Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Siena - tour classico

Siena, Italia
Esperto locale
di Granada, Andalusia, Siena, Turismo sostenibile
post: 7.340
Recensioni: 179
Siena - tour classico

Siena è caratterizzata da salite salite e salite .... infatti anche se piccola, girarla è piuttosto stancante; ma se si parte preparati e ci si lascia trascinare dall'incanto delle vie e delle palazzi che la compongono , fermandosi di tanto in tanto per una sosta ad ammirare una piazza o un museo magari con un buon bicchiere di vino o un gelato ... la fatica si sente meno.

Itinerario CLASSICO :

San Domenico (chiesa sotto la Fortezza, che conserva al suo interno le reliquie di S.Caterina ) [DRAGO] scendendo sulla dx dalla facciata principale verso l'ingresso della cripta , si può ammirare uno scorcio del duomo. Se poi si sceglie di proseguire per la strada che continua a scendere verso sx si trova la casa di Santa Caterina, e passando sotto un piccolo "tunnel" si sbuca in Fontebranda accanto alla chiesa della Santa . Senza lasciarsi spaventare dalla "pettata" (PETTATA= strada molto in pendenza, alta salita), si può scegliere di scendere fino alle Fonti di Fontebranda , che sono le più grandi della città, di fronte ai vecchi macelli di Siena (adesso "centro commerciale" con scale mobili di risalita per arrivare al Duomo); oppure affrontare la salita e arrivare fino in "Diacceto" da cui si ammira dal balcone un bel panorama di S.Domenico .

Salendo sulla dx si trova sempre sulla dx una piccola stradina molto carina : "vicolo delle Carrozze" , così chiamato perchè una volta era il parcheggio di questi mezzi di proprietà dei clienti dell' albergo soprastante. Percorrendolo sotto il basso tetto e gli alti palazzi che lo delimitano si esce sotto il Duomo [SELVA].

Girando a sx si arriva davanti al Battistero ; se si è scelto di risalire con le scale mobili si sbuca poco più su, e se all'uscita dalle scale si scende verso sx si arriva allo sbocco di Vicolo delle Carrozze (un po' nascosto , confondibile con un portone, si può percorrere al contrario risalendo poi a dx x ritrovarsi al Battistero) .

Sulla sx della facciata si trova la famosa scalinata che Santa Caterina scese e risalì in ginocchio per riportare il Papa a Roma, ancora sono visibili delle croci sugli scalini in cui cadde .

Ed eccoci al Duomo: secondo il progetto originario entriamo lateralmente alla struttura ritrovandoci nella navata centrale (pza della questura) da cui si può ammirare l'interno del Facciatone (quella che sarebbe dovuta essere la facciata principale del Duomo) alla sx . Da qui c'è anche l'entrata del museo dell' Opera del Duomo, dove è conservata la maestà di Duccio di Boninsegna insieme ad altre opere etrusche , romane e del Vecchietta, Donatello , Simone Martini.... fino a salire proprio sul facciatone, da cui si ha una splendida vista su tutta la città .

Quello che adesso è il Duomo sarebbe dovuto essere il Transetto , sempre nei primi disegni , fatti quando la città era una delle più grandi e potenti del Mondo conosciuto; poi cambiati dopo che la peste nera del 300 ridusse a 1/3 la popolazione della città . La cattedrale ha sicuramente un suo incanto composta di Verde, Bianco , Rosa e Nero . All'interno i pavimenti (in parte coperti x la conservazione, vengono aperti tutti solo in alcune occasioni) sono opere d'arte, le colonne bianche e nere richiamano i colori della Balzana Senese; la libreria piccolomini completamente affrescata raccoglie la collezione di Papa Pio II Piccolomini.

L'edificio di fronte è il vecchio ospedale , da qualche anno non più in uso, del Santa Maria della Scala; immaginatevi sdraiati su un letto di pronto soccorso davanti ad affreschi della sala degli Innocenti . Adesso è un museo.

Il percorso prosegue per i 4 cantoni [AQUILA] dove venivano eseguite le esecuzioni, ad opera del Boia che viveva nella "torre" grigia e con una sola piccola finestra d'angolo con via di Città .

