La Kalsa
Cosa dicono le persone

Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Tour ed esperienze
Scopri diverse opzioni per esplorare questo posto.
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.

La Kalsa: i modi migliori per scoprire questo luogo di interesse e le attrazioni nelle vicinanze

La zona
Quartiere: Palazzo Reale

Eseguiamo controlli sulle recensioni.
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare le linee guida della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema rileva un problema, la recensione viene rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità alle linee guida della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
4.0
Punteggio 4,0 su 594 recensioni
Eccellente
34
Molto buono
45
Nella media
9
Scarso
2
Pessimo
4

Piterco5
642 contributi
Punteggio 3,0 su 5
ott 2023 • Amici
Siamo venuti qui per lui, ovviamente. E la sosta davanti alla casa in cui è nato è una tappa d’obbligo per chi conosce la storia tormentata di quest’isola e della nostra penisola.. Quello che sarà il Santo di via D’Amelio è nato qui, nell’appartamento sopra la farmacia del padre, poco lontano dallo Zen.. altro quartiere simbolo di Palermo.
Scritta in data 22 ottobre 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

P L
Milano, Italia59 contributi
Punteggio 1,0 su 5
ago 2023 • Coppie
Palermo ? Alte aspettative ma La peggiore città che abbia mai visto ( da foggiano ) . Partiamo dall’incubo numero 1 : il traffico . Strade larghe 15 metri senza segnaletica orizzontale , ognuno va dove crede a velocità folli . Segnaletica Verticale ? Questa scocnosciuta . Stai facendo la tua rotonda da persona normale e ti vedi sfrecciare ondate di macchine che hanno lo stop immettendosi nella rotonda senza un senso e obbligandoti a fermarti se non vuoi evitare incidenti a T. Per non parlare dei rettilinei kilometrici a velocità 50 ma dove si deve necessariamente circolare al doppio , tranne in corrispondenza degli autovelox ‘ e in cui improvvisamente ci sono svincoli per le strade parallele .
Vie del centro mal tenute , sporche , rovinate .. la sera sembra di stare nelle strade malfamate di Bangkok piene di Bangla con 13 enni in moto senza casco che fanno a gara a chi fa più impennate .
Unica via bella è Via maqueda, ma per un tratto , oltre la piazza principale diventa Nigeria . La Ciliegina ? Nonostante quanto successo recentemente , episodi di ragazzini che andavano a importunare ragazze e turiste accarezzando i capelli di quest’ultime , a disagio , dicendo che erano bellissime e chiedendo insistentemente di andare a bere qualcosa .
Ah , e non pensate di poter lasciare la macchina liberamente in strada.

Davvero deluso , mi aspettavo di più e più civiltà
Scritta in data 8 settembre 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

claudio d
Viterbo, Italia38.638 contributi
Punteggio 4,0 su 5
mar 2023
E' uno dei quattro mandamenti (o quartieri) in cui è diviso il centro storico dall'intersezione delle due strade di via Maqueda e Corso Vittorio Emanuele; la Kalsa (conosciuta anche come "Tribunali") occupa il quadrante di sud-est. Come tutti i quartieri presenta luci e ombre; sicuramente uno dei più caratteristici, con tante vie carine, anche con locali per mangiare, ma anche zone degradate, sporche e fatiscenti; però anche denso di attrazioni turistiche. Qui ricade piazza Pretoria con piazza Bellini (e le chiese/palazzi/fontane relativi), i resti di Santa Maria dello Spasimo, le chiese della Magione, di S.Maria degli Angeli, di Santa Teresa, di Santa Maria della Pietà, di San Mattia, di San Francesco, il complesso di Sant'Anna (con la Galleria di Arte Moderna), gli oratori dell'Immacolatella, di San Lorenzo e dei Bianchi; e poi i palazzi Butera, Mirto, Ajutamicristo, Forcella-De Seta, Steri-Chiaramonte, Abatellis (con la Galleria Regionale); piazza Marina con il giardino Garibaldi e la fontana del Garraffo, piazza Santo Spirito con la fontana del Cavallo Marino; le passeggiate del Foro Italico e delle Cattive; Porta Reale, Porta dei Greci e anche Porta Felice (condivisa con il quartiere La Loggia); infine, limitrofi al suo limite sud, l'Orto Botanico e Villa Giulia: per vedere tutto ci vogliono diversi giorni.
Scritta in data 11 maggio 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

