Basilica di San Tommaso Apostolo

Basilica di San Tommaso Apostolo, Ortona

Basilica di San Tommaso Apostolo

Basilica di San Tommaso Apostolo
4.5
La zona
Il meglio nelle vicinanze
I ristoranti e le attrazioni vengono classificati in base al rapporto tra le recensioni degli utenti e la vicinanza a questa località.
Ristoranti
76 nel raggio di 5 km
Attrazioni
74 nel raggio di 5 km

4.5
110 recensioni
Eccellente
60
Molto buono
35
Nella media
13
Scarso
2
Pessimo
0

Tommaso612
Roma, Italia421 contributi
L'apostolo dubbioso
giu 2021
Preceduta da un tempio pagano, forse dedicato a Giano Bifronte, e da una chiesa altomedioevale poi distrutta dai normanni, la cattedrale di Ortona fu costruita nel XII secolo; inizialmente l’edificio fu dedicato a Santa Maria degli Angeli. Nei secoli successivi la cattedrale fu distrutta diverse volte: nel XVI secolo dai Turchi quando saccheggiarono la cittadina; dai soldati napoleonici che invasero la Penisola agli inizi dell’Ottocento; infine, dai bombardamenti tedeschi nel corso della II Guerra Mondiale: ogni volta la chiesa fu pazientemente ricostruita, talvolta recuperando dalle macerie gli originali materiali.
La facciata della Basilica, inizialmente in forme romaniche, assunse sembianze barocche a seguito dei rifacimenti seicenteschi; l’attuale aspetto dell’edificio, dovuto all’ultima ricostruzione del 1949, è un’imitazione più o meno riuscita delle forme che esso avrebbe avuto nel Medioevo. Nell’occasione l’ingresso principale, ricostruito con alcuni elementi originali (facilmente riconoscibili per il colore scuro e la fine lavorazione) fu spostato sulla parete laterale, mentre la cupola fu riedificata, sebbene più alta e più stretta, nello stesso stile baroccheggiante della precedente. Il massiccio torrione medioevale che prima della guerra si ergeva a sinistra della facciata, raso al suolo dalle bombe, non fu invece più ricostruito. L’interno della chiesa, anch’esso largamente rielaborato nel dopoguerra, evidenzia eleganti linee neoclassiche sovrastate dalla candida volta a botte dell’unica navata.
Secondo la tradizione, San Tommaso Apostolo fu martirizzato e sepolto in India Meridionale; successivamente, su iniziativa di vari imperatori bizantini, le sue spoglie furono trasferite dapprima a Edessa, in Asia Minore, e da qui, per proteggerle dell’espansione islamica, esse raggiunsero poi l’isola di Chio, situata nei pressi della costa turca. Nel 1258 alcuni marinai ortonesi, sfruttando i contrasti tra l’Impero romano d’Oriente e la Repubblica di Venezia (sfociati in una guerra aperta) trafugarono la salma da Chio con un audace colpo di mano e la consegnarono alle autorità religiose della loro città. Da allora le presunte spoglie di San Tommaso sono conservate in questa cattedrale, che fu di conseguenza intitolata all’apostolo stesso. Le reliquie consistono nel cranio, custodito in un prezioso busto d’argento con le immaginarie fattezze del personaggio, e in altre ossa raccolte in un’urna di metallo dorato. I reperti ossei, fortunosamente intatti dopo anni e anni di devastazione e saccheggi, sono stati recentemente oggetto di alcune indagini scientifiche che ne hanno confermato l’appartenenza ad un individuo di sesso maschile, di 60 anni circa, la cui morte sarebbe compatibile con quella riferita dalla tradizione (uccisione a colpi di lancia). Il busto argenteo si trova nella Cappella di San Tommaso, dentro un tabernacolo; l’urna è invece collocata in una cripta di fattura moderna, sotto l’altare. Nel piccolo museo allestito all’interno della cattedrale è visibile, tra altri reperti, l’originale pietra tombale del santo, con la sua effige in bassorilievo e il suo nome scritto in caratteri greci. Per inciso, altre reliquie del personaggio, compatibili con queste, sono custodite nella Cattedrale di San Nicola a Bari.
San Tommaso, l’apostolo pessimista e dubbioso descritto in alcuni passi del Vangelo di San Giovanni, protettore degli architetti, dei geometri e dei muratori (perché pare che in India, oltre a diffondere il messaggio evangelico, si sia impegnato anche in attività edilizie) è il Patrono di Ortona. Si festeggia il primo sabato di maggio, con la cerimonia del cosiddetto “Perdono”, in ricordo dell’indulgenza plenaria che papa Sisto IV concesse ai numerosi pellegrini che visitavano la cattedrale. La domenica successiva, al simulacro del Santo portato in solenne processione per le vie della cittadina, vengono simbolicamente offerti i migliori prodotti alimentari della zona. In ricordo della traslazione delle reliquie, si allestisce anche una coloratissima sfilata di barche davanti al porto.
Scritta in data 6 luglio 2021
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

