Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Oratorio Suardi

Questa è la vostra struttura?
Via Suardi 20, 24069 Trescore Balneario, Italia
+39 035 944777
Sito web
Salva
Il meglio delle recensioni
Nella località che prende il nome dalle antiche terme romaniche un piccolo oratorio nella villa dei conti Suardi

Siamo a Trescore Balneario la località già conosciuta dai romani per le acque curative dove Lorenzo Leggi il seguito

Recensito 4 settimane fa
gianni187849
,
Milano, Italia
Affreschi incantevoli

Trescore è un paese delizioso sulla direttrice che dalla pianura bergamasca porta al Tonale. Di Leggi il seguito

Recensito il 19 novembre 2017
Caregop
,
Carnate, Italia
Leggi tutte le 40 recensioni
Mappa
Satellite
Gli aggiornamenti della mappa sono stati sospesi. Ingrandisci per vedere informazioni aggiornate.
Reimposta lo zoom
Aggiornamento della mappa in corso...
Dettagli
Leggi di più
L’Oratorio Suardi a Trescore Balneario La chiesa dedicata alle Sante Barbara e Brigida, all'interno del parco della villa Suardi, è stata costruita per volontà dei cugini Giovan Battista e Maffeo inizio XVI secolo (1502), fu interamente affrescata da Lorenzo Lotto, ad eccezione dell’abside (che è opera anonima, ma di importanza notevole per la storia dell’edificio e della famiglia di Giovan Battista Suardi che vi è ritratta). Il pittore venne a Trescore, chiamato direttamente da Giovan Battista, uno degli ispiratori dei soggetti per le tarsie del coro di S. Maria Maggiore di Bergamo, ai quali il Lotto stava in quel tempo lavorando; nella chiesa parrocchiale di Trescore Balneario dipinse anche una cappella con le storie di S. Rocco, andata purtroppo distrutta nel XVIII secolo. La parete di sinistra della chiesa di Villa Suardi, ha come protagonista S. Barbara, protettrice dalla morte improvvisa. Un susseguirsi di scene illustra la storia della santa, il suo rifiuto del matrimonio impostale dal padre, i processi e la carcerazione, i supplizi e la morte ad opera del genitore: il tutto con ricchezza di personaggi, di architetture, di colori. Ai lati sono raffigurati alcuni eretici dei primi secoli del cristianesimo, contro i quali hanno scritto e polemizzato i dottori della Chiesa (in particolare S. Gerolamo e S. Ambrogio), presentati, con la Madonna ed altri Santi, nei giragli formati dai tralci che partono dalle dita del Cristo-vite al centro della parete. “Ego Sum Vitis, Vos Palmites”: La frase evangelica si legge sopra la grande figura e più in alto l’iscrizione, oggi illeggibile ma conosciuta, che ricordava, committenti, autore e data di esecuzione. I tralci proseguono nel soffitto a rappresentare una vigna, simbolo del popolo di Dio nell'Antico e nel Nuovo Testamento; vi giocano putti e angeli tra pampini, foglie e grappoli, oppure appoggiati a cartigli che recano iscrizioni delle Sacre Scritture o della liturgia, con particolare riferimento al sacramento dell’Eucarestia. Nella parete di destra troviamo episodi della vita di S. Brigida d’Irlanda, protettrice del mondo agricolo, descritti nel sonetto che sta sotto la finestra; alla cerimonia della vestizione religiosa assiste, ai lati dell’altare, la famiglia del secondo committente Maffeo Suardi a sinistra i maschi, a destra le femmine con la madre. Anche su questa parete, come pure su quella di fondo, sono raffigurati i profeti dell’Antico Testamento e le sibille; sopra la porta d’ingresso è visibile l’autoritratto del Lotto in vesti di cacciatore. Sul fondo, S. Maria Maddalena nutrita con L’Ostia consacrata, e S. Caterina martire di Alessandria d’Egitto, L’intero ciclo di affreschi, le tematiche, i simbolismi, sono un’efficace sintesi della predicazione contemporanea contro i rischi della riforma protestante (che aveva particolarmente attaccato il primato del Papa, il culto della Madonna e dei Santi, la presenza reale dell’Eucarestia), di cui erano diffusori gli eserciti tedeschi che periodicamente invadevano il territorio della Valle Cavallina. La chiesa si trovava, fi no al secolo scorso, proprio a lato della strada che metteva in comunicazione Bergamo e la pianura con le valli e il nord; la sistemazione attuale del parco, della villa e della chiesa risale al 1883: fu il conte Gianforte Suardi che volle la costruzione del corridoio coperto di collegamento, le aggiunte in cotto sopra la pietra a vista originale, la costruzione del campanile e della piccola sacrestia. All?esterno della chiesa ci sono due tombe della famiglia Suardi, una delle quali di scuola comacina, è di Lanfranco di Baldino Suardi che fu podestà di Genova, morto nel 1331.
  • Eccellente83%
  • Molto buono15%
  • Nella media2%
  • Scarso0%
  • Pessimo0%
Chiuso
Orari
Orario di oggi: Chiuso
Durata consigliata: Meno di 1 ora
LOCALITÀ
Via Suardi 20, 24069 Trescore Balneario, Italia
CONTATTI
Sito web
+39 035 944777
Scrivi una recensioneRecensioni (40)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altre lingue
Filtra