SReds
Roma, Italia12 contributi
Punteggio 1,0 su 5
ago 2022 • Famiglia
Palermo, degrado e zozzeria ovunque. Delusione totale da questa città nella quale nutrivo grandi aspettative. Credo che sia la città più sporca d’Italia, io no capisco come nel 2022 si possa vivere così.
Scritta in data 31 agosto 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Elena M
Provincia di Varese, Italia136 contributi
Punteggio 1,0 su 5
feb 2022 • Coppie
Erano anni che volevo visitare questa città. Avevo grandi aspettative ma sono rimasta molto delusa. In un solo giorno ovviamente ho girato solo il centro che è caratterizzato da palazzi fatiscenti, spazzatura (tranne qualche raro tratto di strada), strade e marciapiedi sconnessi. L'ho trovata una città in stato di abbandono, maltrattata, a tratti triste. Voglio aggiungere i lati positivi: il collegamento con l'aeroporto è perfetto (io l'ho fatto in treno), i principali del centro sono tenuti bene e sono bellissimi, anche se il contesto è disarmante.
Mi sono molto commossa alla mostra contro la mafia e sulla tomba di Falcone che si trova nella chiesa di san Domenico e le arancine e i cannoli sono meravigliosi così come le persone.
Non demordete.
È una città che può diventare stupenda.
Scritta in data 12 febbraio 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Oceanis37
Milano, Italia327 contributi
Punteggio 4,0 su 5
nov 2021 • Coppie
Forse una delle zone più comode per visitare il cuore di Palermo e della peté più autentica della città.

I musei ed i monumenti non costano poco e tra l’altro la domenica pomeriggio sono chiusi e spesso il bagno è a pagamento a parte!

Ma abbiamo gustato tutta la piacevolezza della cucina autentica, bevuto ottimi vini e conosciuto persone fantastiche
Scritta in data 21 novembre 2021
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Vincenzo C
Calolziocorte, Italia19.816 contributi
Punteggio 4,0 su 5
set 2020
La “Kalsa” è uno dei più antichi quartieri della città che risale al periodo della dominazione islamica (X secolo). Il suo nome deriva dall'arabo al khalisa (la pura o l'eletta), perché al suo interno c’era la cittadella fortificata dell’emiro e della sua corte. Oggi è denominata “Mandamento Tribunali” per la presenza del Palazzo Chiaramonte-Steri (ex Tribunale dell’Inquisizione).
Di forma rettangolare e coi lati delimitati da Via Lincoln, Via Vittorio Emanuele (settentrione), Via Maqueda (occidente) e Foro Italico (oriente), siamo entrati nel quartiere da Via Alessandro Paternostro, all’incrocio di Via Vittorio Emanuele, in prossimità della Vucciria. Poco dopo incontriamo la Piazza San Francesco d’Assisi, dove ci sono l’Antica Focacceria San Francesco e la Chiesa di San Francesco d’Assisi (XIII secolo, stile gotico-barocco).
Nella vicina Via Immacolatella c’è l’Oratorio di San Lorenzo (stile barocco, seconda metà del XVI secolo, stupendi gli stucchi di Giacomo Serpotta).
Riprendiamo Via Alessandro Paternostro, superiamo l’incrocio di Via Alloro, percorriamo Via Aragona, Piazza Rivoluzione e, infine, Via Giuseppe Garibaldi, dove, sulla sinistra, notiamo Palazzo Ajutamicristo (fine XV secolo, stile gotico-catalano-rinascimentale, progetto dell’architetto Matteo Carnilivari, ospita il Museo delle carrozze e il Museo del Lapideo).
Continuiamo Via Garibaldi e svoltiamo a sinistra per Via Magione, dove troviamo, sulla sinistra, la Basilica SS. Trinità, detta La Magione (stile normanno, fine XII secolo).
Continuiamo Via Magione, attraversiamo Via della Pace e alla fine di Via dello Spasimo, sulla sinistra, c’è la Chiesa Santa Maria dello Spasimo (inizi XVI secolo, stile gotico-catalano, progetto dell’architetto Antonio Belguardo, navata a cielo aperto).
Ritorniamo indietro in Via della Pace, svoltiamo a sinistra in Via Carlo Rao e a sinistra in Via Lincoln, dove troviamo sulla destra l’Orto Botanico dell’Università di Palermo e, poco dopo, sempre sulla stessa via e sulla destra, il giardino pubblico Villa Giulia.
Percorrendo Via Nicolò Cervello, si giunge alla Piazza della Kalsa, dove si trova la Chiesa di Santa Teresa alla Kalsa (seconda metà del XVII secolo, stile barocco, su progetto dell’architetto Giacomo Amato).
Proseguendo su Via Torremuzza, angolo Via Alloro, troviamo la Chiesa di Santa Maria della Pietà (seconda metà del XVII secolo, stile barocco, progetto dell’architetto Giacomo Amato).
Continuando in Via Alloro, incontriamo, sulla sinistra, Palazzo Abatellis (fine XV secolo, stile gotico-catalano, progetto dell’architetto Matteo Carnilivari, ospita la Galleria Regionale Siciliana).
Accanto c’è la Chiesa di Santa Maria degli Angeli, detta anche Chiesa della Gancia (XV/XVI secolo, stile tardo gotico-rinascimentale-barocco).
Percorrendo Via Alloro e svoltando a destra per Via del Pappagallo, arriviamo in Piazza Marina, dove ci sono il Giardino Garibaldi (fitta vegetazione, maestose magnolie, altissime palme e vari busti di protagonisti del Risorgimento), la Chiesa di S. Maria dei Miracoli, angolo via Lungarini (metà del XVI secolo, stile rinascimentale), Palazzo Galletti di S. Cataldo (XVI secolo, restaurato nella seconda metà del XIX secolo, stile neogotico, progetto dell’architetto Tommaso Di Chiara, ospita l’Ufficio di Gabinetto del Sindaco), Palazzo Notarbartolo di Villarosa, Palazzo Steri Chiaramonte - Carcere dei penitenziati (prima metà del XIV secolo, stile chiaramontano, da dimora nobiliare a carcere dell’Inquisizione - le celle sono un Museo - oggi è sede del Rettorato dell’Università di Palermo). Nei dintorni è presente anche un altro interessante palazzo: dopo la Salita Partanna, tra Via Merlo e Via Lungarini, c’è Palazzo Mirto (XIII secolo, stile normanno, da residenza nobiliare a casa-museo della Regione Sicilia).
Scritta in data 1 dicembre 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Fabiov20
Roma, Italia863 contributi
Punteggio 4,0 su 5
ago 2020
Un quartiere dalle contraddizioni più assolute. La bellezza del centro e dei suoi monumenti, la sporcizia dei suoi quartieri E la non curanza delle persone nel rispettare la propria città.
Scritta in data 16 agosto 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

