Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
39
Tutte le foto (39)
Vista completa
Panoramica dei viaggiatori
  • Eccellente23%
  • Molto buono41%
  • Nella media28%
  • Scarso4%
  • Pessimo4%
Informazioni
Durata consigliata: Meno di 1 ora
Contatti
Alavian Blvd, near Imamzadeh Abdollah square | in Chahar bagh e Alavian, Hamadan 65156, Iran
Migliorate questo profilo
Recensioni (21)
Filtra recensioni
8 risultati
Valutazione
1
3
2
1
1
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaItaliano
Altre lingue
1
3
2
1
1
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtraitaliano
Aggiornamento elenco in corso…
Queste recensioni sono state tradotte automaticamente dall'inglese. Mostrare la traduzione automatica?
Recensito il 18 giugno 2017

Tombe di due dei membri della famiglia di Alavian in Hamedan per aver fatto, è stato costruito come una moschea nel periodo di Saljuqi. l'architettura e lo stucco è uno dei suoi meravigliosi esempi di arte islamica in Iran. Nessuno si è mai trovare eventuali...argomenti correlati tra questo monumento e Harounie nel Khorasan, Too, ma mi ricorda il monumento così chiamato in too.Più

Data dell'esperienza: luglio 2016
Recensito il 15 giugno 2017

Gonbad Alavian (Alavian Dome) è piuttosto piccola ma possiede caratteristiche artistiche che lo rende attraente per alcuni soprattutto coloro che sono interessati a delle belle arti o pietra e gesso. Considerando l'età dell'edificio, il che è di circa 700 anni, la muratura è impressionante. In...contrasto con il nome, la cupola stessa è stata distrutta nel corso degli anni e oggi è possibile visitare un edificio a due piani. Il primo piano è in realtà è una grande camera con un alto tetto. Metropolitana c'è una tomba.Più

Data dell'esperienza: giugno 2017
Recensito il 18 ottobre 2016

Se sei un fan di stucchi, Gonbad Alavian avrà sicuramente un certo appello a voi. In caso contrario, non spendere 150 , 000 Riyal da vedere. . . Non molto.

Data dell'esperienza: ottobre 2016
Recensito il 26 agosto 2016

Questo monumento è unica e troverete molti lavorano dall'eta' della pietra all'esterno e all'interno di questo monumento e nella parte interna si può visitare gli script kofi.vale la pena di visitare.

Data dell'esperienza: aprile 2016
Recensito il 24 aprile 2016 da dispositivo mobile

A mio parere non vale la pena il biglietto (150 o 200,000 riyal). Niente a che vedere all'interno. Non consiglierei una visita!!!

Data dell'esperienza: aprile 2016
Recensito il 29 novembre 2015

Ne è valsa la pena di andare a vedere lavori in pietra è meraviglioso lavoro in pietra I apprezzato lavoro di pietra, ma piuttosto che niente a che vedere

Data dell'esperienza: novembre 2015
Recensito il 13 settembre 2015 da dispositivo mobile

Mi è piaciuto molto i dettagli dei suoi elementi decorativi e gli script di Koufi all'interno del monumento. Si risale a circa 900 anni fa.

Data dell'esperienza: settembre 2015
Recensito il 9 settembre 2015

L'età è incerta e il suo uso è vario, ma era in una fase la tomba della famiglia Alavian. Gli stucchi è monocromatico, ma eccezionale. Vedere prima che sgrana ulteriormente.

Data dell'esperienza: agosto 2015
Visualizza più recensioni
In zona
Hotel nelle vicinanzeVedi tutti gli hotel nelle vicinanze
Hotel Amiran
12 recensioni
A 3,07 km
Ristoranti nelle vicinanzeVedi tutti i 6 ristoranti nelle vicinanze
Dareta Restaurant & Cafe
11 recensioni
A 0,57 km
Shandiz Haji
25 recensioni
A 1,08 km
Nal Eshkeneh
33 recensioni
A 3,79 km
Attrazioni nelle vicinanzeVedi tutte le 11 attrazioni nelle vicinanze
Ibn-e Sina Tomb
92 recensioni
A 1,39 km
Hegmataneh Hill
59 recensioni
A 0,83 km
Tomb of Esther and Mordechai
44 recensioni
A 0,96 km
Tomb of Baba Taher
33 recensioni
A 0,59 km
Domande e risposte
Ricevi risposte dal personale della struttura Gonbad Alavian e dai visitatori precedenti.
Nota: la tua domanda verrà pubblicata sulla pagina Domande e risposte.
Inviate
Regolamento per la pubblicazione