Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“il simbolo di genova e una bella passeggiata per i suoi cittadini” 5 su 5 stelle
Recensione di Lanterna di Genova

Lanterna di Genova
Rampa della Lanterna, 16126 Genova, Italia
+39 349 280 9485
Sito web
Migliorate questo profilo
Prenotazione anticipata su Viator
USD 113*
e oltre
Al n.50 in classifica su 301 Cose da fare a Genova
Certificato di Eccellenza
Maggiori dettagli sull'attrazione
Dettagli sull'attrazione
Descrizione del proprietario: Secondo alcune fonti non ufficiali, nel 1128 venne edificata la prima torre, alta poco meno dell’esistente, con una struttura architettonica simile all’attuale, ma con tre tronchi merlati sovrapposti. Alla sua sommità venivano accesi, allo scopo di segnalare le navi in avvicinamento, fasci di steli secchi di erica (“brugo”) o di ginestra (“brusca”). I documenti del secolo XI, le prime cronache e gli atti ufficiali del nascente comune genovese forniscono dati sicuri sulla torre di segnalazione, ma non la sua data esatta di costruzione. Nel 1318, durante la guerra tra Guelfi e Ghibellini la torre subì rilevanti danni alle fondamenta ad opera della fazione ghibellina; nel 1321 vennero effettuati lavori di consolidamento e venne scavato un fossato allo scopo di renderla meglio difendibile. La prima lanterna venne installata nel 1326; la lucerna era alimentata ad olio di oliva ed in merito l’annalista Giorgio Stella scriveva: “In quest’anno fu fatta una grande lanterna sulla torre di Capo Faro affinché con le lampade in essa accese, nelle notti oscure, i naviganti conoscessero l’adito alla nostra città”. Al meglio identificare la lanterna con la città, nel 1340 venne dipinto alla sommità della torre inferiore lo stemma del comune di Genova opera del pittore Evangelista di Milano.La più antica rappresentazione iconografica della prima torre della lanterna è del 1371 ed appare in un disegno a penna sopra una copertina pergamenacea di un manuale dei “Salvatori del Porto”, dove venivano fra l’altro registrate tutte le spese per la illuminazione, per i cristalli della lanterna, per le lampade, per l’olio, e le nomine dei guardiani.Nell’assedio alla Briglia – forte fatto costruire dal re Luigi XII durante la dominazione francese su Genova, ubicato sullo stesso colle dove sorgeva la torre del faro – la torre venne centrata dai colpi di bombarda sparati dagli insorti genovesi e parzialmente demolita. Per trenta anni la bella torre rimase monca e la sua brillante luce non fu più di aiuto ai naviganti.Solo nel 1543 venne ricostruita e fu posta in opera alla sua sommità una nuova lanterna costruita con doghe di legno di rovere e ricoperta con fogli di rame e di piombo fermati con ben seicento chiodi di rame. Fu quella occasione che la torre assunse il suo aspetto definitivo che ancora oggi vediamo. Nel 1565 si ritornò a lavorare sulla cupola per renderla stagna e nel 1681 si ricostruì la cupola con legno di castagno selvatico calafatando il tutto con pesce e stoppa e ricoprendola con fogli di piombo stagnati ai bordi sovrapposti. Nel 1684 durante i bombardamento di Genova ordinato dall’Ammiraglio francese Seignelai per ordine di re Luigi XVI, un colpo centrò la cupola distruggendone l’intera vetrata, che venne provvisoriamente ricostruita; nel 1692, la vetrata venne modifica aggiungendovi un nuovo ordine di vetri. Nel Portolano manoscritto del XVI di autore anonimo si legge “a miglia 14 da Peggi (Genova Pegli) città con buonissimo porto e alla parte di ponente, vi è una lanterna altissima e dà segni alli vascelli che vengono a piè di detta lanterna”. A seguito dei ripetuti danni causati dai fulmini e dagli avvenimenti bellici nel 1771 la torre venne incatenata a mezzo di chiavarde e di tiranti che ancora oggi sono visibili all’interno. Nel 1778 venne dotata di impianto parafulmine che fu realizzato dal fisico P.G.Sanxais e nel 1791 vennero effettuati alla base della prima torre, lavori di consolidamento per renderla più stabile.
genova
Contributore livello
132 recensioni
37 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 134 voti utili
“il simbolo di genova e una bella passeggiata per i suoi cittadini”
5 su 5 stelle Recensito il 13 maggio 2011

Quando pensiamo a Genova ci viene subito in mente la lanterna il suo simbolo ,io la vedo tutte le mattine dalle mie finestre ma spesso quando ho voglia di fare una bella passeggiata vado a vederla da vicino approfittando del bel percorso che è possibile fare per raggiungerla .l'ingresso per visitare la lanterna è a pagamento ,vi consiglio d'informarvi prima sugli orari di apertura invee l'accesso alla passeggiata intorno ad essa è libero e lo consiglio a tutti coloro che vogliono conoscere meglio questa bella città .

Visitato a Maggio 2011
Questa recensione è stata utile? 6
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensione

95 recensioni dei viaggiatori

Valutazione dei visitatori
    40
    37
    9
    7
    2
Data | Punteggio
  • Francese per primo
  • Inglese per primo
  • Italiano per primo
  • Portoghese per primo
  • Russo per primo
  • Spagnolo per primo
  • Tedesco per primo
  • Qualsiasi
  • Tutte le più recenti in italiano
Italiano per primo

Gli utenti che hanno visto Lanterna di Genova hanno visto anche

 

Conosci Lanterna di Genova? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Se siete i proprietari o gestori di Lanterna di Genova, registratevi gratuitamente per usufruire di strumenti che permettono di migliorare il profilo, ottenere nuove recensioni e rispondere agli utenti.