Chiesa di Sant'Onofrio Re Eremita

Chiesa di Sant'Onofrio Re Eremita, Palermo

Chiesa di Sant'Onofrio Re Eremita

Chiesa di Sant'Onofrio Re Eremita
3.5
Siti storici • Chiese e cattedrali
Info
Durata consigliata
Meno di 1 ora
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo

Tour e biglietti

La zona
Indirizzo
Il meglio nelle vicinanze
I ristoranti e le attrazioni vengono classificati in base al rapporto tra le recensioni degli utenti e la vicinanza a questa località.
Ristoranti
711 nel raggio di 5 km
Attrazioni
90 nel raggio di 5 km

3.5
2 recensioni
Eccellente
0
Molto buono
1
Nella media
1
Scarso
0
Pessimo
0

LVPa53
Palermo, Italia6.001 contributi
Chiesa con attico e superattico.
giu 2020
Sant'Onofrio, vissuto in Egitto nel IV sec. come eremita per settant'anni, nonostante le sue nobilissime origini, è considerato il coprotettore della città di Palermo. Poichè si copriva esclusivamente dei suoi lunghi capelli, della sua barba e di poche foglie, Sant'Onofrio viene chiamato 'u pilusu, il peloso, e così è rappresentato nelle statue (tra cui quella realizzata da autore sconosciuto, detto il Cieco di Palermo, che si ammira appena superato l'ingresso della chiesa, solo successivamente ampliata con l'ala di destra, più grande) e nelle effigi dell'interno. Viene invocato dalle nubili in cerca di marito, da chi ha perso qualche oggetto e vuole ritrovarlo, dagli studenti. La sua festa ufficiale cade il 12 giugno, oggi, e proprio oggi ho visto la chiesa aperta, come non mi era mai capitato prima. Quello che colpisce di più di questo luogo sacro, a mio avviso, è il fatto che la facciata comprende l'ingresso della chiesa e il suo corpo, sovrastato da due piani di civile abitazione, con i loro balconi e le loro finestre, sovrastati a loro volta dalla loggia campanaria della chiesa, come si vede dalla foto. E' come se ci fosse un'inspiegabile cesura tra chiesa e loggia campanaria, in cui di fatto si sono inseriti due piani con appartamenti di civile abitazione.
Scritta in data 12 giugno 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Paolo
Palermo, Italia954 contributi
Sant'Onofrio u pilusu
apr 2016 • Famiglia
Scoperta grazie a Panormus apre le porte, questa graziosa chiesetta venne eretta nel 1500 e fu costruita inizialmente come Cappella dedicata a S.Onofrio. Successivamente, intorno al 1700, venne affiancata nel lato destro un'altra ala, dove attualmente vengono celebrate le messe. Nella Cappella è presente l'altare dedicato a S.Onofrio, la cui statua è del XV secolo, opera del Cieco di Palermo. L'altare sottostante la statua in marmo policromo è di periodo barocco (XV sec.). Sul lato destro è presente un fontino di acqua santiera in marmo, sovrastato da una statua in marmo bianco di Carrara, raffigurante S.Onofrio risalente al XV secolo e di scuola gaginesca. L'ala destra della Chiesa comprende un altare maggiore e due laterali. Nella parete di fondo vi è il tavolo dei gestori della Compagnia di S.Onofrio nata nel 1548; è in legno scolpito di noce e ciliegio.
Scritta in data 6 maggio 2016
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.
Ci sono errori o manca qualcosa?
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Domande frequenti su Chiesa di Sant'Onofrio Re Eremita


Ristoranti vicino a Chiesa di Sant'Onofrio Re Eremita: Vedi tutti i ristoranti vicino a Chiesa di Sant'Onofrio Re Eremita su Tripadvisor