Santa Sabina
Siti storiciSiti religiosiChiese e cattedrali
8.15 - 12.30, 15.30 - 18.00
Lunedì
8.15 - 12.30
15.30 - 18.00
Martedì
8.15 - 12.30
15.30 - 18.00
Mercoledì
8.15 - 12.30
15.30 - 18.00
Giovedì
8.15 - 12.30
15.30 - 18.00
Venerdì
8.15 - 12.30
15.30 - 18.00
Sabato
8.15 - 12.30
15.30 - 18.00
Domenica
8.15 - 12.30
15.30 - 18.00
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
Pianifica la tua visita
La zona
Indirizzo
Quartiere: Aventino
Contrariamente al caos cittadino, l'Aventino è un'oasi di pace.In un quartiere composto da un mosaico di antiche chiese, giardini nascosti, case private e ambasciate, la pace e la quiete sono di primaria importanza e l'atmosfera è decisamente familiare.Una passeggiata nei dintorni si rivelerà una vera e propria caccia al tesoro, dove potrai scoprire il sorprendente buco della serratura del cancello del Priorato dei Cavalieri di Malta (l'unico posto in cui troverai una coda) e il Parco Savello (Giardino degli Aranci) accanto all'antica chiesa di Santa Sabina.Osserva attentamente l'architettura anni '60: diversi edifici moderni furono costruiti sopra le mura romane originali del IV secolo avanti Cristo.
Come arrivarci
  • Circo Massimo • 9 minuti a piedi
Contatta direttamente

Eseguiamo controlli sulle recensioni.
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare le linee guida della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema rileva un problema, la recensione viene rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità alle linee guida della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
4.5
Punteggio 4,5 su 5299 recensioni
Eccellente
175
Molto buono
107
Nella media
16
Scarso
1
Pessimo
0

Luna B
Roma, Italia7.880 contributi
Punteggio 5,0 su 5
dic 2023 • Coppie
Premetto che in questa Chiesa si sono sposati i miei genitori, ma sono anni ed anni che non vi sono più venuti in visita. Mentre io e mio marito l'abbiamo visitata durante il periodo Natalizio. Grande navata centrale con due laterali abbellite da colonnati, risulta ampia e lunga, seppur senza tante decorazioni, dipinti, affreschi o cose similari, risulta lo stesso accogliente.
Scritta in data 15 marzo 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Claudio Vuck
Passo Corese, Italia5.831 contributi
Punteggio 4,0 su 5
dic 2023 • Solo
Questo edificio storico che sorge in un bel posto di Roma, merita di essere visitato. Il suo interno sembra spoglio ma non lo è! Il suo pavimento è veramente bello, e anche l'architettura antica attirerà la vostra attenzione. Vi darà l'idea di essere molto indietro nel tempo in quanto la sua architettura risale se pur rimaneggiata nel corso del tempo, agli anni che vanno dal 422 al 432 dopo Cristo. Insomma un edificio storico particolare in cui sono stati usati materiali come le sue colonne provenienti da un antico tempio pagano delle vicinanze. Che dire, buona visita a voi popolo di TripAdvisor.
Scritta in data 28 dicembre 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

tony b
5.099 contributi
Punteggio 5,0 su 5
set 2023 • Amici
Le sue origini sono antichissime e risalgono al V° secolo.
E se la facciata è poco visibile , all'interno la Chiesa è ammaliante e suggestiva e ti cattura lo sguardo a lungo.
I pavimenti sono una meraviglia.
Affreschi stupendi la rendono ancora più speciale.
Del mosaico all'ingresso resta ben poco ma ciò nulla toglie al suo fascino!
Scritta in data 11 settembre 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

