Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Salva
Condividi
Il meglio delle recensioni
Senza parole!

Un’opera della natura che bisogna assolutamente vedere nonostante la fatica che ci si deve mettere Leggi il seguito

Recensito il 30 agosto 2018
Tiziana C
,
Udine, Italia
da dispositivo mobile
La più bella guglia al mondo.

Non solo l’urlo di pietra, ma un oratore che parla ad un emiciclo di donne e uomini (rappresentati Leggi il seguito

Recensito il 22 luglio 2018
Jonahlumu
,
Bologna, Italia
da dispositivo mobile
Leggi tutte le 18 recensioni
31
Tutte le foto (31)
Vista completa
Panoramica dei viaggiatori
  • Eccellente78%
  • Molto buono22%
  • Nella media0%
  • Scarso0%
  • Pessimo0%
Informazioni
Durata consigliata: Più di 3 ore
Contatti
sentiero CAI n.353, 33080 Cimolais, Italia
Sito web
+39 0427 87333
Chiama
Recensioni (18)
Filtra recensioni
17 risultati
Valutazione
13
4
0
0
0
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaItaliano
13
4
0
0
0
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtraitaliano
Aggiornamento elenco in corso…
1 - 10 di 17 recensioni
Recensito 3 settimane fa da dispositivo mobile

Il campanile si erge in vetta dando uno spettacolare esempio di una bellezza naturale unica nel genere nell'area delle Dolomiti. La salita per arrivare in cima (poco più di 2 ore) può essere affrontata tranquillamente da tutti.

Grazie, Francesco L
Recensito 30 agosto 2018 da dispositivo mobile

Un’opera della natura che bisogna assolutamente vedere nonostante la fatica che ci si deve mettere per raggiungerla!!!

Grazie, Tiziana C
Recensito 22 luglio 2018 da dispositivo mobile

Non solo l’urlo di pietra, ma un oratore che parla ad un emiciclo di donne e uomini (rappresentati dagli Spalti di Toro che lo circondano rispettosi della sua unicità. Raggiungibile solo a piedi dopo un paio d’ore di cammino nel ripido ghiaione sottostante e lo...Più

1  Grazie, Jonahlumu
Recensito 15 luglio 2018 da dispositivo mobile

Se pensate di vedere una montagna, Vi sbagliate. Questa è l'essenza di un opera d'arte della Natura! La gioia incommensurabile della bellezza. Giunti qui tutto il resto è nulla.

Grazie, Stefano G
Recensito 12 luglio 2018 da dispositivo mobile

Si...bella salita di circa 3 ore, ghiaione a volte ripido, ma panorama bellissimo. Ad aprile possibilità di trovare più nevai, andateci cauti, si sprofonda un bel po'. Bellissimo panorama alla base del campanile e possibilità di bivaccare. Escursione per chi è abbastanza allenato...per evitare fiatone...

Grazie, MAIA78Venezia
Recensito 7 luglio 2018

Si parte dal rifugio Pordenone mt. 1200 seguendo il sentiero 353, la prima parte in mezzo ad un bosco di faggi 15', poi inizia il ripido ghiaione con pendenza media del 20% costante, noi abbiamo preso una mattinata con nuvole basse nulla abbiamo visto sino...Più

Grazie, carlatour48
Recensito 14 giugno 2018 da dispositivo mobile

Bello è insolito come campanile...(personalmente sembra un saluto da boy scout ;-) )ma ne vale la pena vederlo come tutti i luoghi qui intorno

Grazie, Francesco m
Recensito 2 giugno 2018 da dispositivo mobile

Sarà che siamo partiti molto presto, sarà che la stagione non è ancora iniziata ma un posto cos selvaggio ed aspro non lo avevo mai incontrato. La salita non è facile, anzi... il sentiero è molto ripido e impegnativo ma non impossibile. Scarpe adatte ed...Più

1  Grazie, fragola_ste
Recensito 18 febbraio 2018 da dispositivo mobile

Salita impegnativa visto che si tratta di un ghiaione e quindi l'avanzamento è sempre più difficoltoso rispetto ad una strada bianca o ad una mulattiera. Una volta arrivati ai piedi del Campanile ci si può riposare su di un pianoro, su cui è presente anche...Più

Grazie, Gigi A
Recensito 8 ottobre 2017

Da Longarone si procede in direzione dei paesi di Erto e Casso, tristemente famosi per il disastro del Vajont, si affianca per un tratto la diga omonima potendo visionare la sciagurata frana del monte Toc e si prosegue fino al paese di Cimolais. Prima di...Più

2  Grazie, Lucio M
Visualizza più recensioni
Domande e risposte
Fai una domanda
MauFabiBillo
11 maggio 2018|
Risposta
Risposta da Gigi A | Ha recensito questa struttura |
La strada è percorribile senza grossi problemi. In alcuni punti però bisogna prestare attenzione alle buche, soprattutto se si dispone di un mezzo non molto alto dal terreno. Tieni conto che io ho una berlina un po' datata e Più
1
voto