Scendendo per via di città si incontrano palazzi quali: le Papesse , adesso sede di mostre d'arte moderna con una splendida terrazza all'ultimo piano; la Chigiana , famosa scuola di musica .

Finalmente alla fine della strada lo spettacolo è dietro l'angolo: alla vostra destra PIAZZA del CAMPO , basta scendere dalla "Costarella" e sarà sotto i vostri piedi . Non ci sono parole che descrivano lo spettacolo; il Palazzo del Comune con la Torre del Mangia al fianco delimitano la base della conchiglia, infatti questa è l'unica piazza al mondo ad avere forma di una Nicchia e ad essere in pendenza . Gli spicchi all'interno della piazza delimitata da colonnini in marmo sono 9 , uno per ogni elemento del "Governo dei 9" al capo della città la fine del 1200 e il 1300 , la loro ampiezza è data dal potere che ognuno di loro aveva. Il nome , "del Campo", è dato dal fatto che prima della pavimentazione fatta dai 9 , era semplicemente terra .

Uscendo per il Chiasso Largo si risale per "Banchi di Sotto" e attraverso la "Croce del Travaglio" si sale per "Banchi di Sopra" dove si incrociano pza Tolomei (con la Lupa al centro) , pza del Monte (il Monte dei Paschi delimita 3 lati del suo perimetro con la statua di Sallustio Bandini al centro .

Davanti la famosa gelateria Nannini .

Il giro è finito in pza della Posta , proprio sopra lo Stadio della città .

19 risposte su questo argomento
Siena, Italia
Esperto locale
di Granada, Andalusia, Siena, Turismo sostenibile
post: 7.340
Recensioni: 179
1. Re: Siena - tour classico

LE CONTRADE

La città è divisa in 3 Terzi : Terzo di Camollia , Terzo di San Martino e Terzo di Città .

Inoltre è divisa in 17 Contrade : Acquila , Bruco , Chiocciola , Civetta , Drago , Giraffa , Istrice , Leocorno , Lupa , Nicchio , Pantera , Oca , Onda , Selva , Tartuca , Torre , Valdimontone.

Ognuna ha un territorio, una sede , una dirigenza ... insomma quasi come fosse un paese a sestante .

Ogni contrada ha anche una "Fontanina" e un museo : le fontanine le troverete vagando per la città (sono molto carine), i musei invece hanno giorni di apertura particolari ... quindi se avete l'occasione di visitarne uno può essere interessante...

Siena, Italia
Esperto locale
di Granada, Andalusia, Siena, Turismo sostenibile
post: 7.340
Recensioni: 179
2. Re: Siena - tour classico

Essendo costruita su 3 colli , scorci e vedute dall'alto non mancano: il fascino delle contrade e la bellezza della campagna circostante che penetra nella città.

- da San Domenico si ha una splendida veduta del duomo

- da Diacceto si ha una splendida veduta su San Domenico, e affacciandosi si ha fontebranda

- Facciatone : all'interno del museo dell' Opera del duomo, oltre ai vari capolavori di Duccio di Boninsegna , Simone Martini, Nicola Pisano, etc ... si può salire su su in alto per avere una visione di tutta Siena , città e campagna ..

- Torre del Mangia : ovviamente essendo a più di 300 scalini d'altezza non è si può nn vedere tutto ; un tempo anche il mare ...

- Fontanelle : da un lato si ha la Chiesa dei Servi , dall'altro pza del Mercato e il dietro di Palazzo Pubblico

Siena, Italia
Esperto locale
di Granada, Andalusia, Siena, Turismo sostenibile
post: 7.340
Recensioni: 179
3. Re: Siena - tour classico

Le FONTI :

Dato che Siena una città nata lontana da fiumi e mare , il problema dell'acqua fornita alla città nel medioevo dal leggendario fiume "Diana" , era stato risolto con un acquedotto sotterraneo : i Bottini . Questi erano tunnel sotterranei scavati nel tufo che portavano acqua a tutta la città, e partivano dalle varie fonti disseminate all'interno delle mura.

Le Fonti sono monumentali, ma oltre a queste varie "Fontanine" si trovano in ogni contrada , e nel chiostro del palazzo della chigiana in via di Città si trova anche un bell'esempio di pozzo Privato .

