Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Vuoi gli hotel ai prezzi più bassi? Sei nel posto giusto. Controlliamo per te oltre 200 siti.
Mappa
Satellite
Gli aggiornamenti della mappa sono stati sospesi. Ingrandisci per vedere informazioni aggiornate.
Reimposta lo zoom
Aggiornamento della mappa in corso...
Come arrivarci
Indirizzo: Piazza del Duomo 1 | Ingresso Palazzo Vescovile, 52100, Arezzo, Italia
Numero di telefono:
+39 0575 402 7268
Sito web
Oggi
10:00 - 17:00
Ora chiuso
Vedi tutti gli orari
Orario:
mer - lun 10:00 - 17:00
Descrizione:

La storia di questo Palazzo coincide, in gran parte, con le vicende della...

La storia di questo Palazzo coincide, in gran parte, con le vicende della chiesa aretina. Nel 1256, il vescovo Guglielmino degli Ubertini si trasferì in questo edificio da lui fatto costruire di fronte alla prima cattedrale urbana di San Pietro maggiore. In questo Palazzo, nel 1276, fu ospitato papa Gregorio X, di ritorno dal secondo Concilio di Lione, il quale prima della morte avvenuta in città il 10 gennaio, donò 30.000 fiorini d’oro per la costruzione della nuova Cattedrale. I successori di Guglielmino proseguirono nell'opera di trasformazione del Palazzo e a partire dal 1595 il vescovo Pietro Usimbardi (1589-1611) ne promosse una radicale ristrutturazione per assimilare la sua dimora a quella dei palazzi signorili dell’epoca, affidando la decorazione a ‘fresco’ del piano nobile al pittore aretino Teofilo Torri. Oggi il Palazzo mantiene in gran parte le connotazioni assunte con le trasformazioni operate tra Sei e Settecento. Nel piano nobile, alle sale affrescate, si susseguono, la Sala della Stufa, e le Sale Rossa, Gialla e Verde caratterizzate, oltre che dal colore della tappezzeria, dalla prestigiosa Quadreria vescovile con opere databili tra il XVI e il XIX secolo. Dal 2011, nelle cinque sale al piano terreno, si sviluppa la collezione del Mudas Museum che offre suggestive testimonianze di arte e fede dell’antica Diocesi aretina, dai primitivi crocifissi lignei, a codici miniati, affreschi di Spinello Aretino e di Bartolomeo della Gatta, dipinti in tavola e in tela – come l’Annunciazione di Andrea di Nerio e lo stendardo di Giorgio Vasari -, sculture in terracotta policroma e in legno, oltre a preziose testimonianza di arte orafa. Il piano nobile è stato inserito all’interno del percorso museale nel 2016, grazie all’installazione di un moderno ascensore che rende accessibile la visita alle sale affrescate, alla prestigiosa quadreria vescovile e della camera dei Papi dove sono stati ospitati anche recentemente il santo Giovanni Paolo II e il papa emerito Benedetto XVI; i nostri ospiti potranno inoltre godere della presenza in ciascun ambiente di pannelli esplicativi e di approfondimento sulle stanze, gli affreschi e i dipinti della quadreria, non solo in lingua italiana ma anche in francese e inglese, per garantire la maggiore fruizione possibile delle opere che il Palazzo vescovile offre.

Leggi il seguito

Aspetti migliori evidenziati dai contributori di TripAdvisor

Leggi tutte le 17 recensioni
Valutazione dei visitatori
  • 3
    Eccellente
  • 6
    Molto buono
  • 1
    Nella media
  • 1
    Scarso
  • 0
    Pessimo
grazioso museo troppo trascurato, unici visitatori

museo allestito in modo razionale e chiaro,didascalie esaurienti ma mancano traduzioni nelle lingue straniere, gentile e disponibile la ragazza all'ngresso, presenta un discreto Leggi il seguito

Punteggio 4 su 5Recensito 2 settimane fa
Alberto552014
,
Roma, Italia
Aggiungi foto Scrivi una recensione

17 recensioni della community di TripAdvisor

Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altro
Filtrato da: Italiano
Roma, Italia
Contributore livello
10 recensioni
7 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 3 voti utili
Punteggio 4 su 5 Recensito 2 settimane fa

museo allestito in modo razionale e chiaro,didascalie esaurienti ma mancano traduzioni nelle lingue straniere, gentile e disponibile la ragazza all'ngresso, presenta un discreto numero di opere di arte sacra di varie epoche compresa una piccola quadreria sei-settecentesca e non trascurerei l'ampio ciclo di affreschi sul tema del nuovo testamento, ben conservat,,ni del 1603 di Teofilo Torri, artista non eccelso ma... Altro 

È utile?
Grazie, Alberto552014
Contributore livello
15 recensioni
7 recensioni per questa attrazione
Punteggio 4 su 5 Recensito il 16 agosto 2016

è un completamento di quello che si è visto nelle chiese da Piero della Francesca al Vasari o Cimabue e altri artisti rinascimentali .

