Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“groupon, vergogna!” 1 su 5 stelle
Recensione di Pensione Pietro a Metrano

Non riusciamo a trovare i prezzi per questo alloggio
I nostri partner di viaggio online non forniscono i prezzi per questo alloggio, ma possiamo cercare altre opzioni a Sant'Agata sui Due Golfi
Arrivo gg/mm/aaaa Partenza gg/mm/aaaa
Pensione Pietro a Metrano
Salva
Hai aggiunto Pensione Pietro a Metrano ai Preferiti
Via Nicola Pacifico, 4 | Monticchio, 80061 Sant'Agata sui Due Golfi, Massa Lubrense, Italia   |  
Salerno, Italia
Contributore livello
71 recensioni
9 recensioni di hotel
common_n_hotel_reviews_1bd8 66 voti utili
“groupon, vergogna!”
1 su 5 stelle Recensito il 13 maggio 2012

già avete detto tutto di questo postaccio però io voglio dire la mia: dopo mezz'ora dall'arrivo, giusto il tempo di valutare che non c'era nulla da salvare, siamo scappati a cercare un albergo degno di questo nome nei dintorni! vi siete fatti una pessima idea del posto? bene.....è 1000 volte peggio di quello che la vostra mente possa immaginare!!

  • Ha soggiornato in Maggio 2012, viaggiato in coppia
    • 1 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 1 su 5 stelle Posizione
    • 1 su 5 stelle Qualità del sonno
    • 1 su 5 stelle Stanze
    • 1 su 5 stelle Pulizia
    • 1 su 5 stelle Servizi
Questa recensione è stata utile? 3
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensione

164 recensioni dei viaggiatori

Valutazione
    0
    5
    8
    10
    141
Vedi recensioni su
25
99
1
Business
0
Riassunto punteggio
  • Posizione
    2 su 5 stelle
  • Qualità del sonno
    1,5 su 5 stelle
  • Camere
    1 su 5 stelle
  • Servizi
    1,5 su 5 stelle
  • Rapporto qualità/prezzo
    1,5 su 5 stelle
  • Pulizia
    1,5 su 5 stelle
I consigli dei viaggiatori aiutano a scegliere la camera giusta.   Consigli sulle camere (6)
Data | Punteggio
  • Inglese per primo
  • Italiano per primo
  • Qualsiasi
  • Tutte le più recenti in italiano
Italiano per primo
Naples, Campania, Italy
2 recensioni
common_n_hotel_reviews_1bd8 6 voti utili
1 su 5 stelle Recensito il 12 maggio 2012

volevo segnalare che il luogo che ci avete descritto in maniera cosi' invitante non corrisponde affatto a quell'incubo che abbiamo vissuto per due giorni.......le foto che invio sono solo in piccola parte lo specchio reale della pensione Pietro a Metrano a Massa Lubrense dove abbiamo soggiornato dal 7-05 all'8-05!Personale non professionale,camere non curate,sporche e inadatte ad ospitare clienti,cena per nulla corrispondente a cio' che invece era previsto dal coupon e di pessima qualita',servizio di reception inesistente (senza contare che dopo una serata trascorsa a Sorrento nonostante ci abbiano detto che nn c'erano problemi d'orario per il rientro,ci siamo ritrovati invece d'avanti ad una porta chiusa,in una strada buia,abbiamo provato a contattare su 2 diversi numeri il proprietario che invece beatamente dormiva...per intuito e sempre nel buio pesto abbiamo trovato di fianco una porta spalancata a chiunque che conduceva direttamente nelle camere..il resto lo lascio alla vostra immaginazione!!!!!!)e quindi secondo voi dopo una notte anche insonne su di un materasso appoggiato letteralmente su una tavola di legno...questo è da considerarsi soggiorno???per quanto mi riguarda sono intenzionato a denunciare la cosa e il sign.Pietro dovrebbe chiudere!!!!!!!

