Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

centro Rogers a Scandicci

livorno
post: 828
Recensioni: 338
centro Rogers a Scandicci

Non è presente fra le attrazioni, magari lo aggiungerò. Comunque questo centro costruito dal famoso architetto, è anzitutto poco indicato. Se si arriva dalla superstrada, si vede un cartello "Città futura" che poi va nel nulla. In realtà è semplicissimo, perché si trova alla fermata Resistenza della tramvia (terzultima fermata direzione Villa Costanza), bastava scriverlo!!! L'architettura non è male per chi apprezza lo stile, mi chiedo (e chiedo a chi lo sa) un po' quale fosse lo scopo....Scandicci non è propriamente bella e turistica e chi è a Firenze difficilmente ci va, semmai il contrario. Per chi, come me, usa la tramvia per parcheggiare e andare a Firenze, questo posto (zona pedonale e centro paese) non è comodo, molto meglio la coop alla fermata Nenni. La piazza è bella ma un po' desolata (o forse io l'ho vista in un momentaccio?) e ci sono alcuni negozi un po' standard (i soliti Tetzenis...). Le case mi sono sembrate quasi tutte vuote. Insomma....cos'è? Peccato perché se (come pensavo) la zona fosse stata al capolinea della tramvia e con un bel parcheggio, forse sarebbe stata più fruita. Cosa ne sapete e cosa ne pensate?

4 risposte su questo argomento
Firenze, Italia
post: 1.694
Recensioni: 348
1. Re: centro Rogers a Scandicci

Rispondo a streghettalivorno in base a quello che è di dominio pubblico e quindi a me noto.

Il progetto della linea T1 (l'unica finora operante) del tram di Firenze prevedeva come parte integrante che il capolinea periferico (Viila Costanza) fosse in corrispondenza di un "parcheggio scambiatore" interno all'A1 Autostrada del Sole (che in questo tratto funge in qualche modo da tangenziale di Firenze):

…scandicci.fi.it/CittaComuneNotizie/marzo200…

Si prospetta (si prospettava?) insomma qualcosa di simile al progetto che è appena partito, di interconnessione fra una nuova area di sosta, da costruirsi sull'autostrada Milano-Bologna, e l'appena aperta stazione di Reggio Emilia Alta Velocità Mediopadana: non si esce dall'autostrada, ma si parcheggia al suo interno, e da lì si va al treno (nel nostro caso: al tram):

www.24emilia.com/Sezione.jsp?idSezione=55497

Chi in effetti viaggia fino al capolinea del tram di Villa Costanza, che è a ridosso dell'autostrada, noterà che incombe sul capolinea un terrapieno, destinato appunto a tale parcheggio scambiatore.

La massima utilità di tale parcheggio scambiatore (sempre secondo i progetti) avrebbe dovuto essere quella derivante dal parcheggio dei bus turistici in visita a Firenze. Non di tutti, ma di quelli destinati ai turisti giornalieri: quelli che a Firenze non pernottano, ma si fermano solo per poche ore (il tempo di dare un'occhiata al David dell'Accademia, di fare una foto su Ponte Vecchio, e poco altro).

Questi bus attualmente si attestano a Firenze, per la salita e la discesa dei passeggeri, in cinque punti, di cui quattro adiacenti o anche interni al centro storico, e poi devono ripartire per i parcheggi periferici:

www.serviziallastrada.it/index.php…

Dunque il progetto era quello di economizzare gli spostamenti per tali bus giornalieri, attestandoli (almeno in parte) sull'autostrada, e di permettere l'accesso dei turisti al centro storico tramite il tram.

L'ubicazione di esercizi commerciali di un certo livello nell'ambito del Centro Rogers (e quindi adiacenti alla fermata del tram), risponde anche a questa prospettiva: intercettare una clientela - anche internazionale - di passaggio da Firenze, e per la quale la visita a tali esercizi si porrebbe in concorrenza (o in complementarità) a quella dei negozi del centro storico, o a quella degli outlet a nord a sud e a ovest di Firenze.

Il fatto è che i lavori del parcheggio scambiatore sono da tempo e ancora attualmente fermi.

Si possono naturalmente fare varie congetture su questa paralisi. Ma procedere oltre rischia di appesantire eccessivamente questo thread. Si potrà eventualmente tornare sull'argomento, se c'è interesse.

Brun066

Modificato: 02 febbraio 2014, 13:28
Toscana, Italia
Esperto locale
di Amsterdam, Paesi Bassi
post: 1.362
Recensioni: 101
2. Re: centro Rogers a Scandicci

Lo scopo era quello di dotare la città di Scandicci di un polo di fornitura di servizi vari alla popolazione. Per molti anni la città è stata sostanzialmente la camera da letto di Firenze - un quartiere dormitorio cresciuto molto in termini di popolazione ma in cui si era persa l'anima di "paese", e in cui mancava un centro vero e proprio. Negli anni recenti sono stati fatti alcuni interventi, tra cui la pedonalizzazione della via centrale, e il centro Rogers rappresenta il completamento. Il bacino di riferimento è soprattutto la cittadinanza locale, meno il centro di Firenze, anche se ben collegato. Col turismo c'entra ben poco.

La densificazione dei servizi in poli raggiungibili a piedi (per i locali) o con il tram per chi viene da fuori risponde a un requisito di sostenibilità ambientale e di miglioramento della qualità della via urbana: da questo punto di vista il progetto è fatto molto bene, anche se la rete di trasporti pubblici andrebbe potenziata. Il contro è dato dagli eccessivi prezzi immobiliari.

Se fosse stato fatto al capolinea della tramvia sarebbe stato sradicato completamente dalla vita urbana e sarebbe stato un altro dei tanti anonimi centri commerciali che contornano le periferie delle nostre città.

Firenze, Italia
post: 1.694
Recensioni: 348
3. Re: centro Rogers a Scandicci

Avendo presente la filosofia di questo come di altri interventi di Rogers, mi guarderei bene dal dire (e infatti non l'ho detto) che il centro Rogers in quanto tale è stato creato per i turisti. Ho più che altro cercato di spiegare la presenza - un po' sovradimensionata a mio avviso, e come tale notata da streghettalivorno - di negozi di moda all'interno di quel centro.

Ho anche avuto occasione, tempo fa (ma comunque quando il progetto Rogers era già delineato), in un colloquio con alcuni amministratori di Scandicci, di constatare con quanta convinzione essi puntassero sul parcheggio scambiatore per guadagnarsi - o mantenere - il consenso dei commercianti, attraverso il meccanismo che ho esposto.

Se poi questa "policy" è completamente tramontata, non sono in grado di dirlo. Come non sono in grado di prevedere se l'impressionante terrapieno a Villa Costanza rimarrà in futuro solo come testimonianza di un progetto abbandonato.

Brun066

Modificato: 03 febbraio 2014, 14:04
Firenze, Italia
post: 1.694
Recensioni: 348
4. Re: centro Rogers a Scandicci

Sembra che - dopo quattro anni di stasi - riprendano a Scandicci i lavori per la realizzazione del parcheggio scambiatore fra Autostrada A1 e capolinea tranviario di Villa Costanza:

…scandicci.fi.it/index.php/notizie/4016-auto…

Brun066

Rispondi a: centro Rogers a Scandicci
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Scandicci.