Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Acquisti tipici in Nepal

Milano, Italia
Esperto locale
di Milano
post: 1.858
Recensioni: 344
Acquisti tipici in Nepal

Buongiorno a tutti!

mi sembra di non aver trovato aperto sul forum un topic che riguardi gli oggetti più tipici che si possono acquistare in Nepal e se ci sono località specifiche dove trovarli.

Consigli sulla base della propria esperienza/conoscenza sono ben graditi!

Per me sarebbe molto utile conoscere a priori dove trovare un determinato oggetto, magari vendibile in tutto in Nepal ma nella località xx è artigianale o con una migliore manifattura, etc etc

grazie!

Carmen

29 risposte su questo argomento
Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.860
Recensioni: 253
1. Re: Acquisti tipici in Nepal

Un po' ne abbiamo già parlato, se hai letto bene in giro sul forum, anche qui:

tripadvisor.it/ShowTopic-g293889-i9243-k5485…

Oramai gli artigiani veri sono pochi e non sempre sono sulle "rotte turistiche" quindi può essere carino riassumere che c'è di tipico e dove sta.

Comunque, per gli appassionati dello shopping sfrenato il tempio degli acquisti è il quartiere di Thamel a Kathmandu. Qui si trova di tutto e di più. I souvenir che ogni amante del ricordino vorrebbe avere a casa propria.

Come ci arriviamo? Fatevi lasciare col taxi in Durbar Marg, che è una delle vie shopping inn di Kathmandu. Qui trovate negozi in stile occidentale e dei famosi brand “nostrani” anche parecchio costosi. Proseguite verso Palazzo Reale fino alla fine del vialone, se voltate a destra dopo un centinaio di metri, gli amanti dell'abbigliamento outdoor troveranno Sherpa, un negozio bellissimo ma caro, invece se voltate a sinistra in Narayanti Path/Thridevi Marg inizierete a trovare le prime bancarelle, che vendono bandiere, teli colorati rafficuranti l’Om o Ganesh o disegni Hippies, sulla destra troverete il noto Store delle The North Face, una bella libreria specializzata nel Tibet e via via ecco che sarete in Thamel: gioiellieri, speziali, negozietti che vendono cose di lana, negozietti di T-Shirt, potete perdervi tra le viuzze girando a destra o sinistra e troverete negozi di tutti i tipi, alternati a pub alla moda dove fare uno spuntino, bere un tea sul terrazzo o immersi in giardini verdi e fioriti.

Solitamente il viaggiatore resta un po’ disorientato nel vedere tutto sto caos di negozi, oltre al fatto che Thamel ha vie piccine, senza nessun nome o numero civico ben visibile e trafficate da taxi, moto, rikshaw strombazzanti.

Quindi, come punto di partenza per chiarirvi le idee, consiglio di andare da Pilgrims Book Store che sta in Thamel vicino alla Kathmandu Guest House. Qui trovate esempi di tutto ciò che il Nepal può offrire a livello di souvenirs e artigianato locale. Ovviamente i prezzi sono alti, spesso più del doppio di quelli dei negozietti tradizionali, e non sono trattabili, ma vi serve per avere un’idea di cosa potrebbe piacervi e di cosa eventualmente cercare nei negozietti del paese per poi partire con il vostro shopping. Ovviamente questo negozio sarà il vostro tempio se amate i libri. Ha dei testi fantastici!

Ora vedo però di anticiparvi che c’è da comprare in Nepal.

- Berrettini di lana colorata e tradizionali. I migliori hanno il rivestimento interno di pile, quelli più originali, hanno la forma di teste di animali (elefante, gallo, orso, scimmietta, e quant’altro). Invece i famosi “topi” (sì in nepali i topi sono i berretti tradizionali fatti a forma di bustina) sono fatti con stoffe colorate con motivi geometrici che un tempo corrispondevano a determinate caste e famiglie (un po’ come i tartan scozzesi). I Negozi o bancarelle che vendono questi articoli li trovate a Thamel (Kathmandu), a Bhaktapur nel circuito, e a Patan.

