Castello d'Albertis
Musei specializzati • Castelli
Scopri di più
10.00 - 18.00
Martedì
10.00 - 18.00
Mercoledì
10.00 - 18.00
Giovedì
10.00 - 18.00
Venerdì
10.00 - 18.00
Sabato
10.00 - 19.00
Domenica
10.00 - 19.00
Scrivi una recensione
Cos'è il premio Travellers' Choice?
Tripadvisor attribuisce un premio Travellers' Choice agli alloggi, alle attrazioni e ai ristoranti che ottengono recensioni molto positive dai viaggiatori in modo costante e si classificano nel 10% delle migliori strutture su Tripadvisor.
Le commissioni incidono sulle esperienze mostrate su questa pagina: scopri di più.

Castello d'Albertis: i modi migliori per scoprire questo luogo di interesse e le attrazioni nelle vicinanze

La zona
Indirizzo

Controlliamo le recensioni
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare il regolamento della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema rileva un problema, la recensione viene rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità al regolamento della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
4.5
571 recensioni
Eccellente
340
Molto buono
176
Nella media
39
Scarso
11
Pessimo
5

marekhiaro
Vienna, Austria2.465 contributi
mag 2022
Raggiungibile dal centro città tramite l'ascensore Montegalletto, se no si può arrivare sopra con la macchina o a piedi con una bella sudata. Il prezzo del biglietto è di € 6. Il castello ed il parco annesso sono molto ben curati e la collezione del Capitano D'Albertis che ha accumulato durante i suoi viaggi è davvero interessante.
Scritta in data 25 novembre 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

ULSTERFREE
Bordighera, Italia1.042 contributi
nov 2022
Sono sincero: dei contenuti del museo mi interessava ben poco, sia prima che dopo averli visti, anche se ho trovato piccole parti più interessanti di quello che pensavo e soprattutto una generale buona presentazione. E' il castello che è proprio bello da vedersi, con un fantastico panorama sul centro storico di Genova, e da solo vale comunque la visita.
Scritta in data 14 novembre 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

Sirpko
Cagliari, Italia168 contributi
ott 2022
Castello molto ben curato al centro della città, facilmente raggiungibile, a due passi dal centro storico. A 20 minuti a passo lento dal porto.
Museo interessante, con delle illustrazioni di Adelchi davvero imperdibili e tante altre curiosità dal mondo raccolte dal capitano D'Albertis nei suoi viaggi.
Si gode di una bellissima vista sulla città e se ci si vuole riposare è presente anche un punto di ristoro per mangiare uno spuntino.
Lo definirei come un'attrazione da visitare se si vuole conoscere genova al di là del solito porto e acquario.
Scritta in data 29 ottobre 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

set 2022 • Coppie
Il Castello fu la dimora del Capitano D' Albertis e oggi ospita il Museo delle Culture del Mondo. Fu edificato alla fine del 1800 sulla collina di Monte Galletto e donato dal proprietario al Comune di Genova dopo la sua morte, con la clausola che venisse istituito il suddetto museo.
All' interno del Museo sono custoditi oggetti che il Capitano raccolse durante i suoi innumerevoli viaggi attraverso i cinque continenti. Dai giardini e dal loggiato si può ammirare una meravigliosa vista sulla città.
Scritta in data 16 settembre 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

Simona B 🇮🇹
Genova, Italia8.795 contributi
set 2022
Il Castello domina la cotta' con un panorama mozzafiato e ospita l' interessante Museo delle Culture del Mondo. Edificato a fine 1800 in stile neogotico sui resti di antiche fortificazioni trecentesche per volere del Capitano Enrico d' Albertis, che lo scelse come sua dimora, Alla sua morte, nel 1932, il proprietario lo dono' al Comune di Genova con la richiesta che venisse istituito il suddetto museo. All' interno sono custoditi oggetti provenienti dai 5 continenti, che il Capitano raccolse durante i suoi innumerevoli viaggi intorno al mondo per mare e per terra tra l' 800 e il '900. Bellissimo il salotto turco, con vasi, tappeti, suppellettili, lampade, divani, sotto il pesante tendaggio al soffitto che simula una tenda. Il Museo ospita anche i volumi della biblioteca del Capitano, tra cui monoscritti etiopi e in foglia di palma di Ceylon e libri scritti dal Capitano dopo i suoi viaggi. Visita molto interessante per scoprire la dimora e la vita di un personaggio molto eccletico, avventuriero, un grande viaggiatore, la vista sulla citta' che si ammira dal loggiato poi, lascia senza parole!
Scritta in data 12 settembre 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

Angela P
22 contributi
ago 2022
bella esperienza un bel castello interresanti i cimeli, e la sua storia che si e ispirata a Cristoforo Colombo.
Scritta in data 8 settembre 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

OriettaB63
Genova, Italia217 contributi
mag 2022
Consiglio a tutti un giro qui, anche solo nello spazio all'aperto, in una giornata limpida, per godere la meravaglia del panorama e i piccoli dettagli di un angolo suggestivo e fuori dal caos e dal tempo
Scritta in data 29 agosto 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