1 - 10 di 38 recensioni

Recensito 4 settimane fa

Siamo a Trescore Balneario la località già conosciuta dai romani per le acque curative dove Lorenzo Lotto all'interno della villa Suardi realizza una sorta di piccola cappella Sistina dedicate alle due sante Barbara e Brigida con un Cristo che dalle dita fa nascere i santi....Più

Grazie, gianni187849
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 19 novembre 2017

Trescore è un paese delizioso sulla direttrice che dalla pianura bergamasca porta al Tonale. Di orgine romana è in posizione strategica sulla via che transitando per il passo del Tonale, portava nel Nord Europa. L'oratorio è una piccola chiesa a navata unica, costruita nel 1400...Più

3  Grazie, Caregop
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 1 novembre 2017 da dispositivo mobile

Alle tre del pomeriggio, si domenica e nei giorni festivi, oggi era il primo novembre,visita guidata dalla durata di 45 minuti alla piccola chiesina privata all’interno di villa Suardi.La guida illustra benissimo le storie di Santa Barbara e Santa Brigida dipinti dal Lotto, facendo apprezzare...Più

2  Grazie, Ely69betti
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 19 ottobre 2017

il ciclo pittorico del piccolo oratorio rappresenta un'opera di grande complessità ed una testimonianza della fede di questo grande e schivo artista, che ha intrapreso una narrazione di un contenuto ed in uno stile forse anche un po' superato alla sua epoca. Su un'intera parete...Più

3  Grazie, giovannibagh
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 18 settembre 2017

Se vi trovate in zona, non fatevi mancare un salto in questa piccola deliziosa cappella decorata dagli affreschi di Lorenzo Lotto con il loro profondo significato religioso ben descritto dalla guida che, in una visita guidata di ben 45 minuti, vi farà apprezzare appieno la...Più

1  Grazie, carla d
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 10 agosto 2017 da dispositivo mobile

Ho avuto il piacere e l'onore di ospitare un gruppo di amici che non conosceva questa autentica perla incastonata nel parco di Villa Suardi. La loro sorpresa è stata una autentica gioia e motivo di orgoglio al mio orbico cuore. Emanuele. Grazie

1  Grazie, Emanuele B
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 26 marzo 2017

Gli affreschi di Lorenzo Lotto conferiscono alla piccola e austera Cappella la connotazione di una luogo di grande arte e di raffinata spiritualità. Le storie raccontate da Lotto ci indicano - oltreché il mirabile artista che conosciamo - una persona colta, caratterizzata dalla religiosità intensa...Più

1  Grazie, Angelo P
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 15 febbraio 2017

Una vera meraviglia artistica anche per chi (come me) è un poco disinformato. essenziale prenotare la visita all'Oratorio Suardi, così da poter usufruire della guida, che racconta dettagliatamente i diversi affreschi di Lorenzo Lotto. Da non perdere.

1  Grazie, Diego P
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 22 novembre 2016

Gli affreschi del Lotto appaiono molto suggestivi nella forza narrativa. Tuttavia la qualità non rende giustizia al genio dell'artista, forse anche a causa, a mio avviso, della non ottima manutenzione del luogo. Gli affreschi sono parzialmente rovinati, soffrono del freddo e dell'umidità dell'ambiente che li...Più

3  Grazie, giudy w
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 23 ottobre 2016

Nascosto,ci di deve andare apposta,ma gli affreschi del Lotto valgono la visita,talmente sono belli.

1  Grazie, jean209
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
In zona
Hotel nelle vicinanzeVedi tutti gli hotel a Trescore Balneario
Albergo Ristorante della Torre
64 recensioni
A 0,42 km
Hotel San Pancrazio
20 recensioni
A 0,59 km
Albergo Fornaci
39 recensioni
A 1 km
Hotel Executive
207 recensioni
A 3,95 km
Ristoranti nelle vicinanze
Ristorante Pizzeria La Lampara
45 recensioni
A 0,64 km
Villa Canton
226 recensioni
A 0,63 km
Regina Margherita
14 recensioni
A 1,09 km
La Conca Verde
139 recensioni
A 1,17 km
Attrazioni nelle vicinanze
Tèntazioni Tea Shop
6 recensioni
A 0,3 km
La Bottega del Caffe di Piro Andrea
4 recensioni
A 0,31 km
Cinema teatro nuovo
A 0,38 km
Domande e risposte
Ricevi risposte dal personale della struttura Oratorio Suardi e dai visitatori precedenti.
Nota: la tua domanda verrà pubblicata sulla pagina Domande e risposte.
Regolamento per la pubblicazione
Inviate
;