Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di Tripadvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
4recensioni0domande e risposte
Valutazione
  • 2
  • 2
  • 0
  • 0
  • 0
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
Filtri selezionati
  • Filtra
  • Italiano
Selene | Viaggi che mangi ha scritto una recensione a dic 2018
Genova, Italia1387 contributi732 voti utili
Vale la pena fermarsi sotto questo albero "al contrario". La leggenda vuole che S. Francesco piantò qui il suo bastone e crebbe un albero. Il Diavolo lo capovolse, ma nonostante avesse le radici al vento e le foglie sotto terra continuò comunque a crescere.
Scopri di più
Data dell'esperienza: dicembre 2018
1 voto utile
Utile
Condividi
860michelac ha scritto una recensione a ago 2018
Torino, Italia3939 contributi799 voti utili
Vengo ad Ischitella fin da quando sono bambina e il cosiddetto 'Albero al contrario' è sempre stata la prima cosa che vedevo arrivando qui. Mio nonno mi ha raccontato che la leggenda vuole che il cipresso sia in realtà il bastone di San Francesco, che arrivato nel paesino lo ha piantato a terra facendo nascere il bellissimo albero. Ma il diavolo, con un vento di tempesta lo ha capovolto. Il cipresso tuttavia seppur con le radici all'aria e le fronde sottoterra ha continuato a crescere...! Il tronco oggi è ancora venerato e si trova davanti al convento omonimo.
Scopri di più
Data dell'esperienza: agosto 2018
Utile
Condividi
raffaele g ha scritto una recensione a giu 2017
Pescara, Italia22704 contributi2483 voti utili
Davanti alla facciata del convento--luogo mistico con balconata panoramica-- si erge il relitto di cipresso "Sacro". Il Convento è stato fondato da San Francesco ,di passaggio per Monte S.Angelo.--- " la leggenda" ---Per individuare il luogo il Santo piantò a terra il suo bastone di cipresso; da questo crebbe il cipresso, il diavolo lo capovolse , ma l'albero continuò la ugualmente la sua crescita. L'avvenimento ,fuori dal comune, divenne un miracolo.Ancora oggi è venerato e ricordato.
Scopri di più
Data dell'esperienza: giugno 2017
Utile
Condividi
Denis V ha scritto una recensione a set 2016
5507 contributi1496 voti utili
In splendida posizione panoramica su una collina da cui la vista spazia dal lago di Varano alle isole Tremiti, il borgo sorse già nel X secolo d.C.Del periodo svevo conserva un tratto di mura e la struttura del centro storico. Qui oltre alla chiesa romanica di Sant'Eustachio e al palazzo Ventrella, si erge il castello costruito nel XVIII secolo inglobando antiche strutture medievali.Interessanti, nei dintorni, le vestigia dell'abbazia di San Pietro in Cuppis e le zone archeologiche di Civita e Tribuna.
Scopri di più
Data dell'esperienza: giugno 2016
Utile
Condividi
Scrivi una recensione
Come è stata la tua esperienza?
Scrivi una recensione
Condividi la tua migliore foto di viaggio
Mostra a tutti la tua esperienza attraverso i tuoi occhi.
Pubblica una foto
Ricevi risposte rapide
Rivolgi le tue domande principali agli altri viaggiatori e ai gestori delle attrazioni.
Fai una domanda
Domande frequenti su Cipresso di San Francesco