  • Ha soggiornato in Maggio 2012, viaggiato in coppia
    • 1 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 1 su 5 stelle Posizione
    • 1 su 5 stelle Qualità del sonno
    • 1 su 5 stelle Stanze
    • 1 su 5 stelle Pulizia
    • 1 su 5 stelle Servizi
Questa recensione è stata utile? 6
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Napoli, Italia
Contributore livello
3 recensioni
common_n_hotel_reviews_1bd8 4 voti utili
1 su 5 stelle Recensito il 7 maggio 2012

Partiamo dall'arrivo : il parcheggio è usato come deposito di roba vecchia, c'era un pò di tutto dalla rete di un letto ad un bidet.
Accoglienza: nella hall(se così si può chiamare un piccolo corridoio stretto pieno di cianfrusaglie)abbiamo atteso parecchio prima che il proprietario venisse da noi per la registrazione. La prima sorpresa è stato scoprire che il suddetto proprietario non possiede nè computer, nè indirizzo mail(anche se l'insegna fuori dal locale indicava la presenza di fax e tutti i servizi all'avanguardia).
Le camere: vecchie, ma ammetto che erano pulite. Il problema era che il bagno comunicava con quello dell'altra camera. per fortuna eravamo due coppie di amici e l'abbiamo presa a ridere. In pratica si poteva comunicare da un bagno ad un altro perchè c'era un buco nel muro.
La cena: lasciava a desiderare. tutto aveva lo stesso sapore e non c'era la scelta che ci avevano promesso.
la colazione: dopo aver rincorso il proprietario ho ottenuto un caffè..che ho dovuto pagare!
sicuramente l'offerta era vantaggiosa(quella del coupon di groupon) sarebbe stato meglio,forse,pagare di più e avere di meglio..

  • Ha soggiornato in Maggio 2012, viaggiato con gli amici
    • 1 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 1 su 5 stelle Posizione
    • 2 su 5 stelle Qualità del sonno
    • 1 su 5 stelle Stanze
    • 3 su 5 stelle Pulizia
    • 1 su 5 stelle Servizi
Questa recensione è stata utile? 4
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Naples, Campania, Italy
Contributore livello
5 recensioni
common_n_hotel_reviews_1bd8 22 voti utili
1 su 5 stelle Recensito il 7 maggio 2012

“Una vecchia casa e la tua macchina che
ferma sotto quell'insegna mi fa leggere
“benvenuti da Pietro a Metrano”

Immaginate quattro ragazzi in auto che vanno verso una pensione per una scampagnata che si prospetta di essere di divertimento. Ma immaginate di vederli in uno slasher anni ’80. Mentre Max Pezzali canta “La donna, il sogno e il grande incubo”. Una specie di “Non aprite quella porta”, ma a budget ridotto. Ecco. Questa è stata la nostra prima impressione. Solo che, invece del Deam Motel, davanti avevamo la pensione Pietro a Metrano.
Coupon preso su Groupon (ma non fanno controlli?) diversi mesi fa. 59 euro a coppia invece di 172. Ma si, proviamo. “A volte basta una foto per trasmettere un’emozione”, diceva l’offerta, parlando della “deliziosa Pensione Pietro a Metrano”. “Mi porto la motosega”, diceva Lorenzo, parlando dell’eventualità di invasioni zombie nella notte.
Ma andiamo per gradi, esaminando nel dettaglio la prestigiosa offerta (leggasi “pacco clamoroso”) che abbiamo scelto.

