Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di Tripadvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Exit

23 recensioni
Non ci sono tour o attività prenotabili online nelle date selezionate. Scegli un'altra data.

Exit

23 recensioni
Non ci sono tour o attività prenotabili online nelle date selezionate. Scegli un'altra data.
Google
Tour e attività più venduti a e vicino a Sicilia
a partire da 42,61 USD
Altre info
a partire da 86,15 USD
Altre info
a partire da 301,30 USD
Altre info
a partire da 149,83 USD
Altre info
Vista completa
Località
Contattaci
Piazza San Francesco di Paola 39/40, 90138, Palermo, Sicilia Italia
Scopri la zona
Crateri Sommitali 3300mt: Servizio Guida + Funivia + Jeep (solo andata) dal Rifugio Sapienza
Tour su 4WD, ATV e fuoristrada

Crateri Sommitali 3300mt: Servizio Guida + Funivia + Jeep (solo andata) dal Rifugio Sapienza

109 recensioni
google
Scopri la cima del vulcano attivo più alto d'Europa con una Volcano Guide autorizzata. Questo luogo, ricco di fascino, ha unito la curiosità dell'uomo e il volto misterioso del vulcano.<br><br>- Possibilità di noleggiare scarpe o giacche in loco.<br><br>Programma:<br>Ritrovo al parcheggio davanti al Bar Esagonal alle ore 08:30.<br>Partenza prevista alle ore 09:00.<br>Briefing iniziale e acquisto dei biglietti per la funivia (andata e ritorno) e per le jeep 4x4 (solo andata).<br>Arrivo a quota 2500 mt con la funivia.<br>Partenza con jeep 4x4 verso Torre del Filosofo a quota 2900 mt.<br>Inizio del percorso di trekking di 3 km fino ai Crateri Sommitali - altitudine 3250 mt.<br>Trekking in discesa per 6,5 km fino all'arrivo della funivia a quota 2500 mt.<br>Ritorno al Rifugio Sapienza, 1800 mt.<br>Tempo totale: 5 ore<br>Chilometri totali: 9,5 km<br>Difficoltà: Per escursionisti abituati a camminare in quota - E (Escursionisti).<br><br>Attrezzatura consigliata:<br>K-way / Cappello e guanti (secondo la stagione) / Pantaloni lunghi.
157,04 USD per adulto
23recensioni3domande e risposte
Valutazione
  • 14
  • 3
  • 5
  • 1
  • 0
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
Filtri selezionati
  • Filtra
  • Italiano
rody60 ha scritto una recensione a feb 2020
Pavia, Italia120 contributi71 voti utili
Siamo venuti in questo locale per trascorrere una serata in compagnia. Non essendo di Palermo abbiamo visto su Internet che era l'unico pub gay. Arrivati molto presto abbiamo trovato tutti i tavoli liberi e ci siamo seduti all'aperto . Non sapevamo che avrebbero fatto una lista su una lavagna per chi si sarebbe dovuto sedere man mano che si fossero liberati i tavoli. Un po' imbarazzante per i clienti seduti che si vedono controllare i bicchieri vuoti.
Scopri di più
Data dell'esperienza: gennaio 2020
2 voti utili
Utile
Condividi
around the world ha scritto una recensione a apr 2019
Sicilia, Italia21 contributi24 voti utili
Unica realtà in città per il mondo gay palermitano, drink di ottima qualità prezzi eccellenti, cordiali e cortesi tutti i ragazzi. Exit è #Casa
Scopri di più
Data dell'esperienza: aprile 2019
1 voto utile
Utile
Condividi
Luca Ciampallari ha scritto una recensione a feb 2019
11 contributi4 voti utili
11/02/2019 La recensione che mi accingo a scrivere fa riferimento ad un paio di soste al locale risalenti all'estate del 2018, nei mesi di Luglio/Agosto. Mi sono trovato in questo posto portato da “amici”/conoscenti. La prima sera per me dopo una quindicina di anni in cui non vi mettevo piede. C'è da dire anche che per alcuni anni Palermo non ha avuto, come le altre città, la possibilità di potersi ritrovare tra amici in un locale a tematica omosessuale… Essendo si sa, la nostra, una realtà, da questo punto di vista, ovvero per ciò che attiene la presenza di locali a tematica, ecc. ecc., un po' poco, si minimizza, forse, all’avangiardia… In altre parole è un po' deprimente il fatto che a Palermo vi sia un solo locale/Pub d’incontro e punto di riferimento