Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.773
Recensioni: 246
Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

Tempo fa ho mandato questo prospettino a un utente di TA che chiedeva un itinerario di una settimana. Penso che possa andar bene anche altre persone.

In otto giorni, vi potete concentrare su alcune attrazioni principali, su alcuni villaggi e poi muovervi verso posti meno turistici o se siete in autunno, inverno, primavera, andare verso Pokhara a vedere l’Himalaya da vicino.

Se amate il caos, le luci, i rumori, lo shopping potete stare in Capitale nel quartiere di Thamel, se invece preferitei sonni tranquilli, la frescura del verde, e la tranquillità della vita di un tempo vi consiglio di andare a Bhaktapur, che è collegata dall'Araniko Highway alla capitale in 15 minuti di auto o bus.

Io in capitale non ci sto più da anni perché non amo il caos e il gas ;-) ma questo è puramente soggettivo, e sto a Bhaktapur nella mia oasi di tranquillità.

Qui su TA le recensioni per il Nepal su dove alloggiare sono abbastanza fedeli alla realtà. Dateci un'occhiata.

qui su Kathmandu:

tripadvisor.it/Hotels-g293890-Kathmandu-Hote…

qui su Bhaktapur:

tripadvisor.it/Hotels-g424934-Bhaktapur-Hote…

Ora veniamo a cosa potreste vedere...o meglio cosa non dovreste perdervi.

Ci sono dei luoghi che dovete vedere assolutamente ;-) la prima volta che visitate il paese, perché servono a capire com’è la cultura e la storia di questa regione Himalayana.

Per non “ingolfarvi di cose” vi segnalo cosa farei io giorno per giorno la prima volta in Nepal.

1° giorno

- prendete un taxi o un autista con un piccolo van e fatevi portare a Boudhanilkantha, che sta all’ingresso del parco Shivapuri.

flickr.com/photos/…

Questo sito sacro è particolarissimo ed è venerato sia dai Buddhisti sia dagli induisti. Tutte le mattine molto presto i pellegrini accorrono per assistere al rito dei monaci che si prendono cura della statua di Vishnu addormentato sulle acque sacre circondato da un letto di naga. I monaci lucidano la statua, la bagnano col latte e l’acqua e la cospargono di fiori. Tutti sono molto intenti a cantare e salmodiare mantra per far sì che il Dio non si svegli. Se Vishnu dovesse svegliarsi un gran terremoto scuoterebbe la valle e distruggerebbe ogni cosa.

Da qui proseguite per il monastero buddhista femminile di Kopan, dove potrete assistere alle Puje o ai ripassi e dibattiti delle monache e poi raggiungerete più in alto l’oasi Buddhista sulla cima di una collina, dove c’è il monastero buddhista maschile da cui avrete un bel panorama sulla Valle di Kathmandu e sullo Stupa Giallo di Bouddhanath. Anche qui potrete assistere alle puje e ai dibattiti, inoltre potrete chiedere anche di visitare le aule durante le lezioni. Vedere monacini di 5 anni a scuola è uno spasso. Sono bellissimi. Al monastero c’è anche un ristorantino, se no appena fuori c’è un baracchino che vende samosa 8fagottini di verdure fritti)e momo (tortelloni a vapore o fritti).

- Vi consiglio di recarvi a Pashupathinath, sul fiume sacro Bagmathi. che potete raggiungere con 400 rupie di taxi da Kathmandu o sempre col van che avete preso in affitto

flickr.com/photos/…set-72157607489242173

Oltre a essere noto per il fatto che lì si fanno le cremazioni, è invece molto importante per essere il più importante centro di culto per il Dio Shiva di tutto il Subcontinente Indiano. Qui accorrono Sadhu (santoni) da tutto il mondo Indu per pregare la divinità o ritirarsi in ascetismo. Accanto al tempio vi sono infatti molte grotte dove tutt’ora vivono asceti a cui potete fare visita. Sono uomini visionari, mistici e alcuni di loro parlano inglese. Ce n’è uno che un tempo era lo chef dell’Everest Hotel, uno degli alberghi più noti e cari della capitale, ora vive nella sua grotta, medita e illumina o sconvolge le persone che lo vanno a trovare. Molti di questi Sadhu sono necrofagi.

