Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Condividi
Il meglio delle recensioni
Natura

Prati lasciati allo stato naturale, assolutamente da visitare. Poca ombra quindi meglio in Leggi il seguito

Recensito il 17 luglio 2016
Fede M
,
Pordenone, Italia
da dispositivo mobile
Ci abito vicino

...per una passeggiata (anche coi cani) in un posto disperso nel verde dei magredi. Magico ed unico Leggi il seguito

Recensito il 16 settembre 2015
Nicolas M
da dispositivo mobile
Leggi tutte le 7 recensioni
27
Tutte le foto (27)
Vista completa
Panoramica dei viaggiatori
  • Eccellente44%
  • Molto buono42%
  • Nella media14%
  • Scarso0%
  • Pessimo0%
Informazioni
Contatti
Strada Provinciale dei Magredi, San Quirino, Italia
Sito web
Recensioni (7)
Filtra recensioni
6 risultati
Valutazione
3
2
1
0
0
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaItaliano
3
2
1
0
0
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtraitaliano
Aggiornamento elenco in corso…
Recensito il 7 maggio 2017

Tra prati aridi e ghiaieti si estende questa interessante " area naturale protetta " a nord della città di Pordenone , istituita dalla Regione Friuli sin dal 1997 . In particolare , all'interno di questa vasta area ( circa 20 ettari ) si può riscontrare...Più

1  Grazie, hirundo-rustego
Recensito il 17 luglio 2016 da dispositivo mobile

Prati lasciati allo stato naturale, assolutamente da visitare. Poca ombra quindi meglio in primavera o autunno.

1  Grazie, Fede M
Recensito il 16 settembre 2015 da dispositivo mobile

...per una passeggiata (anche coi cani) in un posto disperso nel verde dei magredi. Magico ed unico al mondo confina con la "Grava" ovvero il letto secco e ciotoloso del fiume Cellina. Da andare!

1  Grazie, Nicolas M
Recensito il 13 agosto 2015

I magredi, contenitori di migliaia di specie animali e vegetali sono l'ideale per una passeggiata immersi nella natura. Si può parcheggiare ai lati della strada dove si trovano i cartelli per poi entrare per chilometri nella vegetazione. Molto bello il corso d'acqua che scende dal...Più

Grazie, Denis D
Recensito il 18 maggio 2015

Il paesaggio dei Magredi (le Terre Magre) è uno dei più affascinanti paesaggi italiani. Qui è possibile ammirare piante e fiori tipiche della steppa. Visita consigliata e preferibilmente accompagnati da uno studioso specializzato che faccia comprendere il patrimonio naturale ivi presente.

1  Grazie, dreamyviajero
Queste recensioni sono state tradotte automaticamente dall'inglese. Mostrare la traduzione automatica?
Recensito il 25 aprile 2016

Tale visita: molto grande e con ottimo e prateria piatta durante la primavera consentono di ammirare una varietà di fiori e arbusti. Botanici esperti trovare qui un sacco di bellezze, alcuni di loro presente solo in questa zona. Una passeggiata attraverso incredibilmente grande conoide tale...creato da fiumi post-glaciale, lontano dalla città e villaggi ti fa apprezzare la caparra di vento, oltre ad un ambiente altrimenti silenziosa.Più

Visualizza più recensioni
In zona
Hotel nelle vicinanzeVedi tutti gli hotel nelle vicinanze
Villa Cigolotti
26 recensioni
A 5,2 km
Hotel Oliva
130 recensioni
A 11,17 km
Hotel Aviano Palace
30 recensioni
A 11,31 km
Villa Monica
52 recensioni
A 11,78 km
Ristoranti nelle vicinanzeVedi tutti i 10 ristoranti nelle vicinanze
Gelindo dei Magredi
283 recensioni
A 4,27 km
La Primula - Ristorante
131 recensioni
A 4,95 km
Snoopy Pub
252 recensioni
A 7,76 km
Lataria dei Magredi
41 recensioni
A 3,9 km
Attrazioni nelle vicinanzeVedi tutte le 13 attrazioni nelle vicinanze
Fattoria Gelindo dei Magredi
21 recensioni
A 4,26 km
Parco Brolo
8 recensioni
A 3,81 km
Antica Pieve
5 recensioni
A 5,61 km
Podere Gelisi Antonio
8 recensioni
A 7,94 km
Domande e risposte
Ricevi risposte dal personale della struttura Biotopo Magredi di San Quirino e dai visitatori precedenti.
Nota: la tua domanda verrà pubblicata sulla pagina Domande e risposte.
Inviate
Regolamento per la pubblicazione