Otjikandero Himba Orphan Village

Otjikandero Himba Orphan Village

Otjikandero Himba Orphan Village
3.5
Info
Durata: 1-2 ore
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Tour ed esperienze
Scopri diverse opzioni per esplorare questo posto.
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
I modi migliori per scoprire: Otjikandero Himba Orphan Village
La zona
Il meglio nelle vicinanze
I ristoranti e le attrazioni vengono classificati in base al rapporto tra le recensioni degli utenti e la vicinanza a questa località.
Ristoranti
3 nel raggio di 5 km

Eseguiamo controlli sulle recensioni.
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare le linee guida della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema rileva un problema, la recensione viene rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità alle linee guida della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
3.5
Punteggio 3,5 su 5152 recensioni
Eccellente
31
Molto buono
46
Nella media
29
Scarso
25
Pessimo
21

MaxG_Roma
Roma, Italia2.613 contributi
Punteggio 5,0 su 5
ago 2019
Nel nord della Namibia, vicino al confine con l’Angola, risiede questa popolazione nomade Himba che, lontana da ogni interferenza europea, vive ancora in modo tradizionale. Il nome Himba è relativamente giovane, essendo utilizzato solo da un centinaio d'anni circa. Più precisamente, verso la fine del XIX secolo di fronte alla potenza guerriera dei Nama, i Tijmba-Herero furono obbligati a fuggire in quella che oggi è l’Angola e ben presto costretti a chiedere "himba", che, nella loro lingua, significa cibo, elemosina, spazio vitale. La maggior parte dei 6.000 Himba vive oggi nella parte orientale della regione, dove le piogge sono più regolari. I villaggi, di tipico stile africano, sono costituiti da agglomerati di semplici capanne di rami e paglia ma seguono una planimetria precisa, dove tutto è dettato dalla tradizione. Le donne, che nutrono un particolare culto della bellezza, si spalmano il corpo con una pasta di argilla rossa mescolata a grasso e si ornano con semplici oggetti in ferro, osso, cuoio e conchiglie.
Scritta in data 30 gennaio 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

maria SGP
Bologna, Italia890 contributi
Punteggio 3,0 su 5
set 2019 • Amici
So che andare in Namibia e non avere contatto con gli Himba, antico popolo venuto dall’Angola alla ricerca di nuovi Pascoli per i loro armenti non ha senso. Però io non ho potuto apprezzare a pieno del villaggio anche se le donne e i bambini erano estremamente disponibili a farsi fotografare, l’impressione che ho avuto è siano lì solo perché lo stato li sovvenziona per fare un lavoro per i turisti, lo stesso villaggio l’ho trovato un po’ posticcio, può darsi che sia solo una mia sensazione ma anche i prodotti che vendono sono poco autentici ed alcuni di plastica.
Scritta in data 27 settembre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Roberta P
Trento, Italia20 contributi
Punteggio 3,0 su 5
ago 2019
di sicuro è da vedere e conoscere a fondo la vita del popolo Himba ma così organizzato lascia l'amaro in bocca, sopratutto quando vogliono venderti a tutti costi i bracciali fatti da loro a prezzi altissimi.
vale la pena di arrivare li solo per i bambini che ti vengono incontro.
con il mio gruppo di amici siamo arrivati carichi di caramelle e vedere i loro occhi così felici ha reso l'esperienza positiva.
Scritta in data 27 agosto 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Patrizia T
Torino, Italia1.037 contributi
Punteggio 4,0 su 5
mag 2019 • Famiglia
Con un accompagnatore (con tanto di cellulare) e l'aiuto della nostra guida abbiamo visitato questo tipico villaggio dell'etnia Himba. Abbiamo visitato una capanna e come vivono, ci è stato spiegato come le donne rendono rossa la loro pelle (crema di burro e polvere d'ocra), il significato delle capigliature, i loro abiti e un po' della loro vita. Al centro ci sono delle ragazze che espongono per terra i loro prodotti, io ho comprato una bella giraffa in legno.
All'inizio ci siamo sentiti un po' imbarazzati, sembrava di guardare dei fenomeni da baraccone, ma poi ci siamo resi conto che per loro è la normalità. Certo resta sempre il dubbio: è tutto vero o è preparato a beneficio del turista?
Non so cosa costi l'ingresso perchè già compreso nel nostro tour guidato di 10 gg.
Scritta in data 2 giugno 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Bagarospy
Desenzano Del Garda, Italia424 contributi
Punteggio 2,0 su 5
ago 2018 • Coppie
Nella zona di Opuwo e Ruacana si possono vedere tanti VERI villaggi himba.
Questo è fatto per i turisti.....costo esagerato 400dollari namibiani a te resina rispetto al costo dei parchi nazionali (80 dollari nabiani a persona)!!
Scritta in data 29 agosto 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

anninasalsa
Milano, Italia136 contributi
Punteggio 3,0 su 5
ago 2018 • Amici
se non si ha tempo per andare verso nord, è un'ottima occasione per conoscere un pò le tradizioni di questo popolo. il villaggio è a circa 20 km da Kamanjab sulla strada verso Outjo, ben segnalato sulla stata asfaltata. all'entrata del cancello, c'è una guida che ti accompagna nella visita illustrando gli usi della tribù. il tour dura circa un'oretta e si conclude con un mercatino dove si possono comprare dei loro prodotti contrattando il prezzo. cmq abbiamo avuto la sensazione che non vivessero realmente in quelle capanne. invece una piacevole scoperta è stata la "Film House" che si raggiunge seguendo una strada sterrata che parte dal parcheggio auto. la Film House è stata costruita per un set cinematografico, in legno ed è incastonata tra le rocce ed oggi è un lodge con tanto di piscina su un terrazzo con vista sul bush. ha solo tre stanze e poi due tende. si prenota il soggiorno tramite un tour operator africano.
Scritta in data 28 agosto 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

