Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

accoglienza ad assisi

roma
2 post
accoglienza ad assisi

Buongiorno,sono una delle tante pellegrine venuta lì a trovare San Francesco con un gruppo di adolescenti tra i 15 e 17 anni che seguo personalmente nella mia parrocchia. La sera prima li ho preparati sulla vita di San Francesco, parlandone e guardando un filmato ma nessuna immagine o preparazione verbale può essere degna di ciò che si prova entrando ad Assisi. Appena entrati nella basilica inferiore siamo rimasti estasiati dalla bellezza visiva che avevamo davanti a noi, ho iniziato a spiegare tutto ciò che avevamo davanti a noi con voce bassissima alternandoci con delle preghiere ( eravamo in tutto 12 quindi sentivamo benissimo), nella basilica hanno iniziato a sollecitarci con degli sh sh sh, si è avvicinato un frate invitandomi a non parlare. Io mi chiedo come si fa a non spiegare a un gruppo di giovani ciò che avevamo davanti, anche se quella maestosità non era nei pensieri del Santo. Una ragazza del gruppo stava fotografando di nascosto senza flash qualche affresco quando è arivato di nuovo lo stesso frate insultando la ragazza a voce alta con delle parole non degne del posto, io ho agito semplicemente con calma, ho invitato i ragazzi ad uscire da quel posto amministrato da maleducati, speculatori e approfittatori dei più deboli, perchè il frate aveva capito bene che non c'erano i genitori di quei giovani. Il commento loro è stato pessimo , ho cercato di calmarli in più modi ma sono usciti da li con tanta amarezza nel cuore e dentro di me non posso dargli torto. Capico che ci sono delle regole ma vi assicuro che la reazione è stata esagerata, i ragazzi sono stati educatissimi alla reazione del frate e poi mi domando: la chiesa è il fondamento e il proseguimento di Cristo, Lui stesso dava delle opportunità ai più deboli in tutti i sensi, se la chiesa non ha un minimo di tolleranza verso questi giovani cosa rimarrà in futuro? Per fortuna la nostra visita si è conclusa a Santa Maria degli Ageli dove all'interno si trova la Cappella della Porziuncola, qui abbiamo trovato un'accoglienza perfetta e abbiamo potuto respirare quell'aria che San Francesco amava: la preghiera, la povertà e la carità. Io ritornerò ad Assisi e spero che quel frate basso e cattivo non sia più li dentro ma fuori a pentirsi.

12 risposte su questo argomento
Waldshut-Tiengen
Esperto locale
di Nuova Zelanda, Trasferirsi all'estero
Contributore livello
4.629 post
1. Re: accoglienza ad assisi

Ciao Crisfraroma e benvenuta nel Forum!

Dispiace che per i ragazzi sia stata una delusione, la maleducazione non ha mai giustificazione e stride quando è un frate a mostrarla.

Alcune chiese in Italia e in Europa hanno orari in cui non si possono visitare perchè c'è la Messa, o in cui si paga un biglietto fuori dagli orari della Messa, pertanto si può girare con maggiore libertà per scopi turistici. Ad Assisi invece, durante tutto il giorno la Basilica è aperta al culto, con Messa, Rosario, Confessione, Vespri. Quindi mentre qualcuno bisbiglia o scatta una foto ci può essere la Messa in corso o qualcuno che prega e desidera farlo in silenzio.

Spiegare gli affreschi, anche per poco, non è permesso se non con una Guida autorizzata con patentino della Regione in orari specifici, le visite vanno prenotate in anticipo. Esistono audioguide per chi vuole avere spiegazioni su ciò che vede senza prenotazione, che si possono usare in perfetto silenzio, oppure i gruppi possono prenotare visite guidate ed essere pertanto autorizzate in determinati giorni e orari a visitare la basilica per scopi turistici.

Troppo spesso assisto a scene di turisti che si recano lì solo perchè è un luogo "da vedere", per fare foto e ammirare i dipinti e affreschi, ma che non hanno per nulla a cuore la spiritualità del luogo e sono indifferenti alle richieste di decenza e silenzio, quindi i frati quotidianamente devono riportare all'ordine le persone, quotidianamente devono riprendere chi fotografa, offrire scialli a chi arriva in canottiera, spiegare che non si mangia il gelato in chiesa, che è richiesto il silenzio (ci sono i cartelli). Tutto questo per consentire ai pellegrini di vivere il momento senza essere disturbati da gente che chiacchiera o ha un comportamento poco consono al luogo.

La ragazza che ha fatto la foto di nascosto, anche se un momento prima pregava, in quel momento si è comportata come qualunque altro turista, non come chi è raccolto in preghiera. Ma riportare all'ordine con gentilezza e garbo sarebbe stato opportuno.

Io ho sempre visto molta pazienza da parte dei frati, anche giovani. Probabilmente quello che vi ha apostrofati era esasperato da situazioni precedenti, o si è dimenticato il suo ruolo, ma avrebbe dovuto essere gentile.

