Fontana delle Tartarughe
Fontana delle Tartarughe
4.5
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
I modi migliori per scoprire: Fontana delle Tartarughe
La zona
Indirizzo
Quartiere: Sant'Angelo
Contatta direttamente

Eseguiamo controlli sulle recensioni.
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare le linee guida della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema dovesse rilevare un problem, la recensione potrebbe essere rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità alle linee guida della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
4.5
Punteggio 4,5 su 5358 recensioni
Eccellente
174
Molto buono
140
Nella media
43
Scarso
2
Pessimo
0

ACM1899Pier
Milano, Italia21.750 contributi
Punteggio 4,0 su 5
mar 2024 • Amici
Fontana molto bella al centro di una piazzetta molto caratteristiche. Noi ci siamo passati di sera con la fontana illuminata che le dava un fascino particolare.
Scritta in data 28 marzo 2024
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Francesco M
Sicilia, Italia390 contributi
Punteggio 5,0 su 5
ago 2023 • Famiglia
Sorge su Piazza Mattei, fatta costruire intorno al 1500 dal nobile Mattei secondo la leggenda per stupire il suocero e farsi concedere in moglie la figlia. Spiccano 4 efebi, delfini e le famose tartarughe tutte in marmo
Scritta in data 26 agosto 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Gabriele Bicchierai
Roma, Italia2.194 contributi
Punteggio 5,0 su 5
set 2022
Questa bellissima fontana l’ho scoperta per caso passeggiando per il centro storico, tra il Ghetto Ebraico e la zona di Torre Argentina: è stata realizzata in marmo e in bronzo. Sorge a piazza Mattei, nel cuore del centro storico di Roma. Bellissimo esempio di monumento rinascimentale.
Scritta in data 30 ottobre 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Punteggio 4,0 su 5
ott 2022
Elegante ed elaborata fontana realizzata alla fine del cinquecento su disegno di Giacomo Della Porta. Ad ognuno dei quattro angoli c'è un conchiglione in marmo con sopra un delfino sul quale poggia un efebo, quest'ultimo spinge una tartaruga ad abbeverarsi. Le tartarughe sono copie di quelle aggiunte da Gian Lorenzo Bernini del 1658.
Scritta in data 18 ottobre 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

claudio d
Viterbo, Italia39.346 contributi
Punteggio 5,0 su 5
ago 2022
In piazza Mattei, al centro dell'asse via dei Falegnami-via dei Funari che traccia il limite nord dell'area popolarmente conosciuta oggi come "ghetto", si trova questa bella fontana, edificata nella penultima decade del XVI secolo dal fiorentino Taddeo Landini, su progetto di Giacomo Della Porta. La fontana, commissionata dall'amministrazione cittadina dopo i restauri dell'acquedotto Vergine, si sarebbe dovuta trovare da un'altra parte, ma le insistenze del nobile Muzio Mattei (che peraltro in cambio si impegnava a pavimentare la piazza e a tenere pulita la fontana), il quale aveva qui il suo palazzo, fecero si che la fontana venisse collocata nell'attuale posizione. Realizzata in diversi tipi di marmi pregiati, oltre che in travertino, presenta una forma elaborata e complessa: da una vasca dall'articolato perimetro, quasi al livello del suolo, si eleva al centro un grande basamento che nella parte bassa è ampio ed evidenzia quattro conchiglioni ai vertici, mentre nella parte superiore si assottiglia a formare una sorta di grossa anfora che sorregge un sovrastante catino, su cui al centro zampilla l'acqua; quest'ultima, da quatto facce sotto al catino, precipita nella sottostante vasca. Ma la parte lapidea, pur notevole, è la meno appariscente; quello che colpisce immediatamente è infatti l'apparato scultoreo in bronzo : sopra in conchiglioni sono stati infatti posti quattro delfini in bronzo, dalle cui bocche l'acqua alimenta i citati conchiglioni, tracimando poi nella vasca sottostante; sopra i delfini quattro esili giovanetti, sempre in bronzo, sembrano cavalcarli e con un braccio alzato pare che vogliano sospingere quattro tartarughe (ancora in bronzo) ad abbeverarsi al catino superiore. Le tartarughe sono però un'aggiunta dei restauri seicenteschi e sono attribuite al Bernini (probabilmente furono aggiunte per colmare dei vuoti (inizialmente il progetto della fontana prevedeva infatti altri quattro delfini sul catino). Come curiosità si segnala che le tartarughe, oggetto più volte di furto, sono state sostituite da delle copie e gli originali sono ai musei capitolini.
Scritta in data 17 agosto 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Vale1308
Provincia di Rimini, Italia775 contributi
Punteggio 5,0 su 5
mar 2022
Passeggiando nell ex ghetto ebraico non si puo non giungere a Piazza Mattei e qui alle pendici del Palazzo sorge questa splendida fontana con vasche a fornma di conchiglie e tartarughe che tendono a inerpicarsi per giungere alle vasche di acque sorretti da efebi
Fontana voluta dal signorotto di turno che però perse il suo patrimonio al gioco e con esso anche la mano della sua mata che non gli fu data xche povero sicche x ripicca diede ordine di costruire questa splendia fontana nel tempo di una notte cosi d afare vedere all indomani alla famiglia della sventurata cosa si era fatta scappare
Scritta in data 18 marzo 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