per omosessuali. La mancanza di concorrenza a riguardo può anche risultare sconveniente ai stessi titolari dell’attività… Il locale è sito, come sempre, in zona Piazza Sant’Oliva. Si mostra piuttosto accogliente. Vi si accede, almeno d’estate, passando per un cumulo di tavolini, che mi riservo a dopo qualche critica/suggerimento a riguardo… da una piccola entrata, che per via di una piccola rampa conduce ad un bancone per gli alcolici ed altre bevande, a formare una “elle” con la parte destra del locale. Una prima porta, sempre disposta sul lato destro subito all’accesso, prima di raggiungere il bancone delle bibite conduce ai servizi igienici. Anche per questi riservo a dopo eventuali critiche/suggerimenti. La parte sinistra del locale, all’accesso, si estende con alcuni tavolini, un acquario in fondo, e qualche addobbo che non guasta. Colpisce anche un cumulo di cera accumulato col tempo per via dell’accensione di alcune candele. Ho trovato originale questo, pensando ad una candela per sera accesa e responsabile della scultura di cera alla base che ne regge. Bello l’acquario e la luce, almeno all’interno… Anche per questo mi risparmio per dopo alcune osservazioni. Il locale non gode di una grandezza notevole. Tuttavia è grazioso ed accogliente. E con qualche suggerimento in più potrebbe di certo apportare delle migliorie affatto indifferenti. Comincerei con i tavolini fuori esposti, in particolare la plastica, quella plastica così triste e che ormai non figura più neanche nelle peggiori taverne… col marchio in bella mostra mi pare della “Coca Cola”. Troppo azzardato un arredamento di questo tipo in un locale per Gay, che si sa di quanto esteti, e ancor più nell’unico pub di Palermo a tema. Solo qualche tavolino sparuto si salva. Un paio di questi hanno forma diversa con degli sgabelli in metallo accostati. Anche perché la sedia che balla, e dai piedi troppo larghi da risultare ingombranti, e che si impigliano alle altre, non è tanto piacevole. Anche dentro quel paio di tavolini rappresenta per fortuna un’eccezione. Penso che non è che la ragione per cui un tavolino debba trovarsi disposto fuori, tra l'altro anche coperto, giustifichi la scarsa qualità di questi… ovvero che non sarebbe meglio munirsi di tavolini non dico proprio ricercati ma sicuramente, assolutamente diversi da quelli. Tavolini e sedie. Un’altra attenzione andrebbe risposta all’illuminazione esterna, e in particolare a quel brutto faro che ti punta quasi accecandoti. Qualcosa di più soft e bello. L’illuminazione in un locale notturno è cosa, secondo me, importante e da non trascurare… specie quando è il disagio arrecato da un faro che crudamente ti punta togliendoti quasi il piacere di tener aperti gli occhi per guardare ciò che sta intorno. Un’altra segnalazione andrebbe fatta riguardo quel getto d’aria assurdo che prende il cliente al varcar della soglia dall’esterno all’interno o viceversa. Imitando come un pugno nella testa che ti lascia se non accorto anche andar di soprassalto. Da sistemare, fastidiosissimo, non ha senso. Non posso lanciare giudizi sui cocktail, se non sull’unica bevanda sorseggiata in quelle sere, ovvero il mio caffè. Che era buono, nulla da dire. Il ragazzo che portava le bevande ai tavoli piuttosto grazioso e gentile. Ho sentito qualche commento riguardo i titolari, ma non è questa la sede in cui parlarne, né tanto mi interessa, essendo voci e nient’altro. Ma al di là di tutto, una delle cose che più di ogni altre mi preme segnalare riguarda l’ordine nei bagni. Ho sentito di gente, come ho visto anche, che usa i serizi igienici per fare altro che vada oltre il bisogno/i bisogni per cui son fatti. Ovvero di gente che usa questi per pomiciare o altro… Creando la possibilità di un disagio assurdo per un’attesa che sarebbe necessario evitare. E qui chiamerei in causa i titolari per un maggiore controllo finalizzato a tener libero l’accesso ai