Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“Molto rinomato ad Arezzo” 3 su 5 stelle
Recensione di Osteria da Giovanna

Osteria da Giovanna
Via Anconetana 164 | Loc. La Pace, Arezzo, Italia
+39 0575 360153
Sito web
Migliorate questo profilo
Al n.45 in classifica su 348 Ristoranti a Arezzo
Certificato di Eccellenza
Cucina: Italiana
Opzioni: Cena, Pranzo, Dopo mezzanotte, Accetta prenotazioni
Dettagli sui ristoranti
Opzioni: Cena, Pranzo, Dopo mezzanotte, Accetta prenotazioni
Cortona, Italia
Recensore super
470 recensioni 470 recensioni
401 recensioni di ristoranti
Recensioni in 210 città Recensioni in 210 città
310 voti utili 310 voti utili
“Molto rinomato ad Arezzo”
3 su 5 stelle Recensito il 1 luglio 2012

Si mangia bene. Ma c'è di meglio.
E' uno di quei posti "mitici", dove si fa per le grandi abbuffate di cucina "tradizionale" aretina (sughi, crostini, arrosti, fegatelli, trippa). Sconsigliatissimo per i vegetariani (come me).
Ha una bella carta dei vini, che il sommelier in sala (appena appena egocentrico) non manca di sottolineare. Una carta molto industriale e poco naturale, ma bella.
La cucina è di quantità (tanta) e qualità (discreta). Il luogo è appena fuori Arezzo.
L'idea è quella di comunicare un ambiente semplice, quasi un bar, la classica osteria della nonna. Pochi fronzoli, pochi salamelecchi. E va bene.
I prezzi, però, sono più da ristorante fighetto che da osteria.
Un locale che merita 6.5, tutto considerato.
Non è però mai scattata la scintilla.

  • Visitato a Ottobre 2011
    • 2 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 2 su 5 stelle Atmosfera
    • 3 su 5 stelle Servizi
    • 4 su 5 stelle Cibo
Questa recensione è stata utile?
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensione

134 recensioni dei viaggiatori

Valutazione dei visitatori
    53
    59
    16
    3
    3
Riassunto punteggio
    Cucina
    Servizio
    Qualità/prezzo
    Atmosfera
Data | Punteggio
  • Inglese per primo
  • Italiano per primo
  • Tedesco per primo
  • Qualsiasi
  • Tutte le più recenti in italiano
Italiano per primo
Arezzo, Italia
Recensore super
142 recensioni 142 recensioni
71 recensioni di ristoranti
Recensioni in 88 città Recensioni in 88 città
74 voti utili 74 voti utili
“Pieno di contraddizioni”
3 su 5 stelle Recensito il 24 aprile 2012

Sono tornato da poco in questo ristorante (o osteria...) dove avevo mangiato già alcune volte, ed ho trovato sempre gli stessi pregi e difetti.

Fondamentalmente io non ho ancora capito che locale è: il cibo è buono, principalmente perché gli ingredienti sembrano di qualità ed è cucinato in maniera casalinga, permettendo di mangiare i piatti tipici della tradizione aretina, ma c'è da dire che la cucina tradizionale è decisamente "povera", non si tratta di ricette elaborate o con ingredienti preziosi (anche se gustosissimi). Inoltre, i piatti vengono serviti così come sono senza alcuno sforzo di presentazione, come si fa in un osteria, tra l'altro tagliando la carne in sala e cucinandola nel focolare accanto ai tavoli. Tutto ciò sarà pure pittoresco (o come qualcuno lo definisce "radical chic"), quando però i prezzi sono da osteria, non da ristorante. Sul cibo devo anche dire che i piatti negli anni sono sempre gli stessi, come in un osteria, e gli vengono bene, ma non costano come un osteria...

L'ambiente è piccolo, ma non è colpa loro, i tavoli sono attaccati l'uno all'altro e il servizio è cordiale e familiare, anche perché sembra trattarsi di un esercizio a gestione prettamente familiare: per entrare in sala si deve passare davanti al banco degli alimentari e vini, dove si possono acquistare prodotti e si ha un'anteprima di cosa si andrà a mangiare. Tutto come un osteria.

Poi c'è il vino, che a dispetto del nome "Osteria" è il vero pezzo forte del locale: Gestito da un Sommelier professionista e pluri premiato, la carta dei vini non è decisamente da osteria, ma neanche da ristorante di media qualità. SI è deciso di puntare tutto sulla qualità, come si farebbe in una enoteca o in un ristorante di lusso; per il cliente del locale (che sa di non essere andato in osteria, anche se tutto quello che vede intorno a lui lo ricorda) significa che tra le tante pagine di vini proposti, che sfoglierà con piacere pensando di poter degustare anche prodotti diversi dal solito, questo si troverà a scegliere i soliti vini locali, che troverebbe in qualunque altro ristorante della città, perché sono gli unici ad un prezzo abbordabile. Se si vuole assaggiare qualcosa di più particolare si deve necessariamente spendere parecchio (vista l'impostazione qualitativa della carta dei vini), mancando vini con prezzi abbordabili che stimolano la fantasia del consumatore. Anche in questo caso "Osteria" mi sembra fuorviante: sarebbe più opportuno "enoteca", come si chiamano quei locali dove si può trovare e bere ottimi vini, consapevoli però di pagare il giusto prezzo per l'alta qualità offerta.