- Spezie e Tea. I negozietti degli speziali, sono ben riconoscibili, vedono tutti i tipi di chilly, curry, anice stellato, cumino, cardamomo, tea bianco, verde, al gelsomino, al rododendro, il famoso preparato per il tradizionale masala tea. Hanno confezioni preparate in graziose borsine di seta colorata o in scatoline di legno o altri materiali colorati, oppure vendono le spezie e i tea a peso e li confezionano al momento in buste sigillate sottovuoto. Li trovate un po’ ovunque. Io vado alla fine di Thridevi Marh da Pure Tea e Spices Shop o a Chhetrapathi a Kathmandu o a Bhaktapur in Tachupal Tole, ma ce ne sono davvero un sacco.

- Pashmine e lane pregiate: ci sono negozietti di kashmiri che vendono stole, magliocini e giacche ricamate di lana e borse di cuoio tipiche della regione indiana del Kashmir e i cui proprietari affermano che loro vendono la vera pashmina e negozietti di nepalesi che vendono stole di lana e che affermano che sono loro ad avere le pashmine autentiche ;-) Sono uno dietro l’altro in Thamel.

La Pashmina originale è una stola di lana leggerissima solitamente di tinta naturale (color beije o tonalità dal panna al marroncino) che è tessuta con filo di lana presa dal sottogola delle caprette himalayane. Il filo è talmente caldo e sottile che la pashmina una volta tessuta, nonostante abbia una notevole superficie da essere sufficiente a essere portata come vero e proprio scialle, se la si arrotola, riesce a passare tutta intera attraverso una vera nuziale. Quindi soffice, leggera, caldissima e poco ingombrante. Nei negozi troverete anche quelle a filo misto. 10% pashmina e 90% seta, 30% pashmina e 70% seta e così via. Con un po’ di pratica riuscirete a distinguere le originali al tatto, per morbidezza e sottigliezza e calore sviluppato sulla pelle. Ma non è semplice. Ovviamente anche il metro prezzo aiuta. Se vi sparano più di 45 euro e non scendono fateci un pensierino. Io ne ho molte e il negoziante di cui mi fido sta a Bhaktapur all’inizio di una vietta che sta in Durbar Square, perpendicolarmente alla Golden Gate. Ovviamente non è per niente economico.

- T-Shirt, abbigliamento freak oppure abiti tradizionali. Chi non desidera avere una maglietta personalizzata, originale, magari con su il tragitto del trekking appena faticosamente concluso e i vostri nomi in bella vista sotto i profili dell’Himalaya?

In Thamel ci sono un sacco di negozietti i cui proprietari, muniti di macchine da cucire, ricamano T-Shirt personalizzate e quant'altro (io mi son fatta ricamare lo zaino con la bandiera del Nepal per 250 rupie).

Ci sono inoltre negozi che accatastano materiale e abiti tecnici da trekking di marca e finti, cinesate improponibili, negozi di abiti freak dove potete acquistare le classiche camicie di garza di cotone a righine, i pantaloni indiani colorati, vestitoni da figlia dei fiori, casacche. Tutto di ottimo cotone o seta.

Secondo me, chi ha tempo e voglia può fare l’esperienza di andare da un sarto o da una sarta per farsi cucire un abito su misura. Per gli uomini il Daura Suruwal, la classica casaccona bianca o beije simile alla Salwar Kamiz indossata con il tipico gilet nero su pantaloni tradizionali in tinta. Per le donne la Kurta, anche questa una sorta di Salwar Kamiz femminile a maniche corte molto colorata, portata su pantaloni larghi arricciati e con le spalle coperte dal classico foulard in tinta coi pantaloni, oppure il saree o il cholo, una particolare camiciola con motivi tradizionali colorati legata sul petto e sul lato con dei fiochetti.

- Oggetti in carta pesta e carta in generale. Qui a me si è aperto un mondo.

In Nepal la carta pesta è molto utilizzata. Ci fanno vassoi, sotto bicchieri, scatoline, scatolette, cornici, specchi, maschere e i tradizionali burattini a doppia faccia, da un lato il demone dall’altro Ganesh. Sono meravigliosi. In Thamel ne trovate per tutti i gusti. Io sono affezionata al Mithila Woman Handicraft di Thamel. Il luogo tradizionale per le maschere di cartapesta però è il villaggio di Thimi che sta appena fuori Bhaktapur, qui trovate laboratori uno dietro l’altro che fanno opere davvero belle.

