Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta

Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta

Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta
4.5
10.00 - 20.00
Lunedì
10.00 - 20.00
Martedì
10.00 - 20.00
Mercoledì
10.00 - 20.00
Giovedì
10.00 - 20.00
Venerdì
10.00 - 20.00
Sabato
10.00 - 21.00
Domenica
10.00 - 21.00
Info
La Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta è la prima chiesa, a Napoli, dedicata al culto della Vergine. Nel cuore del centro storico di Napoli, sorge sulle rovine dell'Antico Tempio di Diana, e diventa una basilica in seguito all'apparizione della Madonna a San Pomponio, che gli dice di costruire una chiesa e di dove avrebbe rinvenuto una pietra avvolta in un panno azzurro.
Durata: 1-2 ore
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Tour ed esperienze
Scopri diverse opzioni per esplorare questo posto.
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
La zona
Indirizzo
Quartiere: Pendino
Contatta direttamente

Eseguiamo controlli sulle recensioni.
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare le linee guida della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema rileva un problema, la recensione viene rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità alle linee guida della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
4.5
Punteggio 4,5 su 587 recensioni
Eccellente
47
Molto buono
24
Nella media
12
Scarso
3
Pessimo
1

Elisabeth M
1 contributo
Punteggio 5,0 su 5
ago 2023 • Coppie
La visita è un viaggio nel passato, è un racconto ad occhi aperti guidati da un'accurata descrizione di Maira, guida attenta, che ha saputo trasmette non solo nozioni ma sensibilità storica.
Eccitante (anche ma non solo!) per l'essere insolito. Consigliatissimo!
Scritta in data 16 agosto 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Ag17022000
610 contributi
Punteggio 4,0 su 5
ago 2023 • Solo
Passeggiando lungo quell'inesauribile serbatoio artistico che è Via dei Tribunali (il Decumano maggiore), vicino alla superba Cappella Pontano, al passante potrà capitare di posare gli occhi su un campanile molto diverso da quelli che affollano il panorama di Napoli, molto diverso anche dal grande campanile vicino di San Pietro a Majella, che pure spicca nelle sue semplici forme del XIV secolo. Si tratta del campanile romanico, del XI secolo, di Santa Maria Maggiore, uno dei più antichi della Campania e uno dei più lampanti esempi di sovrapposizione di varie epoche in questa zona di Napoli dove in ogni secolo si è letteralmente costruito sui resti del precedente. Così, sul basamento non sarà difficile notare marmi di età romana, resti forse di un antico tempio di Diana, così come lungo il campanile tutto. Non solo una curiosità da notare, ma uno degli esempi più immediati della sovrapposizione architettonica e della mescolanza di stili imperanti in quel luogo unico che è il centro storico tra i decumani.
Scritta in data 12 agosto 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

claudio d
Viterbo, Italia34.562 contributi
Punteggio 3,0 su 5
feb 2023
Il particolare nome della chiesa deriva dal fatto che una volta qui c'era una pietra (santa) che garantiva l'indulgenza a chi la baciava, e alla quale sono legate anche altre leggende. La chiesa si trova in pieno centro storico, nell'area dei decumani, e la sua origine è molto antica, risalendo al VI secolo, costruita sui resti di un tempio romano dedicato a Diana. L'attuale aspetto è dovuto però alla ricostruzione seicentesca, su progetto di Cosimo Fanzago. Esternamente si presenta con un'imponente facciata, non ricca di decorazioni, ma particolare, sia perchè in parte è addossata alla Cappella del Salvatore (che continua poi con la Cappella Pontano) sia perchè priva del timpano (rimosso nel XX secolo perchè pericolante dopo i bombardamenti dell'ultimo conflitto), sia per un grande timpano spezzato che si trova al centro della cornice marcapiano, come per rendere ancora più monumentale il sottostante portale di accesso alla chiesa. Esternamente però l'elemento più notevole è il campnaile medievale in laterizi che si alza nei pressi, staccato dal corpo della chiesa. L'interno, a croce greca con braccia trasversali più corte (quattro cappelle angolari e due in corrispondenza dei bracci laterali), si presenta ugualmente imponente, in particolare per l'altezza delle volte, ma l'aspetto complessivo, pur considerando la ricca decorazione in stucco delle volte e delle cappelle e la presenza di alcuni dipinti, risulta spoglio in quanto la chiesa non è più officiata ma gestita da un'Associazione Culturale, che la utilizza come auditorium e per mostre estemporanee. Il pavimento è quello originale in maiolica, con disegni policromi, ma a parte che in molti tratti è ormai rovinato, per lo più non si riesce a vedere perchè coperto da lembi di moquette. La medesima associazione ha anche attivato un percorso sotterraneo a pagamento (il Lapis Museum) che prevede la discesa nella cripta (con i resti della chiesa paleocristiana e testimonianze del periodo romano) con proseguimento negli ipogei del vecchio acquedotto greco-romano e delle ex cave di tufo, che in parte furono poi sfruttate nelle seconda guerra mondiale come rifugi antiaerei (situazione comune ad altri ipogei e ad altri percorsi sotterranei organizzati in diversi settori del centro storico: si può dire che sotto all'attuale città ne esiste un'altra sotterranea). La valutazione assegnata si riferisce solo alla chiesa, in quanto non ho ho visitato il Lapis Museum.
Scritta in data 7 febbraio 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