Dalle grotte di Pashupati, vi consiglio di attraversare il ponte sul fiume e di salire la lunga scalinata che porta al complesso templare in cui vi sono centinaia di capitelli dedicati allo Shiva Lingam, da qui, dopo aver attraversato uno splendido parco alberato, dopo essere usciti dall’area templare,vti troverete su un ponte tibetano sospeso. Attraversatelo e proseguite dritto a piedi in una stradina che entra nel sobborgo di Bouddhanath.

- Bouddhanath è il sobborgo che ha il secondo Stupa più grande del mondo, e la sua piazza circolare è la più famosa del paese. Qui è centro Buddhista, pieno zeppo di gente che è scappata dal Tibet. Vi sembrerà di entrare in un altro viaggio.

flickr.com/photos/…

Nella piazza di Buoddhanath, ci sono anche le scuole di pittura sacra tibetana dove allievi pazienti dipingono i sacri tangka. Andate a visitarne una, per curiosità, sono lavori certosini e di gran significato filosofico. I mandala racchiudono i segreti del Buddha e della cultura millenaria del Tibet.

A Bouddhanath, non mancate di assaggiare i MOMO, i ravioloni di verdura o carne tibetani, magari in uno dei ristorantini che hanno la terrazza sopra la piazza, da cui potete ammirare i pellegrini che fanno il giro sacro attorno allo Stupa da sinistra a destra (Khora).

Potete concludere la giornata visitando la Durbar Square di Kathmandu e i suoi dintorni.

2° giorno

Andate a Patan (Lalitpur), la seconda capitale storica del paese, che ha a mio avviso la Durbar Square più bella di tutte e tre le antiche capitali (le altre due sono Kathmandu-Kantipur e Bhaktapur-Bagdaon). Qui, oltre alla magnificente piazza, con i templi finemente intagliati e scolpiti, le fontane per le abluzioni, il palazzo reale, vi sono altri templi spettacolari da vedere.

flickr.com/photos/…set-72157607489242173

Il Golden Temple, il tempio dei 10.000 Buddha. Presso il Golden Temple, oltrepassando una porticina in fondo a sinistra nel chiostro principale, arriverete a una piazzetta dove c’è il più noto forgiatore di campane tibetane della Valle di Kathmandu. Andatei a vedere la sua antica bottega. Lui è un omino basso e un po’ tarchiato con un sorriso smagliante ti spiegherà la storia e le leggende di questo strumento di meditazione antichissimo. Prima della sua bottega ce n’è un’altra che è quella dell’intagliatore di pietre dei Reali nepalesi. Non vi sto consigliando di farci shopping, ma di vedere i lavori che fanno questi uomini. E’ pura arte.

Da Patan spostatevi poi a visitare i villaggi tra le risaie.

- Quello più bello secondo me è Bungamati. E anche Gokharna è carino. www.flickr.com/photos/rongpuk/tags/bungamati/

Se volete potete proseguire a Jaulakhel, per vedere i tappetai tibetani, però è un po’ tanto turistico…forse troppo. Potete concludere la giornata passeggiando in Thamel a Kathmandu per sperimentarne il caos, i clacson, i negozietti e i centri massaggi, magari farvi un aperitivo o bervi un cappuccino favoloso.

3° giorno

Bhaktapur

- La città antica più bella, tutta un intaglio, magnificente, dove Bertolucci ha girato il suo film IL PICCOLO BUDDHA. Bhaktapur, i cui templi più importanti sono del XIV secolo, è indubbiamente un museo a cielo aperto. La bellezza inoltre di questa città è che è chiusa al traffico auto durante il giorno, è tutta lastricata ed è tutta patrimonio dell’Unesco. Qui è bello perdersi tra le vie buttando via le cartine e seguire i bimbi che giocano correndo dietro le camere d’aria o che fanno il bagno nelle antiche vasche per le abluzioni. La città è divisa in quartieri, c’è quello dei cartai (dattatreya) dove potete visitare i piccoli laboratori artigianali dove fanno la carta e i putti di cartapesta, il quartiere degli intagliatori del legno, dove c’è la finestra più preziosa del paese, la Finestra di Pavone, intagliata nel 1400 da Araniko, il più grande architetto della storia dell’Himalaya. C’è il quartiere dei tintori, dove vedrete filari di legno con appese le lane e i tessuti colorati ad asciugare. Il quartiere dei vasai, coi forni a sabbia dove gli artigiani modellano vasi e terracotte al momento.