krol59
Italia413 contributi
Punteggio 4,0 su 5
ago 2018 • Famiglia
ero combattuto se fare o no questa visita, poi ho pensato che i soldi verranno usati al meglio per questa gente ed allora mi sono adattato al ruolo di turista, fotografo, benefattore
Scritta in data 13 agosto 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Gavia
Italia2.478 contributi
Punteggio 5,0 su 5
giu 2018 • Amici
Ad una ventina di chilometri da Kamanjab, sorge l'"Himba Orphan Village" di Otjikandero. L'ingresso è a pagamento (ma la cifra è per noi assai modesta) e gli utili vengono utilizzati per aiutare le famiglie Himba in difficoltà.
Appena entrati, accanto allo spiazzo ove lasciare il proprio automezzo, è posizionato l'edificio, "moderno", della scuola materna. Così che ci siamo trovati subito di fronte ad un gruppetto di deliziosi bimbetti, seduti sulle loro seggioline sotto un albero insieme alla loro maestra o, i più grandicelli, intenti a giocare con una palla.
Il villaggio vero e proprio, costituito da un recinto per gli animali, con intorno un certo numero di piccole capanne circolari di rami e fango, è poco più in là e si può essere accompagnati da una (un po' approssimativa) guida indigena o, come abbiamo fatto noi, dalla guida italiana del nostro tour. Fra le capanne, altri bimbetti e numerose donne, nella quasi totalità con il costume tradizionale (mentre i pochissimi uomini presenti vestivano in jeans e maglietta) e con le caratteristiche acconciature impastate di grasso ed ocra che, spalmata anche sulla pelle, conferisce loro una caratteristica colorazione bruno-rossastra. Per la maggior parte facevano i fatti loro o esponevano, in un piccolo mercatino, oggetti d'artigianato veramente belli. In un primo momento ci siamo sentiti un poco imbarazzati a guardare questa gente, quasi fossero in una specie di esposizione, poi la guida ci ha spiegato che questa è la vita che conducono per loro libera scelta, secondo le loro tradizioni, che non erano certo benestanti ma neppure avevano problemi economici e che la nostra presenza non veniva affatto sentita come un'intrusione o una fonte d'umiliazione; così ho potuto tranquillamente scatenarmi con la fotocamera approfittando della più che unica opportunità di ritrarre, senza incontrare problemi di sorta, persone che si comportavano in quasi completa spontaneità.

Per finire un invito: se pensate di recarvi in Namibia, portate con voi qualche pupazzetto e qualche bambolina da donare ai bimbi e magari anche qualche sacchetto di caramelle che saranno davvero assai gradite e non solo dai più piccoli. Questo non tanto per villaggi di questo tipo, che godono di un flusso di turisti rilevante, quanto per le numerose piccole comunità senza nulla di particolare che incontrerete lungo la via e nelle quali nessuno si ferma. Anche un po' di vestiario di tipo semplice, anche per adulti, sarà allora assai gradito.
Scritta in data 23 luglio 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Tusoperator
Azzano San Paolo, Italia1.225 contributi
Punteggio 2,0 su 5
mag 2018 • Amici
Una delle peggiori esperienze in Namibia... Avevo inserito nel programma una sosta a questo villaggio perché ci tenevo molto a visitare gli Himba. Non potendo andare a nord per mancanza di tempo, ho deciso di venire qui.
L'organizzazione è orribile. Ci ha accompagnati un ragazzo giovanissimo che parlava inglese a bassissima voce e con frasi imparate a memoria (difficili da comprendere). Arrivati al villaggio, c'erano una ventina di donne con bambini. Si facevano i fatti propri finché non hanno scambiato un paio di parole. La sensazione era quella di osservarle tipo zoo e loro ci deridevano. E' stato orribile. In più il ragazzo parlava con loro dei fatti propri (nella loro lingua) e noi non sapevamo cosa fare e dove guardare. Il tutto è durato circa 30 minuti (con mercatino di "loro" prodotti) ma saremmo voluti fuggire via prima.
Credo che queste persone non vivano qui davvero. Trascorrono la giornata per fini turistici e poi tornano alle loro abitazioni. Fin qui nulla di male. Ci aspettavamo qualcosa di turistico. Ma il problema è che è organizzato malissimo e il risultato è un'esperienza imbarazzante. E' difficile da spiegare ma fidatevi. Sembrava di vederli tramite una gabbia dello zoo. Avrei preferito non venirci...
Non irrilevante il prezzo pagato: circa 17 euro! Per loro è una cifra enorme e, a quel costo, ci si aspetta per lo meno qualcosa di più strutturato. Una truffa legalizzata. Un'esperienza brutta e davvero imbarazzante...
Scritta in data 20 maggio 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

PPCI-BG
Bergamo, Italia104.920 contributi
Punteggio 5,0 su 5
ago 2017 • Solo
Villaggio Himba interessante perché si può vedere ancora la vita di questa tribù con l’abbigliamento e le acconciature fatte in maniera tradizionale. C’è anche una scuola per bambini. Interessante più dei villaggi “costruiti” per i turisti.
Scritta in data 17 marzo 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

1-10 di 49 risultati mostrati
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
È il tuo profilo Tripadvisor?
Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.
Richiedi il profilo

OTJIKANDERO HIMBA ORPHAN VILLAGE: Tutto quello che c'è da sapere (AGGIORNATO 2024) - Tripadvisor

Otjikandero Himba Orphan Village: domande frequenti

Secondo i viaggiatori di Tripadvisor, questi sono i modi migliori per scoprire Otjikandero Himba Orphan Village:


RistorantiVoliStorie di viaggioCrociereAutonoleggio