Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Le recensioni più recenti. I prezzi più bassi. Il luogo perfetto dove prenotare gli hotel.

Palazzo Barolo

N. 59 di 367 Cose da fare a Torino
Certificato di Eccellenza
Mappa
Satellite
Gli aggiornamenti della mappa sono stati sospesi. Ingrandisci per vedere informazioni aggiornate.
Reimposta lo zoom
Aggiornamento della mappa in corso...
Come arrivarci
Indirizzo: Via delle Orfane 7, 10122 Torino, Italia
Numero di telefono:
+39 011 263 6111
Sito web
Oggi
10:00 - 12:30
15:00 - 17:30
Ora chiuso
Vedi tutti gli orari
Orario:
dom 15:00 - 18:30
mar - ven 10:00 - 12:30
mar - sab 15:00 - 17:30
Durata consigliata per la visita: 1-2 ore
Descrizione:

Palazzo Barolo non è solo è il luogo da cui ha avuto inizio l’Opera Pia...

Palazzo Barolo non è solo è il luogo da cui ha avuto inizio l’Opera Pia Barolo, ma anche uno dei più significativi e meglio conservati esempi di dimore nobiliari della Torino barocca aperte al pubblico.

L'edificio occupa, quasi completamente, un intero isolato in via delle Orfane, fino a Piazza Savoia. Fu costruito alla fine del Seicento da Gian Francesco Baroncelli come ristrutturazione della casa già posseduta dal Conte Ottavio Provana di Druent, «primo scudiero» e «gran guardarobiere» di Vittorio Amedeo II di Savoia. Nel palazzo abitarono l'unica figlia del conte Ottavio, Elena Matilde, con il marito, marchese GerolamoGabriele Falletti di Barolo. Nel 1727 l’edificio passò in eredità a Ottavio Giuseppe, loro primogenito, che intorno alla metà del Settecento ne affidò la modifica a Benedetto Alfieri per adeguarlo al gusto rococò. Il Palazzo è stato la residenza della famiglia Falletti fino agli ultimi Marchesi di Barolo, i coniugi Tancredi e Giulia.

Elementi salienti dell’architettura del Palazzo, la facciata, l’atrio e lo scalone a forbice, realizzati a partire dal 1692 su progetto dell’architetto Gian Francesco Baroncelli.

All’interno è possibile ammirare il salone centrale al piano mobile - prestigioso ambiente che presenta una volta dipinta da Mattia Bortolini - l’ala Alfieriana (Sala Mozart, Sala degli Specchi e Salottino cinese), l’appartamento di Silvio Pellico e l’appartamento ottocentesco dei Marchesi. Quest’ultimo, collocato nell’“ala nuova”, è costituito da quattro sale – sala del biliardo, anticamera azzurra, camera da letto e gabinetto – caratterizzate da soffitti a scomparti, volte affrescate, dipinti ad olio, boiseries e ricchi apparati decorativi.

Il ritrovato splendore di Palazzo Barolo è frutto anche dei lavori di restauro degli appartamenti posti al piano nobile. Avviati nel 2012 con l’impostazione metodologica e il coordinamento tecnico-scientifico della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte, sono stati possibili anche grazie al finanziamento della Compagnia di San Paolo e della Fondazione CRT (affresco Alcova) e hanno riguardato i manufatti più degradati presenti negli appartamenti.

Grazie all’impegno dei volontari, il palazzo è aperto al pubblico. Frequentemente ospita mostre ed eventi artistici.

Leggi il seguito

Aspetti migliori evidenziati dai contributori di TripAdvisor

Leggi tutte le 78 recensioni
Valutazione dei visitatori
  • 38
    Eccellente
  • 27
    Molto buono
  • 0
    Nella media
  • 0
    Scarso
  • 3
    Pessimo
un pezzo di storia che mancava

Per visitare una delle residenze nobiliari meglio conservate.Curiosità:la sala Mozart e la sala Silvio Pellico.Il personale colto e preparato,vi farà rivivere la storia di una Leggi il seguito

Recensito il 16 marzo 2017
alviz74
,
Padova, Italia
Aggiungi foto Scrivi una recensione

78 recensioni della community di TripAdvisor

Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altro
Filtrato da: Italiano
Padova, Italia
Contributore livello
165 recensioni
27 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 72 voti utili
Recensito il 16 marzo 2017

Per visitare una delle residenze nobiliari meglio conservate.Curiosità:la sala Mozart e la sala Silvio Pellico.Il personale colto e preparato,vi farà rivivere la storia di una delle famiglie più importanti del Piemonte.Notevoli gli affreschi sulle volte.

