Palazzo Delle Paure

Palazzo Delle Paure (Lecco, Provincia di Lecco) - Foto e indirizzo

Messaggio da Tripadvisor
Chiuso fino a nuovo avviso

Palazzo Delle Paure

Palazzo Delle Paure
4
Gallerie d'arte • Musei d'arte
Chiuso temporaneamenteChiuso fino a nuovo avviso
Info
Durata consigliata
Meno di 1 ora
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Tour e biglietti
La zona
Indirizzo
Il meglio nelle vicinanze
I ristoranti e le attrazioni vengono classificati in base al rapporto tra le recensioni degli utenti e la vicinanza a questa località.
Ristoranti
290 nel raggio di 5 km
Attrazioni
75 nel raggio di 5 km

4.0
78 recensioni
Eccellente
21
Molto buono
42
Nella media
14
Scarso
1
Pessimo
0

woby611
Provincia di Brescia, Italia52 contributi
Mostra sui pittori Scapigliati
set 2020 • Coppie
Mostra sui pittori scapigliati meritevole di essere vista. Buon numero di quadri. Utili i tabelli di spiegazione che aiutano a capire il movimento artistico. Alcuni quadri sono in deposito presso il museo manzoniano: sarebbe stato utile esporre anche quelli.
È presente nel palazzo anche una mostra di pittura moderna: no comment! Presente inoltre anche una mostra fotografica sull'Adda che risulta però deludente.
Scritta in data 28 settembre 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

GiorgioBranca
Milano, Italia1.308 contributi
Spazio espositivo interessante
feb 2020
Ci sono stato oggi per visitare la mostra "Manzoni nel cuore" dedicata alle opere artistiche ispirate ai "Promessi Sposi". Il palazzo è in posizione centralissima, a pochi passi dal lungolago. La struttura è stata recentemente ristrutturata e si vede. Mostra super interessante. personale gentilissimo e premuroso. Consiglio sicuramente la visita.
Scritta in data 23 febbraio 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

piero c
Forli, Italia1.271 contributi
“Bel palazzo”
dic 2019
In origine Palazzo della Dogana, deve l’appellativo di Palazzo delle Paure al fatto che fino a metà del secolo scorso era sede di dogana, catasto e intendenza di finanza. Oggi è sede di mostre ed eventi.
Scritta in data 8 febbraio 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Giuseppe G
Cormano, Italia244 contributi
Ci sono colori che
gen 2020
sembrano cambiare in funzione di chi ha in mano il pennello, cuori che battono a fatica e altri che danzano riflessi su una tela o una tavola. Non descrivo bellezze con lettere di alfabeti già usati, neppure con parole di usati e vuoti vocabolari. Ho visto opere in cui aleggiano i silenzi, quelli che solo gli analfabeti di pittura sanno capire, analfabeti diplomati alla scuola dell’amore, senza lode terrena. Si amano le opere dei pittori non prima o dopo i pasti, ma durante, purché ci si sia nutriti di ciò che ci sazia…….. senza saperlo:la bellezza.
Abbiamo guardato, goduto delle due esposizioni: Il Tintoretto rivelato e I Macchiaioli. Mostre da non perdere. La bellezza non si può vedere frettolosamente, ma solo guardare e ammirare senza lo strombazzamento del rumore quotidiano che accompagna la non vita dei frettolosi numeri che corrono inutilmente e velocemente verso il nulla, verso il non senso.
Una parola anche sul Palazzo delle paure, così denominato essendo la sede per la riscossione delle tasse, luogo di belle e interessanti mostre in cui abbiamo trovato visitatori alla ricerca della bellezza. Il Palazzo è situato nel centro della città, restaurato come tutto il resto del centro cittadino. Suggerisco di utilizzare un parcheggio presso il Centro Commerciale e scendere a piedi verso la città. Pochi minuti che regalano magnifici scorci paesaggistici sul lago, soprattutto durante i tramonti. Un’atmosfera di pace, tranquillità, serenità invade la mente che ormai si sente lontana dalla frenesia della corsa cittadina quotidiana. Veramente encomiabile il contatto con il Sig. Alessandro Balzaretti, addetto al ricevimento dei visitatori. Preciso e chiarissimo nelle indicazioni, affabulatore competente e informato, ottima guida per la scelta del percorso da effettuare, molto cortese. Un contatto differente da quello registrato con gli adulti incontrati (compreso una edicolante che ci ha consigliato di chiamare un taxi per un percorso di 200 mt.) a cui ci siamo rivolti per chiedere l’ubicazione del palazzo. Le uniche persone che ci hanno saputo guidare, oltre il Sig. Alessandro, sono stati i giovani del progetto di alternanza scuola/lavoro, molto cortesi, simpatici, disponibili, in piacevole compagnia delle guide e dei volontari che operano all’interno del palazzo. Non sembrano di certo ragazzi di città popolose ormai integrati in un ritmo da autodromo (rumore e inquinamento - anche morale - compreso). Il Palazzo, il Lago, le mostre tutto a misura di uomo che pensa, senza l’influenza del vivere di corsa a tutti i costi
Scritta in data 8 gennaio 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Elisa A
Traona, Italia76 contributi
Mostra
dic 2019 • Amici
Siamo state qui in occasione della mostra Tintoretto rivelato. Un quadro meraviglioso appena lo vedi rimani a bocca aperta. Successivamente abbiamo visitato la mostra sui macchiaioli anch'essa molto bella e particolare. Entrambe consigliate.
Scritta in data 18 dicembre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Vincenzo C
Calolziocorte, Italia19.167 contributi
Shopping natalizio a Lecco.
dic 2019
Il palazzo, ubicato nel pieno centro storico della cittadina lariana, si affaccia su Piazza XX Settembre, Piazza Cermenati e il Lungolago Isonzo, mentre sul lato sud-est è appoggiato ad un altro palazzo con porticato su colonne doriche.
Fu costruito in stile neo-medievale nella prima metà del secolo scorso (1916), mentre la torre, posta sul lato nord, è stata aggiunta 10 anni più tardi. E’ stato ristrutturato agli inizi del secondo decennio di questo secolo.
E’ un edificio rettangolare che si sviluppa su tre piani. Guardandolo da Piazza XX Settembre si nota che è avanzato di alcuni metri rispetto all’altro palazzo affiancato, la sua parte sinistra è arrotondata e quella destra è chiusa da una torre che si affaccia anche su Piazza Cermenati. Il piano terra è interamente rivestito di bugnato con portali (quello principale si trova nella parte arrotondata dell’edificio) e finestroni ad arco a tutto sesto. Nei due piani superiori sono presenti finestre con arco a tutto sesto. La struttura è completata da un elegante cornicione con archetti pensili. La torre quadrata, che svetta al di sopra del terzo piano, ha lo stesso cornicione del resto del palazzo, ma con archetti pensili più grandi; sul lato che si affaccia su Piazza XX Settembre presenta, in corrispondenza del terzo piano, un’elegante bifora con arco a tutto sesto e, al di sotto, uno stemma visconteo in marmo raffigurante una biscia ondeggiante che ingoia un moro; in corrispondenza della bifora, appare una trifora sul lato che si affaccia su Piazza Cermenati.
Dopo essere stato per tanti decenni sede dell’Intendenza di Finanza (da cui deriva il nome assegnato al palazzo), da alcuni anni è utilizzato come sede museale, oltre che come sede dell’Ufficio Informazione e Accoglienza Turistica.
Non abbiamo visitato l’interno, perché era in programma solo lo spettacolo natalizio delle proiezioni luminose sui palazzi di Piazza XX Settembre e, in particolare, di quella animata, ogni 5 minuti, proprio sul Palazzo delle Paure. Contiamo, comunque, di visitare prossimamente l’interno.
Scritta in data 15 dicembre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