Arriviamo a Massa Lubrense (già, cominciamo: non era Sorrento ma a 12 km, sulle montagne) nel primo pomeriggio. Lorenzo vede l’edificio e si rifiuta di fermarsi. Dobbiamo fare opera di convincimento per tornare indietro. Palazzina post bellica, ci mancavano solo i buchi delle cannonate. Al piano terra, un salone da rigattiere (leggasi: sapunaro) arredato con mobilia di ogni genere, il tutto rigorosamente incrostato di polvere o ragnatele. Parcheggiamo: alla nostra destra, una mini discarica con tanto di bidet capovolto (vedere foto). A sinistra, quello che sul sito internet della Pensione Pietro a Metrano è un carinissimo giardino per le tue cene all’aperto: quattro tavolini arrugginiti con piante (in vecchie buatte d’olio) che reclamano pietà.
Al nostro ingresso nella “deliziosa Pensione Pietro a Metrano”, ci accoglie (dopo un bel po’ di tempo) il signor Pietro in persona. Avete presente Nando Paone quando fa il pazzo? Ecco, peggio. Camicia unta, straccio sulla spalla. Sorriso piacione. Ma vabbè, sembra una brava persona. Andiamo avanti, sarà solo un po’ eccentrico.
Consegniamo i coupon. Io il mio non l’avevo stampato. Propongo di girarglielo per E-mail. “E come si fa?”. Niente, non ce l’ha. Un po’ strano per uno che, all’esterno, ha un’insegna che riporta: fax, fotocopie, internet point, scuola (?) e altre amenità. Oltre a un “tenta la fortuna ai dadi” (ma non era illegale?). Vabbè.
Ci mostrano le nostre stanze. E abbiamo la certezza che la scelta è semplice: o scappi, o la prendi a ridere. Io penso di chiamare mammà per dirle che le ho sempre voluto bene. Non si sa mai.

Soggiorno di coppia di una notte in camera matrimoniale
La camera era matrimoniale e il soggiorno era di una notte. Niente da eccepire, tecnicamente. Praticamente, lo sfacelo. Arriviamo in camera tramite un corridoio che, se allarghi le braccia, tocchi. Corridoio che si stringe per concludersi in una porta, dove alloggia qualche altro sventurato. Le porte, ah le porte: normali porte da interno appartamento, di legno vecchio e instabili, con serrature che per aprirle o sei Diabolik o dormi sul pianerottolo. Sullo stipite, scritto a pennarello, il numero della stanza. E ancora non abbiamo capito il motivo della striscia di carta da parati stesa sulle porte. Dalla stanza di Lorenzo e Susy due macchie scure proseguivano verso il corridoio. “Tracce ematiche”, riflette Lorenzo. Nessuno si sente di smentirlo. Noi avevamo il televisore (che di notte si spegne di continuo, essendo un residuato bellico), Lorenzo e Susi in compenso avevano due bellissimi quadri: una veduta di Sorrento giusto sul letto e, a sinistra, una altrettanto significativo primo piano di una bambina che piange. Cioè, non so se mi spiego. L’angoscia. Una presa della corrente a due metri d’altezza in entrambe le stanze completava il quadro surreale. Ah, la notte la corrente veniva staccata, nelle “camere dotate di tutti i comfort”.
Il bagno meriterebbe un capitolo a parte. Due metri quadrati scarsi. Da un lato il lavandino, con tanto di presa per il phon direttamente in corrente (ciao, legge 626), dall’altro il bidet e il water. La doccia? Davanti, a due metri di altezza. Si, nel nulla. Senza cabina. Potevi fare la cacca e lavarti insieme. Un blocchetto di pietra all’ingresso del bagno evitava l’allagamento (rischiando però di causare rovinose cadute). Da noi niente aeratore. Un buco che dava nel corridoio, un altro che dava sull’altra stanza. Anche grazie a quello (oltre alle pareti probabilmente virtuali) era possibile che Susy e Mary parlassero da una stanza all’altra senza nemmeno alzare la voce. Io e Lorenzo la mattina in bagno ci siamo salutati come se fossimo allo stesso cesso pubblico dell’autogrill.
E, al mattino, abbiamo sentito qualcuno che armeggiava con una motosega.
Parentesi positiva: almeno le lenzuola erano pulite ed i servizi igienici lo sembravano altrettanto. Poi vai a capì…

Ps: tornando nel pomeriggio alla favelas, abbiamo visto una serie di personaggi (con coupon in mano) che si guardava intorno con la stessa espressione che avevamo noi qualche ora prima. Il caro Pietro a Metrano ne ha fatte, di vittime.