A&A
Roma, Italia4.148 contributi
Punteggio 4,0 su 5
set 2023 • Coppie
Chiesa paleocristina costruita nel 5° secolo, èpresenta una porta lignea dello stesso secolo. Nel tempo si sono sovrapposti più stili artistici non ultimo il barocco. Sotto la chiesa vi sono vestigia di origini romane. Vi hanno lavorato artisti quale Domenico Fontana, Gian Luigi Bernini, Taddeo Zuccaro, Federico Zuccaro, il Sassoferrato
Scritta in data 9 settembre 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Punteggio 5,0 su 5
giu 2023 • Famiglia
La sua fondazione risale al 425 ma venne restaurata, arricchita e modificata nel corso dei secoli successivi. L’interno, alterato prima dal Fontana e poi da Borromini, venne riportato alle forme originarie soltanto nel sec. XX da Antonio Muñoz. Il portale maggiore, dove ancora oggi possiamo ammirare i meravigliosi battenti in cipresso del sec. V con scene dell’Antico e del Nuovo Testamento, immette nel solenne e proporzionato interno. Purtroppo dei preziosi mosaici rimane, sopra la porta, soltanto un’iscrizione in lettere d’oro. Nella navata sinistra si apre la pregevole cappella di S. Caterina mentre a destra, dopo una nicchia dove è conservata una colonna dell’edificio preesistente, c’è quella di S. Giacinto. Molto belli anche il pavimento, dove spicca la lastra tombale di fra’ Muñoz, e l’affresco nel catino absidale.
Scritta in data 15 giugno 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Valentina S
Roma, Italia112 contributi
Punteggio 5,0 su 5
apr 2023 • Solo
Santa Sabina venne fondata nel 425 sul terreno Titulus Sabinae, probabilmente la casa della santa stessa.

Deve averne viste tante da quella sua posizione elevata e in così tanti anni di età. Ha ospitato l’ordine dei Domenicani a partire dal Medioevo. Infatti, da un foro nel muro si può osservare l’arancio secolare piantato da San Domenico che aveva portato con sé dei semi dalla Spagna. Si narra sia il primo albero di arance in Italia. Durante il Medioevo si pensava potesse avere potere curativi e se ne mangiava anche la scorza.

L’interno è diviso da meravigliose colonne scanalate con capitello corinzio, su di esse poggiano delle arcate decorate con marmi colorati.

Sulla navata destra si può osservare ancora un’antica colonna. Inoltre, imperdibili sono gli affreschi e la decorazione della volta di una cappella di Federico Zuccari.

Bellissima, da vedere.
Scritta in data 20 aprile 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Hallo734
Ciampino, Italia3.195 contributi
Punteggio 5,0 su 5
ago 2022
Basilica molto bella e ben conservata, si entra da un bellissimo chiostro, forse un po spoglia di statue e dipinti ma è lo stesso molto bella e affascinante.
Scritta in data 26 agosto 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Nuwanda
1.934 contributi
Punteggio 3,0 su 5
apr 2022 • Coppie
Sita sulla sommità del colle Aventino, ha antichissima origine, ma e’ stata più volte restaurata nei secoli successivi. Si accede attraverso un porticato laterale ed attraversando una magnifica porta lignea, originale del V secolo. Interno freddo e non particolarmente attraente , nonostante la presenza di due cappelle contrapposte, dedicate a Santa Caterina da Siena e San Giacinto. In città si vede di meglio.
Scritta in data 10 aprile 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

daga58bis
Roma, Italia676 contributi
Punteggio 5,0 su 5
mar 2022 • Amici
La basilica fu fondata probabilmente nella casa della matrona Sabina e fu restaurata da papa Leone III e, successivamente, da papa Eugenio II
la basilica divenne residenza fortificata di alcune nobili famiglie, i Crescenzi e i Savelli.
Nel 1200 circa furono realizzati il campanile e il chiostro.
la basilica fu completamente trasformata alla fine del 1500 da Domenico Fontana e nel primo Novecento, fu riportata all' aspetto medioevale infatti attualmente, Santa Sabina all'Aventino rappresenta il perfetto esempio di basilica cristiana del V secolo.
Scritta in data 15 marzo 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

