Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Giro del Lago di Como

venezia
post: 28
Recensioni: 53
Giro del Lago di Como

Qualcuno mi aiuta ad organizzare 3-4 giorni sul lago per il ponte di Ognissanti indicandomi i luoghi da non perdere per panorama o per aspetti culturali (chiese, luoghi manzoniani ecc.) e qualche albergo e ristorante economico? Ho dato un'occhiata sul nostro amato tripadvisor, ma mi sembra tutto piuttosto caro......

Sono pronta ad aiutarvi per Venezia, la mia città.

Grazie.

Francesca

26 risposte su questo argomento
valtellina
post: 112
Recensioni: 49
1. Re: Giro del Lago di Como

allora...

comincerei il tour da Lecco perché ben raggiungibile da Milano.

unna breve visita alla città e via verso Varenna (mezza giornata)

tripadvisor.it/Attractions-g187837-Activitie…

Il giorno dopo da varenna andrei a Bellagio in traghetto

e qui ci starei tutto il giorno sperando in una bella giornata di sole altrimenti... che tristezza

tripadvisor.it/Attractions-g187834-Activitie…

poi col traghetto andrei a Tremezzo alla villa Carlotta STUPENDA

tripadvisor.it/Attraction_Review-g635626-d52…

da qui andrei verso como

per ristoranti e hotel è difficile

non so che cerchi quanto vuoi spendere se ti adatti...

Milano, Italia
post: 210
Recensioni: 29
2. Re: Giro del Lago di Como

Nelle cosa da vedere, prova a vedere se ti possono interessare l'Abbazia di Piona e la Villa Balbianello a Lenno (proprietà del FAI http://www.fondoambiente.it/beni/villa-del-balbianello.asp).

Ci sarebbe anche l'Isola Comacina, ma le visite cessano il 31 ottobre

varese
Esperto locale
di Presentiamoci!, Varese, Vacanze in moto
post: 7.740
Recensioni: 123
3. Re: Giro del Lago di Como

mi associo all'itinerario di @valtellinese....da non perdere il centro di Como con il suo stupendo Duomo....e se hai tempo puoi prendere la funivia che porta a Brunate dove puoi vedere dall'alto tutto il lago!!

Como, Italia
post: 47
Recensioni: 32
4. Re: Giro del Lago di Como

Ciao Francesca,

il periodo che hai scelto è ancora buono per visitare il lago (sempre che il tempo sia clemente).

 Le ville ed i giardini, così come i locali sono ancora aperti. Molti chiudono verso la metà di novembre, per poi riaprire in parte per le festività natalizie. In questo periodo la maggior parte dei turisti ha già lasciato il lago e quindi puoi godere delle sue bellezze in un ambiente tranquillo e rilassante.

Non so se intendi viaggiare in auto o con i mezzi pubblici.

Il lago di Como ha una caratteristica forma a Y rovesciata e quindi se tu stai nella parte centrale ( Bellagio, Varenna, Menaggio) ti è facile spostarti in auto o ancora meglio con il traghetto o il battello sul lago.

A mio avviso Bellagio, considerata la cittadina più signorile e panoramica del lago, è un ottima meta : occupa infatti la punta estrema del promontorio che divide il lago in due rami.

Qui puoi trovare una buona scelta di alberghi , B&B o appartamenti di vacanza che, considerando la stagione, ti offriranno dei prezzi ragionevoli. Li puoi trovare elencati nel sito dell'Ufficio Turistico www.bellagiolakecomo.com

Nello stesso sito troverai molte info utili per trascorrere al meglio la tua vacanza.

Sembre a Bellagio ci sono molti locali, dal ristorante di classe, alla trattoria familiare, alla pizzeria, per tutti i gusti e prezzi.

Per quanto riguarda le escursioni :

Bellagio merita una visita : il centro storico dalle caratteristiche scalinate (dove puoi fare shopping pre-natalizio), la romantica passeggiata lungolago, le belle frazioni affacciate a lago (San Giovanni, Loppia, Pescallo).

Puoi visitare i giardini di Villa Melzi giardinidivillamelzi.it/html/menu_-_ita.html ed i Giardini di Villa Serbelloni (di proprietà Rockfeller) bellagiolakecomo.com/Italiano/…

Sempre da Bellagio puoi prendere il battello navetta del centro lago : oltre a godere di bellissimi panorami ti potrai fermare in altre vicini villaggi che meritano una visita : Menaggio, la piccola Varenna con al romantica passeggiata sul lungo lago, Tremezzo dove puoi visitare il museo e il giardino botanico di Villa Carlotta http://www.villacarlotta.it/

Da non perdere Villa Balbianello, ora proprietà del FAI, per me una delle più belle ville sul lago

fondoambiente.it/beni/villa-del-balbianello.…

Interessante anche il borgo medievale di Argegno dove puoi prendere la funicolare per Pigra con viste panoramiche sul lago

 www.aapigra.it/index.php…

Considera che partendo da Bellagio raggiungi tutte queste località in 10/20 minuti di battello. L'auto non ti serve, anzi sarebbe di intralcio.