Cena di coppia che prevede a testa:

Il salone, che nelle fotografie appariva una normale sala rustica e decorata di ricordi, nei fatti era uno stanzone da rigattiere. Tavoli tutti diversi (stesso discorso per sedie, tovaglie, posateria e bicchieri), su alcuni dei quali erano accatastate chincaglierie varie. Ai muri, fotografie del nostro Pietro (a Metrano) con alcuni personaggi non meglio identificati, un Giletti tanto per gradire, e dei ritagli riguardanti Caserta. I divani che sul sito arredano la hall erano coperti da teli e polvere. E nella hall (se così vogliamo chiamarla) c’erano due acquari con qualche pesciolino sconsolato. Sushi. Forse.

- 5 antipasti a base di prodotti tipici sorrentini

Un piattino con cinque cose diverse. Vedere foto. Ho scoperto l’esistenza della fettina di arancia con spalmata di ricotta. Una fetenzia, specie quando i prodotti sono un po’ vintage. Come vintage era la mozzarella, che partiva da famosa treccia di Sorrento e finiva ad essere imitazione in polipropilene di un fiordilatte imbustato. Poi, due ranfetelle di polpo. Una fettina di affettato tirato fuori per le grandi occasioni e dal sapore decisamente stantìo. Il cosplay di una bruschetta. Un pezzettino di polenta fritta che, pure se è vecchia, tanto non si vede.

- Primo a base di specialità della casa o cartoccio di mare

Conchigliette scotte in un sugo acquoso che non sapeva di niente. E frutti di mare. Che lo stesso non sapevano di niente. Nella migliore delle ipotesi, era tutto congelato e scongelato sette volte sette. Ah, per dire: i gusci vuoti erano in numero molto maggiore rispetto ai frutti di mare. Il che mi fa pensare che, probabilmente, nelle sale oscure della cucina era in atto un meccanismo di riciclo decorativo che interesserebbe molto all’Asl ed ai Nas.

- Secondo con pesce al forno su letto di patate

“Due pesce, due calamaro”, ci ha spiegato la cameriera polacca servendo a tavola. Che forse era l’unica povera crista che lavorava, lì dentro. Il pesce al forno su letto di patate in realtà era un pezzetto di pangasio mezzo crudo accompagnato da due o tre patate novelle. Il calamaro, amico di vecchia data dei frutti di mare, ci guardava mezzo crudo e gommoso dal piatto implorando di finire in una colica piuttosto che ritornare nelle cucine. Dopo cinque minuti ho accusato la prima fitta all’addome. E abbiamo immaginato la polacca che chiedeva: “tu cosa mangiato, pesce o calamaro? Calamaro? Allora normale”.

- Un’insalata del contadino per 2 persone

Uno adesso sa che le porzioni le fanno ridotte, perché certi pucunari si comportano come se i soldi che arrivano tramite Groupon non fossero soldi.. ma come si fa a definire porzione la quantità di erbe miste che ci hanno portato?

- Dolce della casa a scelta tra torta al limone, torta della nonna o pastiera

Ecco. Ora provate voi a far capire alla polacca che siete allergici alle noci ed a farvi dire se nella torta ci sono. Mary ci è riuscita (o la polacca l’ha arronzata) ed è ancora viva. Il che, anche se vi sembrerà poco, in quel posto è un grosso risultato. Il dolce l’abbiamo lasciato tutti. Tranne Lorenzo. Che pure lui è ancora (sorprendentemente) vivo. Anche in questo caso la scelta non era nostra, ma della cucina.

- Un calice di vino e mezzo litro d’acqua per due persone

Qui si raggiunge la quintessenza del pucunaresimo. Abbiamo avuto una bottiglia di vino bianco (scelta nostra) che, all’origine, poteva essere una corposa falanghina. Al nostro tavolo è però arrivata una bevanda vagamente amara e molto annacquata. L’acqua (bottiglia servita aperta) era quella del rubinetto. Quando Susy ha chiesto una Coca Zero (“Si si capito, abbiamo”), è arrivata una Coca Light. Accompagnata da un euro e cinquanta di scontrino.

- Caffè, amaro o limoncello e coperto

Il limoncello, perlomeno, non era male. O almeno era alcolico. Il primo l’ho sorseggiato, il secondo mi è arrivato da Mary, che ha capito che non deve mai dire che non vuole niente quando si tratta di gratis. Il secondo l’ho buttato giù sperando di annebbiare i pensieri.


