Kgalagadi Transfrontier Park

Kgalagadi Transfrontier Park (Upington, Northern Cape) - Foto e indirizzo

Kgalagadi Transfrontier Park
4.5
Info
Durata consigliata
Più di 3 ore
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Cos'è il premio Travellers' Choice?
Tripadvisor attribuisce un premio Travellers' Choice agli alloggi, alle attrazioni e ai ristoranti che ottengono recensioni molto positive dai viaggiatori in modo costante e si classificano nel 10% delle migliori strutture su Tripadvisor.
La zona
Indirizzo

4.5
490 recensioni
Eccellente
343
Molto buono
116
Nella media
27
Scarso
3
Pessimo
1

Enzo D
Pomigliano d'Arco, Italia345 contributi
Spettacolo della natura
feb 2018 • Lavoro
Abbiamo trascorso una giornata indimenticabile in questo parco,uno dei pochi in cui si nota l'assenza della mano dell'uomo. Qui tutto è naturale,si vive un'atmosfera magica e unica. È facile avvistare leoni,ghepardi e fare delle bellissime foto.Consiglio prima di entrare di fare scorta di acqua, e di sgonfiare un po' le gomme della vostra auto poiché sul percorso ci sono pietre affilate e facilmente si può forare.Buon divertimento
Scritta in data 5 febbraio 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

valeria l
Roma, Italia692 contributi
Meraviglia
dic 2017 • Coppie
E' la seconda volta che andiamo, sempre in dicembre. Fa molto caldo, ma l'atmosfera di questo parco è magica. Gli avvistamenti sono stupefacenti, puoi vedere leoni in quantità, ghepardi e più di una volta un leopardo.
L'ambiente, piuttosto spartano e selvaggio, offre scorci indimenticabili.
Consiglio un 4x4 anche senon indispensabili e di fare una bella spesa a Upington, prima di arrivare.
Scritta in data 19 gennaio 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Stefano & Debora
Prato, Italia3.320 contributi
formidabile
gen 2017 • Coppie
uno dei pochi parchi africani in cui puoi passare un'ora davanti ad un grande leone in completa solitudine...questa l'essenza del kgalagadi.
è sempre al completo ma è immenso ed alla fine i posti sono pochi per cui ci si gode il parco lontanissimi dalla ressa del kruger.
lo abbiamo visitato in entrambe le stagioni,dry e "wet" season.spettacolare in entrambe.è un parco dove la vita è dura per gli animali ed un pochino lo è per i turisti.non ci sono le grandi comodità del kruger che offre tutti i servizi possibili.
qui ci si deve organizzare bene preventivamente e poi si deve avere la forza di fare tante levatacce per cercare gli animali.
diciamo che il miglior modo per visitarlo è avere un robusto 4x4 magari noleggiato da upington e dotato di un grande cool box.ad upington si fa una spesa bella abbondante e si riempie la cool box anche di ghiaccio.troverete cibo ed acqua solo nei campi di mata mata,nossob,e twee riverien e senza grandissima scelta.
ogni sera rientrati al campo (tutti,anche i wild camp hanno il frigo) sposterete il cibo nel frigo ed il ghiaccio nel congelatore.al mattino si rimette tutto in auto e si riparte.nei tre campi suddetti si può comprare il ghiaccio che ci pare costi 20rand al pacco(2016).
a twee r.il campo è il più attrezzato e credo l'unico con AC.negli altri caldo in estate e freddo cane in inverno.però consigliamo di soggiornare a t.r.solo la prima e l'ultima notte.per le altre la miglior soluzione sono i wild piccoli campi interni.
attenzione alle distanze che sono enormi.
i paesaggi del kgalagadi sono vari e spettacolari,dune rosse,erba verde e gialla,alberi che appaiono ovunque ci siano le condizioni.
e poi tantissimi animali.su tutti i black manned lions,bellissimi ,e poi tanti altri.
spettacolare per avifauna,specie rapaci.
ovviamente non sono presenti bufali,rinoceronti ed elefanti ma c'è una massa inaspettata di altri animali.
per noi unico ed inimitabile,indimenticabile kgalagadi

