Ganga-Sacred confluence of river Alaknanda & Bhagirathi RIvers

Ganga-Sacred confluence of river Alaknanda & Bhagirathi RIvers

Ganga-Sacred confluence of river Alaknanda & Bhagirathi RIvers
4.5
Cosa dicono le persone
Stefano E
Di Stefano E
Holy ganga un posto ancora autentico
Punteggio 5,0 su 5mar 2017
A 70 km da Rishikesh cominciando a salire verso l'inizio dell'himalaia, c'è un piccolo paese che si chiama Devpryag. Questa parola in indi, mi spiegava un simpatico signore di Hampi in pellegrinaggio con la moglie , significa l'incontro di due affluenti. Infatti qui in questo punto, si incontrano il fiume Bhagiyathi e il fiume Alaklanda, e le loro acque che modellano le pareti rocciose a strapiombo, ospitano un pugno di abitanti, tranquillamente arroccati sull'acqua.durante il giorno, tutti osservano con rispetto le acque dei fiumi che si fondono nei loro diversi colori e potenze, sommando le loro energie e iniziando la loro grande discesa da unico fiume che prende il nome : Ganga. Quindi qui, in questo incrocio di vibrazioni, che il pellegrino mi diceva superlativo per meditare e connettersi al tutto, nasce il Gange, il fiume più sacro dell'India. Più avanti avrà un altro Devpryag con un altro fiume sacro indiano che è lo Jamuna, terra di pascolo di krisnha. Nella punta estrema di questo paese, tutte le sere viene celebrata una Pugia colorata e suggestiva. Prima della Pugia, il Guro del Mandir, scambiato da me per un Baba scroccone, era andato via mezzo mortificato, e al mio arrivo alla Pugia invece, rideva, vedendo me mortificato che mi scusavo con gli occhi per la mia gaffe di prima.Il paese e' unito da un ponte pedonale tutto molleggiato da un lato, e dall'altro ugualmente da un ponte più malconcio a qualche decina di metri. Ero stato qui due giorni dopo l'alluvione di qualche anno fa, al tempo a pochi kilometri erano morte centinaia di migliaia di pellegrini e turisti, ma qui la maestosa posizione aveva retto, ed era stata portata via solo qualche statua, baracca ai bordi dei fiumi, e distrutta qualche ghat di accesso per i bagni. Ancora oggi un piccolo gruppo di donne fuori casta, e lavoratori nepalesi lavorano pesantemente come muli ricostruendo scale, e trasportando rocce e detriti da giù a su. La gente a Devpryag vive tranquilla, e la mattina presto, prima che il sole sbuchi dalla montagna, tutte le strade pullulano di bambini che schiamazzano pettinati e stirati nella loro divisa scolastica. Nonostante sia meta di pellegrini indiani sulla strada per Badrinate, e altri siti sacri, fino ad arrivare a Gangotri, la cittadella non è stata invasa da turismo yoga meditazione vip o altro, e oltre al Templio, una fiorente campagna adiacente, per la movida serale fanno da padroni un paio di bancarelle con Chai e biscotti, con 5 o 6 persone al massimo fino alle 9 di sera. La vita quindi mantiene i tempi e orari indiani: presto la mattina, pisolino pomeridiano, e a sole quasi andato un altro poco di ore di lavoro. In strada qui nessuno ti disturba, le persone ti guardano curiose, e al massimo educatamente salutano. Nessuno chiede denaro, non ci sono banche, agenzie, pochi ristoranti di solo Tali, ( riso lenticchie e chapati) e nessun negozio di indianeria per occidentali. Lungo la strada principale a monte, alcune piccole attività lavorano con i pullman o jeep di passaggio, rifornendo acqua, Chai, e pochi snack. Nella discesa verso il fiume, invece ci sono delle piccole botteghe indiane incastonate tra le strade e scale che lo attraversano, ci sono il fabbro, il calzolaio, il sarto, il tecnico tV, il frutta e verdura, e immancabile, il negozio con oggetti sacri. Quindi questo gioiello di paese sopravvissuto alle alluvioni, agli attacchi beat della vicina hashram dei Beatles, allo yoga e altro, oltre ad offrire una vista straordinaria di potenza mistica è energetica da brivido, va a dormire presto. Un posto unico nella sua essenza, un icona del resistere della tradizione indiana. un posto che puo illuminare, e che in ogni caso, vale la pena ancora visitare.

Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo
Tour ed esperienze
Scopri diverse opzioni per esplorare questo posto.
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.

Ganga-Sacred confluence of river Alaknanda & Bhagirathi RIvers: i modi migliori per scoprire questo luogo di interesse e le attrazioni nelle vicinanze

La zona
Il meglio nelle vicinanze
I ristoranti e le attrazioni vengono classificati in base al rapporto tra le recensioni degli utenti e la vicinanza a questa località.
Ristoranti
1 nel raggio di 5 km

Eseguiamo controlli sulle recensioni.
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare le linee guida della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema dovesse rilevare un problem, la recensione potrebbe essere rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità alle linee guida della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
4.5
Punteggio 4,5 su 5116 recensioni
Eccellente
88
Molto buono
24
Nella media
4
Scarso
0
Pessimo
0

Queste recensioni sono state tradotte automaticamente dalla lingua originale.
Questo servizio potrebbe contenere traduzioni fornite da Google. Google declina qualsiasi garanzia, esplicita o implicita, relativamente alle traduzioni, incluse garanzie di accuratezza, affidabilità e garanzie implicite di commerciabilità, idoneità per uno scopo specifico e non falsificazione.

Stefano E
Bosa, Italia111 contributi
Punteggio 5,0 su 5
mar 2017 • Solo
A 70 km da Rishikesh cominciando a salire verso l'inizio dell'himalaia, c'è un piccolo paese che si chiama Devpryag. Questa parola in indi, mi spiegava un simpatico signore di Hampi in pellegrinaggio con la moglie , significa l'incontro di due affluenti. Infatti qui in questo punto, si incontrano il fiume Bhagiyathi e il fiume Alaklanda, e le loro acque che modellano le pareti rocciose a strapiombo, ospitano un pugno di abitanti, tranquillamente arroccati sull'acqua.durante il giorno, tutti osservano con rispetto le acque dei fiumi che si fondono nei loro diversi colori e potenze, sommando le loro energie e iniziando la loro grande discesa da unico fiume che prende il nome : Ganga.
Quindi qui, in questo incrocio di vibrazioni, che il pellegrino mi diceva superlativo per meditare e connettersi al tutto, nasce il Gange, il fiume più sacro dell'India. Più avanti avrà un altro Devpryag con un altro fiume sacro indiano che è lo Jamuna, terra di pascolo di krisnha. Nella punta estrema di questo paese, tutte le sere viene celebrata una Pugia colorata e suggestiva. Prima della Pugia, il Guro del Mandir, scambiato da me per un Baba scroccone, era andato via mezzo mortificato, e al mio arrivo alla Pugia invece, rideva, vedendo me mortificato che mi scusavo con gli occhi per la mia gaffe di prima.Il paese e' unito da un ponte pedonale tutto molleggiato da un lato, e dall'altro ugualmente da un ponte più malconcio a qualche decina di metri.

Ero stato qui due giorni dopo l'alluvione di qualche anno fa, al tempo a pochi kilometri erano morte centinaia di migliaia di pellegrini e turisti, ma qui la maestosa posizione aveva retto, ed era stata portata via solo qualche statua, baracca ai bordi dei fiumi, e distrutta qualche ghat di accesso per i bagni. Ancora oggi un piccolo gruppo di donne fuori casta, e lavoratori nepalesi lavorano pesantemente come muli ricostruendo scale, e trasportando rocce e detriti da giù a su.

