Gallo, si erge quest'arco settecentesco eretto in occasione dell'avvento della dinastia dei Lorena nel granducato di Toscana dopo l'estinzione dei Medici.
    Di aspetto "mitteleuropeo" si presenta molto scenografico ed apprezzabile esteticamente; forse non elevato come valore artistico e ridondante nella decorazione, ma fa sicuramente un bell'effetto: a 3 fornici, con alte colonne corinzie e pieno zeppo di fregi, statue e bassorilievi, sia sulla parte interna che esterna.
    Mi è piaciuto molto, più della vicina e più antica porta di San Gallo, e insieme a quest'ultima e alla fontana centrale che li separa (quando funziona) fa un bel quadro estetico al centro della piazza.
    Purtroppo la scarsa qualità o comunque la scarsa resistenza agli agenti atmosferici di alcuni dei materiali lapidei utilizzati (in particolare l'arenaria) richiede frequente manutenzione, senza la quale appaiono evidenti i segni di un incipiente degrado.
    Scritta in data 23 giugno 2020
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • claudio d
    Viterbo, Italia23.554 contributi
    Vicino alla stazione di Santa Maria Novella (verso est) e alla Fortezza Da Basso (verso sud) si trova questo grande rettangolo occupato per la maggior parte da un giardino. La piazza risale alla metà dell'ottocento (l'attuale dedicazione, successiva alla sua apertura, deriva dall'insurrezione del 1859 che cacciò i Lorena dalla città) ma l'odierno aspetto deriva dalle sistemazioni di metà novecento.
    La piazza è circondata da eleganti ma nel complesso anonimi palazzi ottocenteschi ed è caratterizzata da una suddivisione per il lato lungo in 2 parti perfettamente simmetriche; da un punto di vista strutturale il grande spazio pedonalizzato, ai lati del quale corrono le strade carrabili (di cui abbastanza movimentata solo quella del lato lungo sud-orientale) è organizzato come segue, partendo dall'esterno: marciapiedi in pietra serena, quindi una striscia di ghiaietto su cui corrono 2 file di alberi (non so di che tipo perché privi di foglie), segue uno spazio in graniglia compattata ed infine una zona a pratino ed alberi a forma di ferro di cavallo al centro della quale si erge un monumento in bronzo su piedistallo in granito (dedicato a Bettino Ricasoli quello nella metà nord orientale e a Ubaldino Peruzzi, primo sindaco di Firenze, quello nella metà sud-occidentale; entrambe le statue sono sostanzialmente coeve e risalgono alla fine dell'800).
    Sul lato corto nord-orientale è presente un parco giochi; alla fine del 2019 la piazza ha avuto un restyling e una riqualificazione.
    Nel complesso ho trovato la piazza pulita, ordinata, tranquilla (anche troppo), con panchine e bei lampioni, insomma con tutti i crismi per una sua godibilità; anche il "taglio" in 2 parti della piazza non è molto fastidioso, perchè la strada è transitata per lo più solo da bus.
    Però non è riuscita a colpirmi in modo particolare; l'ho trovata "fredda" e anche forse un po' desolata (a parte me, gli addetti alle pulizie e alcune persone che aspettavano il bus, non c'era praticamente nessun'altro); probabilmente dipende da più fattori, strutturali (il fatto di non trovarsi lungo i percorsi turistici, l'assenza di negozi nel suo perimetro) ma soprattutto contingenti (la Pandemia in corso, l'orario di visita delle 10 di mattina, la giornata fredda e uggiosa, la stagione invernale); suppongo che, finita la Pandemia, in una bella giornata di sole primaverile, di pomeriggio, con il parco giochi animato e le panchine occupate, o magari anche con bancarelle lungo i viali per eventuali mercatini estemporanei, l'aspetto sarebbe sicuramente diverso.
    Scritta in data 15 febbraio 2021
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • MarcoPD55
    Firenze, Italia7.907 contributi
    Sicuramente una delle vie più frequentate e trafficate di Firenze, ed una delle più antiche: risale infatti ad epoca romana, un prolungamento del cardo di romana memoria e portava fuori dalle mura cittadine.

    Proprio al fondo di questo prolungamento sorgeva una porta che permetteva di accedere ad un ponte (praticamente l’antenato del Ponte Vecchio); il nome della porta era proprio “Porta Santa Maria”, poi semplicemente “Por Santa Maria”.
    In epoca medioevale e poi rinascimentale, ebbe grandissima importanza proprio per via del grande passaggio di merci verso l’esterno.