https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g469390-d8395836-r454015675-South_Africa_National_Parks-Kgalagadi_Transfrontier_Park_Northern_Cape.html#
Scritta in data 22 gennaio 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Stefano & Debora
Prato, Italia3.320 contributi
il kgalagadi,non è secondo a nessuno
gen 2017 • Coppie
uno dei pochi parchi africani in cui puoi passare un'ora davanti ad un grande leone in completa solitudine...questa l'essenza del kgalagadi.
è sempre al completo ma è immenso ed alla fine i posti sono pochi per cui ci si gode il parco lontanissimi dalla ressa del kruger.
lo abbiamo visitato in entrambe le stagioni,dry e "wet" season.spettacolare in entrambe.è un parco dove la vita è dura per gli animali ed un pochino lo è per i turisti.non ci sono le grandi comodità del kruger che offre tutti i servizi possibili.
qui ci si deve organizzare bene preventivamente e poi si deve avere la forza di fare tante levatacce per cercare gli animali.
diciamo che il miglior modo per visitarlo è avere un robusto 4x4 magari noleggiato da upington e dotato di un grande cool box.ad upington si fa una spesa bella abbondante e si riempie la cool box anche di ghiaccio.troverete cibo ed acqua solo nei campi di mata mata,nossob,e twee riverien e senza grandissima scelta.
ogni sera rientrati al campo (tutti,anche i wild camp hanno il frigo) sposterete il cibo nel frigo ed il ghiaccio nel congelatore.al mattino si rimette tutto in auto e si riparte.nei tre campi suddetti si può comprare il ghiaccio che ci pare costi 20rand al pacco(2016).
a twee r.il campo è il più attrezzato e credo l'unico con AC.negli altri caldo in estate e freddo cane in inverno.però consigliamo di soggiornare a t.r.solo la prima e l'ultima notte.per le altre la miglior soluzione sono i wild piccoli campi interni.
attenzione alle distanze che sono enormi.
i paesaggi del kgalagadi sono vari e spettacolari,dune rosse,erba verde e gialla,alberi che appaiono ovunque ci siano le condizioni.
e poi tantissimi animali.su tutti i black manned lions,bellissimi ,e poi tanti altri.
spettacolare per avifauna,specie rapaci.
ovviamente non sono presenti bufali,rinoceronti ed elefanti ma c'è una massa inaspettata di altri animali.
per noi unico ed inimitabile,indimenticabile kgalagadi
Scritta in data 22 gennaio 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Stefanije_R
Provincia di Lecco, Italia39 contributi
Meraviglioso
dic 2016 • Coppie
Abbiamo trascorso una settimana al Kgalagadi NP, pernottando sia a Mata Mata, che a Nossob e a Twee Rivieren e mi è sembrato uno dei luoghi più emozionanti ed interessanti in cui mi sia mai capitato di stare. E' un peccato che i turisti internazionali non lo considerino affatto e gli preferiscano il Kruger (anch'esso bellissimo ma molto più "commerciale"). Credo che il Kgalagadi sia la migliore e la più vera esperienza africana che si possa avere in Sudafrica. Le strutture sono modeste ma molto ben integrate nell'ambiente. E' necessario avere un mezzo 4Wd perché tutte le strade all'interno del parco sono piste di sabbia o terra battuta e diventano difficilmente praticabili in caso di pioggia costante. La ricezione dei cellulari non satellitari è discontinua e talvolta totalmente assente. La corrente elettrica a Nossob e Mata Mata viene tolta durante la notte. E' difficile prelevare denaro in contanti e i negozi all'interno dei rest camps non sono molto ben riforniti. Ma si tratta di situazioni perfettamente gestibili se le si conoscono prima e ci si organizza di conseguenza. Di notte c'è una pace incredibile e nel silenzio è davvero possibile sentire il ruggito dei leoni. Abbiamo visto parecchi animali tra cui molti leoni e ghepardi, anche con i cuccioli. E' un luogo che vale assolutamente la pena di essere visitato, nonostante sia piuttosto lontano dalle principali città del paese.
Scritta in data 18 gennaio 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

bri02
Roma, Italia345 contributi
"Splendido"
dic 2016 • Coppie
Se amate la natura selvaggia e i grandi felini non potete perdere questo meraviglioso e remoto parco che si estende fino in Namibia e Botswana. Consiglio di volare fino a Upington, affittare un fuoristrada, necessario se volete girare dovunque perchè ci sono diversi tratti con sabbia, ed esplorare ogni angolo. Avrete incontri ravvicinati ed emozionanti. Imperdibile.
Scritta in data 30 dicembre 2016
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