ambrovf
mainland485 contributi
Punteggio 2,0 su 5
apr 2019 • Coppie
Il centro storico di Palermo è il più esteso d'Italia e avrebbe anche tutte le caratteristiche per essere il più bello. Però, mi spiace, ma le condizioni igieniche di questo sito sono davvero disarmanti. La spazzatura regna ovunque e non permette di distogliere gli occhi dai propri passi. Peccato, ma peccato davvero.
Scritta in data 30 giugno 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

michele p
Palermo, Italia3.130 contributi
Punteggio 4,0 su 5
mar 2019 • Solo
Risale all'epoca araba l'origine di questo quartiere che a partire dall'anno mille circa si andò consolidando con costruzioni ed un fitto ed intricato sistema viario, ancora oggi visibile. Fu per secoli abitato dalle classi più povere, pescatori, scaricatori di porto, barcaioli, finché anche famiglie nobiliari non vi si insediarono, costruendovi fastose dimore. Essendo nei pressi dell'area portuale e non lontano dalla stazione ferroviaria fu gravemente danneggiato dai bombardamenti della 2^ guerra mondiale e solo non tanti anni fa è stato avviato un piano di risanamento che ha portato molti palermitani a ritornarvi a risiedere, nonché all'avvio di attività di accoglienza (hotel e b&b) e commerciali, quali, in particolare, bar, ristoranti e pub, che ne fanno oggi uno dei luoghi privilegiati della "movida" palermitana. Non ultimo, dal punto di vista culturale, la presenza, nel raggio di poche centinaia di metri, di alcuni tra i più prestigiosi monumenti, chiese e musei della città.
Scritta in data 29 aprile 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

1-10 di 65 risultati mostrati
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
È il tuo profilo Tripadvisor?
Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.
Richiedi il profilo

LA KALSA: Tutto quello che c'è da sapere (AGGIORNATO 2024) - Tripadvisor

Attività a Palermo
Gite di un giorno a Palermo
RistorantiVoliCase vacanzaStorie di viaggioCrociereAutonoleggio