Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“Un vero peccato” 1 su 5 stelle
Recensione di La Locanda Della Presuntuosa

La Locanda Della Presuntuosa
Non riusciamo a trovare i prezzi per questo hotel
I nostri partner di viaggio online non forniscono i prezzi per questo hotel, ma possiamo cercare altre opzioni a Benevento
Arrivo gg/mm/aaaa Partenza gg/mm/aaaa
La Locanda Della Presuntuosa
Salva
Hai aggiunto La Locanda Della Presuntuosa ai Preferiti
Via Cenirada Pana di Lanna | Pontelandolfo, Benevento, Italia   |  
Servizi dell'hotel
Classificato al n.12 di 15 hotel a Benevento
rome
1 recensione
17 voti utili 17 voti utili
“Un vero peccato”
1 su 5 stelle Recensito il 18 agosto 2006

Benevento (Pontelandolfo) - La Locanda della Presuntuosa

Abbiamo soggiornato 5 giorni nel mese di agosto 2006 presso la Locanda della Presuntuosa, in particolare nel Pagliaio, dopo di che ne siamo letteralmente scappati. Nonostante l'apparente piacevolezza delle strutture che la compongono, tutte in pietra viva, dell'incantevole posizione che occupano circondate da un bosco in cima ad una collina, ciò che lascia davvero a desiderare è l'osservanza delle norme di pulizia ed igiene, localmente affidate ad un'unica persona. Ovviamente, in una struttura del genere aperta al pubblico (pagante e mica poco: 130 euro/notte), decantata dalla titolare al pari di un albergo a quattro stelle (!!!), una unica persona non può certo garantire, per quanto trattasi di struttura di campagna, una adeguata pulizia e cura degli ambienti. Difatti, durante il nostro soggiorno, non solo ci siamo dovuti inizialmente dedicare ad una ripulizia di base (ragnatele un po ovunque all'interno, piani di cottura e lavabo) ma abbiamo dovuto anche trascorrere diverse serate ad uccidere (ahimé, per liberarcene) un numero considerevole di ragni. E non stiamo parlando di ragnetti ma di ragni piuttosto grossi (il diametro del corpo era più di un centimetro)che sbucavano soprattutto nelle ore serali dalla struttura in legno, piuttosto fatiscente del letto. Abbiamo dormito con la luce accesa per tutte le sere, un po preoccupati da tali apparizioni. Il soffitto, con travi a vista, è popolato da un altra popolazione di ragni più minuti ma non meno numerosi, che penzolano tranquillamente a mezz'aria. Avremmo dovuto soggiornare anche la notte del 15 agosto ma dopo l'invasione del letto da parte di un intero formicaio che stanzia in uno dei supporti della struttura di legno che lo accoglie, abbiamo preferito trascorrerla a fare i bagagli e ad aspettare l'alba,piuttosto nauseati, per non svegliare nel cuore della notte la signora Lina che si occupa della gestione della locanda e notificarle la nostra "fuga" oltre ai disagi incontrati durante il nostro soggiorno. Alle 5,30 del mattino, In risposta, ci è stato chiesto, senza battere ciglio, di saldare l'intero importo del soggiorno. Probabilmente l'idea di cambiare programmi all'ultimo minuto (e nel mese di agosto non è certo facile), il pensiero che forse eravamo noi ad essere troppo intolleranti verso certe "apparizioni faunistiche" in un ambiente simile, l'educazione che ci porta spesso a non voler ferire nessuno (in questo caso la signora Lina avrebbe potuto risentirsi personalmente visto che era lei che si occupava delle pulizie), il fatto che ragni e formiche prediligano le incursioni notturne, tutte queste cose ci hanno un po spiazzati al punto tale di non far valere i nostri diritti, visto che nel prezzo non avevamo richiesto ragni, ragnatele e formiche, e tantomeno di prendere anticipatamente la decisione di interrompere il nostro soggiorno.