Se hai l'auto puoi considerare un'escursione nella vicina Svizzera a Lugano. Prendi il traghetto per Cadenabbia con l'auto (10 minuti) e attraversando la panoramica Val d'Intelvi raggiungi Lugano in 30 minuti.

Le città principali sul lago sono Lecco e Como.

Lecco, come cittadina non offre granché, ma se sei interessata puoi visitare i famosi luoghi manzoniani (da Bellagio 20 minuti in auto)

www.larioonline.it/lakecomo/lakecomo.asp…

Como è molto più interessante. La puoi raggiungere in auto, bus o con l'aliscafo veloce (50 minuti). In estate è bello fare anche la crociera con il battello. Ci impiega due ore passando da una sponda all'altra del lago. Mentra si prende il sole si possono scorgere degli angoli nascosti e delle ville altrimenti invisibili dalla strada.

A Como città puoi visitare il bellissimo Duomo, il Palazzo del Broletto,la Chiesa romanica di San Fedele, il Tempio Voltiano, Villa Olmo. Como è anche la capitale della seta, con un interessante museo e numerosi negozi e outlet per acquisti. Volendo puoi fare anche un giro sul lago con l'idrovolante.

Altra metà interessante (20 minuti in auto da Bellagio) è il Museo del Ghisallo http://www.museodelghisallo.it/

Anche se non siete appassionati dibici merita una visita per la vista mozzafiato.

Spero che le mie informazioni ti siano di aiuto. Se hai qualche dubbio o vuoi altre informazioni su alloggi o ristorantini, contattami pure.

Breva.

venezia
post: 28
Recensioni: 53
5. Re: Giro del Lago di Como

Grazie a tutti per il precedente aiuto.

Un'altra informazione che non ho trovato altrove: esiste un percorso manzoniano indicato con appositi cartelli e con una brochure in una apt?

Ci sono ancora le "barche di Lucia Mondella"?

Serva vostra per Venezia.

Francesca

valtellina
post: 112
Recensioni: 49
6. Re: Giro del Lago di Como

non so se esite una brochure ma se vai apt sicuramente ti daranno le dritte su una mappa.... lecco è veramente piccina

ecco anche cosa ho trovato su internet... (riporto pari pari)

Lo spessore culturale fa parte della storia che qui è particolarmente legata al nome di Alessandro Manzoni e del suo celeberrimo romanzo I promessi sposi. Le sue pagine descrivono poeticamente molti luoghi del lecchese, oggi percorribili seguendo l’itinerario de “I luoghi manzoniani”, un modo per ufficializzare l’impronta definitiva che questa città riceve dal calco letterario manzoniano. A lui, Alessandro cantore del Lago, del Resegone, di Pescarenico, è dedicato il monumento, opera di Francesco Confalonieri, che lo ritrae in atto meditativo, al centro della piazza omonima con le spalle rivolte all’incombente mole delle montagne lecchesi. La statua è adorna di tre altorilievi, sintesi architettonica della “colpa, l’espiazione e l’innocenza trionfatrice” e direzionati ciascuno verso una strada: il rapimento di Lucia verso Pescarenico, la morte di Don Rodrigo al lazzaretto in direzione di via Roma, il matrimonio dei Promessi verso viale della Costituzione.

Luogo manzoniano per antonomasia è la Villa Manzoni, in località Caleotto, residenza della famiglia Manzoni, venduta nel 1818 dallo scrittore alla famiglia Scola che la mantenne inalterata fino al 1960 circa quando fu ceduta al Comune di Lecco. La Villa, sita in via Granelli 5, ospita oggi il Museo Manzoniano (con cimeli d’epoca e ambienti originali), la Galleria Comunale d’Arte, la Biblioteca Specializzata dei musei e la Sezione Separata d’Archivio.

Il percorso dei luoghi manzoniani si svolge a partire dalla parte meridionale di Lecco, da Pescarenico, il cui nome è l’unico esplicitamente citato nel romanzo: “un gruppetto di case, abitate la più parte da pescatori, e addobbate qua e là di tramagli e di reti tese ad asciugare”. Evidente che il tocco moderno attuale richiede un po’ di fantasia per tornare al tempo evocato dai versi dello scrittore, tuttavia, l’atmosfera delle casette addossate l’una sull’altra “sulla riva sinistra dell’Adda, o vogliam dire del lago”, rimane.