VINCENZO C
13 contributi
Magico e stupendo
ott 2016 • Amici
Sono stato 4 giorni al parco nazionale del Kgalagadi e mi è piaciuto davvero molto. Il parco è ben organizzato, dispone di aree di sosta apposite per mangiare e servizi pubblici . Le strade sono buone e gli alloggi dentro al parco puliti e suggestivi. Molti animali da vedere,vivamente consigliato
Scritta in data 13 ottobre 2016
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Aldo Th
Bologna, Italia674 contributi
Affacinante
ago 2016
In una zona arida, si gira a volte per un po' senza vedere un gran che. Ma poi le scene di felini sono straordinarie. Abbiamo incontrato più volte i ghepardi con i cuccioli. In un'occasione vicinissime. Visti anche i leoni. Belli i gruppi di sprinbock molto numerosi e poi giraffe, struzzi, orici, ecc. ecc.
Scritta in data 10 ottobre 2016
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

marcoslaug
Varese, Italia22 contributi
Paesaggio magnifico, ricettività carente
ago 2016 • Coppie
Abbiamo visitato il parco 2 giorni, non andate solo per avvistare gli animali, in quel caso, meglio l'Etosha, ma il paesaggio del Kalahari é davvero magico.
L'organizzazione del parco sembra rendere difficile appositamente la visita per chi non alloggia all'interno del parco.
Scritta in data 21 agosto 2016
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Elisa
Provincia di Piacenza, Italia965 contributi
Bellissima esperienza.
ago 2015 • Coppie
E’ un parco dove è consigliabile fermarsi almeno una settimana dedicando qualche giorno alle varie zone alloggiando nei diversi camp situati all’interno.
Le prenotazioni dei lodge vanno fatte molti mesi prima, un anno in anticipo se si vuole tentare di dormire nei Wilderness camps. Una volta individuato il periodo e stabilito un programma si può scrivere una mail all’ufficio prenotazioni del Sanpark richiedendo la prenotazione degli alloggi desiderati. E’ veramente difficile ( specialmente per l’Urikaruus e per il Kiliekrankie ). Anche il Nossob si esaurisce velocemente a causa dell’ottima posizione in cui si trova. Se non si riesce al primo colpo, non arrendersi e tenere controllato giornalmente il sito del Sanpark. Capita spesso che alcuni non pagano e non confermano le prenotazioni.
Comunque anche i campi statali Twe Rivieren e Mata Mata sono validi, anche se non offrono le emozioni dei Wilderness camps.
Il parco può riservare emozionanti sorprese o cocenti delusioni, quindi secondo me non è una meta per una toccata e fuga, ma deve essere lo scopo principale del viaggio per poterlo vivere pienamente, consapevoli che non vi trovate al Kruger dove la grande quantità e varietà di animali rende gli avvistamenti frequenti, ma in un parco dove mancano grandi erbivori come gli elefanti, rinoceronti, ecc ma che vi permette di vivere emozionanti incontri in perfetta solitudine. E’ un parco dove è istintivo sussurrare per non disturbare, dove i cellulari per fortuna non prendono e dove tutto il resto del mondo non esiste più.
E’ distante dalle altre mete sudafricane, il volo interno per Upington è molto costoso e se si decide di raggiungerlo in macchina da Cape Town ( lo consiglio solo nel periodo agosto-settembre per poter vedere anche la fioritura del Namaqualand ) o da Johannesburg, i chilometri sono tanti. Se si arriva in macchina vale la pena fermarsi anche alle Augrabies Falls, sono di strada ed è un ottima occasione per qualche bella escursione e camminata nella natura, anche se ad agosto non sono al loro massimo splendore. Prima di arrivare al parco è necessario fare rifornimento di viveri a Upington dove non mancano supermercati e centri commerciali e mi raccomando non dimenticare di fare benzina. Nel parco ci sono i distributori presso i camps principali ma pare che a volte rimangano a secco di gasolio quindi se si dovesse noleggiare una macchina diesel meglio portarsi una tanica da riempire.
Le stradi principali sono due Aob River e Nossob River, collegate tra di loro dalla upper dune road e lower dune Road. Sul lato Aob River la strada è agevole, attraversa una zona del parco molto aperta e pianeggiante rendendo molto facili gli avvistamenti. Si ha l’impressione di viaggiare in un grande giardino ben curato. Le numerose pozze sono posizionate lungo la strada ed alcune hanno anche uno spiazzo dove è possibile sostare ( rigorosamente restando in macchina ).