Gianluigi G
Catania, Italia353 contributi
giu 2022
castello bellissimo e particolare come il suo vecchio proprietario, è un insieme di reperti di tante culture, dalle asiatiche come cina e india alle civiltà precolombiane e pellerossa, bellissimo e consigliatissimo
Scritta in data 20 giugno 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

LadyMauser
Genova, Italia206 contributi
set 2021
Il Castello d'Albertis è difficile da descrivere. Castello neogotico in stile Coppedè, il D'Albertis raccoglie al suo interno la collezione dell'esploratore e viaggiatore da cui prende il nome, un compendio di oggetti, terrecotte, vettovaglie, manufatti, armi, abbigliamento raccolti dall'esploratore durante i viaggi per mare compiuti all'epoca delle grandi spedizioni di inizio Novente.
Il risultato finale è indubbiamente particolare, la collezione ricca, colorata e quasi kitsch, ma merita una visita. La merita anche il delicato giardino sulla collina che affaccia su tutta Genova concedendo di abbracciare il semicerchio della città intorno al suo porto da una prospettiva affascinante e suggestiva.

Per arrivare il modo migliore è usare l'autobus numero 36 che parte da Genova P. Principe oppure attraversare la piazza della stazione e prendere l'Ascensore di Montegalletto che ferma esattamente davanti.
Nessuna fatica, Genova è organizzata ;)
Scritta in data 16 giugno 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

powertoart
Vecchiano, Italia402 contributi
giu 2022
Dal neogotico di fine diciannovesimo secolo, ci si può letteralmente aspettare la qualunque: il revival medievale non ha soltanto ridato una fisionomia peculiare ad un buon numero di città italiane, rinnovandone (ma forse sarebbe meglio dire restituendone e attualizzandone certi lustri passati) il paesaggio in forme assolutamente inedite: in realtà ha anche creato delle particolari isole abitative sospese fra passato e presente (quello in cui sono state costruite) in cui la dimensione mitica pervade ogni cosa, dall'architettura finanche all'aria che si respira.
E il castello del D'Albertis da questo punto di vista è veramente paradigmatico: se pur vero che - in una città che, anche ad una prima occhiata, rivela agli occhi dell'etnosemiologo l'inclinazione alla divisione per classi sociali secondo le dinamiche prossemiche alto-basso - questa meticolosa ricostruzione di un neogotico spocchioso, esuberante ed esibizionista, ostensione di una tracotanza sociale, economica e politica senza precedenti all'epoca in cui fu costruito, altrettanto vero è che l'uso "sociale" che ne viene fatto oggi fa decisamente da contraltare ai motivi per cui il capitano di ventura lo fece edificare.
Il gotico è pervasivo, artificioso e maniacale - come senz'altro non sarebbe accaduto in una qualunque architettura italica tardo-trecentesca - ma anche di ottima foggia e di gusto raffinato.
All'interno ambienti destinati a ricostruire micro-mondi secondo una forma mentis che oggi definiremmo etnografica e antropologica, ma che ai tempi del D'Albertis fu probabilmente il compendio "statico" di tanti viaggi in giro per il mondo e di tanti incontri con l'«alterità», affrontata secondo quella logica colonialista ed eurocentrica che aveva caratterizzato il l'essere e il fare di tutta quell'epoca.
Armi di ogni origine e provenienza, sale straordinarie (quella dedicata alla Cina costituisce anche il belvedere sulla rada genovese) in cui il viaggio compiuto si oggettiva in souvenir davvero singolari: testimonianze di epoche e culture che - davvero - hanno ben poco a che vedere con i gadget odierni.
Incredibile il salotto turco e spettacolari le sale dedicate ai Nativi Americani, nonché alla mostra di strumenti musicali etnici. Prezzo popolare.
Per di più vi abbiamo trovato la mostra - dedicata a Thomas More - “Utopia”, la Mostra internazionale di Illustratori contemporanei a cura dell’associazione Tapirulan e quella delle opere di David McKee.
Bravi genovesi!
Scritta in data 13 giugno 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

1-10 di 420 risultati mostrati
Le commissioni incidono sulle esperienze mostrate su questa pagina: scopri di più.
Ci sono errori o manca qualcosa?
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo

CASTELLO D'ALBERTIS (Genova): Tutto quello che c'è da sapere

Domande frequenti su Castello d'Albertis

Gli orari di apertura di Castello d'Albertis sono:
  • mar - ven 10:00 - 18:00
  • sab - dom 10:00 - 19:00
Acquista i biglietti in anticipo su Tripadvisor. Se prenoti con Tripadvisor, puoi cancellare fino a 24 ore prima della data di inizio del tour e ricevere un rimborso completo.

Consigliamo di prenotare i tour di Castello d'Albertis in anticipo per trovare posto. Se prenoti con Tripadvisor, puoi cancellare fino a 24 ore prima del tour e ricevere un rimborso completo. Vedi tutti i 3 tour di Castello d'Albertis su Tripadvisor


Ristoranti vicino a Castello d'Albertis: Vedi tutti i ristoranti vicino a Castello d'Albertis su Tripadvisor