Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

ARST Cagliari Villasimius

Venezia, Italia
post: 236
Recensioni: 167
ARST Cagliari Villasimius

Un' esperienza davvero vergognosa!

Noi abbiamo viaggiato il 30 luglio alle 15 da Villasimius a Cagliari con l'autobus dell' ARST, ma pare che la cosa si ripeta ogni giorno. Praticamente esistono solo 8 corse al giorno (una ogni 4 ore nel pomeriggio) per coprire i 121 Km. fino a Costa Rei e S. Vito, che con tutta la zona di Castiadas (Cala Sinzias, Capo Ferrrato etc.) rappresenta uno dei litorali più frequentati dai turisti di tutta la Sardegna.

Secondo me, una frequenza così è già sufficiente a relegare i servizi pubblici sardi agli ultimi posti parecchio indietro al cosiddetto "terzo mondo" poichè rende di fatto impossibili i collegamenti fra le varie località di vacanza con pessime ricadute per gli operatori locali ed un abnorme aumento del numero delle automobili parcheggiate o in movimento in zone considerate ecologicamente delicate, ma questo è niente.

Lo sfortunato turista che tenta gli autobus di linea per raggiungere l'aeroporto di Cagliari si avveda del fatto che la linea è frequentata da decine di venditori ambulanti extracomunitari, e i 52 posti disponibili non sono assolutamente sufficienti. Considerato quindi che le condizioni igieniche sono inaccettabili (sedili fradici, gente che lavora sulle spiagge a 40 gradi senza farsi una doccia, dita che "indugiano" dalle dita dei piedi al naso e viceversa, sacchi di merce e piedi ovunque) calcolate in più che tutti degli utenti che volevano salire alle fermate successive sono rimasti a terra, e comunque la corsa è arrivata con 40 MINUTI DI RITARDO SUI 90 PREVISTI. UN TOTALE DI 130 MINUTI PER PERCORRERE 50 KM. SENZA TRAFFICO!!!!

Un duro colpo al tanto ostentato orgoglio sardo, una vergogna per l'Italia tutta, altro che "terzo mondo".

la spezia
Esperto locale
di Sardegna, Lanusei
post: 2.233
Recensioni: 17
1. Re: ARST Cagliari Villasimius

Capisco il tuo sfogo, e non posso che darti ragione sulla frequenza dei mezzi pubblici sardi, ma ti chiedo cortesemente di moderare i tuoi commenti.

Venezia, Italia
post: 236
Recensioni: 167
2. Re: ARST Cagliari Villasimius

Non si tratta purtroppo di uno sfogo, altrimenti avrei usato ben altri termini.

Se rileggi ciò che ho scritto con attenzione noterai che ho citato solo dei fatti circostanziati, e ti posso garantire che così facendo ho omesso i dettagli più scabrosi proprio per non offendere nessuno.

Come mia abitudine ho quindi fatto riferimento solo a quanto da me constatato e subìto poiché credo che sia preciso dovere civico di chiunque segnalare al prossimo dei simili disservizi. Anzi, secondo me se tali disservizi esistono ancora, forse è perché non un tempo mancavano questo tipo di informazioni.

Spiacente comunque di aver urtato la sensibilità di qualcuno

la spezia
Esperto locale
di Sardegna, Lanusei
post: 2.233
Recensioni: 17
3. Re: ARST Cagliari Villasimius

Io direi che l'ultima frase è offensiva. Ma questo è il mio punto di vista.

E ti ripeto: hai ragione. I mezzi pubblici in Sardegna durante la stagione estiva non sono all'altezza delle richieste.

Cagliari
post: 1
Recensioni: 1
4. Re: ARST Cagliari Villasimius

Silvano, da sardo non posso che convenire sull'arrettratezza dei trasporti pubblici locali (in particolare di quelli regionali - Arst. Perchè quelli CTM, ovvero della rete di Cagliari e area urbana, dove per inciso vive un terzo della popolazione sarda, non sono inferiori alla media italiana e sono andati migliorando costantemente).

Sono d'accordo anche sulle nefaste conseguenze in termini di traffico, che spero possano essere parzialmente alleviate dalla apertura della nuova statale.

Da sardo che ha studiato in Germania, Le garantisco però che non ho trovato ancora una località italiana i cui trasporti pubblici non apparissero da terzo mondo ad un tedesco medio. E questo lo dico non per giustificare l'inetto servizio ARST, ma per riportare le sue utili considerazioni ad un sistema più vero e reale della semplice Sardegna. Un sistema che nel suo complesso fa piangere.

Purtroppo invece trovo non tanto offensiva quanto disinformata la conclusione sull' "ostentato orgoglio sardo", che non credo sia fondato sulle dotazioni infrastrutturali della Sardegna, ma su quelle storiche.

Ma li, forse, occorrerebbe un buon libro di storia. E non tanto per comprendere se i sardi abbiano "ragioni" o "diritti" per "ostentare", come dice Lei, un certo orgoglio, ma per capire quale costante resistenziale li convinca di questo. Per dargli un "duro colpo" spero/temo che serva qualcosa di più delle sue disavventure in autobus.

Saludos,

Matteo Corso

Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Villasimius.