Nossob River invece è più sabbiosa, specialmente il tratto finale verso l’omonimo Camp, il livello della strada è più basso delle banchine che la costeggiano e questo rende gli avvistamenti più difficili. Per questo motivo è indispensabile una macchina alta, con una normale berlina non si vede nulla. Il discorso del 4x4 è soggettivo, noi l’abbiamo noleggiata ma ad agosto non era indispensabile. indubbiamente ti da una maggiore sicurezza e maggior comfort specialmente quando si percorrono le due strade trasversali ( upper e lower dune ) che sono veramente massacranti. Le definiscono ‘corrugated’ ed in effetti è un unico sobbalzare per decine di chilometri. I veri visitatori del parco ( sudafricani doc ) arrivano con i loro 4x4 super equipaggiati e devo dire che li ho invidiati parecchio. La maggior parte è anziana e con la capacità di individuare un leone a chilometri di distanza. Il traffico nel parco è ridottissimo e si incontrano sempre le stesse persone, quindi quando si incontra un’altra macchina è consigliabile fermarsi e scambiarsi informazioni oppure se per caso vi ritrovate dietro alla macchina di un ‘esperto’ non superatelo, seguitelo con pazienza. Per quanto riguarda l’avvistamento degli animali, è solo questione di fortuna ed è difficile suggerire la tattica migliore. Gli esperti locali consigliano di uscire subito al mattino per avere la possibilità di avvistare i felini in movimento e rientrare nei lodge nelle ore più calde, uscendo di nuovo dalle 16.00 del pomeriggio fino al tramonto. Noi abbiamo seguito queste indicazioni, ma nelle ore centrali invece di rientrare andavamo a sostare presso le pozze con il pranzo al sacco ed abbiamo avuto incontri emozionanti con diversi leoni, iene ed alti animali. Il bello di questo parco è che ti ritrovi con i leoni che sonnecchiano a pochi metri dalla macchina, in completa solitudine o al massimo con un paio di altre macchine. A proposito di iene, attenzione alla loro passione per i pneumatici delle auto. Abbiamo avuto la fortuna di incontrare un paio di volte questi curiosi animali e la seconda volta abbiamo dovuto scappare da un’intera famigliola che voleva masticarci le gomme. La sera prima un coppia di iene aveva tentato di entrare all’Urikaruus, forse attirata dal profumo del barbecue.
Consigli pratici, tenersi sempre un fusto d’acqua di 5 litri in macchina e una scatola di biscotti, non si sa mai cosa può succedere. Se capita un guasto alla macchina, non si deve scendere ma aspettare che passi qualcuno o che i ranger vengano a cercarvi. Se passato l’orario non siete rientrati e non avete consegnato al ranger il vostro permesso ( rilasciato quando uscite dal camp ) loro vengono a cercarvi. Gli alloggi sono forniti di tutto il necessario, biancheria da letto e da bagno, utensili da cucina ( buffo il tostapane per il fornello a gas dei wilderness camps dove mancano le prese elettriche ). Noi abbiamo visitato il parco ad agosto, caldo moderato durante il giorno, serate piacevoli che permettevano di mangiare in veranda alla luce del barbecue, notti più fredde ma solo all’Urikaruus ( la struttura è un vero colabrodo ) e scarsa vegetazione che favorisce gli avvistamenti e la presenza degli animali alle pozze. Bello, ma mettete in conto che potreste girare per un giorno intero ed incontrare solo due gatti selvatici che dormono su un ramo, oppure girate l’angolo e trovate due leoni maschi sazi, circondati da una ventina di sciacalli che tentano di rubare i resti della preda. Per questo motivo se pensate di inserirlo in un classico tour del Sudafrica prevedendo solo un paio di giorni, non fatelo potrebbe deludervi. Chi si innamora del Sudafrica tornerà ancora in questo splendido paese, che va vissuto ma senza farlo di corsa.
Scritta in data 18 ottobre 2015
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

1-10 di 257 risultati mostrati
Ci sono errori o manca qualcosa?
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo