Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di Tripadvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Valle del Treja

367 recensioni

Valle del Treja

367 recensioni
Ottieni l'esperienza completa e prenota un tour
Consigliati
I tour e le attività più richiesti
Esperienze nelle vicinanze
Altre esperienze a Calcata
Cooking class e passeggiata a Calcata
109,24 USD per adulto
Vista completa
Località
Contattaci
piazza Vittorio Emanuele II, 4, 01030 Calcata Italia
Scopri la zona
Gita di un giorno con partenza da Roma: Lago di Bracciano e aree circostanti
Tour storici e dei patrimoni culturali

Gita di un giorno con partenza da Roma: Lago di Bracciano e aree circostanti

6 recensioni
Abbandona il chiasso cittadino ed effettua questa piacevole e istruttiva escursione di un giorno intero nella campagna laziale con una gita al lago di Bracciano. Scopri la bellezza della zona e conosci la storia, l'archeologia, l'arte e la natura.
272,32 USD per adulto
367recensioni3domande e risposte
Valutazione
  • 169
  • 135
  • 36
  • 20
  • 7
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altro
Filtri selezionati
  • Filtra
  • Italiano
Rosanna L ha scritto una recensione a 10 apr
1 contributo
È un posto molto bello ,con una ricchezza di piante fiori e animali selvatici veramente mirabile,tenetela bene perché è veramente un pezzetto di Paradiso, ho incontrato la ghiandaia, l'airone Cinerino,la Garzetta e ben due biacchi ,uno ha salito con me la scaletta delle Fonti di Virgilio...uno se ne stava bello arrotolato al sole al lato del sentiero...ero sola e i fiori del sottobosco,polmonarie, anemoni,ciclamini,primule e tanti altri di cui non conosco il nome con il loro profumo e colore mi hanno indotto uno stato di trance..... è stato bellissimo,credevo da un momento all'altro,che l'unica cosa che mi mancasse fosse incontrare uno gnomo ,un folletto, una eterea fata dei boschi...... purtroppo non ho avuto questa fortuna....
Scopri di più
Data dell'esperienza: aprile 2021
Utile
Condividi
claudio d ha scritto una recensione a mar 2021
Viterbo, Italia16.180 contributi1.688 voti utili
+1
A settembre 2015 avevo già fatto una recensione su questa attrazione, ma all'epoca mi ero concentrato sul piccolo borgo di Calcata, in quanto per quest'ultimo non c'era uno specifico profilo; visto che adesso le 2 attrazioni sono distinte e ciascuna presente su Trip con una specifica voce, dopo essermi recato di nuovo in questi luoghi, ho riscritto la mia recensione, separando le 2 esperienze (quella per la visita del borgo di Calcata e quella sulla valle del Treja in generale). Nella valle del Treja è stato ricavato un parco regionale di discrete dimensioni (oltre 600 Ha) che dall'area di Monte Gelato, a sud-ovest di Mazzano Romano, seguendo il sinuoso corso del Treja, arriva fino alla via Narcense, a nord di Calcata. Il parco è segnato da una fitta rete di sentieri che permettono da un lato il raggiungimento di siti archeologici (i rilievi della Valle del Treja, come Narce, Monte Li Santi, Pizzo Piede, furono abitati fin da epoca falisca e anche prima) e dall'altro permettono di apprezzare le bellezze naturalistiche, in primis rappresentati dalle forre scavate dal Treja e dai fossi suoi affluenti, in cui cresce una grande varietà di flora ed è ospitata altrettanta grande varietà di fauna (quest'ultima più difficilmente osservabile, come intuibile). All'interno del parco vi sono poi i 2 paesi di Calcata e Mazzano Romano con i loro piccoli e pittoreschi borghi storici; in particolare suggestivo quello di Calcata, il quale risulta apprezzabile soprattutto quando visto dalle alture intorno, raggiungibili appunto con i citati sentieri. Il protagonista principale del parco è comunque il fiume Treja, che scorre talvolta tranquillo e altre volte invece più tumultuoso, con i massi e la vegetazione a fargli da contorno, e le cascate che alimenta, nei pressi di Monte Gelato, costituiscono sicuramente l'aspetto più conosciuto di questa vallata. Alcuni sentieri sono brevi (come lo 015 che porta a Narce, anche se il tratto inziale si presenta impervio o come lo 021, un anello intorno al parcheggio di Monte Gelato), o brevissimi (come lo 018, che dalla strada delle Rote porta al Cavone di Monte Li Santi), altri sono invece molto lunghi, come lo 001, che collega le cascate di Monte Gelato a Mazzano Romano; gli altri si collocano in una via di mezzo ed in genere sono tutti facilmente percorribili. Con una combinazione di più sentieri si può giungere a Calcata da Mazzano Romano (ad esempio con il sentiero 002, poi prendendo lo 019 e quindi lo 009: quest'ultimo è però al momento