È utile?
Grazie, alviz74
Torino
Contributore livello
118 recensioni
90 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 10 voti utili
Recensito il 10 marzo 2017

Se vi piace il barocco, e siete pronti a fare un salto indietro nel tempo fino al 1600, non esitate a visitare questa dimora nobiliare. Per gli orari di visita ed un assaggio di quello che potrete ammirare, visitate il sito di "operabarolo". Il palazzo ospita anche delle mostre d' arte. Come precedentemente segnalato da altri visitatori, oltre ai due... Altro 

È utile?
Grazie, Enzo F
Torino, Italia
Contributore livello
1.040 recensioni
690 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 853 voti utili
Recensito il 22 febbraio 2017

Dopo parecchi anni sono ritornato, quasi per caso, a visitare questo bel palazzo nobiliare in pieno Quadrilatero Romano. Accompagnati da una bravissima ed entusiasta guida volontaria (la visita guidata è obbligatoria e compresa nel prezzo del biglietto) abbiamo ripercorso le tappe di questo palazzo storico. Al momento sono visitabili le stanze del piano terreno, quelle del secondo e lo splendido... Altro 

È utile?
Grazie, dellangelo54
Torino, Italia
Contributore livello
1.192 recensioni
547 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 624 voti utili
Recensito il 19 febbraio 2017

palazzo importante,sede di mostre interessanti.Offre uno spaccato architettonico d'epoca al visitatore.Le msotre si sviluppano sia nella parte superior che nel seminterrato

È utile?
Grazie, andrea f
State College, Pennsylvania
Contributore livello
156 recensioni
77 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 29 voti utili
Recensito il 18 febbraio 2017

Un bel palazzo nobiliare in centro a Torino. Il palazzo si snoda su due piani, il secondo è quello più riccamente decorato. Teoricamente sarebbero visibili anche le cantine, che non abbiamo potuto vedere perché arrivati troppo tardi. Una guida volontaria, molto preparata ed entusiasta nel nostro caso, accompagna i visitatori, spiegando la storia e gli arredi di questo palazzo nobiliare... Altro 

È utile?
2 Grazie, Marco148
Torino, Italia
Contributore livello
41 recensioni
8 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 13 voti utili
Recensito il 26 gennaio 2017

Risparmiato dai bombardamenti della II Guerra Mondiale, in pieno quadrilatero torinese c'è questo splendido edificio con i suoi soffitti affrescati. Da fare sicuramente una visita guidata con una delle sapienti guide dell'opera

È utile?
Grazie, Flaviano C
Torino, Italia
1 recensione
common_n_attraction_reviews_1bd8 1 voto utile
Recensito il 23 gennaio 2017

La scorsa settimana, con le mie amiche ho visitato Palazzo Barolo. Abbiamo seguito con attenzione e interesse la guida Francesco Valerio (detto il Buttadentro ) che, con semplicità e simpatia, ci ha raccontato tutta la storia del Palazzo e della vita dei suoi proprietari, in particolare quella della straordinaria marchesa Giulia di Barolo. Consiglio a tutti di visitarlo.

È utile?
1 Grazie, marinellavalenti
Contributore livello
12 recensioni
7 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 1 voto utile
Recensito il 28 dicembre 2016 tramite dispositivo mobile

Il Palazzo esternamente si presenta come uno dei tanti palazzi nobiliari che arricchiscono il centro di Torino. Ma all'interno gli stucchi e le finiture sono di notevole pregio. Appartenuto ai conti Provana e poi ai Faletti di Barolo, tra le sue mura ha ospitato anche Silvio Pellico che morì in questo palazzo. La visita è guidata e molto interessante, un... Altro 

È utile?
Grazie, Max P
Selargius, Italia
Contributore livello
45 recensioni
13 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 21 voti utili
Recensito il 21 dicembre 2016

Palazzo conosciuto attraverso una trasmissione televisiva che abbiamo voluto visitare poi di persona alla prima occasione e non ne siamo rimasti delusi. Affascinante la storia del luogo e dei suoi proprietari ottimamente illustrataci dal signor Francesco che ci ha accompagnati di stanza in stanza con aneddoti, spiegazioni e qualche battuta spiritosa che fanno di lui un "personaggio" come quelli che... Altro 

È utile?
2 Grazie, anna f
Torino, Italia
Contributore livello
291 recensioni
83 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 84 voti utili
Recensito il 17 dicembre 2016

Non ha la grandiosità e gli sfarzi di altre nobili costruzioni presenti in città ma Palazzo Barolo è uno dei più significativi e meglio conservati esempi di dimore nobiliari della Torino barocca aperte al pubblico. Gli elementi salienti dell’architettura del Palazzo sono la facciata, l’atrio e lo scalone a forbice. All’ interno è possibile ammirare il salone centrale al piano... Altro 

È utile?
Grazie, pisella

Gli utenti che hanno visto Palazzo Barolo hanno visto anche

 

Conosci Palazzo Barolo? Condividi la tua esperienza!

È il vostro profilo TripAdvisor?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato,
rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo

Domande e risposte

Ecco le domande pubblicate dai visitatori precedenti, con le risposte dei rappresentanti di Palazzo Barolo e di altri visitatori
3 domande
Fai una domanda
Chivasso, Italia
oltre un anno fa
Chivasso, Italia
oltre un anno fa
Chivasso, Italia
oltre un anno fa

Vedi tutte le domande (3)

Domande? Ricevi risposte dal personale della struttura Palazzo Barolo e dai visitatori precedenti.
Regolamento per la pubblicazione
Domande frequenti:
  • Devo acquistare un biglietto per il mio bimbo?
  • In che modo si può raggiungere l'attrazione con i trasporti pubblici?
  • C'è un ristorante o un caffè sul posto?