A presto!

roma
2 post
2. Re: accoglienza ad assisi

grazie per vermi risposto ma insisto nel dire che noi eravamo perfettamente in sintonia con il luogo, è stata solamente una foto senza flash che ha fatto uscire fuori dalle righe quel frate. Ma se un gruppo non ha molti soldi perchè non può spiegare a bassa voce? Mi dispiace ma ci sono troppi interessi dietro e questo non mi piace. Cordiali saluti

Bastia Umbra, Italia
Contributore livello
15 post
7 recensioni
3. Re: accoglienza ad assisi

capisco benissimo e le do perfettamente ragione, se tornasse Francesco oggi li scomunicherebbe tutti, o quasi, i frati della basilica di san francesco, la basilica è patrimonio dell'umanità e i frati la usano come casa loro; sfruttano l'immagine di francesco per fare un sacco di soldi: non c'è motivo di impedire di fare foto senza il flash, se non c'è la messa, se non quello di vendere guide e cartoline. spero comunque che apparte questo vi sia rimasto il bel ricordo che merita la basilica.

Bastia Umbra, Italia
Contributore livello
15 post
7 recensioni
4. Re: accoglienza ad assisi

consideri che c'è anche gente che viene apposta per gli affreschi, impedire una foto mi sembra eccessivo. il frate a cui probabilmente si riferisce la suora è un vero tormento, o "esasperato" al naturale se preferisce

campania
Contributore livello
10 post
48 recensioni
5. Re: accoglienza ad assisi

Non ho avuto la stessa esperienza di crisfaroma, ma la stessa sensazione, quella della volontà estrema di raccogliere soldi; la Basilica è splendida, permettere a tutti di goderne, magari da autodidatta e quindi senza "pagare" guide, volantini e quant'altro, mi sembrerebbe più giusto; in ogni angolo, o quasi, c'era una brochure diversa e per ognuna si chiedeva un'offerta...mi sembra eccessivo. E a proposito di ospitalità ad Assisi, devo dire che anche i commercianti, in particolare alcuni ristoratori, hanno lasciato alquanto a desiderare. Sono stato ad Assisi durante le vacanza natalizie, in particolare il 3 gennaio 2012, con la mia famiglia ed amici, per un totale di 12 persone; ebbene in un ristorante, "Antichi sapori", ci hanno detto, con fare maleducato, che i tavoli non potevano essere uniti e quindi dovevamo dividerci...in un altro (le cantine di Oddo), appena ci hanno visti (6 bambini) si sono affrettati a dire che aspettavano altri gruppi e non c'era posto (ma sui tavoli neanche un bigliettino di prenotazione), infine ci siamo fermati alla "taverna francescana", un fast food, dove, anche qui quasi infastiditi dalla nostra presenza, hanno di malavoglia preso le ordinazioni e servito quanto richiesto, sbagliando tra l'altro alcune portate e sopportando a stento le nostre educate lamentele. Non bisogna fare di tutta l'erba un fascio, è vero, ma tre erbe su tre tutte marce.....Assisi è troppo bella per permettere certe cose!

Waldshut-Tiengen
Esperto locale
di Nuova Zelanda, Trasferirsi all'estero
Contributore livello
4.629 post
6. Re: accoglienza ad assisi

Ciao Playersixtynine, capisco il disappunto, ma la raccolta offerte è lasciata a discrezione dei fedeli, quindi se vai con materiale informativo tuo (e qui su TripAdvisor trovi un sacco di informazioni gratuite nelle recensioni dei luoghi), non paghi nulla. Io vado spesso in basilica e non ho mai pagato un centesimo. D'altronde ormai in nessuna chiesa trovi materiale gratuito. Al massimo un'immaginetta, ma gli opuscoli informativi si pagano dappertutto. Addirittura in alcune chiese si paga il biglietto d'ingresso alla chiesa vera e propria (come nel Duomo di Siena o Santa Maria Novella a Firenze), a cappelle (degli Scrovegni a Padova, Sistina a Roma) o a parti di essa (Cupola di San Pietro a Roma, campanile della basilica di S.Marco a Venezia, ecc.). Il fatto di essere Patrimonio UNESCO probabilmente esenta per il momento la gente dal pagare per vedere i capolavori di Giotto, ma rassegnamoci all'idea che le chiese custodiscono capolavori e spesso fanno pagare per poterne fruire...

Mi spiace per l'esperienza andata male, ma ho l'impressione che non avevi letto recensioni di ristoranti prima di andare ad Assisi. Ci sono 55 ristoranti recensiti ad Assisi: tripadvisor.it/Restaurants-g187905-Assisi_Um…

Ad esempio puoi filtrare le recensioni selezionando la voce "gruppi numerosi" e magari avreste avuto degli indirizzi da provare sapendo già in partenza che non ci sarebbe stato alcun problema per il fatto di essere in 12. Oppure la voce "adatto ai bambini", ti dava qualche indirizzo in più.