Per quanto riguarda la carta, a mio avviso è da visitare il laboratorio/negozio che sta a Bhaktapur in Tachupal Tole, avendo il tempio di Dattatreya di fronte, il laboratorio sta a destra sulla piazza. Qui potete vedere tutto il processo di fabbricazione dei fogli di carta, fatti per lo più con carta riciclata, fiori e foglie. L’artigiano fa pezzi bellissimi, tra cui lampade, lampioni, carte da regalo decorate, calendari e veri e propri dipinti si carta e quant’altro.

- Sculture in legno. Trovate un po’ ovunque negozi che vendono sculture in legno. Il centro più importante per questo tipo di cose è Bhaktapur, dove c’è la famosa Finestra di Pavone. Qui l’intaglio del legno ha una storia che si perde nei secoli. Troverete portali, finestre intagliate, o semplici oggetti tradizionali.

- Dipinti tradizionali e Dipinti Sacri. In Nepal ci sono molti negozi di pittori, soprattutto a Bhaktapur e a Bungamati (qui davvero splendidi), ma anche a Pokhara. I dipinti che troviamo sono scene agresti o montane, molto belle oppure divinità dipinte secondo tradizione, scene di letteratura epica induista o semplici ritratti.

Per quanto riguarda la pittura Sacra leggete qui: tripadvisor.it/ShowTopic-g293889-i9243-k3772… a mio avviso è carino andare a visitare delle scuole di Tangka, che sono appunto dipinti di mandala Buddhisti Tibetani miniati. Ne trovate sulla piazza di Bouddhanath (quella tonda dello stupone Giallo) che è notoriamente centro di cultura Tibetana, oppure sulla stradina che dalla Durbar Square di Bhaktapur va verso la Porta Nord. Ma ce ne sono molte altre.

- Artigianato Buddhista. Comprende cimbali, gong, tappeti, ruote di preghiera, bandiere di preghiera, campane tibetane, sculture di metallo o in pietra, mobili antichi, portali, finimenti per bestaime 8e sì sono molto gettonati) insomma un sacco di cose per cui uno si perde. Il grosso lo trovate a Bouddhanat nella piazza dello Stupa.

Meritano menzione a parte le campane tibetane. In Thamel ce ne sono di tutti i tipi, e sono per lo più fatte in serie e di scarsa fattura. Il posto che merita una visita, se non altro per vedere quali sono quelle vere e quali quelle fasulle è a Patan. Devo averlo già descritto da qualche parte, nell’itinerario consigliato. Dovete entrare nel Golden Temple, e una volta nel chiostro, tenere la sinistra e in fondo al porticato varcare la piccola soglia che da su un ampio cortile. Qui sulla sinistra troverete una piccola botteguccia di un artigiano piccino anche lui, che vi mostrerà le campane tibetane forgiate a mano e quelle fatte in serie, vi farà ascoltare la differenza della limpidezza dei loro suoni e vi racconterà la loro storia. Merita davvero una visita.

- Gioielli, monili e braccialetti tradizionali. In Nepal ci sono delle chicche interessanti. Troverete bellissimi monili d’argento con turchesi e coralli, tipici dell’Himalaya. Stando in tema con le indicazioni sopra, accanto alla bottega delle campane tibetane, per gli appassionati di gioielli e pietre intagliate, c’è la bottega dell’Intagliatore della famiglia reale. Passate anche solo a vederla. Non vi dico di fare shopping qui, perché i prezzi sono davvero alti, ma per la pregevolezza degli intagli e la meraviglia delle pietre preziose usate per questi gioielli che sono pezzi unici, il negozio merita di essere visto.

Braccialetti tradizionali. Premesso che io ci vado matta e ne ho una scatola piena, ora si stanno diffondendo anche da noi in Europa, ma fino a qualche anno fa si faceva fatica a trovarli. I tradizionali Chura sono braccialettini di vetro colorato, alcuni decorati con pietruzze che vengono portati numerosissimi sugli avambracci delle donne indù. Si dice che siano semplici finimenti per le danze o che siano nati per essere indossati dalle contadine, e che mentre lavoravano nei campi, col loro tintinnio, facessero scappare i pericolosi serpenti.