Colazione inclusa
Se sei pucunaro, non devi perdere occasione per dimostrarlo. La “deliziosa pensione Pietro a Metrano” ci ha accolti al nostro risveglio infatti con una colazione indimenticabile. Latte e orzo serviti in brocche di metallo probabilmente scovate in qualche rifugio risalente alla seconda guerra mondiale. Qualche fetta biscottata da buste già aperte chissà da quanto. E sui limoni di Sorrento che la sera prima erano accatastati in una cesta su uno dei tavolini è comparso il prezzo: 3.40, ovvero 40 centesimi in più rispetto a quanto costano a Sorrento.
Quando Mary ha chiesto il caffè, ha dovuto pagarlo: un euro.

  • Ha soggiornato in Maggio 2012, viaggiato con gli amici
    • 1 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 1 su 5 stelle Posizione
    • 1 su 5 stelle Qualità del sonno
    • 1 su 5 stelle Stanze
    • 2 su 5 stelle Pulizia
    • 1 su 5 stelle Servizi
Questa recensione è stata utile? 13
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Caserta, Italia
1 recensione
common_n_hotel_reviews_1bd8 8 voti utili
1 su 5 stelle Recensito il 6 maggio 2012

Purtroppo solo ora, al rientro ho letto le recensioni e concordo pienamente, abbiamo acquistato un copupon con groupon del valore di € 172,00, un vero furto. Tutto il piccolo complesso è vecchio, squallido, brutto, tovaglie tutte diverse e rotte, piatti scardati, sedie vecchissime con degli orribili coprisedia, per non parlare della stanza piccolissima, arredata sempre con un insieme di mobili tutti vecchi e malandati, il bagno con una vasca piena di ruggine, buchi nelle mattonette ed asciugamani bastanti per una sola persona, tutte diverse tra loro e macchiate. Il cibo: ci sono state serviti per due, dei pezzettini di salmone tipo affumicato, due alici marinate, delle melenzane arrostite?, una bruschetta, delle frittelle diciamo alle alghe fredde ed acide, due piatti di pasta comune ai frutti di mare scotta, fredda e salata, una sola platessa divisa a metà con delle zucchine orribili, inutile dire che abbiamo lasciato quasi tutto. Speravamo di poter almeno mangiare l'insalata, ma questa era praticamente scondita e salata, infine nostra ultima speranza, il dolce, ci è stata servita una fetta di torta fredda di frigo e vecchia. A questo punto ci siamo alzati e siamo andati via senza voler attendere altro. La mattina seguente la colazione era composta da tre pacchetti da due fette biscottate, tre marmellatine e due panetti di burro, abbiamo chiesto due caffè e nel frattempo ci sono stati portati un bricchetto di latte ed uno di orzo che facevano senso solo a guardarli, quando finalmente il ragazzino ci ha portato i due caffè, con essi ci ha portato lo scontrino di 2€. Be in pratica alle 8 del mattino siamo fuggiti da quel posto orribile non disponibili a tornarci mai più neanche gratis

  • Ha soggiornato in Maggio 2012, viaggiato in coppia
    • 1 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 2 su 5 stelle Posizione
    • 1 su 5 stelle Qualità del sonno
    • 1 su 5 stelle Stanze
    • 1 su 5 stelle Pulizia
    • 1 su 5 stelle Servizi
Questa recensione è stata utile? 8
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Napoli, Italia
Contributore livello
9 recensioni
5 recensioni di hotel
common_n_hotel_reviews_1bd8 24 voti utili
1 su 5 stelle Recensito il 3 maggio 2012

Ho acquistato un coupon Groupon del valore di €.172,00, comprendente cena, pernottamento e colazione. Abbiamo avuto un trattamento del valore max di €.30, anche se + correttamente esistono gli estremi per riottenere non solo quanto pagato ma anche un corposo risarcimento danni.Cena disgustosa: frutti di mare e carne puzzolenti, antipasto di roba insapora e riciclata, pasta scotta. Camera matrimoniale degna di una casa di contadini del dopoguerra, con bagnetto ridicolo e doccia non funzionante. Colazione neanche da minimo sindacale. Arredo squallido e sgangherato. Proprietario e collaboratrice trasandati e approssimativi in tutto. VERGOGNOSO