interrotto nel tratto che sale a Calcata, mentre è percorribile nel tratto che sale a S.Maria di Castelvecchio; oppure con il sentiero 007, poi lo 012, quindi un tratto della strada delle Rote, poi il sentiero 011 e quindi il sentiero 014). Non ho percorso tutti i sentieri ma una buona parte sicuramente sì. Per la mia esperienza mi è piaciuto il tratto iniziale del sentiero 001, quando costeggia il Treja fino alla confluenza del fosso dello Stramazzo (da qui consiglio di fare il sentiero 004 che risale il citato fosso fino alla così detta Fonte di Virgilio); al momento non è possibile iniziare lo 001 direttamente dal Treja, in quanto si interrompe nel punto in cui in origine iniziava ad arrampicarsi su una rupe alla sx idrografica del fiume; dal lato sx delle cascate di Monte Gelato bisogna pertanto ritornare sulla strada asfaltata e prendere il nuovo itinerario che si inoltra nei campi a dx della strada pochi metri dal ponte (la deviazione è comunque segnalata); dopo essere saliti su un pianoro il sentiero inizia a scendere verso la forra del Treja e si ricongiunge con il tracciato originario che veniva dalle cascate; consiglio comunque, prima di proseguire verso Mazzano Romano, di tornare indietro sul tracciato originario fin dove possibile (ovvero fino alla grande ansa del Treja conosciuta come Isola dell'Orso), in quanto si attraversa un'area molto umida con interessanti scorci. Anche il sentiero 011, che costeggia da un lato la collina di Monte Li Santi e dall'altro il fosso della Mola di Magliano, risulta molto gradevole nel tratto in discesa verso il fosso (venendo dalla strada delle Rote); simpatico poi il ponte dondolante sul Treja che mette in comunicazione la strada delle Rote con il sentiero 002; molto belle le viste della rupe di Calcata Vecchia dall'acropoli di Narce (raggiungibile col sentiero 015) e da S.Maria di Castelvecchio (raggiungibile dal sentiero 009 o, molto più agevolmente, da Mazzano Romano tramite via delle Vignacce, percorribile in auto); forse offre meno spunti di altri ma lo 019 è sicuramente tra i più facili da percorrere; spettacolare invece il sentiero 016, specie nel tratto che costeggia il canyon del fosso del Peccato: bisognerebbe, quando vi è poca portata d'acqua, inoltrarsi direttamente entro il canyon, dalle spettacolari pareti altissime e strettissime, ma non esiste un sentiero allo scopo; qui si esce dall'escursionismo facile e guidato e si entra in quello avventuroso: bisogna cercarsi la via, sempre che ci sia ancora, per risalire il fosso, fino alla cascata finale, e sarà mia cura cercarla prossimamente, non appena finirà questo lock down.
Scopri di più
Data dell'esperienza: marzo 2021
Utile
Condividi
Navigate795372 ha scritto una recensione a set 2020
3 contributi3 voti utili
Il Paesino è bellissimo,la nota negativa è che è un paesino sporco,alcune vie si sentiva l odore di urina, specialmente in alcune arcate , ci simo mangiati una pizzetta, massimo due ore e siamo andati via una delusione, c ero stato 10 anni fa ed era meglio allora, oggi sono deluso,peccato,per i parcheggi 2 euro all'ora oppure 8 euro tutta la giornata, non è così che si sfrutta la gente che viene sicuramente non ci ritornerò.
Scopri di più
Data dell'esperienza: settembre 2020
1 voto utile
Utile
Condividi
attilio s ha scritto una recensione a set 2020
Roma, Italia189 contributi206 voti utili
Da vedere le cascate a margine della valle del treja anche se domenica erano affollatissima. Buono il parcheggio.
Scopri di più
Data dell'esperienza: settembre 2020
3 voti utili
Utile
Condividi
candykikka ha scritto una recensione a set 2020
Roma, Italia61 contributi45 voti utili
Salve, sono venuta 2 anni fa a visitare le cascate di monte gelato e andando a mangiare nell area pic nic dell agriturismo Treja. Quest anno... Brutta sorpresa ma non per il Covid per carità.. Per la gestione pubblica ovviamente dell area vicino la cascata oramai ridotta all osso, super vigilata e di natura ormai poco e niente.. Il percorso inesistente obbligatoria mascherina e divieto di sosta.. Ma non è finita qui. Per andare al bagno o prendere un semplice caffè si pagano 10 euro non scherzo per entrare nell area dell agriturismo.. Dove molti seduti a terra con i loro panini facevano il bivacco che a 100 metri era vietato.. Non è finita per andare a parcheggiare nel parcheggio comunale almeno gratis.. Si alza un polverone assurdo mentre la gente cammina per scendere o salire verso le cascate ormai super monitorate,! Diciamo che sono letteralmente scappata. Grazie
Scopri di più
Data dell'esperienza: settembre 2020
1 voto utile
Utile
Condividi
Indietro