Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

La nascita del Moai: escursione guidata e intera giornata intera Isola di Pasqua.

Seleziona data e viaggiatori
A partire da
130,00 USD
Data
2 viaggiatori
Cosa aspettarsi
Itinerario
Itinerario tipico per questo prodotto

Si ferma a: Ahu Vaihu, Coastal Road, Hanga Roa, Isola di Pasqua Cile

Costeggiamo la costa, verso le rovine del tempio di Vaihu. Prima di entrare in questo sito, visiteremo il centro interpretativo Puku Manu Mea, una replica di un villaggio ancestrale che ci mostrerà strutture di diverso tipo e come sono state conformate nell'antichità. Un modo pratico per comprendere l'architettura e l'organizzazione ancestrale. Entrando nel sito di Vaihu, la piattaforma di 8 moai che si trova vicino all'affascinante baia di pescatori di Hanga Te'e. I moai ora giacciono a faccia in giù, proprio come lo erano quando furono abbattuti, mentre i copricapi, che erano cilindrici, rotolarono un po 'più lontano. Un luogo in cui è possibile capire come sono rimasti gli ahu dopo il declino e la distruzione della cultura antica.

Durata: 25 minuti

Si ferma a: Ahu Akahanga, Hanga Roa, Isola di Pasqua Cile

L'Ahu Akahanga può essere considerato, per la sua storia e per il numero di statue, una delle più importanti dell'Isola di Pasqua.
All'ingresso del sito, dopo aver attraversato il muro, ci sono le fondamenta in pietra di parecchie lepri o case galleggianti, chiamate per la sua forma ellittica che ricorda una nave, dove vivevano i vecchi abitanti. Di fronte all'accesso di ogni casa, c'è una piccola area pavimentata con creste marine rotonde (poro nui), che formano una piccola piazza. Accanto alle case, ci sono diversi umu pae o vecchie fornaci di pietra.
A pochi metri si trova una piccola grotta, chiamata Ana Akahanga, il cui ingresso è rinforzato con un'aggiunta di pietre. La cavità, che è del tipo Karava a causa della sua larghezza e profondità, è stata utilizzata come riparo temporaneo, principalmente dai pescatori, per ripararsi dalla pioggia o passare la notte.
L'Ahu Akahanga, questa grande piattaforma di 18 metri di lunghezza non è stata restaurata, il che permette di farsi un'idea dello stato in cui si trovavano tutti gli ahu, nell'epoca della decadenza dell'isola.
Sulla maggior parte delle piattaforme distrutte, le statue giacciono a faccia in giù, con i loro volti nascosti e le spalle rivolte. Tuttavia, ad Ahu Akahanga, i 13 moai, di dimensioni comprese tra 5 e 7 metri, vengono abbattuti entrambi sulla schiena e capovolti. Questo ti permette di osservare meglio le sue caratteristiche e la sua fattura. È impressionante contemplare questi giganti di pietra in una posizione così vulnerabile, quando si ergevano orgogliosamente sul loro piedistallo.
Di fronte alla piattaforma, appaiono alcuni dei pukao o acconciature di scorie vulcaniche rosse che hanno superato le statue. A destra, molto vicino alla riva, c'è un moai caduto in avanti che non ha occhi scolpiti, ma ha conservato molto bene le caratteristiche dell'erosione.
Nella parte posteriore della ahu, c'è un crematorio e una rampa rustica per sbarcare le canoe. Qui puoi avere una visione ravvicinata dei volti delle statue che cadevano sulla schiena. Evidenzia anche un piccolo moai di circa 2 metri che giace sul dorso all'interno di un cerchio di pietre. Il suo intaglio rustico e il suo stato avanzato di erosione suggeriscono che è una delle prime statue che sono state scolpite a Rano Raraku.
Secondo la tradizione orale, il primo re dell'isola, il leggendario ariki Hotu Matu'a fu sepolto in questo luogo. I suoi figli lo hanno spostato dalla vetta del vulcano Rano Kau, dove ha avuto il suo ultimo luogo di riposo, ad Akahanga.

