Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di Tripadvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Pianifica la tua visita
Consigliati
I tour e le attività più richiesti
Esperienze nelle vicinanze
Altre esperienze a Orta San Giulio
Tour del Lago Maggiore e Orta San Giulio da Arona
84,78 USD per adulto
Vista completa
Località
Contattaci
Isola di San Giulio, Orta San Giulio Italia
Scopri la zona
Alla scoperta del lago d'Orta - Tour privati da Stresa, Baveno, Verbania
Tour privati

Alla scoperta del lago d'Orta - Tour privati da Stresa, Baveno, Verbania

8 recensioni
google
Un tour di mezza giornata al magnifico lago d'Orta da Stresa, Baveno o Verbania sul Lago Maggiore!<br>Puoi scegliere tra il tour mattutino o pomeridiano!&#xa0; Un autista di lingua inglese ti verrà a prendere all'hotel e ti porterà al bellissimo paese di Orta San Giulio sul lago d'Orta<br>Un tour al tuo ritmo!
312,96 USD per adulto
287recensioni2domande e risposte
Valutazione
  • 168
  • 96
  • 14
  • 7
  • 2
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altro
Filtri selezionati
  • Filtra
  • Italiano
Dario1984v ha scritto una recensione a ott 2020
Settimo Milanese, Italia323 contributi88 voti utili
La si scorge in motoscafo quando si giunge nei pressi dell'isola, piccolo gioiello pagano in mezzo al lago
Scopri di più
Data dell'esperienza: ottobre 2020
Utile
Condividi
Maria Rosa B ha scritto una recensione a ott 2020
Busto Arsizio, Italia90 contributi13 voti utili
Si arriva all'isolotto e sembra di essere proiettati in un altro tempo.Il silenzio è assordante, luogo mistico la basilica e molto suggestiva. Il panorama poi è spettacolare. Si visita in meno di un'ora
Scopri di più
Data dell'esperienza: ottobre 2020
Utile
Condividi
EVA122014 ha scritto una recensione a ott 2020
Busto Arsizio, Italia10.944 contributi12.832 voti utili
+1
Diciamo che solo la visita di questa splendida Basilica dedicata a San Giulio vale il viaggio da Orta San Giulio, appena sbarcati ci si trova di fronte alla scalinata che porta alla Basilica circondata da abitazioni. Come siamo entrati siamo rimasti colpiti dalla bellezza, non per nulla la Basilica è il piu' importante monumento Romanico del Novarese, questo Gioiello è la ricostruzione del vecchio impianto risalente al 390 fondata secondo la tradizione da San Giulio, ricco di quattrocentesche sculture e affreschi tra il 300 e il 500 e tele e affreschi in stile Barocco . Qui è custodito il prezioso '"Ambone" scolpito nella pietra di serpentino color grigio verde estratto dalla Cava di Oira e sorretto da 4 colonne ancora piu' antiche è un capolavoro della scultura Romanica, l'Ambone è decorato da simboli sacri ,scene di lotta tra il bene e il male . Ma l'attrazione piu' importante e spirituale di questa Basilica è la Cripta sottostante l'Altare che racchiude in una bara di vetro la salma di " San Giulio", purtroppo ora chiusa "causa covid", è stato un gran peccato poterla osservare solo dall'alto attraverso le grate. Splendido è l'organo a canne di grande impatto visivo. Luogo di culto e raccoglimento, ci siamo seduti sulle panchine e ci siamo fatti completamente rapire dall'atmosfera mistica del posto. Varrebbe la pena fare la visita con una guida turistica per cogliere ogni singolo aspetto delle preziosissime opere racchiuse.
Scopri di più
Data dell'esperienza: ottobre 2020
56 voti utiliRipubblicato 2 volte
Utile
Condividi
88monique ha scritto una recensione a set 2020
Milano, Italia3.963 contributi663 voti utili
+1
Il cuore della basilica è lo scurolo ove , su un altare in marmo nero, è collocata l' urna in cristallo ed argento che raccoglie le spoglie di San Giulio il cui corpo venne traslato in questa chiesa il 28 Giugno 1749. Purtroppo, causa Covid 19, l ' accesso non è consentito ed è possibile osservare la cripta solo dall' alto. Ci possiamo quindi concentrare sulla basilica con la volta raffigurante l' ascesa al cielo e la gloria di San Giulio, l' altare maggiore, i pilastri , i capitelli, le colonne ed il famoso pulpito. Suggestivi , a nostro avviso, gli affreschi, opera di botteghe attive nel Novarese tra Quattrocento e Cinquecento, tra cui i Cagnola e i De Canta. Ritroviamo le raffigurazioni di alcuni santi venerati sull' isola, Giulio, Elia e Audenzio. Ed inoltre Sant' Antonio abate, San Donnino, San Martino , San Cristoforo, Santa Dorotea, Sant' Apollonia, San Nicola ed altri ancora. Sulle vele della campata, all' ingresso dell' edificio, si trovano quattro Padri della Chiesa, Ambrogio, Agostino, Gregorio, Girolamo. Rivolgiamo la nostra attenzione sull' affresco della navata sinistra ove è rappresentata una "Santissima Trinità in cruce" , inserita in una mandorla, risalente al XV secolo. Nella fascia inferiore sono presenti quattro riquadri con i miracoli di San Giulio , il finto morto, l' arrivo di San Giulio sull' isola mentre sta navigando sul suo mantello che ha funzione di barca utilizzando il bastone da pellegrino come remo, isola che viene liberata dai serpenti, simbolo del diavolo e del paganesimo , il pollice riattaccato all' artigiano di Brebbia e la liberazione di un indemoniato. Il capolavoro conservato nell' edificio è l' ambone romanico in serpentino grigio- verde risalente al XII secolo. Si distinguono i simboli dei quattro evangelisti e scene di lotta tra il bene ed il male , tra Cristo ed il diavolo come testimonia il grifone vincitore sul coccodrillo-drago . Tra le figure dell' ambone si trova anche un personaggio misterioso che , secondo l' interpretazione della storica dell' arte Beatrice Canestro Chiovenda , raffigura un abate appoggiato al suo bacolo abbaziale identificabile in Guglielmo di Volpiano nato sull' isola nel 962 e divenuto un grande riformatore della vita monastica. Luogo suggestivo che invita alla meditazione.
Scopri di più
Data dell'esperienza: settembre 2020
2 voti utili
Utile
Condividi
lullina9 ha scritto una recensione a set 2020
Italia2.803 contributi1.069 voti utili
+1
imperdibile la visita alla basilica se vi trovate nell isola ;la facciata è visibile solo dal lago perché fa parte del complesso delle suore benedettine di clausura la lstoria vuole che san giulio nell opera di evangelizzazione giunse sul lago navigando sul mantello e sconfisse i draghi simboli del paganesimo dell isola ,bellissimo l ambone in marmo serpentino romanico del XII secolo decorati con simboli della cristianita’ e belli gli affreschi che la decorano ..da vederev
Scopri di più
Data dell'esperienza: settembre 2020
10 voti utili
Utile
Condividi
Indietro
Domande frequenti su Basilica di San Giulio