Attività per giorni di pioggia a Sicilia

Cosa fare a Sicilia quando piove

Le migliori attività per un giorno di pioggia a Sicilia

  • Preferiti dai viaggiatori
    Attività ordinate in base ai dati di Tripadvisor, tra cui recensioni, punteggi, foto e popolarità.
  • Classifica dei viaggiatori
    Attrazioni con il punteggio più alto su Tripadvisor secondo le recensioni dei viaggiatori.
Punteggio dei viaggiatori
Quartieri
Ideale per
Oltre 1.000 luoghi ordinati per preferiti dai viaggiatori
Attività ordinate in base ai dati di Tripadvisor, tra cui recensioni, punteggi, foto e popolarità.
Scopri di più su questi contenuti
Tour, attività ed esperienze prenotabili su Tripadvisor, ordinati in base ai dati esclusivi di Tripadvisor, tra cui recensioni, punteggi, foto, popolarità, preferenze degli utenti, prezzo e prenotazioni effettuate tramite Tripadvisor.
1-30 di 1.021 risultati mostrati

Cosa dicono i viaggiatori

  • 7Giovanna55
    Cuneo, Italia31 contributi
    Oggi ho visitato questo bellissimo palazzo. La guida era Andrea Federico figlio dei proprietari che ci ha raccontato la storia del palazzo e della sua famiglia. Il palazzo è molto bello e affascinante, si visitano parecchie stanze tutte arredate e una torre del Medioevo che è integrata nel palazzo.
    Lo consiglio vivamente…..da non perdere…..
    Scritta in data 23 novembre 2021
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • PES
    Pescara, Italia2.764 contributi
    Solo la visita della cappella palatina, vale il costo del biglietto. Inoltre, abbiamo apprezzato una bellissima mostra d’arte. Con tanto di opere di Jeef Koons. Super !!
    Scritta in data 26 giugno 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Monika F
    Pescara, Italia25 contributi
    Abbiamo visitato solo esternamente per mancanza di tempo.
    Torneremo presto, struttura meravigliosa.
    La Cattedrale di Palermo è patrimonio dell’umanità il che dice tutto !
    Scritta in data 30 giugno 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Simona M
    120 contributi
    Splendido Teatro Massimo in Palermo.
    Maestoso. Qui fu girata anche una scena del film il Padrino. L'abbiamo visto solo da fuori (nn abbiamo chiesto se si poteva entrare).
    Scritta in data 29 giugno 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Anna S
    Palermo, Italia2 contributi
    Affascinante, cattedrale molto suggestiva sia all'interno che all'esterno, dopo ritrovarsi nelle piccole viuzze.
    molto bello,
    Scritta in data 1 luglio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Alessio G
    Italia5.110 contributi
    Di una bellezza mozzafiato, la visita di questa chiesa è emozione pura, la seconda meraviglia di Palermo dopo la Cappella Palatina. Edificata nel 1143 per volere di Giorgio d'Antiochia (grande ammiraglio - da qui il nome - al servizio del re normanno Ruggero II) questa chiesa è nota anche col nome di "Chiesa della Martorana" perché una cinquantina di anni più tardi la nobildonna Eloisa Martorana fece adattare le case circostanti a monastero benedettino, al quale, nel 1433, la chiesa venne assegnata. Tuttavia, evidentemente comprendendone l'originaria valenza, nella seconda metà dell'800 si realizzò il suo restauro e la chiesa venne riportata per gran parte al suo aspetto medievale, tranne che per la navata (di rifacimento settecentesco con volte affrescate) e per l'abside centrale (di rifacimento seicentesco in stile barocco). Dopo un lungo periodo di abbandono, nel 1937 la chiesa fu riaperta al culto, con rito bizantino, ad opera della comunità albanese di Sicilia. Oggi è intitolata a San Nicolò dei Greci ed è sede della "Concattedrale dell’Eparchia di Piana degli Albanesi" e punto di riferimento della comunità di fedeli di rito greco-ortodosso. Santa Maria dell’Ammiraglio è, difatti, il monumento più bizantino dell'intera Palermo ed il suo interno è un caleidoscopio di colori, un tripudio dorato. Pressoché tutto è coperto da un grandioso ciclo di mosaici bizantini, il più antico di Sicilia, realizzato tra il 1143 e il 1148.
    Pregevole e ben conservato il pavimento in "opus sectile" che rispecchia fedelmente il modello bizantino seppure con qualche influenza islamica.
    Magnifica l'iconostasi in marmo intarsiato. Alla chiesa si accede dalla base del campanile, le cui arcate costituiscono un atrio antistante la facciata, sulla quale vi è un portale che dà sul nartece come nelle prime chiese cristiane.
    APERTURA: dal martedì al sabato 9.30/13.00 (domenica solo messa ore 11.00)
    INGRESSO: 2€/interno, 1€/ridotto
    Scritta in data 10 giugno 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • visitatore828
    Asti, Italia11 contributi
    Eravamo 4 fratelli di eta 66 a 81 anni proveniente da Marsiglia, Cannes ,Pau e Asti.
    e benche la tonnara non era ancora aperta alle visite ,abbiamo potuto visitarla
    con il gentile consento del municipio.
    Oltre il fatto che questa tonnara a da vedere con la storia della nostra famiglia devo dire che oggi che si parla di turismo industriale, conoscere la storia della mattanza , delle pesca al tonno e interessantissimo.
    Pensate che piu di 150 anni fa e proprio li , su questa terra di Sicilia che s'inventa il tonno sotto olio, in questa belle fabbrica di 34000m2.
    Poi una visita dal custode signor Guarrisi che vive li da mezzo secolo e un grande momento di umanita
    andateci vale la pena ne uscirete arrichiti....

    fabien ernandes
    Scritta in data 12 giugno 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Veronica Aloisi
    16 contributi
    bellissimo il DUomo di messina, struttura imponente, ben curata e ottima anche la piazza, consiglio!
    Scritta in data 3 giugno 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • errante68
    Figline e Incisa Valdarno, Italia25 contributi
    Sicuramente da visitare essendo un museo veramente particolare
    Divertimento assicurato per grandi e piccoli
    La guida una ragazza veramente super professionale e simpatica
    Se siete a Trapani non perdetevi questa occasione
    Scritta in data 30 giugno 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Dani K
    21 contributi
    hai tanto combattuto cara rosalia. ai tuoi tempi hai fatto miracoli non apprezzati nè compresi. hai combattuto la peste, e molto altro. arriverò a trovarti per il tuo onomastico
    Scritta in data 20 maggio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • maria palma g
    Bergamo, Italia1.010 contributi
    Tornati a rivederlo, con più calma e senza l'assillo delle zanzare.... Ancora più bello e interessante. Oltretutto fanno entrare gli animali, con grande felicità del mio cane! Assolutamente merita andare a Lipari, peraltro bellissima, anche solo per questa visita
    Scritta in data 1 dicembre 2021
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Rita D
    1 contributo
    Stasera ho visitato il palazzo; a guidarci Antonio, persona colta e preparata che ci ha fatto scoprire le sale dell’ex carcere dell’Inquisizione. Tra storia e aneddoti svelati con profonda competenza, Antonio ci ha idealmente trasportati nel ‘600, epoca che ha visto fiorire le nostre città di opere d’arte ma che nel suo risvolto della medaglia nascondeva grandi atrocità.
    Ancora una volta le nostre città svelano angoli nascosti che meriterebbero una eco ben diversa.
    Scritta in data 1 luglio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Alessio G
    Italia5.110 contributi
    Edificato all’inizio del Trecento per dare rifugio a donne gravemente disagiate, soprattutto prostitute, col tempo questo enorme complesso monumentale perse questa finalità assistenziale d'estrazione popolare e cedette il posto all'accoglienza di donne sempre più agiate, diventando pian piano un convento di clausura per ragazze di alto lignaggio che, com'era prassi, portavano con sé considerevoli doti. L'accresciuta importanza e ricchezza raggiunta nel Cinquecento impose un adeguamento estetico, tanto che a cavallo col Seicento venne deciso di ricostruire la chiesa ed adornarla nel ricchissimo stile barocco con elementi rococò. Nel corso dei secoli, però, incuria e disinteresse portarono ad un progressivo decadimento, tanto che nel 2014 il monastero venne chiuso. Fortunatamente di lì a poco iniziarono i necessari lavori di restauro che lo portarono nel 2016 ad essere nuovamente fruibile. A dire il vero molti parti restano tutt'oggi in mediocri condizioni, ma la maggior parte del complesso è visitabile. Le aree principali sono tre: la chiesa, il monastero e le terrazze. La chiesa è un caleidoscopio di marmi, stucchi ed affreschi, un'apoteosi di colori, statue, intarsi, altorilievi e decorazioni talmente esuberanti e ridondanti da apparire a tratti eccessivi ma comunque meravigliosi. Poi c'è il monastero, che nella sua riservatezza e semplicità appare persino commovente. Inteneriscono le piccole camere dove le ragazze dormivano e pregavano, straziano le doppie grate che le tenevano separate dai parenti nel parlatorio, angosciano le inferriate della chiesa che le dovevano nascondere alla vista dei fedeli. Un'essenzialità che stride con la sala della badessa e, soprattutto, con la pomposità e magnificenza della chiesa, sbirciabile dalle numerose griglie dei corridoi. Ed infine ci sono le terrazze. Una vista mozzafiato sull'intera Palermo. Tutto è a portata di mano. Santa Maria dell'Ammiraglio, San Cataldo, le cupole colorate di San Giuseppe e di Casa Professa. E poi lei, la regina incontrastata, la fiabesca e mirabolante Fontana Pretoria. Un'ultima cosa: mai uscire dal monastero senza prima aver gustato un cannolo alla pasticceria dei Segreti del Chiosco, sarebbe un peccato al limite dell'imperdonabile.
    Scritta in data 13 giugno 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Francesco53
    Lamezia Terme, Italia161 contributi
    Barocco a gogò. é veramente un crogiolo di opere molto artificiosa. Un esplosione di stucchi ed intagli difficili da focalizzare.Ma da vedere assolutamente.
    Scritta in data 5 giugno 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
  • Anna Maria C
    Genova, Italia46 contributi
    Cantine ricche di fascino e di storia. Sono maestose e all'interno si viene avvolti dal profumo intenso emanato dalle botti. La nostra bravissima guida Giada, ci fatto rivivere la storia della famiglia Florio e la nascita del marsala passeggiando su un pavimento di tufo tra botti di varie dimensioni. La degustazione finale è imperdibile. Consiglio di prenotare la visita sul sito web con un certo anticipo
    Scritta in data 1 luglio 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.