Abbazia di Fruttuaria

Abbazia di Fruttuaria, San Benigno Canavese

Abbazia di Fruttuaria
4.5

4.5
53 recensioni
Eccellente
32
Molto buono
17
Nella media
4
Scarso
0
Pessimo
0

vegetarianisidiventa
Varese, Italia194 contributi
gen 2022 • Amici
È ammirevole che in una fredda domenica di gennaio questo paesino dispieghi energie e personale qualificato per promuovere un luogo di valore storico-artistico nella negletta provincia torinese (il paese pare pressoché in abbandono). I mosaici pavimentali valgono la visita, adeguatamente contestualizzati da una guida davvero preparata a cui va il nostro grazie.
Scritta in data 3 gennaio 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

mike1519
San Benigno Canavese, Italia2 contributi
gen 2020 • Coppie
Fanno un percorso guidato che ho trovato molto interessante. È un bel posto da vedere se passi da San Benigno.
Scritta in data 16 febbraio 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gianluca G
6 contributi
gen 2020
Magnifica esperienza, soprattutto inaspettata, durante una domenica fuori porta con amici; l'Abbsazia di Fruttuaria è costruita su di una chiesa pre-esistente dell'anno 1003; ricca di mosaici ed utilizzata per sepolture (verosimilmente di religiosi dell'adiacente struttura) è stata riscoperta dopo la metà del XX secolo e ristrutturata creando un'opera molto bella a livello storico/ingegneristico: tutta la parte antica è stata scoperta, ripulita e resa visitabile, a piccoli gruppi, e la chiesa sovrastante (così voluta dal Cardinale Delle Lanze) galleggia su di una travatura realizzata in collaborazione col Politecnico di Torino. Certamente da visitare!
Scritta in data 20 gennaio 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

804marco
Torino, Italia3.300 contributi
dic 2019 • Famiglia
Se vi aspettate di visitare una Abbazia medievale rimarrete forse delusi. La chiesa Infatti risale soltanto alla fine del 1700. Rimangono tuttavia vestigia molto interessante nei sotterranei: alcuni mosaici risalenti al XI secolo, la Torre campanaria medievale romanica e alcune strutture antiche all'interno del chiostro. Tra i mosaici il più suggestivo è sicuramente quello che rappresenta due Grifoni. Buona l'organizzazione dei volontari che si prestano a fare da guida.
Scritta in data 1 dicembre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

renato d
Sant'Antonino di Susa, Italia191 contributi
ott 2019
li per una fiera ,siamo andati a visitare abbazia che chiamano la piccola san Pietro ,ben tenuta con delle guide volontari che per 45 minuti ti fanno visitare tutto la parte superiore nuova del 1700 e la parte inferiore del 1000 con spiegazioni che sembrano romanzi
Scritta in data 14 ottobre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

nergio
Alessandria, Italia1.541 contributi
ott 2019
La chiesa attuale del 1770 è molto simile a tante altre chiese dell'epoca con la sua storia, con i suoi dipinti più o meno pregiati, con il suo bellissimo altare simile a quello della Basilica di San Pietro a Roma ed infine con il suo antico organo. E' da visitare la sacrestia, nelle mie varie visite a chiese e abbazie, una sacrestia così grande e così allestita non l'avevo mai vista; alcuni mobili del 1700 molto ben conservati e numerosi dipinti alle pareti. Durante dei lavori sono emerse le testimonianze di una chiesa molto più antica che era stata demolita per far posto all'attuale. La chiesa sotterranea è del 1003 così come il campanile romanico che tuttora troneggia a fianco della chiesa. La visita guidata prevede la discesa nei sotterranei dove è possibile entrare in una storia di oltre 1000 anni, compreso il campanile, accessibile solo al primo piano. Visita molto interessante e unica nel suo genere.
Scritta in data 6 ottobre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

