Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Duomo dei Santi Pietro e Paolo

Questa è la vostra struttura?
Salva
Condividi
Il meglio delle recensioni
Vecchi ricordi di Naja

Non tanto il duomo ma da visitare è tutta Gradisca d'Isonzo. personalmente, tanti ma tanti anni fà Leggi il seguito

Recensito il 4 agosto 2017
mastro61
Bella chiesa settecentesca

L’attuale edificio sacro presenta una bella facciata in stile neoclassico. All’interno suggestive Leggi il seguito

Recensito il 8 dicembre 2016
Luke3j
,
Friuli-Venezia Giulia, Italia
Leggi tutte le 11 recensioni
11
Tutte le foto (11)
Vista completa
Panoramica dei viaggiatori
  • Eccellente36%
  • Molto buono55%
  • Nella media9%
  • Scarso0%
  • Pessimo0%
Informazioni
Durata consigliata: Meno di 1 ora
Meteo locale
Offerto da Weather Underground
°F°C
26°
16°
ago
22°
11°
set
17°
ott
Contatti
via Bergamas, 45, 34072 Gradisca d'Isonzo, Italia
Sito web
+39 0481 99148
Recensioni (11)
Filtra recensioni
9 risultati
Valutazione
4
5
0
0
0
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaItaliano
4
5
0
0
0
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtraitaliano
Aggiornamento elenco in corso…
Recensito ieri da dispositivo mobile

In giro nella zona ci siamo fermati qui in questa bella cittadina dove la pulizia ti fa sentire a casa.Sei nella storia sei nel mezzo dei monumenti e il duomo li rappresenta in pieno

Grazie, Giancarlo M
Recensito 4 agosto 2017

Non tanto il duomo ma da visitare è tutta Gradisca d'Isonzo. personalmente, tanti ma tanti anni fà trascorsi oltre 9 mesi di naja presso la caserma 46° Trento in via Papalina. Di caserme ce n'erano due, oggi entrambe vuote ed abbandonate, una trasformata parzialmente in...Più

Grazie, mastro61
Recensito 8 dicembre 2016

L’attuale edificio sacro presenta una bella facciata in stile neoclassico. All’interno suggestive la cappella di Sant’Anna, impreziosita da stucchi barocchi, e la cappella torriani, con il cinquecentesco monumento funebre di Nicolò della Torre.

Grazie, Luke3j
Recensito 16 maggio 2016

Centro ricco d'arte quali i torrioni delle antiche fortificazioni veneziane, il Duomo barocco e la Loggia dei Mercanti ove é raccolto un lapidario. Nel barocco Palazzo Torriani é la galleria d'arte contemporanea.

Grazie, agus1939
Recensito 12 dicembre 2015

all origine era la cappella del palazzo della Torre,ora sede del comune.Sia l architettura esterba che quella interna ne fanno una chiesa molto raccolta e piacevole.,senza quella sensazione dell immenso che ci fa sentire piccoli.Merita una visita.

Grazie, museale
Recensito 25 settembre 2015

Duomo dei Santi Pietro e Paolo, la cui facciata risale al 1752 su progetto di Paolo Zuliani, può essere considerata la Chiesa principale in Gradisca d'Isonzo. Di notevole interesse, la cappella di Sant'Anna con stucchi originali barocchi, mentre in fondo a destra la cappella della...Più

Grazie, FabrizioCarbognin
Recensito 7 maggio 2015 da dispositivo mobile

Chiesa principale di Gradisca d'Isonzo. Merita sicuramente una visita. Non lontano poi c'è un bar Acli con ottimi vini sfusi...

Grazie, Diego V
Recensito 1 febbraio 2015

Il duomo di Gradisca d'Isonzo dedicato ai santi Pietro e Paolo è la principale chiesa di Gradisca d'Isonzo, prima del 1789 era dedicato a san Salvatore. La facciata risale al 1752 ed è progetto di Paolo Zuliani. All'interno di particolare importanza la cappella di Sant'Anna...Più

5  Grazie, alessandra f
Recensito 7 novembre 2014

Il Duomo di Gradisca, dedicato ai Santi Pietro e Paolo, è bello e ben conservato sia all'esterno che all'interno e merita una visita non soltanto religiosa, manche turistica: i turisti di passaggio per Gradisca si fermino dunque a visitarlo bene!

Grazie, Maurizio d
Visualizza più recensioni
Domande e risposte
Ricevi risposte dal personale della struttura Duomo dei Santi Pietro e Paolo e dai visitatori precedenti.
Nota: la tua domanda verrà pubblicata sulla pagina Domande e risposte.
Inviate
Regolamento per la pubblicazione