Durata: 30 minuti

Si ferma a: Rano Raraku, Isola di Pasqua Cile

Il vulcano Rano Raraku è uno dei siti archeologici più incredibili e straordinari del pianeta. In questo luogo magico pieno di mistero, sono stati creati i moai, le statue giganti che hanno reso l'isola di Pasqua famosa in tutto il mondo. Le enormi figure e le cave del vulcano superano ogni aspettativa e fanno in modo che il viaggiatore rimanga senza parole quando contempla una delle meraviglie più affascinanti dell'umanità.
Rano Raraku è diventato la cava in cui sono state scolpite quasi tutte le 1.000 statue che sono state trovate sull'isola di Pasqua. Qui i moai furono scolpiti e poi furono portati agli ahu o piattaforme cerimoniali, distribuiti lungo l'intera costa, per onorare la memoria degli antenati.
In questo posto ci sono 397 moai in diverse fasi di costruzione. Una decina di minuti a piedi lungo un sentiero ti porta direttamente al cratere di questo magnifico vulcano. Vedrai circa 70 moai in piedi (mezzo sepolto) sulle pendici superiori. È assolutamente vietato camminare fuori dai sentieri e salire al punto più alto, che può anche essere estremamente pericoloso.

Durata: 1 ora

Si ferma a: Ahu Tongariki, Isola di Pasqua Cile

Ahu Tongariki è la più grande struttura cerimoniale costruita sull'isola di Pasqua e il più importante monumento megalitico di tutta la Polinesia. Rappresenta lo zenith delle costruzioni sacre chiamate ahu-moai sviluppate a Rapa Nui da oltre 500 anni.
La piattaforma centrale, il cui asse è orientato verso il sorgere del solstizio d'estate, misura circa 100 metri di lunghezza e con le sue ali o estensioni laterali originali ha raggiunto una lunghezza totale di 200 metri. Durante l'ultima fase finale della costruzione dell'altare cerimoniale, Ahu Tongariki deteneva 15 moai, che ne facevano la piattaforma con il maggior numero di immagini dell'intera isola.
Sfortunatamente, come nel resto delle piattaforme cerimoniali dell'isola, i moai furono abbattuti dagli ahu durante gli episodi violenti che avvenivano tra i diversi clan dell'isola al tempo della decadenza della cultura Rapanui. Si ritiene che questo periodo iniziò dopo il 1500 d.C. raggiungendo il suo apice alla fine del diciassettesimo secolo.
Non si sa con certezza quando le statue degli Ahu Tongariki furono demolite, ma secondo le testimonianze dei primi navigatori europei che arrivarono sull'isola, sembra che non fossero più in piedi quando arrivarono all'inizio del XVIII secolo. Tuttavia, il luogo ha continuato ad essere usato come un cimitero fino alla conversione della popolazione al cattolicesimo nella seconda metà del 19 ° secolo.

Durata: 20 minuti

Si ferma a: Papa Vaka, Camino Vaitea Anakena, Isola di Pasqua Cile

Papa Vaka è un sito archeologico situato sulla strada nord dell'isola, tra Ahu Te Pito Kura e Pu o Hiro. È caratterizzato dal gran numero di petroglifi (incisioni nella roccia) che sono estese da grandi lastre di origine basaltica che emergono dal livello del suolo.
Le figure marine di Papa Vaka esemplificano l'arte rupestre del costo settentrionale di Rapa Nui, che mostra la preoccupazione degli abitanti di questi territori per il predominio del mare. Tutti i bassorilievi sono legati all'immenso oceano che circonda l'isola. Ci sono diverse creature marine, così come vaka (canoe) e mangai (ganci), strumenti fondamentali in tempi antichi per il controllo delle risorse marine.
Per vederli chiaramente è importante visitare il luogo al mattino presto o al tramonto, quando la luce ci consente di apprezzare meglio le figure. Ci sono diverse piattaforme sopraelevate vicino a ciascuna roccia che facilitano il visitatore a osservare le figure da una prospettiva più appropriata e manifesti esplicativi che aiutano a identificare alcuni dei disegni.

