Chiesa di San Francesco di Paola

Chiesa di San Francesco di Paola

Chiesa di San Francesco di Paola
4.5
Siti storiciSiti religiosiMonumenti e statueChiese e cattedrali
Info
Durata: Meno di 1 ora
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Tour ed esperienze
Scopri diverse opzioni per esplorare questo posto.
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
La zona
Indirizzo
Quartiere: Politeama
Contatta direttamente

Eseguiamo controlli sulle recensioni.
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare le linee guida della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema dovesse rilevare un problem, la recensione potrebbe essere rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità alle linee guida della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
4.5
Punteggio 4,5 su 524 recensioni
Eccellente
12
Molto buono
11
Nella media
1
Scarso
0
Pessimo
0

claudio d
Viterbo, Italia39.346 contributi
Punteggio 4,0 su 5
mar 2024 • Coppie
La chiesa si affaccia sul lato orientale dell'omonima piazza che si trova appena fuori del centro storico, poco a nord di Porta Carini. Edificata nel corso del XVI secolo, fu inizialmente impostata con uno stile tardo gotico-catalano, ma con il passare degli anni, a seguito del mutamento che stava avvenendo nel gusto architettonico, la chiesa quando fu ultimata, nel 1594, aveva assunto un aspetto manierista e il ricordo del primo periodo residua solo nelle volte costolonate della navata o nell'interno della cupoletta della seconda cappella di dx. All'esterno la facciata non può certo definirsi monumentale o comunque appariscente (più che altro nella piazza catturano l'attenzione i grandi ficus magnolioidi del giardino centrale): l'unico elemento di un certo interesse può forse essere il portale dal timpano spezzato, per la presenza delle tre statue di Giacomo Gagini (figlio del più noto Antonello).
Una volta varcato l'ingresso, invece, si viene accolti da uno sfarzosissimo interno (unica navata con 5 profonde cappelle intercomunicanti per lato, più transetto e presbiterio affiancato da altre due cappelle), dove tra i molti dipinti, statue e monumenti funebri sparsi tra le cappelle, emergono con prepotenza i tanti stucchi, affreschi e marmi mischi e policromi della decorazione barocca eseguita tra il XVII e il XVIII secolo. Non ho rilevato singoli capolavori, così come alcune cappelle sono più appariscenti di altre, ma quello che colpisce, come detto. è nell'insieme tutto l'apparato decorativo, che rende spettacolare l'interno. Pur non trovandosi sicuramente tra i consueti itinerari turistici, è una chiesa che consiglio di visitare perchè, tra quelle gratuite, è senz'altro da annoverare tra le più belle.
Scritta in data 27 marzo 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Raffaele I
Messina, Italia6.772 contributi
Punteggio 4,0 su 5
gen 2023
La chiesa è veramente bella, come gran parte delle chiese di Palermo sono dei veri e propri gioielli d'arte.
Scritta in data 9 gennaio 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

salvatore700
Magenta, Italia9.305 contributi
Punteggio 5,0 su 5
ott 2022
Facciata con due alte paraste in bugnato, divisa in tre ordini da cornicioni, il portale costituito da lesene, sul lato destro il campanile. Interno a navata unica con profonde cappelle laterali, architettura tardo gotica caratterizzata da interventi manieristici e addobbi barocchi con ricchi affreschi, stucchi, decorazioni in marmi policromi. Soffitto con volte a crociera, vele con affreschi e costolature ornate, finestre laterali.
Scritta in data 21 novembre 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

giuseppe Campo
Sona, Italia630 contributi
Punteggio 4,0 su 5
set 2021 • Amici
Ci sono stato per il matrimonio di mia cugina. Sono rimasto davvero esterefatto dalla bellezza di questa chiesa. trovare un parcheggio nei dintorni è un odissea..
Scritta in data 30 settembre 2021
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

