Colle Celio
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.

Colle Celio: i modi migliori per scoprire questo luogo di interesse e le attrazioni nelle vicinanze

La zona
Indirizzo
Rione Celio, 00184 Roma Italia

Eseguiamo controlli sulle recensioni.
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare le linee guida della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema rileva un problema, la recensione viene rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità alle linee guida della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
4.0
Punteggio 4,0 su 529 recensioni
Eccellente
10
Molto buono
16
Nella media
3
Scarso
0
Pessimo
0

Anna M
Europa3.526 contributi
Punteggio 5,0 su 5
feb 2022
Il colle del Celio, uno dei sette colli di Roma, racchiude in sé una quantità di bellezze archeologiche e architettoniche che incantano anche per la tranquillità - fuori dal caotico traffico della capitale - degli spazi verdi e dei vicoli antichi che lo caratterizzano. Passeggiare, nel suo spazio che parla di pace, è piacevole e rilassante. In una delle foto che allego a questa recensione, si può vedere uno dei laghetti sotterranei che si trovano ancora più sotto i resti del Tempio dedicato al Divo Claudio e che ho avuto il piacere di visitare recentemente fotografandolo.
Scritta in data 17 febbraio 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Flo P
Roma, Italia30.437 contributi
Punteggio 5,0 su 5
lug 2020 • Coppie
Un angolo di Roma molto interessante , con le sue bellissime chiese ( basilica san Clemente , la vicina basilica dei 4 coronati , la chiesa di San Gregorio con i suoi tre oratori , la stupenda santo Stefano Rotondo ) una delle aree verdi della capitale di origine cinquecentesca , vicino al Colosseo . Roma non è conosciuta per i suoi tesori d'arte medievale ma qui al Celio ci sono tanti , l'unico rione che si è "salvato " dalla ricostruzione urbanistica della controriforma .
Scritta in data 26 luglio 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

tony b
5.102 contributi
Punteggio 4,0 su 5
nov 2019 • Amici
Tranquillo e rilassante è uno dei sette colli di Roma.
Sulle sommità case bellissime ed esclusive.
A poca distanza dal Colosseo il Celio rappresenta un'oasi di relax e di pace ben lungi dal caos cittadino.
Passeggiare qui ti dona benessere mentale e fisico .
Di certo un nobile pezzo di Roma.
Scritta in data 10 novembre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Massimiliano P
Novara, Italia37.942 contributi
Punteggio 4,0 su 5
giu 2019 • Coppie
Il Celio è uno dei sette colli di Roma e rappresenta uno degli itinerari più piacevoli e interessanti da fare in città. La zona più frequentata è quella che sale dal Colosseo verso San Giovanni in Laterano dove si incontrano le interessanti chiese di San Clemente e dei SS Quattro Coronati. Molto meno turistico e quindi ancora più godibile e tranquillo è il versante che volge verso le Terme di Caracalla e che comunque ha molte attrattive interessanti da offrire ai visitatori tra cui le chiese di Santo Stefano Rotondo, dei Santi Giovanni e Paolo e di Santa Maria in Domnica oltre al grande parco di Villa Celimontana e il sito archeologico delle Casa Romane. Interessante da visitare è anche il complesso di San Gregorio Magno con la chiesa, il monastero, il giardino e gli Oratori. Una zona dove di tanto in tanto è sempre piacevole venirci a fare una passeggiata.
Scritta in data 19 luglio 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