servizi igienici allo scopo per cui son nati, tranne che il titolare conscio di tutto questo non prediliga un ordine di tal fatta. Io, dal mio canto, ritengo usurpante ai fini della qualità del servizio, ma non solo, una tal cosa. E per questo inviterei ad un maggiore necessario controllo ai fini di evitare inutili disagi. Ho letto anche qualche commento dove si evince il potere ancora della nostra cara e ambita moneta, di gente invitata ad alzarsi dopo il consumo… Ma ciò che è peggio, non tutta la gente… con il privilegio dei loro cari clienti affezionati, che possono al di là di tutto godere il privilegio di restarsene seduti, per quanto in passato come attualmente spettante loro la nomina di buoni spenditori. Ritengo sconveniente un trattamento di tal sorta, oltre che affatto equo, quando si lascia il tale per togliere il posto all’altro… Inoltre, un’altra cosa che volevo evidenziare è il fatto di essermi trovato più di una volta a cercare disperatamente un posto su cui sedermi. Una sera mi sono trovato insieme ad altri a sostare ai piedi di un albero per mancanza di questi. Ma non voglio con questo/di questo farne una critica spietata. Ci può stare il fatto che non ci siano posti per tutti. Inoltre vista la non eccessiva ampiezza del locale, come l’abitudine di tener riservati i posti agli amici/conoscenti presto a raggiungerli, è anche plausibile il tutto. Forse la cosa andrebbe gestita in altro modo… e forse è proprio per evitare questo che il titolare/i titolari hanno scelto “l’alzata dopo il pasto”, ma secondo me non mette il ciò in buona luce la fama, il pregio né del locale né dei titolari. A maggior ragione quando l’amico/conoscente, che sai essere un cliente affezionato, viene da te per dirti <<a noi non accade e non è mai accaduto, anche davanti al nostro starcene seduti senza consumare>>... Detto questo tre stelline mi sembran più che sufficienti… Cordialità, Luca Ciampallari. Inoltre mi veniva in mente proprio ora quanto già meditato allora, ovvero di quanto sarebbe bello poter sorseggiare il mio caffè di giorno e non solo di notte tra i tavolini, magari quelli a me più appetiti, del vostro locale… Ovvero perché un’apertura solo notturna? Perché non fare qualcosa di più alternativo e meno scontato di un posto dove si va per prendere il cocktail. Non basta che mi fai la cioccolata o la tisana… Penso che il Gay sia di natura un po' più prodigo in aspettative… E se qualche giudizio sgarra, magari nel malcontento dei gestori/titolari del posto, bisognerebbe forse farsene una ragione, se non accettare di abiurare la pretesa di un’eccellenza inesistente… Detto questo confermo le mie tre stelline augurando tutto il meglio che possa esser augurato a chi solo gode il privilegio ma anche il rischio di farsi titolare dell’unico e solo locale a tematica gay - esclusa la sauna di Palermo - presente in città… Ancora cordialità e Tanti Auguri Luca Ciampallari
Scopri di più
Data dell'esperienza: luglio 2018
Utile
Condividi
Francesco L ha scritto una recensione a set 2018
Palermo, Italia44 contributi12 voti utili
Vista la penuria di luoghi di ritrovo per la comunità omosessuale maschile a Palermo, l’Exit bar è frequentatissimo durante i giorni di apertura. Il bar apre tardi dopo cena ed inizia a popolarsi non prima delle 22.30. Ambiente carino sia fuori che dentro, probabilmente pochi posti a sedere visto il numero di avventori. Cocktail buoni, prezzi nella media. Servizio abbastanza celere e camerieri cortesi. Metà obbligata per chi intende frequentare la movida gay di Palermo.
Scopri di più
Data dell'esperienza: agosto 2018
1 voto utile
Utile
Condividi
Ismaele T ha scritto una recensione a ago 2018
23 contributi3 voti utili
Locale normale, apre tardi non per l’aperitivo. Cocktail non particolarmente buoni e si paga un sovrapprezzo per i cocktail pestati tipo mojito.
Scopri di più
Data dell'esperienza: agosto 2018
Utile
Condividi
Indietro