Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Dal 2010, anche il Tagikistan ha un suo sito Unesco

Castelnuovo Belbo
Esperto locale
di Parigi, Gabon, Libano, Oman, Francia
post: 27.804
Recensioni: 156
Dal 2010, anche il Tagikistan ha un suo sito Unesco

Si tratta del sito preistorico di Sarazm, fiorentissimo centro commerciale dell'Età del Bronzo, http://whc.unesco.org/en/list/1141

Vi si può visitare anche un minuscolo museo, dove sono esposti bronzi, ceramiche, utensili, armi e gioielli di notevole raffinatezza, di fattura locale o importati a Sarazm dai quattro angoli del continente asiatico (mentre venivano esportati oro e argento), a ulteriore conferma del suo ruolo di primo piano nella rete di scambi commerciali attiva tra il IV e il II millennio a.C.

Qualche immagine (queste foto sono state scattate da mio marito Gianluca il 17 giugno 2008):

http://tinyurl.com/6z9ebsr

http://tinyurl.com/6hjtaez

http://tinyurl.com/6xo6xa3

http://tinyurl.com/63ukgnf

Ciao,

Carla

3 risposte su questo argomento
Londra, Regno Unito
post: 34.737
Recensioni: 652
1. Re: Dal 2010, anche il Tagikistan ha un suo sito Unesco

Un altro pezzo di storia si spera strappato all'incuria e all'oblio. Piuttosto, scorrendo le altre foto di Gianluca vedo dei siti che sembrano altrettanto, se non più, interessanti, chissà quando sarà il loro turno.

L'Asia Centrale ha tesori disseminati tra le sue vastità, valorizzarle e preservarle per le generazioni future è un impegno di tutti.

Castelnuovo Belbo
Esperto locale
di Parigi, Gabon, Libano, Oman, Francia
post: 27.804
Recensioni: 156
2. Re: Dal 2010, anche il Tagikistan ha un suo sito Unesco

Sarazm, però, è un sito di gran lunga più antico degli altri che abbiamo visitato, come Penjikent (sempre in Tagikistan), o Kampyr Tepe (la greca Pandokeion) e Varakhsha in Uzbekistan...

La cronica mancanza di fondi rende ardui sia gli scavi che la conservazione. Quest'ultima, naturalmente, viene resa ancora più complicata dal fatto che si tratta di siti di fango e non di pietra.

Ciao Alfama,

Carla

Castelnuovo Belbo
Esperto locale
di Parigi, Gabon, Libano, Oman, Francia
post: 27.804
Recensioni: 156
3. Re: Dal 2010, anche il Tagikistan ha un suo sito Unesco

Dal sito web dell'Università degli Studi di Bologna, …unibo.it/Archeologia/Uzbekistan/progetto_ar…

Buona lettura,

Carla

Rispondi a: Dal 2010, anche il Tagikistan ha un suo sito Unesco
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Tagikistan.