Tornando cmq alle fonti:

- Fonte Gaia : in pza del Campo la più celebre, costruita da Jacopo della Quercia

- Fontanelle : sotto prato Sant'Agostino , più piccola e infossata in fondo ad una scalinata

- Fontebranda è la più grande e la più spettacolare sotto S.Domenico, vicina alla casa di S.Caterina.

- Fonte Nuova con archi ogivali in cotto .

- Fonti di Ovile appena fuori la porta

- Fonti di Follonica : recentemente restaurate, in campagna piena , da cui si ha un bello scorcio di Provenzano

Bari
post: 4
Recensioni: 1
4. Re: Siena - tour classico

quanto tempo presumi serva per visitare la città?

Amsterdam, Paesi
post: 44
Recensioni: 10
5. Re: Siena - tour classico

direi che un paio di giorni possono bastare per visitare la città ma tutto intorno ci sono così tante cose da vedere (san gimignano, le colline del chianti e tutti i suoi piccoli paesi, asciano, buonconvento, le terme di rapolano, chiusure etc...) che una settimana può essere poco!

Carpi, Italia
post: 13
Recensioni: 13
6. Re: Siena - tour classico

volevo sapere cosa vedere in un giorno,noi saremo a montepulciano per 3 giorni e arrivandoci volevo fermarmi a siena e vedere le cose principali,tu cosa mi consigli? ciao e grazie

Siena, Italia
Esperto locale
di Granada, Andalusia, Siena, Turismo sostenibile
post: 7.340
Recensioni: 179
7. Re: Siena - tour classico

ciao Danilla ,

direi che il giro che ho scritto in alto potrebbe andare :

Fortezza - San Domenico - Fontebranda - Santa Maria della Scala e Duomo - le Papesse - Pza del Campo - Pza del Mercato

poi tornare su x Banchi di Sopra ...

penso che in un giorno sia abbastanza ....

Se hai bisogno di altre info chiedi pure ... altrimenti buone vacanze!!

ps. al ritorno magari raccontaci anche com'è andata!!

Carpi, Italia
post: 13
Recensioni: 13
8. Re: Siena - tour classico

mi dici anche cosa mangiare di tipico ma veloce,considerando che dovremo camminare molto!!!!!!!!!!!

grazie ciao ciao

Carpi, Italia
post: 13
Recensioni: 13
9. Re: Siena - tour classico

scusa,ne approfitto,ma parcheggiare? dove è meglio....noi arriviamo da modena ,quindi penso usciremo a scandicci...

Siena, Italia
Esperto locale
di Granada, Andalusia, Siena, Turismo sostenibile
post: 7.340
Recensioni: 179
10. Re: Siena - tour classico

No, allora venendo da Modena esci a Certosa e prendi la Siena-Firenze.

X parcheggiare allo stadio/fortezza c'è un grande parcheggio (tutti a pagamento però ... ) . Ci arrivi uscendo a Siena Nord , continuando x via Fiorentina-viale Cavour-via Vittorio Emanuele-porta Camollia scendi a dx- passi fonte giusta e dopo meno di 1km sulla sinistra c'è l'ingresso del parcheggio della fortezza ... altrimenti procedi dritto e lungo la strada (sulla sx vedi le mura della fortzza) ci sono tutti i parcheggi.

Per mangiare veloce potresti passare dal "Grattacielo" (un posticino piccolo tipo osteria, molto alla buona, che fa salumi, formaggi, sott'oli, verdure e ciò che è di stagione : ribollita, panzanella, salsicce ..... insomma si mangia veloce!!) in una traversa di banchi di sopra in Via dei Pontani ; oppure da "Cice" in via S.Pietro (questo è un ristorante) fanno tutta cucina tipica, quindi qualunque cosa trovi nel menù va bene ..... oppure , ma non so se aperto anche a pranzo, anche perchè ancora nn ci sono mai stata , ma me l'hanno consigliato (quindi nn garantisco) , c'è "l'oste mezzo" sotto il duomo (guardando la facciata a sx nella strada che scende subito sulla dx) .

Rispondi a: Siena - tour classico
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Toscana.