Nella parte nord della città ad Olate, ritenuto il paesello natale di Lucia, si può vedere quel che resta della presunta casa della giovane. Pochi metri più avanti c’è la “Chiesa di Don Abbondio”, ricostruita nel 1767 ed ampiamente rimaneggiata ne 1934. Ben più lontano, invece, a 5 km dalla città, a Vercurago si trova il Castello dell’Innominato (quel che resta, cioè ruderi), a 180 metri sopra il lago, raggiungibile con circa mezz’ora di camminata. Queste tappe sono un po’ un pretesto per riconciliarsi con una splendida realtà provinciale, ricca di spunti per viaggiatori curiosi, camminatori instancabili e buongustai.

Cosa vedere a Lecco:

Il Ponte Grande. Fu fatto costruire tra il 1336 e il 1338 da Azzone Visconti e, come scrive il Manzoni, segna “il punto in cui il lago cessa, e l'Adda ricomincia”. Il ponte (che è oggi a undici arcate, è lungo 131 metri e largo 9,05) aveva torri e ponti levatoi, che vennero demoliti nel 1799, durante la campagna contro i Francesi.

Il Lungolago. Rappresenta la sintesi paesaggistica, storica e sentimentale della città, o meglio del “fiordo” che venne ammirato (oltreché dal Parini e dal Manzoni) da grandi scrittori stranieri, quali Stendhal, Mark Twain e Longfellow, e che incantò musicisti quali Ponchielli e Petrella, Gomes e Puccini; e forse più di tutti il fondatore della scienza geologica italiana, e cioè Antonio Stoppani che qui nacque e che fu l'autore del Bel Paese.

La Basilica di San Nicolò: resti medievali che possono dare, specialmente con gli affreschi rimasti, un'idea di quello che fu lo spirito religioso ed estetico dell'arte lombarda intorno al 1300 e al 1400; com'è confermato anche in molte opere che si trovano nei paesi della zona.

Luoghi manzoniani

I “luoghi manzoniani”, innanzitutto: che sono bellissimi, ma tutti, o quasi, “presunti”. Ecco ad ogni modo la Casa di Lucia a Olate (il paese, o paesello, nel quale avrebbero abitato i due sposi promessi); ed un'altra Casa di Lucia ad Acquate. Olate però corrisponderebbe quasi perfettamente al paese di cui era curato Don Abbondio.

Il Tabernacolo dei bravi, dove “sulla sera del giorno 7 novembre dell'anno 1628” Don Abbondio trovò ad aspettarlo i bravi, sarebbe la Cappella di via Croce, sotto il poggio di Acquate, sulla via per Germanedo.

C'è poi Pescarenico, un luogo questo sicuramente “manzoniano”; e poi la Foce del Bione: il punto di “Addio, monti sorgenti dall'acque, ed elevati al cielo”; e poi il Castello dell'Innominato, che sarebbe a Somasca, dove c'è l'Eremo di San Gerolamo.

Il Museo di Villa Alessandro Manzoni, nel palazzo “Il Caleotto”, dove sono, oltre alla culla del poeta, documenti e cimeli riguardanti i Promessi sposi.

Il Museo della Seta, a Garlate: in una vera fabbrica, tutto quanto è utile vedere e sapere su questo prezioso manufatto.

A Premana, la “patria del coltello”, un piccolo ma utilissimo museo per conoscere la vita e il lavoro di una comunità.

Modificato: 29 settembre 2011, 9:21
Milano, Italia
post: 210
Recensioni: 29
7. Re: Giro del Lago di Como

come dice Valtellinese, i luoghi manzoniani (ad eccezione appunto della villa che appartenne alla famiglia Manzoni e a Pescarenico) sono presunti

Su questo sito puoi trovare un pochino di storia scoprilecco.it/luoghi%20manzon/i_luoghi_manz…

Può anche darsi che all'APT di Lecco, in via Nazario Sauro 6 , abbiano un depliant apposito, ma le notizie credo siano molto scarne

Per la barca utilizzata da Lucia per andarsene (il "batell"), mi sembra di averne vista una sul lago un po' di anni fa, usata a scopo turistico, sicuramente non vengono più usate normalmente. Anche qua credo che all'APT di Lecco possono dirti qualcosa. In rete ho trovato questo www.centrosubnettuno.it/pages/barca.php.htm

Puoi spulciare il sito del lago di Como http://www.lakecomo.it/ , per trovare qualcosa che ti può interessare

Gorizia, Italia
post: 158
Recensioni: 70
8. Re: Giro del Lago di Como

Avendo la stessa idea di Francesca :), gradirei sapere se Moltrasio è buona come località di base, da dove visitare tutto l'altro?

