Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

State Museum "In Memory of the Victims of Repression"

Salva
Condividi
50
Tutte le foto (50)
Vista completa
Panoramica dei viaggiatori
  • Eccellente50%
  • Molto buono31%
  • Nella media17%
  • Scarso2%
  • Pessimo0%
Informazioni
Durata consigliata: 1-2 ore
Contatti
Amir Temur Street | Memorial Complex "Shakhidlar Khotirasi”, Taškent 100184, Uzbekistan
Sito web
244-29-40
Chiama
traduzione di Google
Tour e attività più venduti a e vicino a Taškent
a partire da 220,00 USD
Altre info
a partire da 415,00 USD
Altre info
a partire da 625,00 USD
Altre info
a partire da 578,20 USD
Altre info
Recensioni (45)
Filtra recensioni
15 risultati
Valutazione
6
5
3
1
0
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaItaliano
Altre lingue
6
5
3
1
0
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtraitaliano
Aggiornamento elenco in corso…
1 - 10 di 15 recensioni
Queste recensioni sono state tradotte automaticamente dall'inglese. Mostrare la traduzione automatica?
Recensito 17 agosto 2018

questo è un complesso memoriale certamente evocativo e bellissimo. Deve visitare. È nel centro della città e facilmente accessibile.

Recensito 19 ottobre 2017

Siamo interessati alla storia dei paesi che visitiamo e, in particolare, alla storia spesso "nascosta" della repressione o dell'abuso di potere dello Stato.  Quindi abbiamo avuto grandi speranze in questo museo, specialmente dopo alcune recensioni di TA. Quindi è un peccato dire che è stata...una vera delusione. Il prezzo del biglietto per gli uzbeki non è di circa 8 volte quello per la gente del posto, ma comunque ragionevole, quindi andava bene. Bene, tranne se vogliono pagare un premio per i non locali, è ragionevole che ci siano alcune informazioni in inglese, almeno, per i viaggiatori che leggono, imparano e capiscono. Non c'era praticamente nulla oltre alle intestazioni di visualizzazione e ciò che avrebbe potuto essere così informativo divenne confuso e noioso. Un esempio è stato un grande display chiamato "The cotton scandal". Ok affascinante. . . . . ma quella era la fine delle informazioni in inglese, così sei stato lasciato a indovinare il resto dai display di testo pesanti e alcune foto. Che peccato. Un giovane impiegato del museo molto simpatico è venuto a parlare con noi per praticare il suo inglese. Lo ha parlato bene. Abbiamo commentato che il museo era difficile in quanto non c'erano testi in inglese. "Sì, questo è un problema", ha detto.  Bene, allora forse le autorità del museo potrebbero usare lei o qualcun altro per avere qualche bit in inglese per aiutare a capire. Nessuno si aspetterebbe che tutto fosse tradotto, ma almeno per aiutare i viaggiatori a capire. Peccato che un argomento importante come questo sia rimasto così inaccessibile ai visitatori non uzbeki. A parte questo, non era un grande museo in termini di gamma di display. Foto e testo uzbeko comprendevano il 90% delle offerte. Siamo rimasti delusi e nessuno più saggio.Più

Recensito 22 settembre 2017

Posto interessante e ben arredato. Le "intestazioni" delle esposizioni sono in doppia lingua (uzbeko e inglese), ma il testo descrittivo è in uzbeko, purtroppo nessun inglese. Se si desidera utilizzare la fotocamera, è necessario anche acquistare un permesso.