La gente a Devpryag vive tranquilla, e la mattina presto, prima che il sole sbuchi dalla montagna, tutte le strade pullulano di bambini che schiamazzano pettinati e stirati nella loro divisa scolastica. Nonostante sia meta di pellegrini indiani sulla strada per Badrinate, e altri siti sacri, fino ad arrivare a Gangotri, la cittadella non è stata invasa da turismo yoga meditazione vip o altro, e oltre al Templio, una fiorente campagna adiacente, per la movida serale fanno da padroni un paio di bancarelle con Chai e biscotti, con 5 o 6 persone al massimo fino alle 9 di sera. La vita quindi mantiene i tempi e orari indiani: presto la mattina, pisolino pomeridiano, e a sole quasi andato un altro poco di ore di lavoro. In strada qui nessuno ti disturba, le persone ti guardano curiose, e al massimo educatamente salutano. Nessuno chiede denaro, non ci sono banche, agenzie, pochi ristoranti di solo Tali, ( riso lenticchie e chapati) e nessun negozio di indianeria per occidentali. Lungo la strada principale a monte, alcune piccole attività lavorano con i pullman o jeep di passaggio, rifornendo acqua, Chai, e pochi snack. Nella discesa verso il fiume, invece ci sono delle piccole botteghe indiane incastonate tra le strade e scale che lo attraversano, ci sono il fabbro, il calzolaio, il sarto, il tecnico tV, il frutta e verdura, e immancabile, il negozio con oggetti sacri. Quindi questo gioiello di paese sopravvissuto alle alluvioni, agli attacchi beat della vicina hashram dei Beatles, allo yoga e altro, oltre ad offrire una vista straordinaria di potenza mistica è energetica da brivido, va a dormire presto. Un posto unico nella sua essenza, un icona del resistere della tradizione indiana. un posto che puo illuminare, e che in ogni caso, vale la pena ancora visitare.
Scritta in data 5 marzo 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Amandeep Singh
Chandigarh, India40 contributi
Punteggio 5,0 su 5
giu 2017 • Amici
* Posto di Gud per sedersi e rilassarsi.
* Marco
* fiumi Mandir miscelazione perché incrementano ipnotizzante vista
* importanza religiosa.
Language Weaver
Scritta in data 24 giugno 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

j d
Bandar Seri Begawan, Brunei Darussalam536 contributi
Punteggio 5,0 su 5
giu 2017 • Famiglia
La piccola cittadina immersa nella spiritualità e religione con sangam di due fiumi chiaramente visibile.
Il viaggio per il posto da Rishikesh è anche la pena scrivere e ha panorami incantevoli di Ganga e le montagne
devono fare vista se vi trovate in zona
Language Weaver
Scritta in data 18 giugno 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Varun S
Bangalore, India44 contributi
Punteggio 5,0 su 5
dic 2016 • Coppie
Questo posto è bellissimo dove da un lato bhagirathi flussi e altra alaknanda laterali si unisce e costituisce la possente Ganga/Gange. Si potrebbe fare un tuffo santo in questo Sangam.
Language Weaver
Scritta in data 24 maggio 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Sudha2410
Visakhapatnam, India522 contributi
Punteggio 4,0 su 5
mag 2017
Questo è il punto in cui la Bhagirathi e Alaknanda fiumi s'incontrano, per formare il Gange. Entrambi i fiumi sono nettamente diversi colori, blu e marrone verdastra. Abbiamo visto il modo di Guptkashi.
Language Weaver
Scritta in data 23 maggio 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

