Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Bernina Express

Torino, Italia
post: 66
Recensioni: 34
Bernina Express

Amando la montagna avrei intenzione, ad inizio ottobre, di trascorrere qualche giorno di vacanza a Tirano e prendere il famoso trenino rosso della Val Bernina. E’ da molti anni che ci sto pensando e quest’anno vorrei riuscirci!

Ho iniziato a documentarmi un po’ navigando in internet e ho visto che per il Bernina express è obbligatoria la prenotazione + il pagamento di un supplemento sul biglietto (se ho ben capito perché dotati di carrozze panoramiche). Mi sembra di capire che il biglietto (che non è proprio così economico) mi consenta di scendere alle fermate intermedie che mi possono interessare risalendo poi sul treno successivo. E’ proprio così? Ho capito bene? Ma il treno successivo deve essere un altro Bernina Express o può essere anche uno degli altri treni “normali” (non dotati quindi di carrozze panoramiche) che circolano sulla stessa linea? Si tratta di una specie di “biglietto giornaliero” che mi permette nella giornata di emissione di viaggiare sulla linea Tirano – Saint Moritz di scendere e risalire sui treni a piacimento?

Avrei intenzione di soggiornare a Tirano facendo giornalmente delle escursioni o è consigliabile soggiornare in uno dei paesini toccati dal trenino?

Grazie per i consigli che mi vorrete fornire.

13 risposte su questo argomento
Sondrio, Italia
post: 4
Recensioni: 54
1. Re: Bernina Express

Riguardo i dettagli tecnici del trenino rosso non posso aiutarti, perché l'ho preso qualche volta anni fa, ma solo come mezzo di trasposto da Tirano a St. Moritz (e ritorno), senza fermate intermedie e non in carrozze panoramiche. Posso solo confermarti che merita sicuramente un viaggio in qualsiasi stagione (miei periodi preferiti rimangono però l'autunno e l'inizio dell'estate), anche se purtroppo il prezzo è elevato.

Il periodo che hai scelto secondo me è ottimo, perché non c'è la massa turistica e i colori dell'autunno in alta montagna cominciano a farsi vedere.

Riguardo al posto dove ti convenga soggiornare e tenere come base di partenza per escursioni giornaliere, dipende da quello che hai intenzione di fare. Cioè: se vuoi esplorare solo la Svizzera (Val Poschiavo, Valle del Bernina, Alta Engadina) io ti consiglierei di prendere come base non Tirano (che tra l'altro, a parte il Santuario di Madonna di Tirano, non è un granché) ma un paesino come Poschiavo o Le Prese, che sono posti molto carini e ti permetterebbero di esplorare bene la Val Poschiavo e da lì spostarti anche sul Bernina e in Engadina. Se invece hai intenzione di visitare anche località in Valtellina, allora ti conviene prendere come base Tirano e spostarti da lì (da Tirano, salendo verso l'Alta Valtellina, meritano sicuramente di essere visti: Grosio con le sue chiese, castelli, e incisioni rupestri, Bormio con la sua conca, la Valfurva con i suoi boschi e ghiacciai, la Valdidentro con i suoi bellissimi paesaggi d'alta quota).

Torino, Italia
post: 66
Recensioni: 34
2. Re: Bernina Express

Grazie per le informazioni! Avevo scelto Tirano perchè, su suggerimento di amici, avevo trovato un albergo carino ma, non avendo ancora prenotato, darò un'occhiata agli alberghi di Poschiavo o La Presse.

Castenedolo, Italia
post: 210
Recensioni: 33
3. Re: Bernina Express

se io soggiornassi a Chiesa in Valmalenco da dove posso prendere il trenino???

Sondrio, Italia
post: 4
Recensioni: 54
4. Re: Bernina Express

da Chiesa in Valmalenco bisogna comunque andare a Tirano per prendere il trenino rosso

roma
Esperto locale
di Italia
post: 3.848
Recensioni: 82
5. Re: Bernina Express

Per margyvm:

hai provato a vedere qui?

www.treninorosso.it

www.bernina-express.com

Ti confermo comunque che è una bellissima esperienza (io l'ho fatta qualche anno fa in Agosto con la carrozza cabrio).

