Museo di Santa Giulia - World Heritage Site

Museo di Santa Giulia - World Heritage Site

Museo di Santa Giulia - World Heritage Site
4.5
10.00 - 18.00
Martedì
10.00 - 18.00
Mercoledì
10.00 - 18.00
Giovedì
10.00 - 18.00
Venerdì
10.00 - 18.00
Sabato
10.00 - 18.00
Domenica
10.00 - 18.00
Info
Durata: 1-2 ore
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Tour ed esperienze
Scopri diverse opzioni per esplorare questo posto.
Cos'è il premio Travellers' Choice?
Tripadvisor attribuisce un premio Travellers' Choice agli alloggi, alle attrazioni e ai ristoranti che ottengono recensioni molto positive dai viaggiatori in modo costante e si classificano nel 10% delle migliori strutture su Tripadvisor.
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.

Museo di Santa Giulia - World Heritage Site: i modi migliori per scoprire questo luogo di interesse e le attrazioni nelle vicinanze

La zona
Indirizzo
Contatta direttamente

Eseguiamo controlli sulle recensioni.
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare le linee guida della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema dovesse rilevare un problem, la recensione potrebbe essere rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità alle linee guida della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
4.5
Punteggio 4,5 su 51.543 recensioni
Eccellente
1.153
Molto buono
317
Nella media
50
Scarso
11
Pessimo
12

Angela D
Genova, Italia215 contributi
Punteggio 5,0 su 5
giu 2024 • Solo
Il complesso di Santa Giulia non è solo uno dei posti più belli e interessanti di Brescia, ma di tutta Italia. L' esperienza di visita consente di attraversare la storia della città dall'età del bronzo fino al governo della Serenissima e di ammirare capolavori imperdibili.
Scritta in data 9 giugno 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

MFaro
Italia2.542 contributi
Punteggio 5,0 su 5
mag 2024 • Coppie
Il Museo di Santa Giulia è fra i punti di maggiore interesse a Brescia e sicuramente un luogo da visitare se si è in città. Diverse le opere presenti, tante le sale e soprattutto il costo di accesso è ottimo, in proporzione all'esperienza vissuta.
Scritta in data 9 giugno 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