franco p
Roma, Italia712 contributi
Punteggio 4,0 su 5
mar 2018 • Solo
Tra il Colosseo ed il Circo Massimo risalendo c'è il Colle del Celio con la villa celimontana. Una bella passeggiata tra storia e presente.
Scritta in data 27 maggio 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Andrea O
Roma, Italia964 contributi
Punteggio 5,0 su 5
apr 2018 • Coppie
Il Celio è uno dei sette colli di Roma, forse il meno conosciuto ma proprio per questo ricchissimo di fascino. I monumenti importanti sono fin dalle sue pendici, salendo dal Colosseo (san Clemente, santi Quattro Coronati) o dal circo Massimo (san Gregorio). Sulla sommità si trovano le splendide case romane del Celio, un sito archeologico emozionante, la basilica dei santi Giovanni e Paolo e la villa Celimontana. E ancora, su altro versante, il sepolcro degli Scipioni, per citare solo alcune meraviglie. Insomma, a quattro passi dal Colosseo potete trovare posti incredibili senza folle oceaniche di turisti.
Scritta in data 28 aprile 2018
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Aristofane
Roma20.896 contributi
Punteggio 5,0 su 5
nov 2015 • Solo
Il Celio è uno dei settori del centro di Roma più ricco di testimonianze storiche, ma forse la sua caratteristica di maggior spicco è l'assenza non solo del turismo di massa, ma anche della dimensione di quotidiana frenesia ormai quasi generalizzata a Roma. Il Colosseo è vicino, il Palatino anche, con tutto il loro corredo di gruppi organizzati, pullman turistici, venditori abusivi e quant'altro: ma appena ci si inoltra per Via Claudia o per il Clivo di Scauro, a seconda dei casi, sembra di varcare una barriera invisibile e di entrare in un altro mondo.

Al contrario dell'Aventino e di San Saba, per altri versi simili, non è una zona molto residenziale, il che lascia spazio non solo a una visita tranquilla dei numerosissimi monumenti di varie epoche - la salita del Clivo di Scauro, il sito Case Romane del Celio, le chiese San Gregorio al Celio, Santa Maria in Domnica, Santo Stefano Rotondo, Santi Giovanni e Paolo, e altro ancora - ma anche alla possibilità di passeggiare e riflettere serenamente senza una meta precisa, magari con una sosta nel piacevole parco di Villa Celimontana.

Consigliabile non solo per chi vuole conoscere Roma senza limitarsi alle solite mete turistiche, ma anche per chi crede, a torto, che la capitale sia inscindibile da rumore, caos e traffico.
Scritta in data 23 dicembre 2015
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

alfredo d
Roma, Italia344 contributi
Punteggio 5,0 su 5
gen 2015 • Coppie
Tutto quanto riguarda Roma è un incrocio tra storia e leggenda e questo piccolo colle, uno dei mitici sette di Roma, non fa eccezione. Il nome è legato all'etrusco Celio Vibenna che insieme a suo fratello avrebbe aiutato Servio Tullio, sesto re della Città, a conquistarlo e a tenerne il controllo. Durante la tarda Repubblica sull'altura apparvero isolate ville lussuose, le prime con marmi e colonnati. In età imperiale, invece, la parte più alta divenne quasi eslusivamente residenziale (vi nacque Marco Aurelio). La Via Celimontana ne percorreva l'intera dorsale, poi uscendo dalla porta omonima raggiungeva Porta Maggiore seguendo un percorso ancora oggi esistente. L'asse era lo stesso di quattro grandi acquedotti, tre sotterranei (Aqua Appia, Marcia e Iulia) e uno su archi (Aqua Claudia). Da quest'ultimo Nerone fece costruire una derivazione per la sua Domus Aurea.
In zona furono eretti Templi ed edifici di grande interesse pubblico: 'Castra Peregrina' (sede dei servizi segreti dell'Impero), 'Macellum Magnum' (grande mercato di carne, pesce e altri cibi difficilmente reperibili altrove) e 'Lupanaria' (bordello). Alcuni anche con funzioni ausiliarie ai giochi ospitati dal Colosseo: le Caserme dei gladiatori, l'Arsenale, l'Ospedale e l'Obitorio. Con la fine dell'Impero e durante Medioevo e Rinascimento il posto andò spopolandosi, ma numerose stupende Chiese rimasero a punteggiarne gli spazi. Da San Gregorio al Celio (visitare l'erboristeria dei monaci), a Santa Maria Domnica, dalla Basilica dei Santi Giovanni e Paolo, ch'è in un incanto di piazza, ad altre di importante bellezza. E poi ville isolate e 'vigne', cioè piccole tenute agricole. Questo aspetto quasi rurale della collina durò fino al 1870, in quanto l'unica zona urbanizzata era percorsa dai cortei papali verso il Laterano.
In età moderna il Celio, istituito come rione dal 1921, ha subìto consistenti speculazioni edilizie per le sue aree disponibili e abbastanza vicine al centro. Le abitazioni su Via San Giovanni in Laterano e l'Ospedale Militare ne costituiscono l'aspetto visivo più forte.
Per fortuna, però, Villa Celimontana - punto più alto del Colle con 51 metri s.l.m - e Vigna Cornovaglia sono state destinate a verde pubblico. Così (e speriamo per sempre) questo suggestivo angolo di Roma è salvo da cemento e traffico, col tempo scandito dalle campane e la Tomba degli Scipioni a ricordarne l'eternità. Da grande quartiere dell'antichità al silenzio dei giardini di oggi, dentro uno spazio straordinariamente bello....e col mondo che pare fermo intorno. Come quando nella vita irrompe Amore.
alfredodenicolais