È utile?
Grazie, Remigio S
Imperia, Italia
Contributore livello
972 recensioni
748 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 219 voti utili
Punteggio 4 su 5 Recensito il 18 giugno 2016

visto che si tratta di un museo davvero non molto grande,ma comunque merita la visita perché vi sono esposte opere davvero molto belle.Splendidi gli antichi crocifissi.Interessante anche la visita dell'edificio in se con belle sale e gradevole allestimento.Si trova proprio di fronte al duomo

È utile?
Grazie, Lucia c
MuDAS M, Responsabile reception alle Mudas Museum e Palazzo Vescovile, ha risposto a questa recensione.

Gentilissima, La ringraziamo per i suoi commenti riguardo alle nostre opere e all'allestimento. Per quanto riguarda l'ingresso, considerando gli spazi e il personale, lo abbiamo considerato il minimo per permettere l'apertura e la fruizione del museo. La ringraziamo ancora Altro 

Santarcangelo di Romagna, Italia
Contributore livello
774 recensioni
486 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 188 voti utili
Punteggio 4 su 5 Recensito il 24 maggio 2016

Questo bel museo si trova nel Palazzo Vescovile proprio davanti alla Cattedrale. In circa una ventina di sale sono esposti capolavori d'arte sacra provenienti da varie chiese e monasteri aretini, tra cui crocifissi, una stupenda Annunciazione di Spinello Aretino, opere di Luca Signorelli, Vasari, Bartolomeo della Gatta ed altri degnissimi artisti toscani.

È utile?
Grazie, Stefano G
Taranto, Italia
Contributore livello
131 recensioni
62 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 41 voti utili
Punteggio 3 su 5 Recensito il 17 ottobre 2015 tramite dispositivo mobile

Situato di fronte al duomo, il Mudas presenta poche opere, ma di eccezionale fattura. L'allestimento non è male. Il museo è davvero piccolo: si visita tutto in massimo venti minuti, ma consiglierei comunque di passare!

È utile?
1 Grazie, Antorre
MuDAS M, Responsabile reception alle Mudas Museum e Palazzo Vescovile, ha risposto a questa recensione.

Gentilissimo, dal 2015 sono cambiate molte cose. Il piano terra presenta la stessa collezione che ha visitato. Oltre a esso, quest'anno è stato aperto anche il Piano Nobile, con affreschi di Teofilo Torri realizzati tra il 1601 e il 1608 e parte della quadreria. Se passerà nuovamente da qui, aspetteremo i Suoi nuovi commenti! Altro 

Torino, Italia
Contributore livello
49 recensioni
23 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 26 voti utili
Punteggio 4 su 5 Recensito il 13 settembre 2014

visitando il Duomo di S Donato non perdete il museo Diocesano, non contiene molte opere ma quelle presenti sono tutte di altissimo valore, anche ben esposte e presentate, i tre crocefissi lignei sono stupendi!

È utile?
2 Grazie, diogene55
Arezzo
Contributore livello
25 recensioni
13 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 16 voti utili
Punteggio 5 su 5 Recensito il 24 agosto 2014

Un luogo cosi di silenzio e di pace non l'avevo mai visitato. Mi ha colpito molto i dipinti del Vasari bellissimi!! di notevole importanza .Consiglio a chi viene ad Arezzo di visitare il museo Diocesano

È utile?
1 Grazie, lacasadellerose
Arezzo, Italia
Contributore livello
1.175 recensioni
667 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 578 voti utili
Punteggio 2 su 5 Recensito il 7 febbraio 2014

Il nome è di quelli che fa sorridere. Primeggiando nel nostro provincialismo assonnato, a qualcuno è venuta la brillante idea di usare un acronimo MUseo Diocesano di Arte Sacra per ribattezzare il Museo Diocesano di Arezzo. Applausi. Dopo il Mart, il Madre, il Macro, il Maxxi...potevamo noi aretini non cercare di abbindolare qualche turista con qualche espediente di marketing dabbene..?... Altro 

È utile?
Grazie, paolo b
Milano, Italia
Contributore livello
26 recensioni
21 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 15 voti utili
Punteggio 5 su 5 Recensito il 1 agosto 2013

Piccolo Museo ma ben curato, la Mostra in corso era impreziosita dalla deposizione di Rosso Fiorentino proveniente da Sansepolcro.

È utile?
1 Grazie, ERNESTINO D
Firenze, Italia
Contributore livello
107 recensioni
16 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 46 voti utili
Punteggio 5 su 5 Recensito il 2 luglio 2012

una incredibile atmosfera, che ispira un'enorme senso di pace!

È utile?
Grazie, Sissipissi

Gli utenti che hanno visto Mudas Museum e Palazzo Vescovile hanno visto anche

Arezzo, Provincia di Arezzo
 

Conosci Mudas Museum e Palazzo Vescovile? Condividi la tua esperienza!

È il vostro profilo TripAdvisor?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato,
rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo

Domande e risposte

Domande? Ricevi risposte dal personale della struttura Mudas Museum e Palazzo Vescovile e dai visitatori precedenti.
Regolamento per la pubblicazione
Domande frequenti:
  • Devo acquistare un biglietto per il mio bimbo?
  • In che modo si può raggiungere l'attrazione con i trasporti pubblici?
  • C'è un ristorante o un caffè sul posto?