88monique
Milano, Italia11.343 contributi
Punteggio 5,0 su 5
apr 2024 • Coppie
Il museo di santa Giulia è allestito all' interno del monastero benedettino femminile di San Salvatore  Santa Giulia fondato nel 753  dal duca  Desiderio,  poi ultimo re dei Longobardi,  e dalla moglie Ansa di stirpe bresciana. Il monastero è iscritto nella lista del patrimonio mondiale UNESCO dal 25 giugno 2011. Segnaliamo le aree, a nostro avviso,  più significative del complesso museale.
La basilica di San Salvatore ,significativo esempio di architettura altomedioevale . Sorse con la funzione di  mausoleo della famiglia regale. Sotto il pavimento sono infatti  state ritrovate tre tombe appartenenti ai parenti maschi della regina Ansa.  Le navate sono distinte da colonne e capitelli ,  materiali di reimpiego di età classica e bizantina .  Le colonne lisce ed i capitelli corinzi sono di età romana e provengono dalla città antica ,  i capitelli a paniere  hanno  matrice bizantina . Da notare la decorazione a stucco che ricopre gli archi ed i sottoarchi con motivi ad intreccio , tralci vegetali e grappoli d' uva , la lastra di  ambone in marmo  risalente alla seconda metà del VIII secolo, raffigurante un pavone , simbolo della Resurrezione di Cristo,  il ciclo pittorico affrescato nel Cinquecento dal Romanino raffigurante episodi della vita di sant' Obizio da Niardo, santo che venne  accolto come oblato  presso il monastero di santa Giulia ove morì nel 1204 in odore di santità.
Una vera chicca il coro delle monache . L' aula superiore fu interamente decorata intorno al 1527 da Floriano Ferramola e Paolo da Caylina il giovane con episodi della vita di Cristo. La monumentale ed armonica Crocifissione, rappresentata sulla parete di fondo, è opera del Ferramola cui si devono anche gli affreschi della volta e del registro superiore delle pareti laterali raffiguranti episodi tratti dall' infanzia di Gesù mentre al Caylina e alla sua scuola è attribuita la decorazione  delle cappelle laterali . Sul lato opposto alla Crocifissione si staglia il prezioso  Mausoleo Martinengo in bronzo, marmo di Carrara , pietra di Verona , calcare grigio del Garda,  commissionato dai figli di Bernardino Martinengo all' orafo parmense Bernardino delle Croci.
L' oratorio di santa Maria in Solario, articolato su  due ambienti.  L' ambiente inferiore, utilizzato inizialmente come oratorio delle religiose, si presenta con volte a crociera ed un pilastro centrale di sostegno costituito da un' ara votiva romana .  Si osservano tre lastre in marmo con  un fregio a  girali e figure zoomorfe che fuoriscono da corolle di fiori  e la lipsanoteca con placche in avorio montate su un' anima in legno dal complesso programma iconografico realizzata da una bottega milanese alla fine del IV secolo. Vi sono raffigurate scene tratte dal vecchio e dal nuovo Testamento ed il ciclo  della Passione di Cristo. Si sale  quindi al piano superiore attraverso una ripida scaletta. Originariamente questo spazio   era accessibile alla sola badessa in quanto vi era custodito, all' interno di armadi in ferro ,  il tesoro del monastero. L' intera sala è decorata con affreschi opera di Floriano Ferramola e bottega databili tra il 1523 ed il 1524. Ci hanno colpito le scene della parete nord raffiguranti i principali episodi della vita di santa Giulia,  la volta del tiburio di colore blu lapislazzulo con stelle in ottone dorato ed, al centro, Dio Padre  ed un capolavoro di oreficeria carolingia risalente al IX secolo , la croce detta di  Desiderio. Quest' opera in lamina metallica su anima in legno ,  è ricoperta su entrambi i lati da gemme di vario tipo, cristalli di rocca, cammei, pietre semipreziose di epoche diverse. All' incrocio dei bracci due grandi medaglioni raffigurano  Cristo Pantocratore ed  Cristo in croce. Della sezione dedicata all' epoca  romana ricordiamo le teste , probabilmente raffiguranti imperatori di fine II- III secolo,  realizzate con la tecnica della cera persa e dorate con applicazioni di foglie d' oro ritrovate nell' intercapedine tra il colle Cidneo  ed il  tempio capitolino insieme alla statua della Vittoria alata, il  pettorale in bronzo, raro esempio di balteo giunto fino a noi, ed il ritratto di matrona di età flavia che si caratterizza per le numerose trecce finissime raccolte dietro la nuca ed una corona di riccioli sulla fronte. 
Da non perdere le domus dell' Ortaglia, in uso dal I al IV secolo, con  pavimenti a mosaico, pareti affrescate,  cortili, portici , fontane. La domus di Dionisio deve il suo nome  al mosaico del triclinium  raffigurante il dio disteso su una roccia coronato di foglie di vite e grappoli d' uva . Ai suoi piedi è raffigurata una pantera , suo animale sacro,  ed , ai lati, due kantharoi, grandi  vasi  per il vino , da cui escono  tralci d' edera e grappoli violacei. Sulle pareti si trovano   affreschi con maschere teatrali,  volatili, piante ornamentali, pesci e conchiglie.  La domus delle Fontane presenta diversi  ambienti con ricchi apparati decorativi in molti dei quali è attestata la presenza di fontane in marmo. Bello il pavimento della sala delle Colonne con tappeti policromi impreziositi da colonne in pietra calcarea. Nel mosaico centrale si possono osservare maschere teatrali, fiori , frutta e piante.  Si tratta probabilmente di una sala di rappresentanza , destinata all' accoglienza degli ospiti e  testimonianza della ricchezza e della cultura  del proprietario. Merita menzione anche il grande mosaico proveniente dalla domus di via San Rocchino con maschere teatrali, amorini, fiori stilizzati, nodi di Salomone, delfini, uccelli acquatici,  coccodrilli.
Altre sezioni sono dedicate all' età tardoantica, alle necropoli romane, ai Longobardi e ai  Carolingi, all' età dei Comuni e delle Signorie, all' età veneta.  I reperti esposti sono indubbiamente di grande bellezza ed interesse. L' unica nota negativa l' organizzazione museale non sempre chiara. Passando da una sezione all' altra infatti, se non si segue con attenzione la cartina , si rischia di perdere alcune sale.
Visitata la chiesa di san Salvatore consigliamo di non uscire nel chiostro ma di  salire le scale per accedere al coro delle Monache che non è accuratamente segnalato . Successivamente ritornare in chiesa per proseguire oltre la porta a vetri, non facilmente visibile,  ed entrare  nella sezione veneta per proseguire il percorso.
Visita molto interessante da non perdere. 
Scritta in data 19 maggio 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