pierluigi q
Roma, Italia44 contributi
apr 2019 • Solo
Le vestigia dell'Abbazia di Fruttuaria in San Benigno Canavese non consistono solo nella notissima Chiesa del Palazzo abbaziale del Cardinale delle Lanze, con i sottostanti meravigliosi mosaici di quella del 1000 dell'Abate Guglielmo di Volpiano. E neppure solo nella coeva Torre Campanaria in pietra con l'impronta leggendaria e annerita nella sommita' della scala interna detta "la mano del diavolo".
Nel perimetro del vecchio Ricetto, ora detto in piemontese "La Drint" ( il Dentro), si possono ammirare anche l'Antico Chiostro attiguo alla chiesa al centro del quale esiste un pozzo ora coperto. In questo pozzo si dice che Re Arduino abbia gettato corona, spada e gioielli regali quando sconfitto si ritiro' nell'Abbazia.Si possono ancora vedere la Torre delle Prigioni e due altre torri, quella della Piazza principale ed una seconda in riva al torrente Malone. Invece, quasi completamente coperto, scorre l'antico fossato che difendeva il ricetto su tre lati essendo il quarto protetto dal torrente Malone. Questo corso d'acqua, detto Bealera Abbaziale, fu costruito dai monaci derivandolo dal fiume Orco nei pressi di Feletto. Dopo un corso di dieci chilometri, dopo aver irrigato le terre dell'Abbazia, alimentato con una caduta di 4 metri l'antico mulino del paese ed infine dopo aver protetto le mura del ricetto, si rituffa nell'Orco, sua origine, come imponevano le antiche leggi.
Si puo' infine vedere, nella Cappella dello Scurolo, sotto l'Altar Maggiore, l'inizio del passaggio segreto che portava sotterra fino a 2 km fuori dalle mura, in aperta campagna e presso il Malone. In questo passaggio sotterraneo, in piu' punti crollato, si dice fosse nascosto un tesoro (una chioccia con pulcini d'oro) in passato cercato ma mai trovato.
In un posto antico come la Fruttuaria le leggende non finiscono mai. Infatti c'e ancora chi non crede che le spoglie di Arduino abbiano mai veramente lasciato Fruttuaria ma siano state nascoste in barba all'abate Ferrero che le voleva trasferite fuori dalla Chiesa Abbaziale e sepolte in terra sconsacrata. Chi puo' essere certo di chi siano le spoglie custodite nel Castello di Masino?
Scritta in data 15 aprile 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Nicola A
Torino, Italia112 contributi
mar 2019 • Coppie
Abito in zona, ne avevo sentito parlare ma non pensavo che fosse così interessante questo sito archeologico, è indubbiamente da visitare e valutare perché pochi ne conoscono il valore, la Signora che ci ha fatto da guida è stata esaustiva coinvolgendoci nel racconto della storia di fructuaria....molto molto interessante, un plauso anche ai volontari che gratuitamente offrono il loro tempo per permetterci di ammirare e conoscere tanta bellezza! Bravi!
Scritta in data 22 marzo 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Norma-Le
Mercenasco, Italia229 contributi
mar 2019 • Famiglia
In occasione di un apertura straordinaria ne abbiamo approfittato per visitare questa meraviglia di storia vicino a dove abitiamo noi....molto interessante conservata in maniera eccellente e guide impeccabili....ne vale la pena un giro
Scritta in data 17 marzo 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Famromme
Messina, Italia1.448 contributi
nov 2018 • Famiglia
Impossibile pensare che solo per caso pochi anni fa è stato scoperto tutto il sottosuolo della chiesa, visita guidata eccellente con personale bravissimo.
Scritta in data 6 novembre 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

1-10 di 52 risultati mostrati
Ci sono errori o manca qualcosa?
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Domande frequenti su Abbazia di Fruttuaria


Ristoranti vicino a Abbazia di Fruttuaria: Vedi tutti i ristoranti vicino a Abbazia di Fruttuaria su Tripadvisor