Ci sono molte altre cose che a mente lucida, ormai tornati a casa, non avremmo dovuto tollerare ad un prezzo simile: Al nostro arrivo, ci è stato chiesto di trascorrere la prima notte in una delle camere all'interno della struttura principale poiché nel Pagliaio una coppia aveva deciso di restare una notte in più e la signora Lina non se l'era sentita di dire di no (ovvio.. 130 euro in piu che entrano nelle tasche della Presuntuosa...non importa a scapito di chi...); il giorno successivo abbiamo dovuto attendere che si liberasse il pagliaio e relative "pulizie" ed il numero delle pantofole di spugna a disposizione era calato ad uno anziché due; è bastato un temporare per farci trascorrere notte senza corrente elettrica (è mancata solo nel Pagliaio poiché una scatola di derivazione aveva imbarcato acqua...); una mattina ci è stato consegnato un solo set di asciugamani poiché, così ci è stato riferito, la lavanderia non li aveva riconsegnati e così la signora li avrebbe lavati a casa sua (allucinante!!!); a seguito delle prime apparizioni dei ragni, accanto al muro dove si trovava il letto ho avuto una crisi asmatica nervosa; il quarto giorno il mio compagno ha rispazzato tutto l'ambiente (che avrebbe dovuto essere già stato pulito quotidianamente da chi di pertinenza) e ne ha cavato un bel mucchietto di polvere mescolata a piccoli insetti); abbiamo acquistato una serie di piccoli oggetti accessori per l'utilizzo del cucinino (due fuochi gas senza cappa di aereazione) e del lavabo, compresi i sacchi per rivestire un cesto che veniva utlizzato per gettare l'immondizia, ed una serie di cibarie (pacchi di pasta, sale, zucchero, caffé, pomodori pelati, olio, parmiggiano, carne, thé, latte) che abbiamo lasciato, notificandolo alla signora Lina la mattina della nostra partenza. Insomma, probabilmente non abbiamo saputo far valere i nostri diritti ma dalla parte della proprietà non c'è stata alcuna attenzione all'osservanza degli stessi, soprattutto quando successivamente, a seguito di una NOSTRA telefonata alla proprietaria, abbiamo ricevuto in risposta un "mi dispiace, ma in campagna è così...". La stessa proprietaria che all'atto della prenotazione ci garantiva che la struttura godeva dei servizi di un albergo a quattro stelle......
Ah...quasi dimenticavamo. Sul sito c'e scritto che le camere sono dotate di aria condizionata. Nella realtà dei fatti ci sono dei "Pinguini" che, così ci è stato riferito, sono stati acquistati questa estate. Non ci sono buchi nei vetri e quindi, per il loro funzionamento, è necessario lasciare porte o finestre almeno socchiuse (un pò approssimativo direi...). Inutile inoltre, da parte della proprietà, insistere sul fatto che in una struttura in pietra viva non si soffre il caldo, soprattutto in quelle giornate in cui le temperature, anche in collina, salgono notevolmente. E comunque non si tratta di elementi predisposti affinche si possa creare un ambiente rinfrescato come ci si aspetta vista la dicitura "aria condizionata". All'atto della nostra prenotazione ci fu garantito che entro il mese di luglio una ditta avrebbe dovuto installare un condizionatore all'interno del Pagliaio....ma non è successo.
Peccato… un po’ per tutto.

Questa recensione è stata utile? 17
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensione

1 recensione della nostra community

Altri hotel che potrebbero interessarti...
gg/mm/aaaa gg/mm/aaaa
Calcola il prezzo del soggiorno

Conosci La Locanda Della Presuntuosa? Condividi la tua esperienza!

Ulteriori informazioni sull'hotel La Locanda Della Presuntuosa

Indirizzo: Via Cenirada Pana di Lanna | Pontelandolfo, Benevento, Italia
Regione: Italia > Campania > Provincia di Benevento > Benevento
Servizi:
Parcheggio gratuito Spa Piscina
Stile hotel:
Classificato al n.12 di 15 hotel in Benevento
Numero di camere: 124

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Se siete i proprietari o gestori di La Locanda Della Presuntuosa, registratevi gratuitamente per usufruire di strumenti che permettono di migliorare il profilo, ottenere nuove recensioni e rispondere agli utenti.