Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Castello di Oramala

| Frazione Oramala, 27050, Val di Nizza, Italia
+39 339 209 8288
Sito web
Condividi
Salva
Il meglio delle recensioni
Oramala: the castle of delight of the Malaspina

🇮🇹Nel borgo di Oramala, uno dei più belli d’Italia, giace su un colle il castello omonimo. Sito Leggi il seguito

Recensito 3 settimane fa
Cristina P
,
Sesto San Giovanni, Italia
Pue essendo rimasto solo il maschio è stato risrutturato benissimo

La posizione è spettacolare,panorama bellissimo con possibilità di mangiare a pochi km nell'Osteria Leggi il seguito

Recensito il 24 aprile 2018
luigiaValdinizza
,
val di nizza
Leggi tutte le 44 recensioni
Mappa
Satellite
Gli aggiornamenti della mappa sono stati sospesi. Ingrandisci per vedere informazioni aggiornate.
Reimposta lo zoom
Aggiornamento della mappa in corso...
Dettagli
Leggi di più
Storia e Curiosità • Il castello di Oramala è un castello malaspiniano. La famiglia Malaspina deriva da quella degli Obertenghi che, insieme agli Aleramici del Carretto e ad altre famiglie, dominava la zona dell’Appennino Ligure. • Il primo documento che nomina Oramala risale al 1029: il diacono Gerardo dona al marchese Ugo degli Obertenghi, insieme ad altri beni, la rocca di Oramala. Questa passa ad Alberto Azzo I e a Oberto Obizzo, che vi risiede, e nel documento del 1056 passa al suo vassallo Rustico da Oramala. Con il termine rocca, Oramala è individuata come fortificazione sulla sommità del monte. • Nel 1167 il Barbarossa viene aiutato da Obizzo a raggiungere Pavia attraverso i sentieri tracciati dai mulattieri nell’Appennino e passa una notte ad Oramala. La leggenda vuole che proprio in un momento di sconforto, Federico I si sia inginocchiato sul pozzo interno al cortile e abbia pronunciato le parole: “È proprio un’ora mala”, da cui abbiamo un’ipotesi della nascita del nome di questo luogo. • Nel 1985 i fratelli Panigazzi di Poggio Ferrato iniziano la ristrutturazione del castello, ristrutturazione che vedrà la fine dei lavori nel 2003. Chi siamo Spinofiorito è un’associazione di promozione sociale che gestisce le attività al castello di Oramala dal 2008 e organizza eventi in tutto l’Oltrepò pavese: dalle conferenze agli spettacoli teatrali, dai percorsi all’interno dell’ex ospedale psichiatrico di Voghera ai laboratori per bambini. Venite a conoscere tutte le nostre attività su nostro sito!
  • Eccellente29%
  • Molto buono60%
  • Nella media9%
  • Scarso0%
  • Pessimo2%
Chiuso
Orari
Orario di oggi: Chiuso
Durata consigliata: 1-2 ore
LOCALITÀ
| Frazione Oramala, 27050, Val di Nizza, Italia
CONTATTI
Sito web
+39 339 209 8288
Scrivi una recensioneRecensioni (44)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
Filtra

1 - 10 di 44 recensioni

Recensito 3 settimane fa

🇮🇹Nel borgo di Oramala, uno dei più belli d’Italia, giace su un colle il castello omonimo. Sito di delizia dei Malaspina ed oggi uno dei pochi residuati medievali da scoprire e visitare. 🇬🇧In the village of Oramala, one of the most beautiful in Italy, lies...Più

1  Grazie, Cristina P
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 24 aprile 2018

La posizione è spettacolare,panorama bellissimo con possibilità di mangiare a pochi km nell'Osteria PappaeCena segnalata da SlowFood e guida Gatti Massobrio a Poggioferrato un piccolo borgo molto carino

1  Grazie, luigiaValdinizza
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 24 aprile 2018

Ah la nostra italia quante bellezze ci regala, approfittando di una bella giornata di sole non potevamo rinunciare a vedere questo bel castello, che domina la collina regalando un bellissimo panorama. Belli e tranquilli i suoi giardini dove fermarsi Il castello. Per visitare l'interno meglio...Più