Torino, Italia
post: 66
Recensioni: 34
6. Re: Bernina Express

Partiro' dopo domani alla volta di Tirano dove ho prenotato una camera all'Hotel Bernina . Le informazioni sui bigletti che ho trovato su internet sono un po' nebulose cosi',arrivati sul posto, decideremo come organizzarci avendo visto la possibilita' di fare un biglietto che ti permette di prendere x due giorni i treni che coprono la tratta Tirano S.Moritz. Magari un giorno ti fai tutta la tratta in tranquillita' scegliendo gia' dove ritornare il giorno dopo. Decideremo una volta arrivati soprattutto tenendo conto delle condizioni atmosferiche visto che, purtroppo, le previsioni non sono favolose. Noi comunque incrociamo le dita e speriamo di trascorrere delle belle giornate! Ciao!

Reggio Emilia
Esperto locale
di Salute e benessere, Alta Pusteria, Alto Adige, Bormio, Livigno, Provincia di Lecce
post: 6.249
Recensioni: 534
7. Re: Bernina Express

Torna ad inserire la tua recensione e magari a darci qualche flash sul tuo giro ...

Torino, Italia
post: 66
Recensioni: 34
8. Re: Bernina Express

Eccomi anche se un po’ in ritardo e chiedo scusa ma, come sempre capita, al ritorno dalle vacanze si è assorbiti da 1000 altri impegni e il tempo passa. Vedrò di rimediare subito.

Abbiamo raggiunto Tirano in treno (tratta To – Mi con FFS e Mi-Tirano con Trenord (biglietti acquistabili alle macchinette automatiche presenti in stazione ).

All’uscita dalla stazione di Tirano guardando a sinistra si trova la stazione del trenino rosso e a destra l’ Hotel Bernina (vedi recensione già pubblicata).Più comodo di così!.

Per l’acquisto dei biglietti del trenino ci siamo rivolti all’agenzia viaggi Astrea (5 minuti a piedi dalla stazione) che, dalle informazioni raccolte su internet, risultava essere l’agenzia ufficiale del trenino. Fortuna vuole che nel mese di ottobre le ferrovie elvetiche prevedevano l’offerta Swiss pass 2x1 con la possibilità di viaggiare in 2 al prezzo di 1 solo passeggero (consiglio quindi di consultare sempre il sito www.rhb.ch per approfittare di simili offerte!). Decidiamo di acquistare il biglietto per le carrozze “normali” e non per le carrozze panoramiche che prevedono la prenotazione obbligatoria e il sovrapprezzo di 10 € per persona.

 Soddisfatti e con i nostri biglietti in mano piccolo giro per Tirano (da non perdere una vista al Santuario della Madonna di Tirano) e ritorno in albergo per cena e riposo. Il giorno successivo sveglia presto in modo da poter prendere il treno delle 7.40 e poter sfruttare al meglio la giornata.

Era nostra intenzione per il primo giorno fare l’intera tratta fino a Saint Moritz con 1 o 2 fermata al ritorno mentre per il secondo giorno scegliere alcune fermate che ci sembravano più interessanti.

Non conoscendo nulla dei paesi attraversati dalla ferrovia ho fatto parecchie ricerche su internet fin quando fortunatamente sono capitata sul sito www.flaviocapra-bernina.net che è stato il contributo fondamentale per programmare tutte le nostre soste (un grosso ringraziamento a Flavio Capra per il suo sito davvero eccezionale!)

Le nostre tappe nei due giorni sono state:

Saint Moritz Il centro della città è un po’ più in alto rispetto alla stazione che si trova vicinissima alla riva del lago. La passeggiata per raggiungere il centro non è faticosa ed è adatta un po’ a tutti. Abbiamo passeggiato per le vie di Saint Moritz dove, purtroppo, essendo bassa stagione diversi locali erano chiusi in attesa del periodo invernale. Vetrine comunque molto chic e luccicanti così come erano davvero invitanti le numerose pasticcerie incontrate. Siamo ridiscesi verso la stazione e ci siamo avvicinati al lungo lago purtroppo però si è alzato un fastidioso vento con una altrettanto fastidiosa pioggerellina. Decidiamo così di risalire sul treno e di scendere fino a Pontresina.