La città è tutta da scoprire, senza contare i suoi templi meravigliosi, uno su tutti la pagoda a cinque piani del Nyatapola, la più alta del paese, che sta in Taumadi Tole di fianco al tempio di Bhairab, subito dietro la Durbar Square della città.

flickr.com/photos/…set-72157607489242173

4- Da Bhaktapur prendete il pulmino locale vicino alla Porta Nord della città e recatevi a Changu Narayan, villaggio di etnia Newari, in cima a una collina da cui si domina tutta la vallata e che ha in cima il tempio omonimo che è il più antico della Valle di Kathmandu. Anche questo è patrimonio dell’unesco. Il Pulmino vi lascerà nella piazza antistante il villaggio, che si sviluppa su entrambi i lati di una dolce scalinata che arriva sino al tempio. Qui, anche se son 200 o 300 rupie, andate a vedervi il museo, vi racconta la leggenda del luogo, ed essendo fatto proprio dalla gente del villaggio, ne aiuterete l’economia. Da qui dopo la visita del Tempio di Changu Narayan, prendete la scalinata in discesa dall’altro lato della collina e scendete a piedi lungo il sentiero e poi la strada che attraverso le risaie verdi arriva a Bhaktapur.

flickr.com/photos/…set-72157607489242173

Qui apprezzerete la vita dei campi. La gente comune vi inviterà a prendere il tea sotto il patio delle loro case. Arriveretei a Bhaktapur in un ora e mezza di passeggiata in discesa o in piano.

flickr.com/photos/…set-72157607489242173

La sera andate a nel centro di Bhaktapur muniti di una torcia e seguite le stradine illuminate dai fuochi delle candele dei templi…è uno spettacolo meraviglioso.

Da qui vi posso consigliare due opzioni di viaggio. O continuate in valle o se è la stagione giusta andate verso Pokhara

OPZIONE VALLE

5° giorno

- Partite per Dhulikhel, villaggio di etnia newari che sta sulla cima di un colle sulla direttiva verso il Tibet, che ha una vista sull’Himalaya davvero bellissima. Potete farlo coi mezzi pubblici o sempre con auto e autista.

Tenete conto che se non avete molto tempo è meglio la seconda opzione perché potete accorciare di “giorni” gli spostamenti. Se andate coi mezzi in questo 5° giorno andate a Dhulikhel e tornate, e fate con gli altri due villaggi la stessa cosa i giorni successivi. Se andate col van o il taxi fate il giro senza tornare indietro.

A Dhulikhel vi è un tempio dedicato a Shiva con un Sadhu residente, che fa oroscopi, predizioni, puje. Insomma un tipo strano.

- Se siete col van o taxi proseguite per Namabouddha.

flickr.com/photos/rongpuk/tags/namabouddha/

Questo sito Buddhista è molto famoso, il monastero che è stato qui costruito sta in un luogo dove venne a meditare Siddharta stesso. Mentre il Buddha era sotto un ficus (pipal) a meditare, sopraggiunse una tigre affamata e intenzionata a mangiarselo, ma non appena si avvicino, ne percepì l’aurea sacra e lo risparmiò diventando docile. Da allora qui viene a pregare e a fare ex-voto una gran moltitudine di persone. Qui potrete seguire le lezioni e pernottare se vi va.