Recensito 25 agosto 2017

Si trova nel cuore di Tashkent vicino alla torre della televisione. Il paesaggio con canale e dintorni è così bello e piacevole da vedere che si può trascorrere quasi un'intera giornata qui. È molto importante visitare questo magnifico memoriale con una guida che può spiegarti...che dietro a questo si trova una delle peggiori storie del genere umano. Durante il dominio dei russi dal 19 ° secolo fino alla metà degli anni cinquanta decine di migliaia di innocenti uzbeki locali sono stati torturati e uccisi qui nella prigione. La loro unica colpa è stata che hanno sfidato i russi spietati. Quando siamo arrivati ​​qui intorno alle 12 il museo era chiuso ma su nostra richiesta il regista non solo ha aperto la porta, ma ci ha portato dentro 20 persone e ci ha mostrato ogni cosa e ha fatto del suo meglio per spiegarci nel suo inglese stentato. Grazie mille, signore. Un posto bellissimo da non perdere quando si è a Tashkent. . .Più

Recensito 31 maggio 2017

Tutti i visitatori stranieri devono visitare questo museo al fine di apprendere la 19 ° secolo russa di conquista del giorno attuale Uzbekistan, bolscevica trattamento di gli studiosi e contadini dopo la Rivoluzione ed espulsioni e gulag forzati ordinato da Stalin diritto fino alla sua...morte nel 1953 . Per esempio Khudaybergen Divanov, il Khivan nato fondatore della fotografia dell'Uzbekistan. Divanov era stato un membro della dissidenti birmani residenti di Mladokhivintsy durante gli anni delle le repressioni di Stalin. E' stato arrestato, ha denunciato come di un "nemico della nazione" e eseguiti in un carcere Yangiyul camp nel 1938 anni 60 . Grafici mostrano ogni anno il numero crescente di decine di migliaia di morti e deportati durante il tempo di Stalin fino al 1953 . Il museo è situato in un giardino colorato e tranquillo che smentisce le atrocità che ha avuto luogo proprio in quel luogo. Si tratta di una educazione vivrebbe di che cosa è successo in questo paese.Più

Recensito 6 aprile 2017

Bellissimo, posizione panoramica. Architettura incredibile, lago incantevole & torre bella TV. Buono per 45 minuti di escursionismo

Recensito 23 maggio 2016 da dispositivo mobile

Questo è stato uno dei bei posti che abbiamo visitato a Tashkent. Ci sono dei bellissimi parchi e questo non era diversa. Molto tranquillo.

Recensito 7 marzo 2016

Situato proprio di fronte la Tashkent TV Tower, il memoriale serve un promemoria degli eccessi dei regnanti tipo stalinista e successive sovietiche in quello che è stato poi la Repubblica socialista Sovietica uzbeko. Non molti sono consapevoli di ciò a causa della vastità dell' "impero...dell'URSS" dove molte delle repubbliche dell'Asia centrale sono state sottoposte a deportazioni, il gulag imprigionamento, il lavoro forzato, ecc. Speriamo che non servono solo come un memoriale ma un promemoria che non deve mai mai più ripetersi.Più

Recensito 15 dicembre 2015

Si tratta di un monumento commemorativo e molto panoramica. Ha un sacco di scalini e pulite la nuova griglia confluisce passaggi pedonali. Ci sono un sacco di prati e alberi linea i passaggi pedonali. C'e' anche tortuoso canale fare acqua verde-blu che scorre. Ottimo luogo...di commemorazione.Più

Recensito 13 agosto 2015

Il posto è reso molto interessante. Venite e sentire questa agguerrita atmosfera. La macchina nera che si erge mezzo della sala con le ruote, ritratti rosse di centinaia di persone. Chiedete una guida per raccontare orribile di come Unione Sovietica ucciso queste persone per sradicare...gli infedeli (o persone che hanno espresso opinioni diverse). Questo lo rende un'ottima impressione e rendere tutte le persone che verranno ci pensa di come male e crudele dell'Unione Sovietica era. Prima di andare vi consiglio di leggere un po' su come l'Unione Sovietica è arrivato al potere e quindi si può avere un'idea iniziale. E solo allora per visitare il museo.Più

Visualizza più recensioni
Domande e risposte
Ricevi risposte dal personale della struttura State Museum "In Memory of the Victims of Repression" e dai visitatori precedenti.
Nota: la tua domanda verrà pubblicata sulla pagina Domande e risposte.
Inviate
Regolamento per la pubblicazione