Durata: 15 minuti

Si ferma a: Ahu Te Pito Kura, Isola di Pasqua Cile

Te Pito Kura è un complesso archeologico situato di fronte alla baia di La Perouse, a circa due chilometri a sud-est della spiaggia di Ovahe. In questo centro cerimoniale si trova l'Ahu o Paro, il cui unico moai chiamato Paro, rimane nella stessa posizione in cui fu demolito quasi due secoli fa.
Il Paro Moai rappresenta una pietra miliare dal tempo in cui furono costruite le statue, poiché è il più grande moai trasportato dalla cava del vulcano Rano Raraku e eretto con successo su un ahu. Le sue dimensioni sono spettacolari: le sue orecchie misurano 2 metri, la sua altezza raggiunge i 10 metri e si stima che il suo peso superi le 80 tonnellate.
Il moai giace a faccia in giù e il suo corpo è diviso a metà a causa del suo collasso. Di fronte alla sua testa giace il suo gigantesco pukao, alto quasi 2 metri e del peso di 10 tonnellate, considerato anche uno dei copricapi più voluminosi scolpiti e spostati dalla cava di Puna Pau.
La tradizione vuole che sia stata una vedova a commissionare la costruzione di questo moai, in memoria del suo defunto marito. Sembra che il Paro Moai sarebbe stato una delle ultime statue da demolire dal suo ahu. Si ritiene che sia accaduto poco dopo il 1838, poiché dopo questa data non ci sono registrazioni di navigatori che vedono un moai in piedi.
Accanto all'ahu, a pochi metri di distanza, c'è una grande pietra a forma di ovoide di 80 centimetri di diametro. L'espressione Te Pito Kura significa "ombelico di luce" e ci sono quelli che mettono in relazione il nome del luogo con le qualità speciali di questa roccia e con uno dei nomi con cui l'isola di Pasqua è conosciuta, Te Pito O Te Henua che significa "Ombelico del mondo".
Questa pietra unica era conosciuta come Tita'a hanga 'o te henua, e secondo la leggenda fu portata da Hotu Matu'a, il re fondatore del popolo Rapanui, sulla sua barca da Hiva, la sua patria. Si dice che questa roccia, quasi sferica e liscia, concentri un'energia magnetica e soprannaturale chiamata mana.
A causa del suo alto contenuto di ferro, questa pietra si riscalda più di altre e fa sì che le bussole si comportino in modo strano. Molti visitatori ci mettono le mani per catturare la sua energia o anche, secondo la credenza di alcuni, aumentare la fertilità femminile. Sembra che alcuni turisti, troppo credenti nel loro potere, abbiano compiuto un atto osceno sulla pietra e da allora abbiano deciso di chiudere il cerchio di pietre che lo circonda.
Molto vicino a qui, vicino a Hanga Ho Onu, c'è l'Ahu Heiki'i, orientato secondo certe stelle, e che contiene tra le sue vestigia tre pukao. È il più grande ahu dell'isola, si distingue per le sue dimensioni e il suo aspetto imponente e ha bellissimi petroglifi. In questa zona ci sono diverse paenga (case di barche), umu pae (forni per cucinare) e un pipi horeko (pietra miliare) che è stato usato per delimitare il luogo.

Durata: 25 minuti

Si ferma a: Anakena Beach, Isola di Pasqua Cile

Anakena, che è la spiaggia principale dell'isola di Pasqua, rappresenta l'immagine tipica che tutti abbiamo quando pensiamo a una spiaggia paradisiaca. La sua sabbia bianca e fine corallo, il mare cristallino color turchese, le sue onde calme e le palme da cocco (portate da Tahiti alcuni decenni fa) lo rendono un luogo ideale per il riposo e il tempo libero.
La spiaggia di Anakena invita a fare il bagno in qualsiasi momento dell'anno, poiché la temperatura dell'acqua rimane mediamente di 20 gradi piacevoli, con piccole variazioni in estate e in inverno.
Anakena è ancora una bella spiaggia vergine, con pochi bagnanti, specialmente durante la mattina (i tour organizzati di solito arrivano nel pomeriggio) o in bassa stagione, il che permette, a volte, di godersi da solo questo piccolo, remoto e bellissimo paradiso .

Durata: 1 ora

Mostra di più
Scrivi una recensione per primo
Aggiornamento elenco in corso…
Domande e risposte
Ricevi risposte dal personale della struttura La nascita del Moai: escursione guidata e intera giornata intera Isola di Pasqua. e dai visitatori precedenti.
Nota: la tua domanda verrà pubblicata sulla pagina Domande e risposte.
Invia
Regolamento per la pubblicazione
Dettagli principali
Perché prenotare su TripAdvisor?
  • Garanzia prezzo basso
  • Pagamenti sicuri
  • Supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7Chiama:
I viaggiatori hanno visualizzato anche
Tour privato di un giorno intero
6 recensioni
a partire da 200,00 USD*
Tour di un giorno delle principali
43 recensioni
a partire da 128,00 USD*
Tour di un'intera giornata privata
30 recensioni
a partire da 200,00 USD*
Tour privato: Un giorno sull'Isola di
14 recensioni
a partire da 165,00 USD*