fabrylamas
Provincia di Cuneo, Italia3.591 contributi
Punteggio 4,0 su 5
mag 2021 • Coppie
Questa fontana si trova a pochi passi dall'Antico Ghetto Ebraico ed è una delle più belle fontane di Roma.
La sua storia è legata ad una leggenda romantica perché si narra che il duca Mattei un giorno perse in un colpo solo tutto il suo patrimonio e per questo motivo il futuro suocero rifiutò di concedergli in sposa la figlia. In risposta il duca fece realizzare in una sola notte questa fontana.
La fontana è caratterizzata da quattro fanciulli in bronzo che cavalcano dei delfini su vasche a forma di conchiglia e che giocano con delle tartarughe. Le tartarughe sono opera di Gian Lorenzo Bernini e furono aggiunte in seguito.
Scritta in data 8 dicembre 2021
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

romano p
Pisa, Italia4.909 contributi
Punteggio 5,0 su 5
ott 2021
Considerata una delle fontane più belle di Roma,realizzata sul finire del 1500 su progetto di Giacomo della porta. Molto belle le decorazioni e i marmi policromi dei delfini con quattro giovani efebi che sorreggono la vasca da cui sgorga l'acqua. Le tartarughe del Bernini sono state aggiunte circa 70 anni dopo,di qui il nome della fontana.
Scritta in data 29 novembre 2021
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Stefo&Vivi
Roma, Italia33.377 contributi
Punteggio 5,0 su 5
nov 2021
Con i quattro efebi in bronzo sopra altrettanti delfini poggiati su vasche a forma di conchiglia, a spingere i cheloni verso il bordo del catino, questa è una delle più belle fontane di Roma. E a pensarci bene è anche un concentrato di storia.
Dal finanziamento dell’opera da parte dei Mattei, la potente famiglia che ha dato il nome alla piazza, al progetto di Giacomo Della Porta, allievo di Michelangelo e poi del Vignola. Alle tartarughe, aggiunte e attribuite dalla tradizione al Bernini, più volte trafugate, ritrovate, o riconsegnate da gente del popolo che ne venne casualmente in possesso.
La leggenda difficilmente si metabolizza, ma si narra che fu costruita nell’arco di una notte.
Comunque sia, resta un gioiello che conserva, ancora oggi, in un piccolo slargo tra i più affascinanti della Capitale, il suo antico splendore.
Scritta in data 9 novembre 2021
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Walther von der Vogelweide
Pescina, Italia10.343 contributi
Punteggio 5,0 su 5
dic 2020 • Amici
Stupenda fontana al limite del quartiere ebraico, meta di turisti anche oggi 30 dicembre (2020 "annus horribilis" per tutto ed anche per il turismo). Peccato per le macchine parcheggiate che la circondano.
Scritta in data 30 dicembre 2020
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

1-10 di 191 risultati mostrati
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
È il tuo profilo Tripadvisor?
Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.
Richiedi il profilo

FONTANA DELLE TARTARUGHE: Tutto quello che c'è da sapere (AGGIORNATO 2024) - Tripadvisor

Tutti gli hotel: RomaOfferte di hotel: RomaHotel last minute: Roma
Roma: tutte le attività
Gite di un giorno a Roma
RistorantiVoliCase vacanzaStorie di viaggioCrociereAutonoleggio