LVPa53
Palermo, Italia7.014 contributi
Punteggio 4,0 su 5
gen 2021
Questa chiesa, sede d'incontro di molti fedeli devoti a San Francesco di Paola, cui è dedicata, sorge nel luogo in cui la tradizione vuole che fosse stata sepolta Santa Oliva, una delle quattro patrone di Palermo, prima che Santa Rosalia ne prendesse il posto. Là dove sorgeva una chiesetta in onore di S. Oliva, cominciarono i lavori di costruzione dell'attuale chiesa dei Frati Minimi di San Francesco di Paola, con annesso convento, attualmente sede di una caserma. I lavori terminarono nel 1594. L'interno della chiesa presenta una sola navata con cappelle a destra e a sinistra, di differenti profondità. Nella seconda cappella a destra si conserva il "pozzo di Sant'Oliva", tradizionalmente luogo di sepoltura della Santa, che però non ho potuto ammirare perchè vi era ancora allestito il Presepe che lo nascondeva. Degno di nota, nell'ultima cappella a destra prima dell'altare maggiore, il sarcofago di Stefania Branciforti, principessa di Trabia, Scordia e Butera, opera di Valerio Villareale. Il fulcro della chiesa, a mio parere, è la cappella con la statua argentea di San Francesco di Paola che conserva le sue reliquie: un frammento di costola, un lembo del suo saio e il bastone che, secondo la tradizione, gli avrebbe permesso di attraversare lo stretto di Messina, con il mantello steso sull'acqua come un'imbarcazione. Davanti a questa cappella rimane accesa una lampada, giorno e notte, per ricordare il miracolo della lampada ad olio di San Francesco di Paola, avvenuto nel 1568: in tempi di grande carestia d'olio, i frati avevavo spento più volte tutte le lampade in chiesa, tranne quella del Santissimo Sacramento, eppure quella del Santo continuava miracolosamente ad ardere. La chiesa è stata recentemente restaurata, dal 2013 al 2014. Consigliata la visita; l'ingresso è gratuito.
Scritta in data 17 gennaio 2021
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Enzo
Sliema, Malta13 contributi
Punteggio 4,0 su 5
ott 2019 • Famiglia
Chiesa spettacolare, colpo d’occhio fantastico; abbiamo voluto rivivere le emozioni vissute venticinque anni prima nel giorno del nostro matrimonio. Grazie anche alla simpatia di padre Giorgio è stato un giorno indimenticabile.
Per le bellezze architettoniche della chiesa consiglio un flash su internet
Scritta in data 19 ottobre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Massimiliano R.
Palermo, Italia24 contributi
Punteggio 5,0 su 5
nov 2018 • Coppie
Bellissima ed antica Chiesa,La struttura tardo rinascimentale è caratterizzata da addobbi barocchi ricchissimi di affreschi, stucchi, decorazioni in marmi mischi e policromi. L'interno d'impianto a croce latina mostra un'unica navata fiancheggiata da profonde cappelle intercomunicanti.
Francesco da Paola è stato un religioso italiano, proclamato santo da papa Leone X il 1º maggio 1519. Eremita, ha fondato l'Ordine dei Minimi.
Scritta in data 30 aprile 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Paolo
Palermo, Italia1.119 contributi
Punteggio 4,0 su 5
ott 2018 • Coppie
Le vie dei tesori propongono anche questa chiesa cinquecentesca, appena restaurata. Qui, secondo la tradizione, sarebbe stata sepolta la compatrona di Palermo, prima di essere “spodestata” da santa Rosalia. E, infatti, la piazza dov’è ubicata la chiesa si chiama proprio Santa Oliva. L’interno è prevalentemente barocco, ricco di decorazioni e bianchi stucchi. Da vedere sicuramente.
Scritta in data 8 ottobre 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Giusi L
82 contributi
Punteggio 5,0 su 5
set 2018 • Amici
"U Santu Patri" (ossia, il Santo Padre San Francesco di Paola) è molto venerato in città e pertanto, per via delle continue celebrazioni, è un pò difficile scattare delle foto all'interno della chiesa a lui intitolata. Per un caso fortuito ci sono riuscita, dopo molteplici tentativi. La chiesa è molto bella e ricca, apprezzata e conosciuta dai più ed anche la storia la conosciamo un pò tutti. Il tempio sorge in una zona al di fuori delle antiche mura di Palermo, sulla precedente chiesa di S. Oliva ceduta nel 1518 ai frati minimi (ovvero: ultimi) di S. Francesco di Paola. Una volta in possesso dei frati, la piccola chiesa della nostra compatrona (S. Oliva era una delle quattro patrone di Palermo prima di S. Rosalia) venne rasa al suolo e quindi si edificò il tempio che si arricchì di addobbi e di tesori, grazie alle ingenti donazioni del Senato, dell'aristocrazia e del popolo. Si possono ammirare opere stupende, che lasciano davvero senza fiato: dalla statua settecentesca d'argento del Santo, che viene annualmente portata in processione per la sua festa (ad opera degli argentieri Antonino e Placido Carini) ai marmi o ai dipinti di Vito D'Anna oppure dello Zoppo di Gangi. Le volte sono incantevoli e ogni cappella ha le sue ricchezze, con dipinti, statue, stucchi, decorazioni e monumenti sepolcrali. Parecchi dei quali a firma di grandi nomi, come Antonio Gagini, Giacomo Gagini, Lorenzo Pennino, Gaspare Serenari o Alessandro D'Anna (figlio di Vito). Ma personalmente io rimango attratta dal pozzo di S. Oliva, situato nell'omonima cappella, all'interno del quale tradizionalmente si racconta che sia stato sepolto il corpo della Santa da alcuni cristiani palermitani che erano riusciti a trafugarlo a Tunisi, dove ella venne martirizzata. Poi mi affascina la reliquia del bastone di S. Francesco di Paola, collocato nella cappella dove c'è anche un suo busto, creazione di Vincenzo Gagini. Però è di grande effetto anche il suo simulacro ligneo, posto all'interno di un reliquiario intagliato. Ritornando al bastone, mi piace ricordare il miracolo del Santo che attraversò lo Stretto di Messina, utilizzandolo come timone sul suo mantello steso sul mare.
Scritta in data 3 ottobre 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

redgingerouge
40 contributi
Punteggio 5,0 su 5
set 2018 • Coppie
Abbiamo visto la chiesa dal balcone del b&b dimora centrowell dove abbiamo soggiornato una settimana e ci siamo incuriositi. Che bella sorpresa! La chiesa é stupenda.. magnifica! Ricca e armoniosa! Merita una visita!
Scritta in data 22 settembre 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

1-10 di 21 risultati mostrati
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
È il tuo profilo Tripadvisor?
Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.
Richiedi il profilo

Chiesa di San Francesco di Paola (Palermo) - Tripadvisor

Attività a Palermo
Gite di un giorno a Palermo
RistorantiVoliCase vacanzaStorie di viaggioCrociereAutonoleggio