RMB58
Mumbai (Bombay), India23 contributi
Punteggio 3,0 su 5
mar 2017 • Coppie
La convergenza di Alaknanda e fiumi bhagirati e inizio del viaggio di GANGA . . . . . Fiume Bhagirati con gush di flusso e alaknanda il fiume sobrio e silenzioso . . . . . Dubki had a brahamakund. . . . Nessuna infrastruttura fornita dagli enti civili come in SOVRAFFOLLATA e RISHIKESH per snan e vasca da bagno. . . . L'brahamakund aveva una catena per la sicurezza di attesa tenendo dubki . . . . . Tuttavia per vedere fiume che scorre bhagirati gushingly è un'esperienza . . . Che dicono bhagirati è la madre in diritto e alakananda è figlia in diritto. . Il SAS BAHU . . . . .
Language Weaver
Scritta in data 23 aprile 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Kamlesh981
Mumbai (Bombay), India13 contributi
Punteggio 5,0 su 5
mar 2017 • Amici
Uno ha da vedere per credere le energie positive che scorre alla confluenza del fiume Alaknanda e Bhagirathi.
Language Weaver
Scritta in data 18 aprile 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Ponuponas
Vilnius, Lituania1.263 contributi
Punteggio 4,0 su 5
apr 2017 • Amici
Il Luogo dove Ganga diventa Ganga.
Come è in montagna il fiume appare pulito e bello colore verde. Piena di grossi pesci, è anche possibile toccare.
Per 10 rupie si può ottenere una benedizione da un brahman locale. Certo, essi verranno e vi offrono che.
E durante la benedizione che vi chiederà di bere l'acqua di Ganga, mi ha fatto. E tutto era ok, nessuna malattia : )
Language Weaver
Scritta in data 10 aprile 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Urmil Gupta
1.311 contributi
Punteggio 5,0 su 5
apr 2017 • Amici
Visitato Devprayag ed è stato totalmente affascinato per vedere la bellezza di Ganga. . . Acqua blu, suono musicale del fiume tutti rendendo sempre più bello. Ne è valsa la pena arrampicarsi lungo 259 / 300 gradini. Si può vedere chiaramente la confluenza di due fiumi - Alaknanda e Bhagirathi. Era vista divina. Visitato 100 anni vecchio tempio di Raghunath che era sulla riva. Deve e deve guardare se uno vuole vedere Ganga al suo meglio.
Language Weaver
Scritta in data 9 aprile 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

Tanmay G
Nuova Delhi, India77 contributi
Punteggio 5,0 su 5
mar 2017 • Famiglia
Ho visitato con i miei genitori nel marzo 2017 . Questo è il luogo dove i due fiumi Hmalayan, Bhagirathi (proveniente da Gangotri) & Alaknanda (proveniente da Badrinath) unire a formare un unico fiume & prendere il nome Ganga. Le acque calme di Alaknanda soddisfare le acque di fragoroso Bhagirathi qui. Anche se il posto è di grande significato religioso, il punto di Sangam non è affollata (ma potrebbe essere se si è in viaggio per un festival religioso speciale). La confluenza può essere visto dall'autostrada principale, la Badrinath - Rishikesh road, e sembra bello da lì, ma si deve anche andare giù al Sangam esatta (punto di confluenza) . Alaknanda è generalmente più scure di colore verde rispetto all'ombra verde leggero di Bhagirathi, ma quando i sedimenti Laden, a volte è di colore marrone chiaro. Era verde scuro quando ho visitato nel marzo 2017 & era marrone chiaro nel maggio 2016 .
Devprayag è sulla strada per Kedarnath e Badrinath, a circa 75 km. da Rishikesh e circa 55 km da Shivpuri.
Language Weaver
Scritta in data 30 marzo 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Le recensioni vengono sottoposte a verifica da Tripadvisor.

1-10 di 50 risultati mostrati
Il fatturato incide sulla disposizione delle esperienze su questa pagina: scopri di più.
È il tuo profilo Tripadvisor?
Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.
Richiedi il profilo

GANGA-SACRED CONFLUENCE OF RIVER ALAKNANDA & BHAGIRATHI RIVERS: Tutto quello che c'è da sapere (AGGIORNATO 2024) - Tripadvisor

Devprayag: tutte le attività
RistorantiVoliStorie di viaggioCrociereAutonoleggio