Oltre a tutto questo, posso dire di non aver mai speso meno di 30 euro (escluso il vino, che per due persone porta il conto almeno sulle 40 euro) con due portate più dolce.

In conclusione: si mangia bene come in un osteria, ci si trova a proprio agio, si viene accomodati e serviti come in un osteria, si beve come in un'enoteca, si spende come in un ristorante di qualità. Bilancio un poco contraddittorio.

Locale buono per accompagnare turisti forestieri alla scoperta della tradizione culinaria aretina (ma pagate voi per favore, non fareste bella figura), o per una serata alla scoperta di vini ottimi dall'Italia e dal mondo. Non un'osteria.

  • Visitato a Febbraio 2012
    • 2 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 3 su 5 stelle Atmosfera
    • 3 su 5 stelle Servizi
    • 4 su 5 stelle Cibo
Questa recensione è stata utile?
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
luca m, Proprietario alle Osteria da Giovanna, ha risposto a questa recensione., 27 aprile 2012
Buon giorno Sig.Miaun,
Mi chiamo Luca Martini ,e sono il titolare della piccola Osteria da Giovanna, non frequento molto questi lidi ,ma ultimamente i miei clienti mi anno suggerito di darci un occhio, mi complimento con lei per la sua dettagliata recensione,e mi permetto di replicare per spiegare la nostra filosofia e per magari farle capire che locale è.
La nostra è un Osteria,Ristorante,Bottega Gastronomica,Enoteca, vogliamo lasciare libero spazio al nostro entusiamo e mantenere la tradizione ,nasce nel 53 come alimentari e bottega ,vendita di vino ,e osteria all'evenienza nella sala del camino dove un tempo si giocava a carte ,quindi abbiamo solo rinnovato il concetto e ci siamo in parte aggiornati con i tempi.
La cucina è si povera ,ma devo contraddirla perchè gli ingredienti sono veramente preziosi e mi dispiace che non dia valore al gusto o meglio abbiamo due canoni diversi di prezioso.
Preziosa nel reperirla ,preziosa per genuinità,preziosa per la fatica e le ore di lavoro che impieghiamo per far si che venga apprezzata.
La presentezione è vero non esiste,la carne viene cucinata davanti al cliente pesata in bilancia come in macelleria e portato lo scontrino a tavola per far si che il cliente si renda conto di quello che spende( 35€ x kg bistecca taglio fiorentina 45€ x kg filetto) questa è grande serietà e trasparenza ,ove la carne non viene spacciata per chianina ma vitelloni nazionali selezionati da mio padre.(radical chic ???)
i piatti (la porcellana Saturnia) è la stessa degli anni 50 il menù ha la sua stagionalita con una buon 10 portate che rimangono invariate tra inverno ed astate.
L'esercizio è a gestione familiare, e forse i nostri clienti vengono perche si sentono a casa,e non al ristorante o osteria o enoteca.
Questione vino ,grazie dei complimenti per carta dei vini da ristorante di alta qualità... il cliente che va all'osteria e vuole il vino da osteria lo trova e questa
forse lei scrive bene ma non è un ottimo Osservatore
1- unico locale in arezzo che vende il gotto 0,30cent € per il bicchierino alla mescita 1 euro 1/4 2 euro 1/2 e 4 euro litro vino sfuso selezionato da me.
2- 1000 etichette di vino possono spaventare ma tutta la carta dei vini è al calice non diciamo mai di no al ns cliente, facciamo servizio bottiglia stappata cioè quello che non finisci porti a casa perchè non vogliamo fraintendere il servizio al calice con le rimanenze dei tavoli.
3- i prezzi dei vini SONO DA OSTERIA perche io applico un ricarico molto basso e questo e bere bene e spender poco
4-non è assolutamente vero che deve obbligatoriamente assaggiare i vini locali per spender poco anzi tuttaltro ma si vede che non ti sei fatto guidare nella scelta o non li ha visti.


"Oltre a tutto questo, posso dire di non aver mai speso meno di 30 euro (escluso il vino, che per due persone porta il conto almeno sulle 40 euro) con due portate più dolce."