claudio d
Viterbo, Italia34.634 contributi
Punteggio 5,0 su 5
ott 2021
Grande chiesa paleocristiana di notevole fascino che si trova sull’Aventino, accanto al giardino degli Aranci. Fondata nel V° secolo su resti di abitazioni romane, di quel periodo restano però solo alcuni elementi come il portone in legno di cipresso dell’ingresso principale, con incise varie scene bibliche tra cui una delle prime rappresentazioni della crocifissione tuttora esistenti (pannello in alto a sx).
La facciata della chiesa non è visibile, perché addossata ad altri edifici; vi si accede comunque tramite un atrio appoggiato alla facciata (sostenuto da 8 colonne di epoca romana, 4 di marmo e 4 di granito), su cui si aprono 2 portali, quello principale che dà sulla navata centrale e uno che immette nella navata laterale dx; si entra nella chiesa anche tramite l’accesso secondario sul fianco dx, passando sotto ad un portico duecentesco.
L’interno è vasto, diviso in 3 navate da 12 colonne marmoree scanalate per lato, probabilmente provenienti da un edificio monumentale romano, e riceve molta luce dalle gradi finestre del IX secolo. Le arcate tra le colonne sono rivestite in marmi policromi (forse di età romana). Il pavimento è abbellito da intarsi policromi marmorei e costellato di numerose e antiche lastre tombali: al centro quella trecentesca di Muñoz De Zamora, uno dei primi generali dei domenicani, raro esempio di lastra sepolcrale mosaicata, ma altre antiche sepolture (del XIII e XIV secolo) sono visibili vicino all’ingresso principale; altri sepolcri sono lungo le pareti, alcuni anche di aspetto monumentale.
Al centro la schola cantorum con plutei, pulpito e seggio episcopale risalenti al IX secolo. La chiesa era una volta interamente coperta da mosaici del V° secolo, di cui oggi resta solo il grande rettangolo azzurro con scritta su sette righe della controfacciata e con ai lati 2 figure femminili allegoriche, rappresentanti una la Chiesa di Gerusalemme con l’Antico Testamento in mano e l’altra la Chiesa Romana con il Nuovo Testamento. Il catino absidale reca un affresco cinquecentesco di Taddeo Zuccari. La ristrutturazione che ha riportato la chiesa alle fattezze originali ha salvato le 2 cappelle che si aprono al centro della chiesa, una per lato: quella di San Giacinto (fine ‘500) nella navata dx con affreschi di Federico Zuccari e quella di Santa Caterina da Siena (seconda metà del ‘600) nella navata sx con affreschi di Giovanni Odazzi.
All’inizio della navata sx si può vedere la base duecentesca del campanile, mentre accanto alla controfacciata, all’angolo sx, è il Lapis diaboli: una pietra nera circolare posta sopra una corta colonna tortile, che la tradizione vuole sia stata scagliata dal diavolo contro San Domenico in preghiera; la cella di questo santo è stata trasformata in cappellina e si trova nei pressi della citata Lapis diaboli.
Come curiosità, nell’atrio, nella parete opposta al pregevole portone intagliato del V° secolo, vi è un foro nel muro, protetto da un vetrino, dal quale è possibile dare uno scorcio ai resti dell’originario quadriportico e alla pianta di arancio miracolosa.
Scritta in data 9 novembre 2021
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

1-10 di 174 risultati mostrati
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
È il tuo profilo Tripadvisor?
Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.
Richiedi il profilo

Santa Sabina (Roma) - Tripadvisor

Santa Sabina: domande frequenti



Tutti gli hotel: RomaOfferte di hotel: RomaHotel last minute: Roma
Attività a Roma
Gite di un giorno a Roma
RistorantiVoliCase vacanzaStorie di viaggioCrociereAutonoleggio