Pontresina. Anche qui il centro rispetto alla stazione si trova più in alto. Camminata lungo la strada statale un po’ più impegnativa rispetto a quella effettuata a Saint Moritz per raggiungere il centro. Purtroppo però tutto il paese di Pontresina sembrava un paese fantasma. Anche qui eravamo in bassa stagione. I locali praticamente tutti chiusi, strade deserte. Sicuramente da ritornarci in altro periodo.

Diavolezza. Vicinissima alla stazione del trenino si trova la stazione di partenza della funivia che, con una salita di una decina di minuti, ti porta a poco meno di 3000 mt al cospetto di un panorama davvero spettacolare e con un’aria decisamente frizzante. Le partenze della funivia si discostano pochi minuti dall’arrivo del trenino. Praticamene siamo scesi dal treno, abbiamo acquistato il biglietto della funivia e siamo saliti.

Miralago. E’ possibile effettuare a piedi il giro completo del lago oppure, sul sentiero che costeggia la ferrovia, raggiunge la fermata successiva di La Prese. Noi abbiamo preferito sostare sulla riva del lago, in compagnia di due simpatiche oche bianche, facendo merenda con pane e cioccolato svizzero in attesa del treno successivo per fare ritorno a Tirano.

Alp Grum. Fermata da non perdere per la vista mozzafiato sul ghiacciaio Palu e su tutta la valle. Ci siamo fermati a questa tappa sia il primo che il secondo giorno del nostro soggiorno. Il primo giorno la stazione era circondata da una fitta e umida nebbia che non ti permetteva di vedere assolutamente nulla intorno a te. Ne abbiamo quindi approfittato per gustare una cioccolata calda al bar e fare due simpatiche chiacchiere con il titolare. Incuriositi dal meraviglioso panorama descrittoci, che a causa della fitta coltre di nebbia non ci era possibile vedere, abbiamo prenotato un tavolo per il pranzo del giorno successivo confidando in una bella giornata. Così fortunatamente è stato! Sole stupendo, vista spettacolare e pranzo sul terrazzo del ristorante (v. recensione già pubblicata). Da non perdere!

Poschiavo a una decina di minuti di cammino dalla stazione si trova la piazza principale del paese, circondata da bei palazzi adorni di balconi fioriti. Il paese è piccolo con case ben curate e dipinte con coloro pastello, numerosi alberghi. Piacevole passeggiata.

Da segnalare poi i meravigliosi paesaggi che si incontrano durante il percorso (alcuni sono godibili se si è seduti sul lato destro rispetto alla marcia del treno, altri se si è seduti sul lato sinistro. Consigliabile quindi prendere posto una volta su un lato e nel viaggio di ritorno su quello opposto).

Il nostro viaggio si è svolto ad inizio ottobre quando già i colori dell’autunno erano evidenti e sicuramente la voglia di ritornare c’è. Dovremo solo decidere se d’estate (per poter fare qualche passeggiata in più) o d’inverno dove il panorama con la neve deve essere davvero spettacolare…. le temperature però…. devono essere davvero rigide!!!

Reggio Emilia
Esperto locale
di Salute e benessere, Alta Pusteria, Alto Adige, Bormio, Livigno, Provincia di Lecce
post: 6.249
Recensioni: 534
9. Re: Bernina Express

Hai fatto proprio un bel percorso, complimenti.

Io ho fatto il tragitto classico, Tirano S.Moritz, svariate volte senza tappe solo in estate....

Como
post: 17
Recensioni: 59
10. Re: Bernina Express

Buongiorno. Mi puoi aiutare??

Il 16/02 faro il percorso Tirano/St Moritz, ho già comprato i biglietti per internet e ho guardato un può in giro su internet per sapere dove andare quando scesi dal treno. Come l'orario fra quando se scende dal treno e quando si deve riprenderlo c'é un spazio di solo 3 or circa vorrei sapere se riuscirei a d'andare fino a Diavolezzz (o sarebbe meglio a Alp Grum?)e se hai idea di quanto costa solo per salire e scendere la funivia. L'altra opzione sarebbe andare a St Moritz a fare un giro in centro!! Poi ho visto che sei andata in estate ma , essendo brasiliana, sono un può in crisi di cosa mettermi già che non vado a sciare e ho visto fare freddissimo, parto da Tirano con la tuta e stivale da neve? Anche per andare a St Moritz??? Grazie per i suggerimenti, poi faccio sapere come é andata.

Rispondi a: Bernina Express
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Tirano.