Per arrivarci: metro B, fermata 'Circo Massimo'
bus 81 e 673, fermata 'Via della Navicella'
tram 3, fermata 'Parco Celio'
Scritta in data 21 gennaio 2015
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

cristiananarducci
roma14.358 contributi
Punteggio 5,0 su 5
set 2014 • Amici
Quando a Roma si nomina il Celio, viene in mente di getto l'ospedale militare omonimo: ma il colle ospita ben altro e ben di più... SS Quattro Coronati, Santa Maria in Domnica (o "la Navicella"), Santo Stefano Rotondo, SS Giovanni e Paolo, Villa Celimontana, San Gregorio, San Sisto Vecchio, Porta Metronia, Villa Scipioni (con il sepolcro degli Scipioni e il colombario di Pomponio Hylas), San Giovanni in Oleo, Villa Giardinieri, San Giovanni a Porta Latina, San Cesareo in Palatio ... un elenco di tesori inestimabili, che da soli varrebbero il viaggio.
Scritta in data 19 ottobre 2014
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

ROY_BREA
Italia8.563 contributi
Punteggio 4,0 su 5
apr 2014 • Amici
Roma è fantastica, le sorprese non mancano mai! Anche in pieno centro, dove ci si aspetta di trovare un tessuto urbano fortemente urbanizzato, si trovano vaste aree di verde in un ambiente bellissimo. La passeggiata archeologica, creata negli anni Venti del Novecento, ha saputo valorizzare intere aree del centro a sud di Roma. Parte dal Colosseo in direzione Appia Antica, ha una prima “fermata” nella zone del Colle Celio, ricchissimo di verde, chiese e naturalmente aree archeologiche. In un caldo pomeriggio, come abbiamo fatto noi, si possono visitare alcune chiese come la bellissima S. Stefano Rotondo e le altre che si trovano lungo via della Navicella, tutte apprezzate per i matrimoni. Presenti importanti resti archeologici all’aperto quali l’Acquedotto di Nerone e l’Arco di Dolabella. Quest’ultimo porta davanti alla chiesa dei SS. Giovanni e Paolo (con bellissimo e altissimo campanile con i “piatti” decorativi inseriti tra le colonnine) che custodisce un “tesoro” nascosto sotto terra: attraverso il caratteristico Clivio di Scauro con tanti archi, si accede alle magnifiche case romane del Celio ricche di affreschi; possono essere visitate con guida e sovente viene servito un buffet “romano”, con prelibatezze apprezzate in epoca antica (esperienza non economica ma da fare). Infine, dopo questa full immersion culturale, si può concludere il pomeriggio a Villa Celimontana, con alcuni reperti archeologici che si scorgono nella vegetazione, come un importante obelisco egiziano proveniente dall’antica città di Heliopolis. Una leggenda vuole che la sfera posta in cima all’obelisco contenesse le ceneri dell’imperatore Augusto. Il palazzetto che si trova all’interno della villa, sede della Società Geografica italiana, invece non si visita. Con una breve passeggiata poi si può raggiungere il Colosseo o il Laterano.
Scritta in data 25 agosto 2014
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

1-10 di 21 risultati mostrati
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
È il tuo profilo Tripadvisor?
Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.
Richiedi il profilo

COLLE CELIO: Tutto quello che c'è da sapere (AGGIORNATO 2024) - Tripadvisor

Tutti gli hotel: RomaOfferte di hotel: RomaHotel last minute: Roma
Attività a Roma
Gite di un giorno a Roma
Colle Celio: cose da fare nelle vicinanze
RistorantiVoliCase vacanzaStorie di viaggioCrociereAutonoleggio