  • Ha soggiornato in Aprile 2012, viaggiato in coppia
    • 1 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 2 su 5 stelle Posizione
    • 2 su 5 stelle Qualità del sonno
    • 1 su 5 stelle Stanze
    • 1 su 5 stelle Pulizia
    • 1 su 5 stelle Servizi
Questa recensione è stata utile? 8
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Contributore livello
4 recensioni
common_n_hotel_reviews_1bd8 8 voti utili
1 su 5 stelle Recensito il 25 aprile 2012 tramite dispositivo mobile

Non aggiungo altro ai commenti hanno gia detto tutto, xho' una cosa di diversa mi e' capitata! Riassumo la sera del pernottamento noi ed un altra coppia x cercare di dimenticare andiamo a sorrento ma al ritorno eravamo stati chiusi fuori e dopo 1 ora siamo riusciti a farci sentire dal prop. Che e sceso ad aprire in vestaglia, poi la ciliegina sulla torta il mattino seguente chiedo la c.d.i. X andare via l'aveva smarrita e non vi dico + niente!!!! I soldi spesi la dateli in beneficenza.......

  • Ha soggiornato in Aprile 2012
    • 1 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 1 su 5 stelle Posizione
    • 1 su 5 stelle Stanze
    • 1 su 5 stelle Pulizia
    • 1 su 5 stelle Servizi
Questa recensione è stata utile? 6
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
gg/mm/aaaa gg/mm/aaaa
Calcola il prezzo del soggiorno
Altri hotel che potrebbero interessarti...
Considera anche questi alloggi a, o vicino a, Sant'Agata sui Due Golfi
A 2.1 km
Hotel Reginella
Hotel Reginella
N. 11 di 12 a Sant'Agata sui Due Golfi
3.0 su 5 stelle 31 recensioni
A 2.6 km
Grand Hotel Due Golfi
Grand Hotel Due Golfi
N. 3 di 12 a Sant'Agata sui Due Golfi
4.5 su 5 stelle 532 recensioni
A 2.0 km
Residenza Villa Titina
Residenza Villa Titina
N. 1 di 12 a Sant'Agata sui Due Golfi
5.0 su 5 stelle 97 recensioni
Mostra prezzi
Mostra prezzi
Mostra prezzi
A 1.0 km
Freedom Holiday Residence
Freedom Holiday Residence
N. 36 di 46 a Massa Lubrense
3.0 su 5 stelle 47 recensioni
A 1.5 km
Residence Gocce di Capri
Residence Gocce di Capri
N. 7 di 46 a Massa Lubrense
4.5 su 5 stelle 331 recensioni
A 2.0 km
Green Paradise Bed and Breakfast
Green Paradise Bed and Breakfast
N. 2 di 4 a Sant'Agata sui Due Golfi
4.5 su 5 stelle 38 recensioni
Mostra prezzi
Mostra prezzi
Mostra prezzi

Conosci Pensione Pietro a Metrano? Condividi la tua esperienza!

Ulteriori informazioni sull'hotel Pensione Pietro a Metrano

Indirizzo: Via Nicola Pacifico, 4 | Monticchio, 80061 Sant'Agata sui Due Golfi, Massa Lubrense, Italia
Regione: Italia > Campania > Provincia di Napoli > Massa Lubrense > Sant'Agata sui Due Golfi
Stile hotel:
Classificato al n.4 di 4 B&B / Pensioni in Sant'Agata sui Due Golfi
Conosciuto anche come:
Pensione Pietro a Metrano Massa Lubrense, Provincia Di Napoli

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Se siete i proprietari o gestori di Pensione Pietro a Metrano, registratevi gratuitamente per usufruire di strumenti che permettono di migliorare il profilo, ottenere nuove recensioni e rispondere agli utenti.