- Coltelli tradizionali. Il Nepal è famoso per i guerrieri Gurkha che combatterono accanto all’armata inglese durante la colonizzazione britannica in India. Questi baldi uomini portavano il curvo coltello tradizionale, lungo una quarantina di centimetri, il khukuri. In thamel e un po’ ovunque ci sono negozi che li vendono. Fatevi rilasciare documento di trasporto e ricordatevi, quando tornate di metterlo nel bagaglio da stiva, debitamente impacchettato.

Sicuramente ho dimenticato qualcosa, e nel caso lo aggiungerò sotto.

Se qualcuno di voi trova qualcosa di tipico che a me è sfuggito aiutateci a compilare questa lista shopping.

Cuneo, Italia
Esperto locale
di Koh Tao
post: 8.766
Recensioni: 40
2. Re: Acquisti tipici in Nepal

@Rongpuk se non ci fossi bisognerebbe inventarti!

Io sono appena tornato con uno zaino nuovo della North Face comprato solo per gli acquisti...pieno zeppo eh!

A Nagarkot ho comprato in un piccolo laboratorio di un signore anziano delle bellissime maschere intagliate, il mattino dopo ripartivo, sera tardi, luce staccata come sempre...le ha rifinite prima di darmele con me che gli facevo chiaro con l'app Itorcia dell'Iphone.. per me rimarrà uno dei ricordi più belli del mio viaggio.

Ciao!!

Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.860
Recensioni: 253
3. Re: Acquisti tipici in Nepal

Ciao Matti. Che bello leggerti felice! Ben tornato ;-)

Milano, Italia
Esperto locale
di Milano
post: 1.858
Recensioni: 344
4. Re: Acquisti tipici in Nepal

WOW!

Confermo cara Rongpuk che non sto portando una guida in Nepal, ma sto semplicemente stampando i tuoi consigli presenti qui sul forum!

concordo con Matti80, meno male che ci sei!

I tuoi consigli sono precisi, dettagliati, utilissimi.. in una sola parola PREZIOSI.

Non conoscevo il Nepal, non avevo mai avuto intenzione di andarci, ma tu mi hai fatto sognare, e questo sogno sta diventando realtà.

Spero di riuscire a scrivere anch'io qualche consiglio dopo il viaggio ;)

per il momento ti ringrazio ancora con un affettuoso abbraccio!

a presto!

Carmen

@Matti80 mi sai dare indicazioni più dettagliate per arrivare al negozietto di Nagarkot? Grazie! :)

Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.860
Recensioni: 253
5. Re: Acquisti tipici in Nepal

Grazie Carmen ;-)

Sorrento, Italia
post: 145
Recensioni: 15
6. Re: Acquisti tipici in Nepal

T'avessi conosciuta prima di andare in Nepal !!!!

Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.860
Recensioni: 253
7. Re: Acquisti tipici in Nepal

;-) beh, dai, hai fatto un viaggio bellissimo lo stesso, no?

Chivasso, Italia
post: 26
Recensioni: 16
8. Re: Acquisti tipici in Nepal

Caspita!

Vedo soltanto adesso questo forum dopo che sono tornato!

comunque sono soddisfatto dei miei acquisti:

a Lhasa gran quantità di braccialetti colorati che sto distribuendo a tutti; davanti al monastero di Sakya una bellissima maschera che non potevo proprio lasciare lì.

Ma il Tibet è più caro.

A Katmandu sciarpette varie (me ne restano solo due che mi tengo per me), un'altra maschera molto originale, per cui ho dovuto contrattare parecchio, una copia originale del libro "Lost Lhasa" di Heinrich Harrer !

Con un po' di tempo si riescono a trovare cose davvero interessanti.

saluti

fabio

Milano, Italia
Esperto locale
di Milano
post: 1.858
Recensioni: 344
9. Re: Acquisti tipici in Nepal

grazie cerequio per aver raccontato la tua esperienza!

I vostri suggerimenti sono preziosissimi. Magari dopo i giri a Katmandu mi potresti specificare dove ti sei fermato (se lo ricordi) così sarà anche più facile la mia ricerca :)

@Casper12456 nessun suggerimento? :(

grazie a todos!

Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.860
Recensioni: 253
10. Re: Acquisti tipici in Nepal

Fabio se ti va passa dal forum del Tibet a raccontarci la tua esperienza.

Namaste

Rispondi a: Acquisti tipici in Nepal
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Nepal.