Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di Tripadvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Ciclabile Dolomiti - La Lunga Via delle Dolomiti

54 recensioni
Non ci sono tour o attività prenotabili online nelle date selezionate. Scegli un'altra data.

Ciclabile Dolomiti - La Lunga Via delle Dolomiti

54 recensioni
Non ci sono tour o attività prenotabili online nelle date selezionate. Scegli un'altra data.
Vista completa
Località
Contattaci
Piazzale Stazione, 32044 Calalzo di Cadore Italia
Scopri la zona
Stazione delle Bici Valpolicella: E-Bike Tour con Degustazione Vini
Tour dei vigneti con degustazione di vini

Stazione delle Bici Valpolicella: E-Bike Tour con Degustazione Vini

3 recensioni
Questo tour in e-bike è proposto da Tenuta Santa Maria Valverde, una cantina vinicola a Marano di Valpolicella. Non siamo intermediari o tour operator: organizziamo direttamente il tour e la degustazione dei vini. Il Produttore Nicola, nato e cresciuto in Valpolicella, vi farà vedere i magnifici tesori architettonici della Valpolicella. Conosce tanti segreti della sua terra e ti racconterà tante storie inedite sulla Valpolicella. Il giro eviterà strade asfaltate, con scorciatoie per boschi e vigneti! Successivamente, visita la cantina di famiglia a Marano di Valpolicella e conduci una speciale degustazione di Vini Locali Valpolicella, Ripasso e il grande Amarone, imparando a valutarli tramite vista, olfatto e gusto. I vini sono abbinati a spuntini della cucina locale come formaggi, salumi e un primo piatto della cucina tradizionale veronese. Informa Nicola se hai preferenze sui siti da visitare. Non perdere questo tour in e-bike con degustazione Vini con il Produttore!
119,77 USD per adulto
54recensioni2domande e risposte
Valutazione
  • 32
  • 16
  • 3
  • 3
  • 0
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
Filtri selezionati
  • Filtra
  • Italiano
Roberta Pastrello ha scritto una recensione a set 2020
2 contributi2 voti utili
Abbiamo percorso solo questo tratto perché io e il mio ragazzo siamo partiti tardi anche se in realtà l'idea era di fare Cortina-Dobbiaco. Abbiamo preferito fare un piccolo tratto con le nostre biciclette. Io sono fuori allenamento ed ero già stanca di mio ma i 200 m di dislivello li ho sentiti molto. Co sono innumerevoli lavori in corso per la frana ma hanno fatto un un'ottimo lavoro per poter ripristinare la ciclabile mentre ad un certo punto, prima di Cortina,ci sono lavori in corso sulla ciclabile e non c'e la scritta "deviazione" che ti lascia un po' perplesso. Anche ad un certo punto, prima di Cortina,dopo aver passato l'Area 51 c'è un rientro ma non lo si vede bene perché il cartello è in un posto che non lo notavamo. È stata una bella avventura con bellissimi paesaggi peccato che ci sono poche aree pic-nic.
Scopri di più
Data dell'esperienza: settembre 2020
2 voti utili
Utile
Condividi
Francesco S ha scritto una recensione a ago 2020
Belluno, Italia35 contributi33 voti utili
Dopo una ripida salita in automobile, si giunge in Tai di Pieve: dal punto panoramico della pista ciclabile è possibile ammirare tutto l'abitato di Tai, scorgendo la città di Pieve e il lago di Centro Cadore, nella splendida cornice naturalistica che la circonda. Dopo una serie di tornanti, spesso molto ripidi, si giunge ad una terrazza, di fronte alla sede locale dei Vigili del fuoco: da qui è possibile ammirare il paesaggio descritto, disponendo di ampio parcheggio. Tenevasi qui un tempo una stazione ferroviaria, ad oggi riadattata a splendida pista ciclabile: ad oggi è però difficile raggiungere tali luoghi, vista la sostanziale assenza di trasporto pubblico.
Scopri di più
Data dell'esperienza: agosto 2020
2 voti utili
Utile
Condividi
Stefano V ha scritto una recensione a giu 2020
Fossalta di Portogruaro, Italia465 contributi233 voti utili
Patrimonio dell'Unesco è una delle piste ciclabili più belle. Partiti da Calalzo e raggiunta Dobbiaco, passando per località bellissime quali San Vito di Cadore e Cortina d'Ampezzo. Tale percorso non è per tutti: bisogna essere allenati perchè molte sono le salite. Attenzione che dopo San Vito (causa lavori in corso) la pista è chiusa in alcuni tratti). Abbiamo avuto la fortuna di percorrerla in una giornata di sole con il cielo terso. Bellissima.
Scopri di più
Data dell'esperienza: giugno 2020
2 voti utili
Utile
Condividi
Alpino33 ha scritto una recensione a ago 2019
Pordenone, Italia58 contributi57 voti utili
Abbiamo percorso il tratto Calalzo-San Vito. Manutenzione ottima. Fondo stradale perfetto. La vista del monte Pelmo ed Antelao è fantastica.
Scopri di più
Data dell'esperienza: agosto 2019
2 voti utili
Utile
Condividi
A. N. ha scritto una recensione a ago 2019
Boston, Massachusetts33 contributi41 voti utili
Una delle più belle ciclabili del mondo che percorro in bici o a piedi quasi ogni giorno, tuttavia in alcuni comuni la pista è tenuta piuttosto male in particolare nel tratto che va da Acquabona a Dogana Vecchia (strada bianca con buche profonde), nel tratto da Peaio a Venas dove si trova un tratto molto pendente in pavimentazione di cemento che si sgretola e in comune di Pieve di Cadore dove l'asfalto è in condizioni pessime con tante buche non o mal rattoppate. Attenzione anche nel tratto di Borca di Cadore dove i lampioni sono stati posizionati di fatto nella strada e c'è il rischio di centrarli, a Venas dove c'e un sottopassaggio con curva cieca e stretta, e a Valle di Cadore dove si circola per un tratto su strada assieme alle auto. Inoltre numerosi bar sono presenti lungo tutto il percorso
Scopri di più
Data dell'esperienza: agosto 2019
2 voti utili
Utile
Condividi
Indietro