Questi filtri sono in alto, sopra la lista dei ristoranti recensiti.

Taverna Francescana non è recensito su TripAdvisor. Antichi Sapori è recensito qui, ma non molto bene: tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187905-d22… Nemmeno Le cantine di Oddo ha buone recensioni: tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187907-d22…

Insomma, la prossima volta vieni su TripAdvisor e cerca tra le recensioni, perchè ci sono tanti posti dove si mangia bene e dove avreste probabilmente avuto un'esperienza più positiva!

Io quando viaggio e non ho con me un dispositivo mobile, mi segno i ristoranti che rispondono alle caratteristiche che cerco e anche quelli con recensioni molto negative che ho deciso di scartare, così quando giro e cerco dove mangiare ho qualche indirizzo in tasca e vado tranquilla. Ti consiglio di fare lo stesso la prossima volta e di dare una seconda possibilità alla ristorazione in Umbria, perchè ci sono davvero indirizzi validi.

Ciao e a presto!

campania
Contributore livello
10 post
48 recensioni
7. Re: accoglienza ad assisi

Ciao Alighieri, non volevo parlar male dell'Umbria, assolutamente, è che ho avuto delle esperienze negative e me ne era dispiaciuto...è vero che se avessi consultato tripadvisor avrei fatto scelte diverse e migliori ma comunque non è giusto che certi ristoratori si comportino così; non è detto che di debba andare in giro con un dispositivo mobile o si debba per forza avere informazioni dettagliate ovunque si vada, la maggior parte dei turisti va ancora in giro senza sapere dove mangiare o cosa vedere; certo, può avere brutte sorprese, ma quando accade ha il diritto di denunciarle. Detto questo ribadisco che, comunque, l'esperienza umbra è stata più che positiva, ho mangiato in ottimi ristoranti (a Perugia, Montone,..) scoperti per caso (e devo dire che è molto piacevole "scoprire" bei locali) e mi sono divertito ma ad Assisi evidentemente sono stato sfortunato . In merito alla basilica è sicuramente vero quello che dici ma che succeda dappertutto non vuol dire che sia giusto....

Ciao.

Waldshut-Tiengen
Esperto locale
di Nuova Zelanda, Trasferirsi all'estero
Contributore livello
4.629 post
8. Re: accoglienza ad assisi

Ciao, non l'ho percepito come un parlare male dell'Umbria, non temere; ho pensato che TripAdvisor ci mette a disposizione uno strumento validissimo proprio per evitare brutte sorprese e che in questo caso ne è stata la dimostrazione, purtroppo a tue spese.

Detto questo no, non è giusto che esistano ristoratori che fanno male il loro lavoro e che non abbiano rispetto per i clienti che sono, in sostanza, coloro i quali danno loro il pane. Se i ristoratori fossero tutti onesti e coscienziosi, ospitali e premurosi, siti come TripAdvisor non avrebbero motivo di esistere.

Sono d'accordo con te che nei luoghi di culto non sia bello trovare tutto in vendita. Ma d'altronde molta gente va a visitare le chiese non spinto dalla fede ma da interesse culturale, e come in ogni museo scevro di ogni significato spirituale, a quel punto non c'è differenza. Le chiese custodiscono un patrimonio artistico incommensurabile, per le ragioni che tutti conosciamo, e forse si, sarebbe giusto fruirne gratuitamente. Ma Pompei c'insegna che l'Italia non sa prendersi cura dei propri capolavori. Quindi se la preservazione della Cappella Sistina di Michelangelo dipenderà dal ricavato dei biglietti d'ingresso, ben venga per me.

Sono contenta delle belle esperienze nei ristoranti di Montone e Perugia, ricordati di recensirli! Soprattutto a Montone, visto che ci sono poche strutture recensite: tripadvisor.it/Restaurants-g656849-Montone_U…

campania
Contributore livello
10 post
48 recensioni
9. Re: accoglienza ad assisi

Già fatto (le recensioni). Per il resto, più o meno, parliamo la stessa lingua; sicuramente ci piace viaggiare e conoscere ma come tante cose nella vita ognuno si illude, a modo suo, che possano funzionare meglio ma probabilmente abbiamo quel che meritiamo. Auguri per uno splendido 2012 a te e a tutto lo staff e gli utenti di TripAdvisor.

Capital Federal
Contributore livello
4 post
3 recensioni
10. Re: accoglienza ad assisi

Ho letto tutte le risposte, adesso voglio farvi una domanda, sono dall'Argentina, e saremo in Italia in giugno, uno dei posti da visitare è Assisi, non so quanto potremo visitare per il tempo, ma le chiese si deve pagare per visitarne?. Saremo in diversi paesi cosi dobbiamo vedere bene quanto costa tutto. Grazie bella gente!!!!! (e scusatemi il mio italiano!!!)

Rispondi a: accoglienza ad assisi
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Assisi.