    L’aspetto attuale risente dei bombardamenti dell’agosto 1944 da parte dei nazisti: restano alcune torri (quella degli Amidei, dei Baldovinetti) per il resto edifici moderni dall’architettura più o meno discutibile, destinati ad esercizi commerciali.
    Scritta in data 8 gennaio 2021
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • lmtour
    Pistoia, Italia5.884 contributi
    La via di San Niccolò ed il relativo Quartiere, si trovano nella zona Oltrarno del Ponte alle Grazie, da via dei Bardi fino a Piazza Poggi in prossimità della Porta San Niccolò. Dal bastione dell'Erta Canina è possibile sia a piedi che in auto salire
    al Piazzale Michelangelo per godere un meraviglioso panorama di Firenze. La via di San Niccolò è molto antica, vi è la Chiesa omonima ed inoltre è ricca di Palazzi Storici (Museo Bardini, ecc.). Nella parte in prossimità della porta e nella parallela via dei Renai, vi sono diversi negozi caratteristici, nonché bar, pub e gelaterie. Oltretutto da qui è possibile raggiungere diverse attrazioni storico-turistiche della città.
    Scritta in data 20 gennaio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • claudio d
    Viterbo, Italia23.554 contributi
    Tipica via del centro di Firenze, con carreggiata stretta e due marciapiedi ai lati, che collega piazza Goldoni con via de' Tornabuoni.
    Zeppa di negozi, per lo più di abbigliamento, sulla via si affacciano diversi palazzi nobiliari, tra cui il più famoso e imponente è il palazzo Rucellai, a metà della via, dove di fronte, in un piccolo slargo, vi è anche l'omonima loggia (occupata dal solito negozio di abbigliamento); d'altronde questa zona nel periodo rinascimentale era dominata da questa famiglia.
    A traffico limitato ma con passaggio comunque frequente dei veicoli, tra bus, taxi, biciclette, auto autorizzate, scooter e furgoni.
    Scritta in data 9 settembre 2020
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • MarcoPD55
    Firenze, Italia7.907 contributi
    Una delle vie più antiche di Firenze (segue il tracciato della Via Cassia: inizia dopo Ponte Vecchio e prosegue, pur cambiando nome in Via di San Niccolò, verso l’sterno della città, oltrepassata porta di San Niccolò.

    Prende il nome dalla famiglia De’ Bardi, ricchissimi banchieri che qui possedevano molti Palazzi, e molti palazzi di nobili famiglie fiorentine sono ancora presenti.
    Prima di tutto i Capponi, detto anche Capponi delle Rovinate, per via dei continui smottamenti che interessavano il tratto dal suo inizio fino al bivio di Costa Scarpuccia e che costrinse Cosimo I ad emettere una legge che proibiva di costruire nuovi Palazzi in quel tratto.

    Il progetto di questo Palazzo si deve a Lorenzo di Bicci, o forse a Donatello.

    Altro Palazzo importante, quello dei Canigiani, progettato dal Michelozzo.

    Nel suo percorso si trova inoltre la Chiesa di Santa Lucia dei Magnoli, che contiene alcune opere interessanti di Pietro Lorenzetti, una copia di Ottavio Vannini da Andrea del Sarto, un Crocifisso di Baccio da Montelupo.

    Di fronte alla Chiesa di Santa Lucia dei Magnoli, una lapide ricorda il passaggio da Firenze di San Francesco d’Assisi.

    Per gli appassionati, al numero 24 si trova la cantina dove i Litfiba muovevano i primi passi nel mondo musicale.
    Scritta in data 22 marzo 2021
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • claudio d
    Viterbo, Italia23.554 contributi
    Fa parte dell'asse che collega piazza della Libertà con piazza San Giovanni (il tratto più vicino a quest'ultima prende il nome di via De' Ginori e di Borgo San Lorenzo) e in senso stretto termina all'incrocio con via Guelfa. Il nome della via, derivante dalla chiesetta dedicata a San Gallo, compare dal XIV sec., ma l'asse viario esisteva da molto prima, essendo il prolungamento verso nord del cardo della città romana. Durante il tardo medioevo e il rinascimento la città si sviluppò sempre più verso l'esterno, con conseguente allargamento della cerchia muraria, e i terreni ai lati della strada vennero lottizzati da Istituzioni religiose (Curia, Ordini monastici, Congregazioni, Ordini ospitalieri, ecc.) e quindi vennero costruiti chiese, monasteri, ospizi per pellegrini, ospedali, oratori, ecc., tanto che la via era popolarmente conosciuta come "via Sacra". Nei secoli successivi, anche a seguito della soppressione degli ordini religiosi, molti edifici hanno mutato destinazione, ma percorrendo la via si noterà ancora oggi una fitta sequenza di chiese, tabernacoli e di stemmi a ricordo di antichi monasteri/ospizi-ospedali/abitazioni di religiosi/congregazioni. Non mancano anche antiche e/o pregevoli architetture civili, coma la cinquecentesca loggia dei Tessitori, i palazzi Fenzi, Socci, Le Monnier, Pandolfini (disegnato da Raffaello). La via è tranquilla e poco trafficata da auto e persone; considerata la presenza di chiese e grandi palazzi degli ex monasteri trasformati in scuole, conservatori, caserme ed uffici, i negozi non sono poi molti: abbiamo percorso la via tra le 9 e le 10 del mattino e diversi negozi erano anche chiusi (alcuni anche con serrande abbassate, insinuando il dubbio che l'attività commerciale non c'era più), così come chiusi, a quell'ora, erano ovviamente i locali per mangiare (magari verso la tarda mattinata la via si anima di più). Dopo l'incrocio con via delle Mantellate, andando verso piazza della Libertà, inizia la parte più stretta ed antica della via: qui gli esercizi commerciali spariscono del tutto, per ricomparire solo in prossimità di porta San Gallo.
    A mio avviso, pertanto, l'interesse principale per questa via non è quello commerciale o ludico, bensì quello storico.
    Scritta in data 13 febbraio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
Domande frequenti su Firenze


Questi sono i luoghi migliori per passeggiate in siti storici ideali per bambini a Firenze:Vedi ulteriori passeggiate in siti storici per bambini a Firenze su Tripadvisor

Questi sono i luoghi migliori per le coppie in cerca di passeggiate in siti storici a Firenze:Vedi ulteriori passeggiate in siti storici per le coppie a Firenze su Tripadvisor

Questi sono i luoghi migliori per i gruppi in cerca di passeggiate in siti storici a Firenze:Vedi ulteriori passeggiate in siti storici per i gruppi a Firenze su Tripadvisor