Mahagandayon Monastery
Mahagandayon Monastery
4
Cosa dicono le persone

Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Tour ed esperienze
Scopri diverse opzioni per esplorare questo posto.
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.

Eseguiamo controlli sulle recensioni.
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare le linee guida della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema rileva un problema, la recensione viene rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità alle linee guida della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
4.0
Punteggio 4,0 su 5471 recensioni
Eccellente
151
Molto buono
142
Nella media
117
Scarso
32
Pessimo
29

BrischiRoma
Roma, Italia251 contributi
Punteggio 4,0 su 5
gen 2020
Nel Monastero di Mahagandayon vivono centinaia di giovani monaci essendo un centro di studi monastici e religiosi. Il posto è affollatissimo soprattutto di cinesi per assistere al mattino alla sfilata di tutti i monaci che si mettono in fila per prendere il cibo che viene loro offerto dai devoti, oltre a fiori e soldi.
Scritta in data 18 gennaio 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Roby R
Italia3.041 contributi
Punteggio 4,0 su 5
dic 2019
Il monastero è stato fondato nel 1908 ed è il college monastico più importante del paese. E' noto per la sua stretta aderenza al codice monastico buddista e ospita migliaia di monaci. È praticamente come un'università dove i monaci soprattutto studiano. Nel tempio si iniziano a preparare i pasti per i monaci dalle dieci circa e questi ultimi osservavano i comandamenti per cui non si deve mangiare dopo mezzogiorno. Quindi ogni giorno alle 10 del mattino, i turisti di tutto il mondo si riuniscono qui e assistono (oltre ad offrire cibo e denaro) alla scena di migliaia di monaci che, in fila con i loro contenitori per le offerte, si dirigono verso i luoghi dove vengono serviti i pasti e poi pranzano tutti insieme nelle zone comuni. Abbiamo avuto modo di visitare anche la grande cucina dove molte persone sono intente a preparare e cucinare i prodotti per i pasti. Molto interessante conoscere e vedere con i propri occhi, spaccati di vita dei monaci, i luoghi dove vivono e le attività, ma la sensazione che ho avuto è quella di un "teatro" a favore di turista e la cosa ha un po' offuscato il misticismo legato a certi rituali.
Scritta in data 15 gennaio 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Ross
31 contributi
Punteggio 5,0 su 5
ott 2018
All'ora di pranzo più di 1000 tra monaci e novizi si mettono in coda (ordinata) per ricevere le offerte portate dai credenti. Tutti in ordine e in silenzio, al contrario dei turisti che, potendo assistere all'evento, riescono a rovinare questo momento. E' comunque un evento molto sentito da vivere almeno una volta nella vita.
Scritta in data 4 giugno 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