sonia s
2 contributi
Punteggio 5,0 su 5
dic 2022 • Famiglia
La basilica, la cripta (con esposizione di reperti romani), la cappella del Pontano. Cosa dire? Un’immensa esperienza d’arte, storia e cultura. La chicca: il museo dell’acqua; la Napoli sotterranea delle cisterne greco romane e non solo! Andateci e godetevi tutto ciò…
Scritta in data 1 gennaio 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Raffaele
Roma, Italia5 contributi
Punteggio 5,0 su 5
dic 2022 • Famiglia
Sono stato con la famiglia. Il posto è magico. Il fascino delle storia rende il posto ancora più incantevole. La prima chiesa della città ad essere dedicata alla Vergine, già tempio dedicato a Diana in epoca romana. Adiacente alla bella cappella del Pontano, dove si può ammirare una pala d’altare, che racchiude una sintesi storica d’Europa, bellissima.
Nella cripta sono i resti dell'antica basilica paleocristiana e si conservano i frammenti di un antico mosaico di epoca romana. La cripta è luogo di mostre ed esposizioni.
Che meraviglie! Dalla basilica si può visitare una parte della Napoli sotterranea, più unica che rara: museo dell’acqua. L’acqua delle cisterne greco romane. Bellissime le descrizioni virtuali dei ricoveri dalle bombe, durante la guerra.
Scritta in data 1 gennaio 2023
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Doni R
Roma, Italia700 contributi
Punteggio 5,0 su 5
nov 2022 • Coppie
La discesa nelle cisterne greco-romane della Chiesa di Santa Maria alla Pietrasanta rappresenta una esperienza fondamentale da affiancare agli altri itinerari tradizionali della Napoli sotterranea. Si arriva a circa 40 metri di profondità, visitando ampi ambienti che vengono presentati con la funzione di cisterne, quindi con acqua e luci suggestive, oppure con la funzione di rifugi antiaerei durante la seconda guerra mondiale. Infatti si possono vedere alcuni locali che erano adibiti a bagno o a infermeria. Chiude la visita un’esperienza immersiva nel periodo di guerra grazie alla realtà virtuale di un bombardamento aereo che lascia davvero sgomenti, e di uno spaccato di vita quotidiana. La risalita è agevole grazie ad un modernissimo ascensore. Obbligatoria la prenotazione.
Scritta in data 11 dicembre 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

tony b
5.099 contributi
Punteggio 4,0 su 5
lug 2022 • Amici
Con una guida si visita prima la chiesa che è nel complesso ammaliante e suggestiva e ti cattura lo sguardo alla ricerca di ogni particolare.
Ma la vera attrazione sono i sotterranei dove le emozioni sono infinite !
Scritta in data 8 luglio 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Gennaro T
Pozzuoli, Italia125 contributi
Punteggio 5,0 su 5
apr 2022
Dopo aver visitato la chiesa , abbiamo visitato anche il museo dell' acqua sotteraneo , percorso bellissimo, guida molto brava e poi per l' ennesima volta ti immergi nella storia di napoli ascoltando anedotti e fatti vissuti. Emozionante
Scritta in data 18 giugno 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

cri1950
Firenze, Italia277 contributi
Punteggio 5,0 su 5
feb 2022
Abbiamo visitato sia la Chiesa che il percorso nei suoi sotterranei, devo dire che l'emozione è stata tanta. Fortunate nell'aver avuto un "cicerone", Ciro che ci ha fatto rivivere metro per metro la vita di questi luoghi. Visita che tutti dovrebbero prenotare quando visitano questa splendida città
Scritta in data 27 febbraio 2022
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

liliana s
Caponago, Italia13 contributi
Punteggio 5,0 su 5
ott 2021
Consiglio a tutti la visita partendo da questa basilica, ai sotterranei di Napoli . Davvero straordinaria con una guida giovane, gentile, preparata !!!
Scritta in data 26 ottobre 2021
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

1-10 di 70 risultati mostrati
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
È il tuo profilo Tripadvisor?
Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.
Richiedi il profilo

Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta (Napoli) - Tripadvisor

Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta: domande frequenti