Grazie, anselmoonio
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 5 febbraio 2018

Meraviglioso castello posto sulle colline dell'Oltrepò pavese, da dove si può godere di un panorama spettacolare, ideale anche per stare con se stessi nel silenzio e meditare.Raggiungibile tranquillamente in auto,c'è un ampio parcheggio ,ci sono alcune panche e tavoli per un pic nic. Da visitare

Grazie, Angelo P
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 29 dicembre 2017

Provenendo dall'Eremo di S. Alberto di Butrio e diretti a Varzi, dopo aver percorso strada in mezzo ai boschi, sosta al Castello, costruito dai Malaspina. In posizione molto bella e dominante. Molto brave le guide dell'Associazione Spino Fiorito. Un'osservazione: diverse sale, molto ricche di cimeli...Più

Grazie, GIANFRANCOS656
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 2 novembre 2017

Prima dimora della famiglia Malaspina, ospitò grandi trovatori provenzali; finì poi in rovina, da ogni punto di vista, finchè non venne comprato e restaurato dai fratelli Panigazzi. Sicuramente è stato fatto un grande lavoro ma all'interno l'arredamento e gli allestimenti lasciano un po' perplessi...si trova...Più

1  Grazie, MariTereDani
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 26 settembre 2017

Domenica 24/09/2017 siamo andati sulle stupende colline del PAVESE direzione VARZI, ZAVATTARELLO E EREMO DI SANT'ALBERTO da quest'ultimo a 3 KM si trova il castello di ORAMALA ,si può visitare di pomeriggio dalle ore 14,00 accompagnati da una guida molto competente ed esauriente, siamo rimasti...Più

2  Grazie, paolo b
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 27 agosto 2017

Il castello si trova in una bella e dominante posizione che assicura un panorama emozionante dal piano più alto. Per quanto riguarda gli interni, pur riconoscendo l'impegno e la volontà della famiglia Panigazzi nel salvare il salvabile dell'edificio,rimasto abbandonato dal '600 agli anni 80 del...Più

4  Grazie, itrael
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 21 agosto 2017 da dispositivo mobile

Il castello è stato restaurato perché era quasi completamente crollato. I pezzi collocati al suo interno non appartengo al castello, ma fanno parte della collezione privata del proprietario. In ogni caso, merita sicuramente una visita. È possibile visitarlo la domenica dalle ore 14 alle 18....Più

2  Grazie, Maddalena M
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 20 agosto 2017

Più che un castello è una piccola fortezza. Vale comunque la pena visitarla. La visita guidata dura circa 1 ora e, grazie alla preparazione e a come vengono illustrate tutte le zone della fortezza, il tempo vola letteralmente. Dalla cima della Torre si può vedere...Più

1  Grazie, CLAUDIO M
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
In zona
Hotel nelle vicinanzeVedi tutti gli hotel a Val di Nizza
La Torretta Agriland
52 recensioni
A 12,7 km
Park Hotel Olimpia
326 recensioni
A 13,4 km
Hotel Salus
73 recensioni
A 14,83 km
Park Hotel Salice Terme
137 recensioni
A 14,84 km
Ristoranti nelle vicinanze
Pappa e Cena
53 recensioni
A 2,38 km
Osteria del libero pensiero
213 recensioni
A 3,58 km
Agriturismo La Fuga
259 recensioni
A 3,51 km
Caffe del Centro
301 recensioni
A 3,06 km
Attrazioni nelle vicinanze
Eremo di Sant'Alberto di Butrio
203 recensioni
A 3,16 km
Castello Dal Verme
151 recensioni
A 5,89 km
Azienda Agricola Gravanago
6 recensioni
A 7,99 km
Fai una domanda
Domande e risposte
Lucia B
18 giugno 2016|
RispostaMostra 3 risposte
Risposta da SIMONA V | Ha recensito questa struttura |
Se non è cambiato qualcosa quest'anno potevano stare nel giardino ma non nei luoghi comuni chiusi, forse fatta eccezione dei pincher ecc, di piccolissima taglia se portati nelle borse.
0
voti