cinziaew
Dolo, Italia15 contributi
Punteggio 3,0 su 5
mag 2024 • Coppie
Meravigliosa la prima parte dove c 'era la croce di Desiderio peccato essere stati poco comunque spero un giorni di tornare
Scritta in data 4 maggio 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

vai0
Torino, Italia1.978 contributi
Punteggio 5,0 su 5
apr 2024 • Amici
Nonostante in questo museo siamo quasi di casa dal tempo delle mostre organizzate da Gonin ogni volta che lo visitiamo ne rimaniamo piacevolmente colpiti e quando come in questo caso accompagniamo dei nostri amici che lo vedono per la prima volta ascoltiamo piacevolmente i loro commenti entusiastici.
Scritta in data 14 aprile 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Mauro C
36 contributi
Punteggio 5,0 su 5
apr 2024 • Coppie
Ottimo museo che raccoglie tesori come la croce di desiderio e la cappella. Molto bella anche la parte romana. Sicuramente merita la visita
Scritta in data 13 aprile 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Giuliana S
Borgosesia, Italia964 contributi
Punteggio 5,0 su 5
mar 2024 • Coppie
Agli appassionati di arte antica potrebbe non bastare una mezza giornata per visionare per intero questo enorme complesso. Tra l’altro è assolutamente consigliabile l’uso della cartina fornita in biglietteria per non rischiare di perdersi alcune parti. Sì va dall’età romana prima di Cristo fino al Rinascimento ed oltre, con una profusione di pitture, sculture, oggetti sacri e non. Domus romane e conventi longobardi con una sintesi di architettura classica, longobarda e bizantina. Sono presenti oggetti davvero preziosi, quali una lipsanoteca o una raffinata lastra di marmo con scolpiti un pavone e della vite. Assolutamente da vedere.
Scritta in data 2 aprile 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Mario I
4 contributi
Punteggio 5,0 su 5
dic 2023 • Famiglia
Siamo venuti apposta per vedere la Vittoria alata. Abbiamo fatto lo story game della Questo app e, siccome ci è piaciuto tantissimo, volevamo vedere la statua della storia! Contentissimi!
Scritta in data 28 gennaio 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

giuseppe p
Garlate, Italia12 contributi
Punteggio 5,0 su 5
dic 2023 • Famiglia
Un museo e sito archeologico assolutamente da non perdere, un autentico tuffo nel passato tra epoca romana e longobarda
Scritta in data 30 dicembre 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

chiara
Campodarsego, Italia3 contributi
Punteggio 3,0 su 5
dic 2023 • Famiglia
Area archeologica bene organizzata e sorprendente per una visita anche in autonomia. Il Museo di Santa Giulia merita invece di essere valorizzato con percorsi meglio indicati. È talmente vasto che si rischia di perderne il valore. Organizzazione da rivedere
Scritta in data 28 dicembre 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

1-10 di 1.326 risultati mostrati
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
È il tuo profilo Tripadvisor?
Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.
Richiedi il profilo

MUSEO DI SANTA GIULIA - WORLD HERITAGE SITE: Tutto quello che c'è da sapere (AGGIORNATO 2024) - Tripadvisor

Tutti gli hotel: BresciaOfferte di hotel: BresciaHotel last minute: Brescia
Brescia: tutte le attività
Teatri e concerti a Brescia
RistorantiVoliCase vacanzaStorie di viaggioCrociereAutonoleggio