6° giorno

Anche se non siete fitness, la passeggiata che da Namabouddha porta a Balthali è in discesa e attraversa tutte le coltivazioni terrazzate che scendono dalla collina. E’ bellissimo anche perché potrete prendere un tea in qualche casa di contadini, vedere qualche scuolina, vedere i Nepalesi al lavoro, in un posto assolutamente fuori dalle rotte trafficate dai turisti. Arrivati a Balthali villaggio, dovrete fare una passeggiata in salita di non più di un quarto d’ora per arrivare sulla cima del colle dove c’è un piccolo resort che è un gioiellino. Da qui si vede bene l’himalaya, potete cenare e pernottare e godervi uno dei tramonti più belli del viaggio.

www.flickr.com/photos/rongpuk/tags/bhalthali/

7° giorno

- Ritornate con un taxi alla vita verso Panauti, un villaggio Newari che ha un complesso templare pregevole dedicato a Shiva, che potete visitare in non più di due ore.

www.flickr.com/photos/rongpuk/tags/panauti/

Da qui verso Bhaktapur o Kathmandu, a seconda di dove alloggerete, o col taxi o col bus

8° giorno

- shopping relax e partenza

OPZIONE POKHARA

5° giorno

- alle 6.30 o 7 dal bus park di Kathmandu partono i pullman per Pokhara, ci sono i locali, che sono piuttosto scomodi, ma molto folcloristici che con 8 ore di viaggio vi porteranno in città oppure i turistici con aria condizionata che con 12 dollari vi porteranno a Pokhara in 6 ore http://www.greenline.com.np/rates.php

Qui arriverete nel pomeriggio e fatevi un giretto tranquilli ;-)

6° giorno

- Fatevi un giro in barca sul Pewa Tal e se avete voglia scarpinate fino alla Pagoda dell’amicizia dall’altra parte del lago rispetto al porticciolo, da dove vedrete uno scenario splendido: gli Annapurna e il Macchapucchare che spuntano dalle colline dall’altro lato del lago, specchiandocisi dentro. Oppure visitate l’isoletta al centro del lago e poi tornate indietro per andare a vedere le Cascate di Devi (nulla di che) e poi prendetevi un taxi per andar a Sarangkot, il pezzo forte di Pokhara, una collina da cui si ha una vista spettacolare su tutta la valle, i 4 Annapurna, il Dhaulagiri, il Macchapucchare. Aspettate il tramonto, cenate su al Lodge (se volete potete anche pernottare). Se siete coraggiosi da qui fanno anche i voli in tandem in parapendio.

www.flickr.com/photos/rongpuk/tags/pokhara/

7° giorno

- ritorno a Kathmandu

8- shopping, relax e partenza

Altra alternativa a queste due, fattibile anche d'estate, nonostante la pioggia e se vi piace la natura selvaggia è visitare i parchi di Chitwan o Bhardia, in una tre giorni. Vi sono molti resort che organizzano l'escursione di tre giorni da Kathmandu e secondo me merita di farci un salto. Se avete due giorni in più potete aggiungere Lumbini, la città dove è nato il Buddha in persona, luogo di grande pellegrinaggio in Asia.

Questo è solo un itinerario esempio, con tre varianti, che include, a mio avviso le cose principali che un viaggiatore non deve perdere in Nepal. Ovviamente c'è molto di più, ma può essere tagliato, implementato. Ognuno ha il suo Nepal, ognuno di noi il suo viaggio.

Per qualsiasi altra info non esitare a chiedere, se posso vi aiuto volentieri

Buon Viaggio

Namaste

Rongpuk

Modificato: 08 giugno 2012, 9:45
Londra, Regno Unito
post: 34.737
Recensioni: 652
1. Re: Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

Questo è un itinerario tipo, ma qual è il tuo itinerario perfetto?

Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.773
Recensioni: 246
2. Re: Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

E sì, mi sono resa conto che avrebbe potuto essere utile come spunto perchi non ha idea sul che fare e su cosa siano le cose da non perdere.