franco p
Roma, Italia600 contributi
S.Tommaso
ott 2020 • Amici
Distrutta e ricostruita. Meglio l'esterno che l'interno. Custodisce le spoglie di San Tommaso patrono della città.
Scritta in data 4 ottobre 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Claudio B
Bologna, Italia20 contributi
Molto bella!
giu 2020
Ricostruita dopo i bombardamenti dell'ultima guerra mondiale, ha conservato un suo fascino, conserva le reliquie di San Tommaso Apostolo, merita una visita accurata.
Scritta in data 25 settembre 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Flavio T
29 contributi
basilica Ortona
ago 2020
Bella veramente con diverse teche in particolare una nel altare sotto dove si custodiscono le reliquie di Tommaso apostolo.
Scritta in data 26 agosto 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Walther von der Vogelweide
Italia4.150 contributi
Chiesa imponente
ago 2020 • Coppie
Bella ed imponente Chiesa che, secondo tradizione, custodisce le spoglie mortali di San Tommaso, Apostolo di Gesù. Merita una visita.
Scritta in data 25 agosto 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Luciana B
50 contributi
Bella
ago 2020
Se capitate ad Ortona, vale la pena una visita alla Basilica, è molto bella e suggestiva, proprio nel centro storico.
Scritta in data 24 agosto 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Huaa
Bari, Italia857 contributi
Basilica intitolata al santo patrono di Ortona..
giu 2020
Magari poterla visitare dall'interno, nel primo pomeriggio era inesorabilmente chiusa ed abbiamo dovuto accontentarci della facciata (ricostruita a metà 20^ secolo). La chiesa è peraltro in fase di ristrutturazione dal 2018, come spiega il cartello esterno di autorizzazione dei lavori della Sovrintendenza (manca invece un cartello turistico di informazioni storiche sul manufatto che sembra essere costruito in un sito dove si sono sovrapposte una chiesa paleo-cristiana e poi una bizantina). Molto bello il portone ligneo incastonato in un portale bizantino arricchito da piccole colonne ai lati ed un bassorilievo sul frontone.
Scritta in data 26 giugno 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

ANDREA D
Pistoia, Italia2.722 contributi
BASILICA DI SAN TOMMASO APOSTOLO A ORTONA-CHIETI: CON UNA STORIA DI 75 ANNI
feb 2020
A Ortona, in provincia di Chieti, in Piazza San Tommaso la Basilica di San Tommaso Apostolo, ricostruita nel 1945 dopo la distruzione della Seconda Guerra Mondiale, si presenta in mattoncini rossi, con un unico grande portone contornato da piacevoli cornici in marmo, sormontato tre piccole statue e, più in alto, da un rosone, sulla destra, poco distante il campanile, all'interno cattura l'attenzione la Cupola posta sopra l'Altare.
Scritta in data 17 marzo 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

idea0158
Provincia di Pescara, Italia59 contributi
Tappa obbligatoria
gen 2019
Tappa obbligatoria per chi visita Ortona, ci sono i resti dell'apostolo Tommaso, da non perdere. Bellissimo.
Scritta in data 9 dicembre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

francesco z
Italy139 contributi
chiesa ricostruita interamente
set 2019
distrutta nella seconda guuerra mondiale è stata ricostruita petra su pietra, mantenendo la sua funzione di custodire le spoglie dell'apostoloTommaso. interessanti i grandi quadri con la storia dell'arrivo delle spoglie di San Tommaso.
Scritta in data 22 settembre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

1-10 di 96 risultati mostrati
Ci sono errori o manca qualcosa?
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Domande frequenti su Basilica di San Tommaso Apostolo


Ristoranti vicino a Basilica di San Tommaso Apostolo: Vedi tutti i ristoranti vicino a Basilica di San Tommaso Apostolo su Tripadvisor