Verissimo..... ma il menù per legge e appeso fuori dall'esercizio, quindi quando ordina sa quello che va a spendere , mi dispiace se la qualità per lei non abbia appagato le sue aspettative,la invito a ritornare anche solo per un aperitivo ed un tour del locale per quanto riguarda l'aspetto della produzione dei nostri salumi,marmellate,pasta fatta in casa,selezione delgli animali da cortile,verdure dell'orto etc etc

Non replico di solito alle recensioni ma la sua mi ha stimolato particolarmente perchè vera, Il radical chic ??? di una recensione penso che sia un cliente che ci vuole molto bene ,ma non mi piace questo tipo di recensioni forfettarie, come del resto altre fatte solo per gelosia,la sua invecie mi è piaciuta molto e reputavo giusto risponderle.
La invito A frequentarci piu assiduamente e staccarsi da qualsiasi preconcetto.
Cordiali Saluti
Luca
Segnala la risposta come inappropriata
Questa risposta rappresente l'opinione personale del rappresentante della direzione e non di TripAdvisor LLC
Roma, Italia
Recensore super
64 recensioni 64 recensioni
61 recensioni di ristoranti
Recensioni in 33 città Recensioni in 33 città
54 voti utili 54 voti utili
“buono ma niente di speciale”
3 su 5 stelle Recensito il 27 marzo 2012

ristorante tradizionale toscano. fuori dal centro storico in posizione tranquilla. la pasta tirata a mano è una vera bontà. i sughi molto buoni cosi come le carni. la cantina gestita dal figlio dei titolari è molto fornita e si può trovare delle belle bottiglie. quello che sinceramente un poco stona è il prezzo. ci siamo stati diverse volte ma sempre i prezzi abbastanza alti. l'ultima volta tagliatelle ai porcini bottigli 30 euro e dolci, in quattro 35 euro a testa. prezzo a parte vale la pena passarci.

  • Visitato a Settembre 2011
    • 2 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 4 su 5 stelle Atmosfera
    • 4 su 5 stelle Servizi
    • 5 su 5 stelle Cibo
Questa recensione è stata utile? 1
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
arezzo
Recensore
16 recensioni 16 recensioni
10 recensioni di ristoranti
Recensioni in 10 città Recensioni in 10 città
37 voti utili 37 voti utili
“per aretini tappa obbligatoria, per forestieri tappa irrinunciabile”
4 su 5 stelle Recensito il 19 marzo 2012

non mi voglio dilungare troppo per elogiare i sapori che deliziano il palato in questo ristorante. gli aretini che da troppo tempo non riescono a riassaggiare i cibi che gli sono stati serviti da bambino possono facilmente recarsi, prenotando, all'osteria da giovanna.
per i forestieri che sono curiosi di conoscere i piatti che hanno "cresciuto" gli aretini ebbene, questo è il ristorante più aretino che ci sia, per la parte positiva dell'aggettivo.
si mangiano i piatti tipici con la T maiuscola, preparati in modo impeccabile.
ma se volete un'anteprima di paradiso (suggerimento a chi apprezza questo primo piatto), giungete preparati per l'esperienza e ordinate dei ravioli (fatti veramente in casa con la sfoglia "ruvida"). se volete anche un secondo che rimane impresso, chiedete senza esitare i fegatelli all'aretina.
vini ok e prezzi buoni.

  • Visitato a Ottobre 2011
    • 3 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 3 su 5 stelle Atmosfera
    • 3 su 5 stelle Servizi
    • 5 su 5 stelle Cibo
Questa recensione è stata utile?
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
verona
Recensore super
126 recensioni 126 recensioni
85 recensioni di ristoranti
Recensioni in 54 città Recensioni in 54 città
54 voti utili 54 voti utili
“cucina della tradizione ma di eccellenza”
4 su 5 stelle Recensito il 17 marzo 2012

Locale dall'ambiente tradizionale è gestito da una famiglia il cui figlio (Luca Martini) è uno dei più blasonati giovani sommelier italiani. Questo ambiente che nasce come negozio e macelleria è diventato uno dei ristoranti più apprezzati di Arezzo. E non a torto. La carne e la bistecca sono ineguagliabili, anche se qualche volta viene servita la bistecca non troppo calda, ottimi gli antipasti e i contorni di verdure (gobbi, fagioli zolfini, carciofi....). La scelta dei vini, ovviamente, curata ed appropriata. Il conto è sostanzialmente economico.
Il servizio un pò....disinvolto e famigliare comunque rimane simpatico.
Vado spessissimo e mi trovo sempre molto bene.

  • Visitato a Marzo 2012
    • 4 su 5 stelle Qualità/prezzo
    • 4 su 5 stelle Atmosfera
    • 3 su 5 stelle Servizi
    • 5 su 5 stelle Cibo
Questa recensione è stata utile? 1
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Osteria da Giovanna hanno visto anche

Arezzo, Provincia di Arezzo
Arezzo, Provincia di Arezzo
 
Arezzo, Provincia di Arezzo
Arezzo, Provincia di Arezzo
 

Conosci Osteria da Giovanna? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Se siete i proprietari o gestori di Osteria da Giovanna, registratevi gratuitamente per usufruire di strumenti che permettono di migliorare il profilo, ottenere nuove recensioni e rispondere agli utenti.