Cose da fare: Bagnoregio

Bagnoregio: Le migliori cose da vedere - Attrazioni e attività a Bagnoregio

Cosa fare e vedere a Bagnoregio

Le commissioni incidono sulle esperienze mostrate su questa pagina: scopri di più.
Prenota queste esperienze per ammirare Bagnoregio da vicino.

Da brevi gite a escursioni di un'intera giornata.

Le principali attrazioni a Bagnoregio








Scopri di più su questi contenuti
Tour, attività ed esperienze prenotabili su Tripadvisor, ordinati in base ai dati esclusivi di Tripadvisor, tra cui recensioni, punteggi, foto, popolarità, preferenze degli utenti, prezzo e prenotazioni effettuate tramite Tripadvisor.
*Si esaurisce facilmente: sulla base dei dati di prenotazione di Viator e delle informazioni del fornitore per gli ultimi 30 giorni, questa esperienza potrebbe esaurirsi su Viator, una società Tripadvisor.

Cosa dicono i viaggiatori

  • concygulino
    3 contributi
    Caratteristico paesino arroccato sulla montagna, merita senz'altro una visita x il panorama che offre ....inoltre da assaggiare assolutissimamente nella salumeria della piazzetta centrale un buon panino con la porchetta
    Scritta in data 16 novembre 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
  • claudio d
    Viterbo, Italia28.469 contributi
    La chiesa risale al XVII secolo, così come il nucleo più antico del piccolo borgo costruito dal nulla dal conte Girolamo Cellesi, originario di Pistoia, che qui costruì il suo palazzo e, per favorire il popolamento del borgo, questa piccola chiesa che occupa il lato ovest della piazza antica (p.za Salvo d'Acquisto).
    Esternamente la facciata sopraelevata è molto semplice (c'è una statua di San Girolamo di rozza fattura sopra al portale) mentre si evidenzia il campanile in laterizio, che pur essendo un'aggiunta novecentesca, dal punto di vista estetico è l'elemento più bello della chiesa.
    Nel piccolo interno non si rilevano elementi di particolare pregio, ad eccezione, forse, della tomba del conte (sul lato dx) che però è vuota in quanto Girolamo Cellesi fu in realtà tumulato nella sua nativa Pistoia. Gli affreschi che formano la cornice della navata e coprono l'arco del presbiterio sono ottocenteschi (sicuramente di gradevole effetto estetico quelli dell'arco del presbiterio).
    Avrei assegnato una valutazione inferiore, nonostante l bel campanile, se non fosse per il particolare contesto in cui la chiesa è inserita, in questo piccolo e geometricamente regolare borgo di meno di 200 abitanti, in cui le casette addossate le une alle altre, dai colori pastello e tutte della stessa altezza (PT + 1° piano, perchè non potevano superare quella del palazzo del conte, ancora visibile sul lato dx della piazza antica), fanno cornice alla piazza della chiesa e ad un'ulteriore più ampia piazza (a seguito dell'espansione del borgo), separata dalla prima da un edificio ad arco (con tanto di orologio e torretta campanaria), dal quale si ha una bella prospettiva della chiesa.
    Se si giunge in questo borgo, poi, non andrebbe trascurata una breve visita alla seicentesca chiesa del Santo Sepolcro (ex chiesa della Madonna del Soccorso) al cui interno, nei primi anni del '700, fu costruita un'edicola del Santo Sepolcro, destinata a custodire alcune reliquie di terra Santa; la chiesa e l'edicola sono veramente modesti e versano in cattivo stato di manutenzione, ma la particolarità sta nel fatto che all'interno dell'edicola si trova una roccia calcarea che pare non sia stato possibile rimuovere dal terreno, rendendo così il sacello molto simile a quello in Gerusalemme, che anch'esso custodisce al suo interno una grande roccia dove pare era infissa la croce di Cristo. La chiesa fu oggetto di pellegrinaggio fino alla metà dell'800, mentre attualmente fa solo funzione di chiesetta cimiteriale (si trova infatti accanto all'entrata del cimitero, alla fine della salita di via Cleopino Bianchi).
    Infine gli appassionati di manga giapponesi troveranno a Castel Cellesi 3 murales di tali personaggi su altrettante case del borgo, tra cui quello della banda di Lupin III e di Jeeg Robot.
    Scritta in data 9 settembre 2020
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
  • MariaV500
    Carnate, Italia2.551 contributi
    La cattedrale sorge di fronte all'antico palazzo comunale di Civita, in piazza San Donato, storicamente il centro urbanistico del borgo.
    La chiesa conserva tracce di un primo impianto romanico, nonostante i rifacimenti e le trasformazioni subite nel corso dei tempi.
    Si presenta a tre navate, con faccia rinascimentale. Il campanile è a torre e alla sua base sono inglobati due sarcofagi etruschi in pietra basalto.
    All'interno è custodito un affresco della scuola del Perugino ed un crocefisso ligneo della scuola di Donatello.
    Bello il pulpito del cinquecento.