dpbi1992
Romeno, Italia7.390 contributi
Punteggio 4,0 su 5
gen 2019 • Coppie
Un luogo che ha oramai attratto troppi turisti, molti anche maleducati.
Un monaco a cui abbiamo posto una domanda sulla possibilità di fotografare accanto ad un ingresso un po' particolare si è stupito e ci ha ringraziato, non era possibile e quindi abbiamo evitato. Ha aggiunto che molti entrano e nonostante le indicazioni di uscire restano, soprattutto turisti asiatici .... non certamente birmani o giapponesi!
A Sagaing altri luoghi dove è possibile assistere al momento della distribuzione del riso alle "monache". Meno turisti e molta pace.
Scritta in data 1 maggio 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Luciano S
Milano, Italia1.875 contributi
Punteggio 4,0 su 5
feb 2019 • Amici
Siamo stati tra gli ultimi turisti ad essere stati ammessi all’interno di questa comunità che conta più di mille monaci e aspiranti tali, anche giovanissimi. La processione per la raccolta delle donazioni prima del pasto giornaliero è stata sicuramente affascinante. Quando siamo stati noi avevano già messo lungo il
Percorso delle corde e delle staccionate, m non sono bastate per contenere le orde di turisti indisciplinati capaci di infilarsi in mezzo si monaci per fotografarli in primo piano disturbando la serenità della cerimonia. Ora dalle10 alle 13 ci hanno detto che i turisti non sono più ammessi. A ragione! Resta il dispiacere per chi non potrà assistere a questa cerimonia per colpa di scalmanati fotografi.
Scritta in data 1 aprile 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Daniele B
Udine, Italia12.788 contributi
Punteggio 4,0 su 5
gen 2019 • Famiglia
Mandalay concentra nei suoi dintorni la maggioranza dei centri di raccolta e formazione dei monaci Buddhisti; università, monasteri, templi, ove giovani novizi e vecchi monaci studiano la dottrina del Buddha, con la speranza, forse lo scopo, o piuttosto la velata ambizione di raggiungere l’illuminazione.
Il monastero Mahagandayon è il più grande dell’intero Myanmar, ed è molto riverito perché strettamente aderente alla più rigida dottrina Buddhista; esso fu fondato nei primi anni del XX secolo, inizialmente come centro di meditazione.
I giovani monaci compiono all’interno del monastero un percorso che può durare fino a 10 anni, nel corso dei quali viene appresa la “Vinaya”, il canone Buddhista, compilato in occasione dei sinodi seguiti alla morte del Buddha.
La vita quotidiana di un monaco segue un rigido rituale: sveglia alle 4:30 del mattino, colazione alle 5:00, tempo delicato alla pulizia ed all’igiene personale, e quindi si passa allo studio, rigorosamente nell’antica lingua Pali, simile al Sanscrito.
Abbiamo avuto modo di camminare all’interno del monastero, incontrando monaci di tutte le età, vedendo i luoghi dove vivono e che condividono, le loro attività quotidiane, la loro vita semplice e genuina.
All’ora del pranzo, intorno alle 10:30 del mattino, i monaci si dispongono in file ordinate, per raggiungere il punto di distribuzione dell’unico pasto, dopo la colazione, che è loro concesso nel corso della giornata; un momento pieno di suggestione che vorrebbe essere pervaso da un senso di pace ed intimità. Purtroppo, da quanto abbiamo avuto modo di vedere, tutto ciò viene rovinato dalla folla dei turisti, assiepati lungo la strada e smaniosi soltanto di strappare foto coi propri telefonini, incuranti della timidezza dei giovani monaci e del momento mistico che l’attesa del pasto rappresenta per loro.
Abbiamo saputo che tutto ciò ha più volte sollevato le proteste da parte del monaco reggente del monastero, il quale è arrivato a minacciare di interdire ai turisti l’accesso al complesso, per impedire lo scempio a cui abbiamo purtroppo assistito, con un senso di disagio e con una punta di vergogna.
Nonostante tutto ciò, abbiamo lasciato il monastero conservando negli occhi e nel cuore immagini colme di suggestione, di volti sorridenti, di momenti mistici; mi piacerebbe sapere che tutto questo possa essere il motivo dominante di una visita al monastero, lontano dalle manifestazioni di consumismo e dagli inni alla modernità.
Scritta in data 2 marzo 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Adriano M
Chiavari, Italia61 contributi
Punteggio 4,0 su 5
dic 2018 • Amici
Una delle più belle esperienze da vivere in Myanmar, un luogo simbolo della devozione e specchio della vita dei monaci.
Purtroppo il momento più interessante cioe il rito della raccolta delle offerte e del pasto quotidiano, viene umiliato da frotte di turisti che assalgono letteralmente e senza nessun rispetto i poveri monaci. vale la pena però soffermarsi dopo il rito, quando i turisti lasciano posto alle normali attività del monastero e la naturale vita del monastero riprende la propria identità
Scritta in data 14 gennaio 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Albert_One
Montesilvano, Italia959 contributi
Punteggio 5,0 su 5
dic 2018 • Amici
Assistito alla processione, in assoluto silenzio, dei piccoli monaci che si preparano al pasto quotidiano. Veramente interessante e toccante.
Scritta in data 10 gennaio 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Simone Manuzzi
Cesenatico, Italia1.360 contributi
Punteggio 5,0 su 5
dic 2018 • Famiglia
Veranente unico assistere al momento del pranzo dei monaci. Tutti li in fila come soldatini e per ferreo regolamento senza che ti guardino in faccia nemmeno una volta.
Il monastero è aperto al oubblico e ci si può passeggiare liberamente.
Fa effetto negativo vedere mandrie di turusti a fotografare questi poveri monaci come fossimo allo Zoo.
Scritta in data 26 dicembre 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Claudio L
Roma, Italia172 contributi
Punteggio 4,0 su 5
dic 2018 • Coppie
In un silenzio assoluto ed in fila indiana più di mille monaci sfilano, senza un ordine prestabilito, nei viali del monastero per raggiungere la piazzola nella quale i donatori offrono il pasto all'intera comunità. Le regole ferree dell'inegnamento monastico impongono ai monaci di non guardare il viso dei donatori, di recarsi immediatamente nella sala comune e di consumare il pasto entro 20 minuti. Così come sono arrivati, silenziosamente e velocemente si ritirano per le altre attività previste dalle regole. I turisti, naturalmente dotati di fotocamera, "invadono" i viali facendosi largo anche a spintoni fino ad invadere lo spazio riservato alla processione : una pessima e maleducata abitudine dura a morire nonostante un "servizio d'ordine" monastico provvede, pochi minuti prima, a fare liberare la strada ( tanto è inutile ..., dura poco ! ). Sarebbe un evento molto suggestivo e commevente ma i poveri monaci sono presi d'assalto dall'orda dei turisti ansiosi di portare a casa la foto-trofeo da esibire ad amici e conoscenti ...
Scritta in data 18 dicembre 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

1-10 di 203 risultati mostrati
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
È il tuo profilo Tripadvisor?
Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.
Richiedi il profilo

Mahagandayon Monastery (Amarapura) - Tripadvisor

Attività a Amarapura
RistorantiVoliStorie di viaggioCrociereAutonoleggio