Ringraziando in anticipo,

Como, Italia
post: 47
Recensioni: 32
9. Re: Giro del Lago di Como

L'Itinerario Manzoniano (almeno la prte percorribile a piedi nel centro di Lecco) è segnalata da appositi cartelli.

C'è una brochure con l' l'itinerario Qui sotto ne trovi una copia.

Per ulteriori info puoi contattare l'Ufficio del Turismo e farti anche spedire a casa il materiale che ti interessa.

Per quanto la barca (ora comunemente chiamata Lucia) ne potrai vedere alcune nei moli del lago. Ora sono usate per scopi ricreativi (si usano spesso per accompagnare le spose alla Chiesa il giorno del matrimonio in alternativa all'auto) oppure per scopi sportivi. Durante l'estate si svolge un caratteristico Palio remiero proprio con queste imbarcazioni.

Buona gita !

    ITINERARIO MANZONIANO

E' consigliabile effettuare l'itinerario Manzoniano dal martedì alla domenica, in considerazione del fatto che in questi giorni la Villa Manzoni é aperta al pubblico dalle ore 9.30 alle ore 17.30, mentre il lunedì è giorno di chiusura.

La Villa Manzoni è la prima tappa del percorso; qui é possibile assistere alla visione di un video che racconta in dettaglio la storia della dimora della famiglia Manzoni.

La Villa é sita in via Arlenico, e dista dalla centrale piazza Manzoni (con il monumento all'illustre personaggio) circa 15 minuti a piedi; inoltre é facilmente raggiungibile in auto e dispone di un ampio parcheggio.

Nelle vicinanze della Villa, a circa 10 minuti a piedi, si può visitare la Chiesa del Convento di Pescarenico. Nella piazza Fra' Cristoforo è visibile un Ossario del 1699 con i resti dei frati francescani morti di peste. A pochi passi, in direzione del fiume Adda, sorge il Villaggio dei Pescatori attorno all'antica piazza Era.

La seconda fase dell'itinerario si svolge nei rioni della parte alta della città. Qui luoghi del romanzo sono visibili solamente dall'esterno, in quanto si tratta di edifici appartenenti a privati.

Spostamenti da Pescarenico:

A. se siete a piedi autobus n° 1 (direzione Laorca o via Quarto), fermata al semaforo di via Adamello; il servizio urbano si effettua ogni 15 minuti circa.

B. se disponete di un mezzo privato segnaliamo il parcheggio di Via Ugo Foscolo (parcheggio del cimitero di Castello) ubicato in posizione favorevole per raggiungere i luoghi di interesse manzoniano.

In zona potete ammirare:

* La Chiesa di Don Abbondio;

* La presunta Casa di Lucia di Olate (identificata dagli studiosi di topografia manzoniana seguendo soprattutto il romanzo edito);

* Il Tabernacolo dei Bravi;

* Il Palazzotto di Don Rodrigo (è ben visibile dal rione di Acquate);

* La tradizionale Casa di Lucia ad Acquate (oggi è un'osteria che ospita di frequente mostre fotografiche e varie iniziative).

Il percorso fin qui descritto impegna circa mezza giornata.

Una variante pomeridiana può essere la visita al Castello dell'Innominato che si trova nel paese di Vercurago in località Somasca. Per raggiungerlo in auto da Lecco occorre seguire la strada in direzione di Bergamo per circa 5 km e, giunti nel comune di Vercurago, seguire le indicazioni "Santuario di San Gerolamo".

Da qui si prosegue a piedi per circa 45 minuti percorrendo il viale delle cappelle dedicate a San Gerolamo e poi il sentiero che ha inizio sul lato destro della Chiesa della Valletta e giunge in breve al castello. Per coloro che non sono in possesso di mezzo privato consigliamo l'autobus n° 1 con capolinea in località Chiuso. Da Chiuso si prosegue a piedi fino a raggiungere il semaforo di Vercurago, indi si piega a sinistra e si sale una agevole scalinata che collega Vercurago con l'abitato di Somasca e con il Santuario (circa 15 minuti di cammino da Chiuso).

Como, Italia
post: 47
Recensioni: 32
10. Re: Giro del Lago di Como

Moltrasio è una piccola cittadina vicina alla città di Como, all'estremo sud di uno dei due rami del lago.

Se vuoi rimanere in quella zona, è ok ma se vuoi visitare il centro lago devi mettere in conto 45 minuti d'auto per raggiungere Cadenabbia e poi da lì prendere il battello o il traghetto

Breva.

Rispondi a: Giro del Lago di Como
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Lecco.
Discussioni recenti