    Da vedere!!!!
    Scritta in data 3 ottobre 2020
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
  • clarart48
    Rieti, Italia348 contributi
    Il comune di Bagnoregio è tradizionalmente sovrastato per fama dalla vicina Civita. Negli ultimi tempi tuttavia anche Bagnoregio è pieno di turisti, che sciamano apprezzandone le molte cose interessanti che offre. Tra queste sicuramente la chiesa della SS Annunziata. La facciata è lineare e semplice. L'interno è invece solenne ed austero e merita una visita.
    Scritta in data 6 maggio 2018
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
  • Carmine R
    Roma, Italia199 contributi
    Dopo la lunga passeggiata che ci ha condotti in questo borgo unico al mondo nel suo genere, abbiamo fatto visita al museo locale, il quale racconta con reperti di vario genere il passato e il presente di un luogo che probabilmente la natura farà scomparire. Consiglio vivamente di visitarlo
    Scritta in data 16 giugno 2019
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
  • MariaV500
    Carnate, Italia2.551 contributi
    l'ingresso di Bagnoregio è costituito dalla porta monumentale Porta Albana, risalente al 1589 per interesse del cardinale Albani.
    Situata in posizione piuttosto defilata, causa dei vari spostamenti che ha avuto nel tempo
    Scritta in data 3 ottobre 2020
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
  • Derry94
    Livorno, Italia3.549 contributi
    Piccola chiesa ottocentesca situata nei pressi di Porta Albana, esternamente risulta carina la cupola mentre al suo interno è molto candida e l'unica cosa che merita un po' di attenzione è l'altare con la tela raffigurante San Bonaventura e il sacro Cuore di Gesù.
    Scritta in data 17 settembre 2018
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
  • robyfranca1998
    Milano, Italia2.897 contributi
    Dopo aver visitato Civita in discesa si incontra questa gelateria con tanti gusti sfiziosi serviti da una ragazza gentilissima,ci sono anche dei tavolini per gustare il gelato e vedere Civita.
    Scritta in data 25 agosto 2021
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
  • JulienRose
    Torino, Italia840 contributi
    Abbiamo consumato un pasto veloce prima di prendere la navetta per la Civita. Prezzi economici, staff gentile. Ci siamo trovati bene. Consigliato!
    Scritta in data 2 giugno 2017
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
  • claudio d
    Viterbo, Italia28.469 contributi
    Anche così è infatti conosciuta, o anche come Cascata di Castel Cellesi. Il RIo che forma la cascata non ha molta portata (per lo meno così mi è sembrato durante la mia visita), ma il fronte è abbastanza ampio e il salto è di una discreta altezza, per cui l'effetto complessivo è molto buono; inoltre la cascata è immersa in un ambiente completamente naturale e selvaggio, con gli alberi intorno che formano quasi una volta sopra alla cascata.
    Facilmente raggiungibile con una passeggiata nei boschi di circa 20 minuti: qualche saliscendi e fondo fangoso/argilloso a tratti, ma nulla di significativo. Per raggiungerla, arrivare a Castell Cellesi e da via XX settembre prendete via della Mola (la seconda svolta a dx, venendo dalla Teverina, dopo aver superato il bivio per il cimitero): appena imboccata questa strada, però, dopo meno di 50 metri, in prossimità di un cartello esplicativo sui percorsi naturalistici della zona, trovate una biforcazione che indica via della Mola a sx e Ferriera a dx: dovete andare a dx, verso la Ferriera (peraltro su google maps è questa strada che è segnata come via della Mola); dopo meno di 200 metri incontrerete sulla dx un lavatoio, con spazio sufficente per lasciare l'auto, ma potete proseguire ancora per altri 200 metri e arriverete ad uno spiazzo nei pressi di una grande casa, dove potrete lasciare l'auto e proseguire a piedi (in teoria la strada consente ancora di proseguire con l'auto per un ulteriore tratto, ma io consiglio di lasciare l'auto dove ho detto). Camminate andando sempre dritto sullo stradone principale, in quanto eventuali svolte sono indicate dai cartelli con scritto "Ferriera". Nella zona vi sono anche altre attrazioni e infatti, poco più avanti, troverete una deviazione sulla sx che porta a dei vecchi mulini, e a seguire le grotte del brigante Bracherosce e gli scavi paleontologici dell'Elephas Antiquus (siti peraltro raggiungibili anche con altri itinerari).
    Scritta in data 9 ottobre 2022
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
  • elio g
    Formia, Italia1.262 contributi
    Eravamo diretti a Civita di Bagnoregio e prima di affrontare la "scalata" al borgo ci siamo fermato in questo baretto per un delizioso caffè.
    Scritta in data 24 maggio 2021
    Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.