ricla96
Piacenza, Italia4.199 contributi
Un bel palazzo espositivo.
set 2019
Questo palazzo ottocentesco delle il suo curioso nome al fatto che all'inizio del novecento, vi si trovavano gli uffici delle Tasse e l'Intendenza di Finanza.....curiosa la cosa!! Oggi vengono allestite mostre e formalizzati eventi vari.
Scritta in data 8 settembre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

LUISELLA CONTI
Milano, Italia1.666 contributi
Non immaginavo quanto fosse meraviglioso.
ago 2019
Spazio espositivo molto ben sfruttato e organizzato su tre piani, a mio avviso è una delle raccolte più meritevoli di Lecco.
Palazzo delle Paure ospita le esposizioni temporanee al piano terra, quindi la collezione permanente degli artisti lecchesi e di alcuni tra i maggiori artisti italiani contemporanei, segue la sezione di Grafica e Fotografia. Al terzo piano si può osservare una raccolta di testimonianze dell’Osservatorio Alpinistico Lecchese che mette in evidenza la grande tradizione locale, evidenziando aspetti del territorio e dell'ambiente circostanze. Materiale completato con svariate informazioni . Al terzo piano possiamo trovare e provare una piccola parete da arrampicata. Schermi multimediali con moltissimo materiale da visionare.
La mostra fotografica di Berenice Abbott superlativa,
Sono rimasta molto impressionata anche dall'esposizione di Franco Cardinali intitolata Inquietudine necessaria. Personale gentile e simpatico.
Scritta in data 28 agosto 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

Albe2502
Palazzolo sull'Oglio, Italia458 contributi
Mostra fotografica di Berenice Abbott
ago 2019 • Coppie
Bellissima mostra seppur limitata a 5 stanze.. molto ben fatta e organizzata.. il costo dell’ingresso intero di 9€ non è economico ma nemmeno troppo eccessivo!! Il palazzo delle paure poi è carino e ben organizzato.. il personale e’ attento e ci ha guidato lungo la visita. Andateci!!!
Scritta in data 14 agosto 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

mox79
Italia6.992 contributi
Mostra Berenice Abbott
giu 2019 • Coppie
Si trova nel centro storico della città, in Piazza XX Settembre. Come già spiegato in altre recensioni era, fino al 1964, sede dell'Intendenza della Finanza, e si pagavano le tasse. Da qui il nome Palazzo delle Paure.
Abbiamo visto la mostra fotografica di Berenice Abbott, piccola ma interessante.
Mi sembra ben tenuto e organizzato, con mostre temporanee e permanenti. Non capisco perchè ci si lamenti che può dare di più.
Scritta in data 9 giugno 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di Tripadvisor e non di TripAdvisor LLC.

1-10 di 64 risultati mostrati
Ci sono errori o manca qualcosa?
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Domande frequenti su Palazzo Delle Paure