Il mio itinerario perfetto dura molto di più di una settimana. Secondo me ce ne vogliono almeno tre, ma forse di più. L'ininerario perfetto poi, va fatto anche nel periodo ideale, quindi tra ottobre e dicembre o tra marzo e aprile. Tenendo comunque fisse le cose principali sopra citate, Mi farei i parchi del Terai, quindi Chitwan e Bhardia da Kathmandu, passando da Hetauda. Per poi continuare l'anello verso Pokhara fermandomi a Tansen (Palpa). Da Pokhara mi farei un bel giro verso Manang, con trekking alle zone dei laghi (Tilicho) e tornando verso Kathmandu mi fermerei a Bandipur, gioiello con un panorama strepitoso. Poi da Kathmandu volerei a Lukla per andare su a piedi a Namche Bazaar, e se la voglia c'è e la stanchezza non si sente, proseguirei verso l'Everest.

Ma per far tutto questo ci vogliono di più di tre settimane ;-)

Roma, Italia
post: 16
Recensioni: 39
3. Re: Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

ciao, noi andremo in Nepal dall'1 al 13 luglio, siamo 2 persone, è pericoloso girarlo da soli prenotando, giorno per giorno con un'autista? Tanto per farci un'idea quanto può costare prendere un'autista direttamente lì, e a chi possiamo chiedere? Grazie SILVIA e ROBERTO (p.s. premetto che noi abbiamo già visitato l'Asia con il driver ma prenotato dall'Italia, questo di arrivare lì senza prenotazione sarebbe per noi una novità)

Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.773
Recensioni: 246
4. Re: Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

Silvia benvenuta su TA, le faq le hai viste? Ti consiglio di leggerle bene perché possono aiutarti.

Apri un argomento nuovo con la tua richiesta, parlare qui di costi, driver e sicurezza, c'entra un po' poco visto che si sta parlando di itinerario base.

Qui trovi risposte sui costi:

tripadvisor.it/ShowTopic-g293889-i9243-k4066…

Namaste e grazie

rongpuk

Roma, Italia
post: 16
Recensioni: 39
5. Re: Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

grazie infinite e leggerò anche bene le faq, ciao SILVIA

Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.773
Recensioni: 246
6. Re: Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

Ok, un bacione e per qualsiasi cosa chiedi che ti aiuto con piacere

Milano, Italia
Esperto locale
di Milano
post: 1.851
Recensioni: 342
7. Re: Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

complimenti Rongpuk per le tante possibilità di itinerario e per l'attento aiuto che dai ai tanti viaggiatori di TA! Ce n'è per tutti i gusti! Tra poco leggerai la mia proposta per due settimane così vediamo se sono stata abbastanza attenta!

Da questo post si dovrebbe capire che Diego ha accettato il cambiamento di programma ;-)

ciaoooo, a presto!

Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.773
Recensioni: 246
8. Re: Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

WoW io ne son davvero felice!

un bacio

Cuneo, Italia
Esperto locale
di Koh Tao
post: 8.326
Recensioni: 35
9. Re: Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

Ciao Rongpuk, complimenti per l'itinerario, ho buttato la Lonely e stampato il tuo topic!

Pensavo di farlo pari pari visto che ad agosto passeró esattamente 8 giorni in Nepal con arrivo e partenza a Katmandu da Dubai, la mia domanda era: secondo te i pernottamenti come vanno suddivisi? In teoria pensavo di fare bene tutta la valle tralasciando Pokhara per via del clima.

Si può andare e venire dalla capitale o conviene dormire in ogni posto?

Sicuramente a Bhaktapur volevo passarne un paio, per le altre aspetto consigli, grazie mille.

A presto!

Milano, Italia
Esperto locale
di Tibet, Montagna e sport invernali, Milano, Nepal, Bhaktapur, Kathmandu, Jomsom, Mustang Region, Namche Bazaar, Sagarmatha National Park, Ladakh, Annapurna Region
post: 6.773
Recensioni: 246
10. Re: Cosa vedere in una settimana: itinerario esempio

Ciao e grazie!

Per i pernottanenti puoi stare in un posto soltanto, non è necessario spostarti per le notti. Se ami il caos stai in capitale altrimenti bhaktapur è un oasi di pace.

A pokhara in agosto non si vedono monti e piove molto..

Namaste

Modificato: 07 luglio 2012, 10:26